La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GRAMMATICALIZZAZIONE La grammaticalizzazione è un processo i lessemi perdono contenuto semantico e acquistano contenuto grammaticale i lessemi si trasformano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GRAMMATICALIZZAZIONE La grammaticalizzazione è un processo i lessemi perdono contenuto semantico e acquistano contenuto grammaticale i lessemi si trasformano."— Transcript della presentazione:

1 GRAMMATICALIZZAZIONE La grammaticalizzazione è un processo i lessemi perdono contenuto semantico e acquistano contenuto grammaticale i lessemi si trasformano in particelle grammaticali, preposizioni o congiunzioni i lessemi grammaticalizzati sono caratterizzati da erosione fonetica, ovvero dalla perdita di materiale fonetico (abbreviazione vocale finale, elisione, ecc) il lessema è ununità ad alto grado di concretezza lelemento grammaticalizzato è ad alto grado di astrazione Lesempio di sacco 1.sacco un sacco 2.un sacco di X(concreto)un sacco di dobloni 3.un sacco diY(astratto)un sacco di bene 4.un sacco(astratto +)- Ci tieni a lei? – Un sacco! Lesempio di sacco 1.sacco un sacco 2.un sacco di X(concreto)un sacco di dobloni 3.un sacco diY(astratto)un sacco di bene 4.un sacco(astratto +)- Ci tieni a lei? – Un sacco! 1

2 A BC DFE Network concettuale della grammaticalizzazione il network può essere descritto come un modello di divergenza rappresentabile da una struttura ad albero; i differenti sensi sono connessi luno allaltro per mezzo di connettori stanti per passaggi concettuali; il passaggio è unidirezionale e va dal concreto all astratto A è quasi sembre un lessema (Heine, Claudi and Hünnemeyer Grammaticalization. A Conceptual Framework) 2

3 Come vengono identificati i passaggi concettuali? Lakoff (1987): schema immagine e metafora; Norvig e Lakoff (1987): immagine schema, metafora, metonimia, differenziazione del ruolo semantico e cambiamento/passaggio del profilo; Heine et al. (1997): senso focale vs senso non focale focalenon focale senso primariosenso secondario focus primariofocus secondario significato denotativosignificato connotativo proprietà centraleproprietà periferica propr. prototipicapropr. tipica marcatore semanticostereotipo focalenon focale senso primariosenso secondario focus primariofocus secondario significato denotativosignificato connotativo proprietà centraleproprietà periferica propr. prototipicapropr. tipica marcatore semanticostereotipo 3

4 Esempio di ví figlio in Ewe (lingua Niger-Congo parlata in Ghana e Togo) ví significa figlio, bambino, ma assume il significato di giovane quando affisso agli animali domestici e non, e il significato di piccolo quando affisso a una categoria meno ristretta di animali nyivaccanyi-vívitello, giovane vacca lāanimalelā-víspecie di animali piccoli Esempio di ví figlio in Ewe (lingua Niger-Congo parlata in Ghana e Togo) ví significa figlio, bambino, ma assume il significato di giovane quando affisso agli animali domestici e non, e il significato di piccolo quando affisso a una categoria meno ristretta di animali nyivaccanyi-vívitello, giovane vacca lāanimalelā-víspecie di animali piccoli GIOVANEPICCOLO nyi-vísignificato denotativo proprietà centrale nucleo proprietà prototipica marcatore semantico significato connotativo propiertà periferica proprietà identificativa proprietà tipica stereotipo lā-vísignificato connotativo propiertà periferica proprietà identificativa proprietà tipica stereotipo significato denotativo proprietà centrale nucleo proprietà prototipica marcatore semantico 4

5 macrostrutturamicrostruttura Domini concettualiContesto Similarità, analogiaImplicazioni conversazionali Transfer tra domini concettualiReinterpretazione indotta dal contesto MetaforaMetonimia macrostrutturamicrostruttura Domini concettualiContesto Similarità, analogiaImplicazioni conversazionali Transfer tra domini concettualiReinterpretazione indotta dal contesto MetaforaMetonimia LOCALISMO [localism] La rete concettuale del processo di grammaticalizzazione si presta a diverse analisi e approcci. Un approccio è quello del localismo, ovvero la prospettiva secondo la quale le espressioni spaziali sono più basiche di altri tipi di espressione, costituendo infatti la fonte concettuale di queste ultime. Much of what is commonly thought of as being metaphorical in the use of language can be brought within the scope of the thesis of localism (Lyons 1977:720) 5

6 Lakoff e Johnson Metaphor We Live By. Chicago: CUP. lAMORE è un VIAGGIO il MATRIMONIO è un VIAGGIO la VITA è un VIAGGIO un ARGOMENTO è un VIAGGIO Analogamente, nella prospettiva localista: i viaggi iniziano con la partenza del soggetto e terminano con larrivo di questi nella sua destinazione di arrivo; partenza = fonte [source]; arrivo = obiettivo, target [goal] se la fonte e il goal sono concepiti come aree anziché come punti, partenza e arrivo potranno essere descritti per mezzo della loro intrinseca proprietà diattraversabilità, passaggio da un area allaltra, passaggio di confine, ecc. il modello produce le seguenti corrispondenze X ha imparato YX è arrivato a Y X ha dimenticato YX non è in Y 6

7 Prodotti della grammaticalizzazione secondo lapproccio locatista: FONTESTRUTTURA DERIVATA -Categorie locativeCategorie Temporali -Locazione astrattaPossesso ed esistenza -Espressioni locative eNozioni aspettuali di progressività e stato deittiche -Nozioni locativeFrasi [clauses] temporali, causali e condizionali Localismo e grammaticalizzazione 1.la categoria SPAZIO è lunica fonte; 2.la categoria SPAZIO è una delle possibili categorie fonte; 3.la categoria SPAZIO non è una fonte; Localismo e grammaticalizzazione 1.la categoria SPAZIO è lunica fonte; 2.la categoria SPAZIO è una delle possibili categorie fonte; 3.la categoria SPAZIO non è una fonte; 7

8 OGGETTO > ATTIVITÀ > SPAZIO > TEMPO > QUALITÀ Concetti originari 1.parti del corpo 2.punto di riferimento 3.altre fonti 4.nessuna etimologia disponibile Concetti originari 1.parti del corpo 2.punto di riferimento 3.altre fonti 4.nessuna etimologia disponibile 8

9 PARTE CORPOSOPRASOTTOINDAVANTIDIETRO testa406 schiena280 faccia247 spalla2 glutei/ano22 piede31 pancia/stomaco58 cuore2 occhio14 fronte8 bocca6 seno6 torace2 palmo mano3 Risultati per i concetti spaziali in 125 lingue africane (Heine et al1997) 9

10 Si noti che mentre esistono lingue che ricavano i concetti spaziali esclusivamente dalle parti del corpo, nessuna lingua ricava gli stessi concetti utilizzando esclusivamente il corpo animale. Tuttavia, in alcune società pastorali il modello zoomorfico si sovrappone parzialmente al modello antropomorfo. Il transfer oggetto-spazio è anche usato metaforicamente. Alcuni esempi: testa>sorgente di fiume terra, terreno>mondo occhio>faccia (metonimia + simbolo) sorgente (analogia) 10

11 CONCETTO ORIGINARIOSOPRASOTTOINDAVANTIDIETROTOT Parti corpo Punto riferim Concetti relazionali Altre fonti Etimologia non disponibile Nessun dato disponibile Distribuzione quantitativa concetti originari – categoria spaziale 11

12 Hausa (A1, Ciadico) Lessemi source – Categorie target 12

13 PARTE CORPOSPAZIOTEMPOQUALITÀ bààkii bocca vicinoquando in cambio di come equivalente di baayaa schiena dietro prima dopo di dopo fuskàà viso direzione gàbaa fronte davanti a davanti oltre nel futuro hancìì naso un po, un po di hannu mano attraverso idòò occhio nellocchiounità kâi testa sopra stesso se stesso perché a causa di un poco di 13

14 FONTETARGET bààkii bocca>LOCATIVO, TEMPORALE baayaa schiena>LOCATIVO, TEMPORALE fuskàà viso>VERBO, DIREZIONE gàbaa fronte>LOCATIVO, FUTURO hancìì naso>QUANTIFICATORE hannu mano>STRUMENTO idòò occhio>COLLETTIVO, LOCATIVO kâi testa> LOCATIVO, RIFLESSIVO, INTENSIVO-RIFLESSIVO, CAUSA, ARGOMENTO 14

15 METAFORA, METONIMIA E SCHEMA-IMMAGINE METAFORA: una definizione La metafora è una modalità pervasiva di comprensione attraverso la quale noi proiettiamo modelli di un dominio di esperienza A per strutturare un dominio B di diverso tipo Johnson The Body in the Mind METAFORA: una definizione La metafora è una modalità pervasiva di comprensione attraverso la quale noi proiettiamo modelli di un dominio di esperienza A per strutturare un dominio B di diverso tipo Johnson The Body in the Mind METAFORA: UNA DEFINIZIONE La sua stanza era una cella. dominio A = prigioneSOURCE (figure) dominio B = abitazione privataTARGET (ground) La nostra vita è un sogno. Non svegliamoci. dominio A = sognare dominio B = vivere 15

16 METONIMIA: una definizione La metonimia è un fenomeno di transfer referenziale basato sulla contiguità esistente tra unentità e unaltra individuata dal parlante Seto METONIMIA: una definizione La metonimia è un fenomeno di transfer referenziale basato sulla contiguità esistente tra unentità e unaltra individuata dal parlante Seto « is our knowledge of the world that determines contiguities. So, metonymy is not a problem of linguistic structure, but a problem that concerns the relation between language and the extra-linguisic world » Koch 1999:14. Frame and Contiguity. On the Cognitive Bases of Metonymy and Certain Types of Word Formation METONIMIA: DEFINIZIONE ED ESEMPI 16

17 Luogo per lAttività 1.Federico ha finito la piscina. Oggetto per una sua Qualità/Caratteristica 2.La benzina è salita. < il prezzo della benzina... Entità coinvolta per Le persone appartenenti allentità coinvolta 3.La Francia non ha accettato il trattato. 4.La fabbrica di automobili è fallita. Contenitore per il Contenuto 5.Ho bevuto lintera bottiglia. 6.Ha mangiato un piatto di lenticchie. 7.Dammi un bicchiere dacqua<... pieno dacqua 8.Una botte di petrolio<... contenente petrolio Oggetto dellidea per lidea 9.Le sue parole mi erano rimaste in testa tutto il giorno. 10.Quellesperienza non laveva abbandonata. 17

18 METAFORA METONIMIA Metafore a base metonimica : Mi ha dato una mano metafora: AIUTARE è concettualizzato in termini di DARE UNA MANO base metonimica: DARE UNA MANO è nodo tipico di AIUTARE (analogamente: Spezzare una lancia in suo favore) Ha battuto i pugni sul tavolo e abbiamo desistito metafora:INSISTERE in termini di BATTERE I PUGNI base metonimicaBATTERE I PUGNI manifestazione tipica di sostenuta, arrabbiata insistenza 18

19 Metafora + Metonimia : La Moncloa ha spinto per le sue dimissioni metafora: INSISTERE è concettualizzato in termini di SPINGERE metonimia:RESIDENZA DEL CAPO DEL GOVERNO per GOVERNO Le ha messo gli occhi addosso metaforaDESIDERARE concettualizzato in termini di METTERE GLI OCCHI metonimiaPARTE DEL CORPO (occhi) per la PERSONA Ho fatto breccia nel suo cuore metaforaSEDURRE concettualizzato in termini di FARE BRECCIA metonimiaPARTE DEL CORPO (cuore) per la PERSONA yaafaràntaaminìzuucìyaa (HAUSA) per:3sg:mimbiancareind:1sgcuore Mi ha reso felice (lit. mi ha sbiancato/fatto bianco il cuore) metaforaRENDERE FELICE concettualizzato in termini di IMBIANCARE metonimiaPARTE DE CORPO (cuore) per PERSONA 19

20 SCHEMA-IMMAGINE: UNA DEFINIZIONE La nostra esperienza spaziale origina delle rappresentazione astratte note con il nome di schemi-immagine. Molti cognitivisti vedono la conoscenza come fondata su modelli di esperienza corporea. Questi modelli, o schemi, emergono attraverso lattivita sensomotoria allorché noi manipoliamo oggetti, ci orientiamo spazialmente e temporalmente, e dirigiamo il nostro focus pre-concettuale su vari obiettivi (Gibbs 1994:233, ma vedi anche Johnson 1987, 1991; Lakoff 1987) Esempi: DENTRO-FUORI DIETRO-AVANTI SOPRA-SOTTO EQUILIBRIO SOSTEGNO TRAIETTORIA Esempi: DENTRO-FUORI DIETRO-AVANTI SOPRA-SOTTO EQUILIBRIO SOSTEGNO TRAIETTORIA 20

21 Tipi di schema-immagine Traiettore / Punto di riferimento (asimmetrico) La macchina è vicina alla casa ? La casa è vicina alla macchina Confine / Regione limitata uno spazio limitato ha un confine Relazioni topologiche Separazione, Contatto, Sovrapposizione, Inclusione, Circondare Orientazione Verticale (sopra/sotto), Orizzontale (sinistra/destra, dietro/avanti) Assoluto (E, S, O, N) PR TR regione limitata confine 21

22 Schema-immagine: percorso Descrizione dello schema-immagine: entrare in una regione limitata ed uscirne. attraversare IMM – 1.Stavano attraversando la strada. 2.Hanno attraversato la foresta. 3.Sono passati da una parte allaltra. attraversare IMM + 1.Non mi è passato per la testa. 2.= Non mi ha attraversato la mente. 3.Abbiamo attraversato un mare di difficoltà. schema-immagine 1:il mare è un contenitore (di difficoltà) metafora:un mare è una grande quantità schema-immagine 2:passare da una parte allaltra 1.?La strada è attraversata dalla mamma con i bambini. 2.* Un mare di difficoltà è stato attraversato da Marco e Lucia. 22

23 Schema-immagine: locazione Descrizione dello schema-immagine: essere sopra / sotto in relazione ad un punto di riferimento. sopra / sotto IMM – 1.La lattina è sopra il tavolino. 2.*Il tavolino è sotto la lattina. 3.Sono passati da una parte allaltra. sopra / sotto IMM + 1.Ci tiene sotto la sua influenza. 2.Ho il morale sotto le scarpe. *Le scarpe sono sopra il mio morale. 1.La considera sopra ad ogni cosa. 23

24 Schema-immagine: traiettore / punto di riferimento Descrizione dello schema-immagine: stare dentro / fuori dentro / fuori IMM – 1.Gli alberi stanno nella foresta. 2.Il cibo è nella dispensa. 3.Usciamo fuori. dentro / fuori IMM + 1.È fuori dalla mia portata. 2.Siamo tutti sulla stessa barca. 3.Sei fuori di testa. 4.(eng) Im out of money. PR TR PR TR 24

25 Regione limitata Ruoli: Confine/limite: chiuso Regione limitata Spazio circostante 25

26 RELAZIONI TOPOLOGICHE Separazione Viviamo su due pianeti diversi Tiene i piedi in due staffe 26

27 Separazione Contatto RELAZIONI TOPOLOGICHE Ho contattato il mio amico Hanno proceduto gomito a gomito I nostri punti di vista creano frizione Avete aderito al manifesto del movimento 27

28 RELAZIONI TOPOLOGICHE Separazione Contatto Coincidenza: Il mio punto di vista coincide con il tuo Il suo cervello e il suo cuore sono sovrapponibili 28

29 Separazione Contatto Coincidenza: - Sovrapposizione RELAZIONI TOPOLOGICHE Ha invaso il mio spazio Condividiamo alcune idee 29

30 Separazione Contatto Coincidenza: -Sovrapposizione -Inclusione RELAZIONI TOPOLOGICHE 30

31 Separazione Contatto Coincidenza: -Sovrapposizione -Inclusione -Accerchiamento RELAZIONI TOPOLOGICHE 31

32 Ruoli: –Interno: regione limitata –Esterno –Limite C SCHEMA CONTENITORE 32

33 TR C C FUORIIN Traiettora / Punto di riferimento + Contenitore Essere in un mare di difficoltà / Lo tengo nel mio cuore / Gli occhi pieni di dolore. 33

34 Un esempio dallarabo tunisino: il caso di 3ayn In arabo tunisino, le strutture immaginative usate nelle concettualizzazioni di 3ayn sono caratterizzate per mezzo di metafore strutturatecon schema-immagine, metafore a base metonimica, metafore e metonimie. Metafora a base di schema-immagine: (1)bu-ham-xalli-hafi 3aynay-h padre suotiene-imperf-leiin occhi suoi Suo padre la sta tenendo nei suoi occhi (= Suo padre prova grande amore per lei) schema-immagine:CONTENITORE metafora:PARTE DEL CORPO è un CONTENITORE DI EMOZIONI Metafora a base metonimica: (2)ma3aynu-šfi-ha negocchio-P nonin-lei Il suo occhio non è in lei (=Egli non la desidera) Metonimia:PARTE DEL CORPO per la PERSONA Metafora:DESIDERARE è VEDERE Metafora (3)?awlaad-ha3aynay-hali-θnayn figli.P3occhio-P3i due I suoi figli sono i suoi due occhi (= Lei ama i figli sopra ogni altra cosa) MetaforaLE PERSONE AMATE sono i nostri ORGANI DELLA VISTA Metonimia (4)3ayn-imatiRliTš occhio.P1negsbagliare-IMPERF neg I miei occhi non sbagliano (= Credo nei miei occhi nel giudicare la gente) MetonimiaPARTE DE CORPO per la PERSONA OCCHIO per GIUDIZIO Zouhair A. Maalej. Figurative dimension of 3ayn in Tunisian Arabic. In Zouhair Maalej and Ning Yu. Embodiment Via Body Parts: Studies from Various Languages and Cultures. Amsterdam: John Benjamins 34

35 LE METAFORE CONCETTUALI Metaphor is for most people a device of the poetic imagination and the rhetorical flourisha matter of extraordinary rather than ordinary language. Moreover, metaphor is typically viewed as characteristic of language alone, a matter of words rather than of thought or action. For this reason, most people think that they can get along perfectly well without metaphor. We have found, on the contrary, that metaphor is pervasive in everyday life, not just in language but in thought and actions. Our ordinary conceptual system, in terms of which we both think and act, is fundamentally metaphorical in nature. (Lakoff and Johnson, Metaphors We Live By. 1980:3) 1.la metafora non è una scelta; 2.la metafora è una delle strutture del linguaggio; 3.parte del nostro modo di pensare è strutturato metaforicamente; 4.parte del nostro modo di agire è strutturato metaforicamente; 5.la metafora/metaforizzazione è una struttura cognitiva universale; 1.la metafora non è una scelta; 2.la metafora è una delle strutture del linguaggio; 3.parte del nostro modo di pensare è strutturato metaforicamente; 4.parte del nostro modo di agire è strutturato metaforicamente; 5.la metafora/metaforizzazione è una struttura cognitiva universale; 35

36 teoria classicaLakoff & Johnson 198, Johnson proposizionale -scopi poetici -arricchisce lespressività -violazione semantica/affermazione erronea -concettuale -marcata -non convenzionalizzata -pre-proposizionale -vita quotidiana -comprensione -pre-concettuale -non marcata -convenzionalizzata Metafora: teoria classica vs teoria cognitivista 36

37 Le metafore concettuali non sono arbitrarie: they have a basis in our physical and cultural experience (Lakoff e Johnson (1980:7). Questo è particolarmente vero per i concetti spaziali: 1.la struttura dei nostri concetti spaziali emerge dalla nostra esperienza spaziale, ovvero dallinterazione con lambiente che ci circonda; 2.i concetti che emergono in questo modo sono concetti che noi viviamo in maniera fondamentale e pervasiva; 3.quello che noi chiamiamo esperienza fisica diretta non è mai una mera questione di possedere un certo tipo di corpo: piuttosto, ogni esperienza ha luogo allinterno di un vasto background di presupposizioni culturali; 4.noi facciamo esperienza del mondo in un modo tale per cui la nostra cultura è già presente allinterno dellesperienza stessa. Lakoff e Johnson 1980:56-7. La struttura della metafora concettuale: TARGET è FONTE [SOURCE] dove = La struttura della metafora concettuale: TARGET è FONTE [SOURCE] dove = 37

38 PIÙ È SOPRAMENO È SOTTO Dominio source: soprasotto Dominio target: piùmeno -Hanno alzato i prezzi.- Hanno abbassato i prezzi. -Alza il volume.- Sta giocando al ribasso. -La temperatura è salita.- È sottopeso. -Il numero di cose da fare è alto.... -Una posizione elevata.... -Un incarico di alto prestigio. -La sterlina ha subito unimpennata. -Il costo della vita è salito alle stelle. 38

39 lessere amato è una possessione Dominio source:possessione Dominio target:persona amata -Era un amico, ma mi ha rubato la ragazza. -Sei tutto quello che ho. -Lo voglio indietro. -Se ami qualcosa, lascialo libero -Sono tuo, tu sei mia. 39

40 LAMORE È UN VIAGGIO Dominio source:viaggio Dominio target:amore Relazione = Movimento in avanti, progresso -La loro relazione è ad un bivio. -Questa relazione non sta andando da nessuna parte. -In questa relazione non stiamo andando da nessuna parte. -Questo rapporto è un vicolo cieco. 40

41 LAMORE È UNA REAZIONE CHIMICA Dominio source:reazione chimica Dominio target:amore -Non cè chimica tra di noi. -Lho guardata negli occhi e mi sono sciolto. -Mi sono squagliato come burro. -Facciamo scintille. 41

42 AFFETTO/AMORE È CALORE Dominio source:calore Dominio target:affetto, amore -Le hanno dato un caldo benvenuto. -Che persona calorosa! -Mi ha scaldato il cuore. -È una vecchia fiamma. -Mi ha acceso. DISINTERESSE È FREDDO -Le sue parole hanno spento il mio interesse. -È un pesce freddo. -Mi ha scoccato unocchiata gelida. 42

43 ARGOMENTO/DISCUSSIONE È GUERRA Dominio source:guerra Dominio target:discussione, argomentare, etc. -I candidati si sono affrontati in un dibattito. -Lo studente ha difeso bene il suo punto di vista. -È stato attaccato da/su tutti i giornali. -Il candidato si è ritirato. -Il suo discorso era piuttosto debole, e alla fine è stato battuto. -Mi ha lanciato una frecciata che non ho sopportato. -Le parole sono come pietre. -Non sapeva cosa dire, allora il suo amico ha spezzato una lancia in suo favore. -Il Presidente è stato attaccato su tutti i fronti. -Questa è una battaglia che non possiamo perdere. -La nostra proposta è stata sconfitta. Abbiamo perso. 43

44 BUON ARGOMENTO È SOLIDO Dominio source:elemento solido, costruzione Dominio target:argomento valido -Largomentazione ha delle solide basi. -Ha costruito il suo pensiero sulla base del nulla. -La vostra spiegazione ha delle buone basi / delle basi solide. (un cattivo argomento è permeabile, fragile, instabile) -La tua spiegazione fa acqua da tutte le parti. -La fragilità del suo pensiero era evidente. -Largomentazione dellaccusa era alquanto traballante. 44

45 RABBIA È CALORE + CORPO È CONTENITORE DELLEMOZIONE Dominio source:calore Dominio target:rabbia, ira -Mi ribolliva il sangue. -È una testa calda. -Alla fine sono scoppiato. -Mi sono scaldato e sono esploso. -Lho lasciata raffreddarsi. -I vapori della rabbia gli uscivano dalle orecchie. -I suoi occhi fiammeggiavano dira. -La sua rabbia eruppe dimprovviso. 45

46 CONTROLLO È SU/SOPRA Dominio source:sopra Dominio target:controllo -Ho tutto sotto controllo. -Marco è il mio diretto superiore. -Mi ha guardato dallalto in basso. -Si sono sottomessi al suo volere. -Sono allaltezza della situazione. -Egli non è alla mia altezza. 46

47 DISPREZZO/ELIMINAZIONE È CALPESTARE Dominio source:calpestare Dominio target:disprezzare, eliminare -Stavano calpestando i miei diritti. -Ha schiacciato gli altri candidati. -Quello ci cammina sulle teste. -Ci ha messo i piedi in testa. -Mettere sotto i tacchi la sovranità popolare. 47

48 48 COERENZA E SOVRAPPOSIZIONE: LE METAFORE DELLARGOMENTO Le metafore che strutturano lesperienza dellargomento hanno lobiettivo di evidenziare uno o più dei seguenti aspetti: contenuto progresso struttura forza ovvietà chiarezza direzione VIAGGIO CONTENITORE EDIFICIO contenuto progresso direzione ovvietà contenuto progresso essenza forza chiarezza contenuto progresso essenza forza struttura

49 49 LARGOMENTO È UN VIAGGIO Siamo arrivati fino a questo punto Andiamo avanti con il programma. È inutile proseguire con la discussione: siete in un circolo vizioso. Si è spinto ad una conclusione un po azzardata. Ripercorreremo la storia del pensiero. Ci siamo avvicinati al campo semantico. Ci siamo lasciati alle spalle questa diatriba. LARGOMENTO È UN VIAGGIO Siamo arrivati fino a questo punto Andiamo avanti con il programma. È inutile proseguire con la discussione: siete in un circolo vizioso. Si è spinto ad una conclusione un po azzardata. Ripercorreremo la storia del pensiero. Ci siamo avvicinati al campo semantico. Ci siamo lasciati alle spalle questa diatriba. LARGOMENTO È UN CONTENITORE Nel tuo discorso cerano delle buone idee, ma le spiegazioni non erano trasparenti. Il nucleo della mia tesi è che non bisognerebbe scrivere delle tesi. Il mio piano fa acqua da tutte le parti. LARGOMENTO È UN CONTENITORE Nel tuo discorso cerano delle buone idee, ma le spiegazioni non erano trasparenti. Il nucleo della mia tesi è che non bisognerebbe scrivere delle tesi. Il mio piano fa acqua da tutte le parti. LARGOMENTO È UN EDIFICIO Se non sostieni le tue idee con degli argomenti solidi, allora temo che il tuo intervento verrà distrutto. Ho costruito una serie di esempi per spiegare le metafore concettuali. La sua idea è un poco instabile, temo che venga giù come un castello di carte. LARGOMENTO È UN EDIFICIO Se non sostieni le tue idee con degli argomenti solidi, allora temo che il tuo intervento verrà distrutto. Ho costruito una serie di esempi per spiegare le metafore concettuali. La sua idea è un poco instabile, temo che venga giù come un castello di carte.

50 50 VIAGGIO CONTENITORE EDIFICIO (partenza) (arrivo) contenuto = superficie percorsa contenuto = interno al contenitore contenuto = fondamenta e parte esterna SUPERFICIE E CONTENUTO

51 51 VIAGGIO CONTENITORE EDIFICIO (partenza) (arrivo) profondità = superficie non percorsa profondità = parte più interna profondità = fondamenta SUPERFICIE E PROFONDITÀ/PRECISIONE DELLARGOMENTO es. man mano che procediamo, approfondiremo ecc. es. affrontare il tema superficialmente, poco profondamente es. ragionamento scevro di fondatezza, solido, ben costruito, sostenuto da pilastri teorici

52 Un MCI non deve essere né vero né falso: se un MCI esiste ed è applicato, allora funziona allo stesso modo, la nostra conoscenza ci consente di muoverci nel mondo senza che questa corrisponda necessariamente alla realtà delle cose, o penetri la realtà in dettaglio; Un MCI non deve essere né vero né falso: se un MCI esiste ed è applicato, allora funziona allo stesso modo, la nostra conoscenza ci consente di muoverci nel mondo senza che questa corrisponda necessariamente alla realtà delle cose, o penetri la realtà in dettaglio; 52 MODELLI COGNITIVI IDEALIZZATI [Idealized Cognitive Models] Un MCI è un modello mentale che rappresenta un insieme di assunti - di idee – di fondo (vedi Searle 1979) che concorrono a rendere coerente una definizione, ad. es PAURA « spiacevole sensazione di apprensione ». Parte delle nostra conoscenza (di ciò che abbiamo già acquisito e di quello che acquisiremo) fa largo uso di queste strutture, consentendoci di comprendere un fenomeno in modo iper-semplificato, ovvero con un grado di idealizzazione che può adeguarsi alla realtà (= al mondo che ci circonda) in vario modo. « an ICM may fit ones understanding of the world either perfectly, very well, pretty well, somewhat well, pretty badly, badly, or not at all » (Lakoff 1987 :70)

53 53 Si veda il classico esempio di Lakoff sulla nozione di madre (Lakoff 1987 :74-76). La nozione di madre può esistere attrvareso diversi modelli: Modello genetico: la madre è la creatura di sesso femminile che contribuisce con la sua parte di materiale genetico Modello maritale: la madre è la moglie Modello materno: la madre è colei che partorisce

54 54 Gli hausa sono musulmani I musulmani non praticano lanimismo Gli animisti sono stati tutti convertiti I MCI non sempre corrispondono alla realtà! non tutti gli hausa sono musulmani alcuni musulmani praticano lanimismo lanimismo non è stato eradicato! le comunità scelgono i modelli che meglio le rappresentano; i modelli sono iper-semplificati; il modello è funzionale al prestigio della comunità; le comunità scelgono i modelli che meglio le rappresentano; i modelli sono iper-semplificati; il modello è funzionale al prestigio della comunità;

55 MI MUOVO DA UN POSTO AD UN ALTRO VADO DRITTO, VADO AVANTI ENTRO IN MACCHINA E ACCENDO IL MOTORE Definizione non marcata Schema-immagine Metonimia: una parte del processo sta per lintero processo VOLO DA NAPOLI A MADRID SIEDO SULLA MIA POLTRONA PREFERITA E PENSO ALLE ISOLE DI CAPO VERDE SIEDO SULLA MIA POLTRONA PREFERITA E PENSO ALLE ISOLE DI CAPO VERDE Metafora: Un evento fisico è riconcettualizzato nei termini di un evento mentale Metonimia: un tipo di viaggio sta per il viaggio in generale. IL VIAGGIO È QUANDO... 55

56 « concepts do not exist only by themselves, objectively ; the most human concepts are defined and understood only within conceptual frameworks that depend on the nature of human experience in given cultures » (Johnson 1987 :xiv) « concepts do not exist only by themselves, objectively ; the most human concepts are defined and understood only within conceptual frameworks that depend on the nature of human experience in given cultures » (Johnson 1987 :xiv) 56 MCI [Idealized Cognitive Model] FRAME Il frame è un insieme di forme linguistiche i cui vari componenti sono relazionati luno allaltro e definiti a seconda della cultura che li esprime. (Fillmore 1982, 1985; vedi ancheMinsky 1975, Barsalou 1992, Koch 1999)


Scaricare ppt "GRAMMATICALIZZAZIONE La grammaticalizzazione è un processo i lessemi perdono contenuto semantico e acquistano contenuto grammaticale i lessemi si trasformano."

Presentazioni simili


Annunci Google