La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

2009/2010 Mercoledì 28 aprile – ore 11.30 -13.00.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "2009/2010 Mercoledì 28 aprile – ore 11.30 -13.00."— Transcript della presentazione:

1 2009/2010 Mercoledì 28 aprile – ore

2 CHI SIAMO 28 aprile 2010 – UNIVERSITA DEGLI TUDI DI VERONA FACOLTA DI LINGUE E LETTERATURE STRANIERE Verona

3 a r c i Associazione di PROMOZIONE SOCIALE, CIVICA E INDIPENDENTE SENZA SCOPI DI LUCRO Arci è un acronimo che sta per: Associazione Ricreativa Culturale Italiana Larci è attività culturali Larci è politiche sociali Larci è solidarietà internazionale arci VUOL DIRE TANTO

4 a r c i La più grande rete associativa di cultura e solidarietà del nostro Paese Più di un milione di soci Più di circoli in tutta Italia arci VUOL DIRE TANTO

5 UN MANIFESTO PER LA CULTURA 8 marzo 2004 UN MANIFESTO PER LA CULTURA Con questo MANIFESTO chiediamo che le comunità, tutte le comunità, dai più piccoli borghi alle metropoli, ognuna nel rispetto della propria storia e delle proprie tradizioni, abbiano accesso ai diritti culturali, condizione necessaria per una vita sociale dignitosa, autenticamente democratica, aperta. ovvero per una cultura presidio del territorio e della coesione sociale

6 1. Coltiviamo il desiderio di una città intesa come luogo delle relazioni e del vivere civile una città europea, una città sicura, una città solidale, una città gentile. 2. Pensiamo che la cultura di una città sia il complesso delle manifestazioni di vita materiale, sociale, artistica e spirituale dei cittadini. Per costruire una politica di cittadinanza, una politica di respiro europeo è necessaria una programmazione di governo che metta in relazione questi aspetti rispetto a un progetto. 3. Crediamo che i cittadini più importanti siano quelli più deboli. Inclusione ed esclusione danno oggi il grado di civiltà di una comunità. È necessario ripensare il concetto di COMUNITÀ. 4. Crediamo che la città sia un equilibrio delicato di ambiente e persone che va rispettato e governato secondo il principio di sostenibilità. 5. Siamo convinti che la città debba essere amata tutta intera, per quello che è: la periferia come il centro, i quartieri nuovi come quelli antichi, le zone a rischio come quelle privilegiate. Il governo della città non deve produrre divisioni. 6. È necessario costruire una rete di informazioni sui temi inerenti le politiche culturali urbane in Europa (la sicurezza è da anni un tema centrale nelle politiche culturali degli altri paesi). Il confronto arricchisce le proposte. 7. Crediamo che le cittadine e i cittadini che si associano e si organizzano, le comunità etniche, i gruppi di tradizione, le comunità scientifiche, umanistiche e artistiche siano ricchezza di una città complessa. Una comunità cresce nella condivisione del potere e delle responsabilità. 8. Una città per crescere deve essere un progetto. Un progetto di città affonda nella tradizione che è risorsa per affrontare i cambiamenti, ecco perché crediamo che la cultura evento debba incrociare la cultura socializzazione: i beni materiali devono incrociare i beni immateriali delle relazioni. 9. Affermiamo la cultura come valore collettivo. La cultura non è solo un bisogno voluttuario, soggettivo, ma una rete di relazioni che promuove Comunità. Nella programmazione dellamministrazione, proprio in relazione alla riqualificazione delle aree urbane la cultura deve avere un peso più consistente nei bilanci. Cè bisogno di una Carta della Trasparenza per tradurre un trasparente principio di sussidiarietà e far crescere e qualificare un Terzo Settore culturale fuori dai vecchi e nuovi collateralismi a servizio della comunità. 10. Crediamo che la politica degli spazi culturali debba essere programmata alla luce delle nuove esigenze di sicurezza e socializzazione della città con il concorso di tutti i soggetti interessati. La cultura presidio del territorio toglie spazio alla militarizzazione del territorio. Vogliamo una città gentile. UN MANIFESTO PER LA CULTURA

7 IL REFERENDUM PER LACQUA APRILE 2010 IL REFERENDUM PER LACQUA Il 24 e il 25 aprile inizia la raccolta firme Liberiamo l'acqua dal mercato CAMPAGNA REFERENDARIA LACQUA NON SI VENDE

8 Il progetto turistico di Arci Verona

9 MOZIONE APPROVATA AL CONGRESSO ARCI CERVIA FEB. 06 Il Congresso Nazionale riconosce limportanza del progetto turismo allinterno dellassociazione individuandone sviluppo ed intervento in tutti i campi operativi dellArci (internazionali, cultura, sviluppo associativo, politiche sociali, ecc.); sostiene la necessità di promuovere il valore politico del turismo responsabile e sostenibile e di promozione del territorio anche creando una rete di rapporti con le istituzioni di diverso livello (governative, regionali, comunali ed estere); Verona

10 MOZIONE APPROVATA AL CONGRESSO ARCI CERVIA FEB. 06 si impegna a valorizzare e promuovere il turismo sociale; riconosce limportanza di promuovere uno standard delle proposte di turismo che ne garantisca la qualità. Verona

11 Il progetto turistico di Arci Verona Verona Circolo Arci LISOLA CHE CE Circolo Arci LISOLA CHE CE

12 IL PROGETTO TURISTICO DI ARCI VERONA curato da Circolo Arci Lisola che cè È iniziato nel 2000 ed è curato dal Circolo Lisola che cè in OUT – GOING propone: diverse destinazioni di viaggio sociale coniugando aspetti ludici, culturali ed eno-gastronomici crociere in barca a vela, soggiorni mare, montagna e terme per gruppi e individuali soluzioni di viaggio individuale e per famiglie in Italia e allestero LANGHE TOSCANA LIGURIA MARCHE UMBRIA I CASTELLI DEL PIACENTINO FRIULI V.G. CUBA UNGHERIA PUGLIA Verona

13 Civita di Bagnoregio Ottobre 2007

14 Un gruppo di socie nel Pozzo di S. Patrizio

15 La cena predisposta solo per noi allinterno dellEnoteca Regionale dellUmbria ad Orvieto

16 Visita con pranzo degustazione alla cantina Custodi di Orvieto

17 IL PROGETTO TURISTICO DI ARCI VERONA curato da Circolo Arci Lisola che cè in IN – COMING propone: Tour culturali ed eno- gastronomici alla scoperta di Verona e della sua provincia Tour culturali ed eno- gastronomici alla scoperta del Veneto e delle sue peculiarità Verona

18 Cantina Bisol Valdobbiadene

19 Cantina Maculan Breganze

20 Il gruppo al Teatro Olimpico di Vicenza attento alle spiegazioni della nostra guida

21 I nostri soci francesi durante il breve corso di cucina a Tema: IL RISO VIALONE NANO E LE SUE RICETTE

22 RIEPILOGANDO Valorizzazione della comunità locale Percorso personalizzato per interessi mirati a costi equilibrati Approfondimento della cultura del territorio Verona Turismo responsabile Turismo sociale e responsabile Verona

23 PROGETTI DI TURISMO PER I GIOVANI ANCHE MINORI Studio di una lingua straniera allestero con soggiorno in famiglia e/o in appartamento Studio – lavoro e stage allestero Scuole qualificate ed insegnanti di provata esperienza Verona

24 DESTINAZIONI DISPONIBILI Alcuni esempi di destinazioni per le diverse lingue: Inghilterra (Londra – Brighton – Devon, ecc..) Irlanda (Dublino) Malta Canada (Toronto) USA (Miami ) Australia (Sydney ) Germania (Francoforte – Dusseldorf) Russia (Mosca – San Pietroburgo) Spagna (Madrid – Malaga – Barcellona – Maiorca) Messico (Playa del Carmen - Flores) Cuba (LAvana) Francia (Parigi – Nizza) Marocco (Rabat) Cina (Beijing) Verona Londra Maiorca Devon

25 Incontrare la solidarietà lì dove diventa relazione tra le persone I campi hanno una identità precisa che corrisponde all'impegno dell'Arci nel campo della promozione sociale, della costruzione di percorsi di pace, del sostegno ai movimenti di emancipazione sociale e civile. Verona Campi di lavoro e conoscenza Arci

26 Destinazioni: LIBANO 17-30/07 PALESTINA 24/07 -03/08 RWANDA 16-28/08 BRASILE 1-15/08 COLOMBIA 16-30/08 BOSNIA 17-28/08 Verona Campi di lavoro e conoscenza Arci estate AD OGNI DESTINAZIONE E LEGATO UN PROGETTO

27 Destinazioni: SICILIA a Corleone, Monreale e Canicattì, nei terreni confiscati alla mafia CALABRIA a Melito Porto Salvo, nei terreni confiscati alla ndrangheta Verona Campi di lavoro della legalità Campi di volontariato Foto di Federico Tovoli

28 LISOLA CHE CE Costituita del 2003 Opera in autonomia dallaprile 2007 Crea progetti eno-gastronomici nati con il Comitato di Verona Crea progetti di turismo sociale in out- going Crea progetti di turismo sociale in in- coming

29 LISOLA CHE CE

30 Condividere con noi un percorso, attraverso uno stage, potrebbe essere interessante Venite a trovarci in Via C. Cattaneo 14 – Verona il martedì e giovedì dalle alle Verona

31 Grazie per lattenzione! Lisola che cè Verona


Scaricare ppt "2009/2010 Mercoledì 28 aprile – ore 11.30 -13.00."

Presentazioni simili


Annunci Google