La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Hotel Forum Roma – 12.07.2010 ASSOBIOMEDICA Levoluzione tecnologica in cardiologia: innovazioni per la vita.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Hotel Forum Roma – 12.07.2010 ASSOBIOMEDICA Levoluzione tecnologica in cardiologia: innovazioni per la vita."— Transcript della presentazione:

1 Hotel Forum Roma – ASSOBIOMEDICA Levoluzione tecnologica in cardiologia: innovazioni per la vita

2 Associazione nazionale per le tecnologie biomediche, diagnostiche, apparecchiature medicali, servizi e telemedicina Appropriatezza e sostenibilità per cure sempre più efficaci Dott. Luigi Boggio Presidente Assobiomedicali

3 Roma, La tecnologia medica oggi è fondamentale nellerogazione di qualunque prestazione sanitaria. Interviene nella prevenzione, nel monitoraggio, nella diagnosi, così come nella cura e nella riabilitazione del paziente.

4 Roma, Linnovazione dà valore alla vita umana, aumentandone qualità e quantità. Solo negli ultimi 25 anni la tecnologia ha contribuito ad allungare di oltre tre anni laspettativa media di vita.

5 Roma, I processi di innovazione : un aspetto peculiare dei dispositivi medici La rivoluzione delle tecnologie sanitarie risale agli anni 70. Quello fu sicuramente un decennio ricco di balzi tecnologici, ma levoluzione che seguì fu (ed è tuttora) di tipo lineare, incrementale; per contro, è andata crescendo la velocità dellevoluzione. Innovazione TempoAnni 70 Un farmaco o esiste o non esiste (laspirina, ad es., è nata nel 1897 e in oltre un secolo la molecola non ha subito alcuna innovazione); un dispositivo medico, invece, è soggetto a una continua e (in taluni casi più che in altri) rapida evoluzione, in simbiosi con la pratica clinica.

6 Roma,

7 La rapida evoluzione tecnologica consente di apportare continue modifiche ai dispositivi medici in ambito cardiologico, rendendoli sempre più efficaci. Ma il paziente deve avere accesso allinnovazione. È necessario quindi: - ridurre i tempi di attesa, - rendere ottimali i percorsi diagnostici, - combattere la tendenza a ricorrere al dispositivo medico solo se il farmaco fallisce.

8 Roma, È inoltre indispensabile superare lidea che i dispositivi medici siano un costo eccessivo per il sistema sanitario nazionale. LINTERO COMPARTO DEI DISPOSITIVI MEDICI PESA PER MENO DEL 6% DI QUANTO LO STATO SPENDE PER FINANZIARE IL NOSTRO SISTEMA SANITARIO NAZIONALE.

9 Roma, Vi è la tendenza a sovrastimare la spesa pubblica in dispositivi medici < 6 miliardi NON > 10 miliardi HR (Spesa per il personale) CPP (Spesa per i servizi in convenzione) G&S but MD (spesa in beni e servizi esclusi dispositivi medici) Pha (spesa farmaceutica) spesa effettiva in dispositivi medici Livello di spesa che si presume (erroneamente) che venga assorbito dai dispositivi medici Elaborazioni Centro studi Assobiomedica su dati ministero della Salute

10 Roma, Generalmente esiste un largo consenso nellidentificazione dei seguenti 3 grandi obiettivi da tutelare per il SSN: Universalità dellaccesso alle cure Qualità del servizio Sostenibilità finanziaria Il problema è come riuscire a realizzare contemporaneamente tutti e 3 gli obiettivi : La sostenibilità finanziaria non può e non deve avvenire a scapito dei primi due obiettivi

11 Roma, La filiera della salute è protagonista nella crescita complessiva del Paese e deve essere vista come investimento non solo sociale ma anche economico: - Valore aggiunto (incluso indotto) = 12% del PIL; - Occupazione diretta + indotto = 10% della forza lavoro Il nostro SSN si posiziona tra i migliori di Europa per qualità e copertura, eppure il rapporto spesa/PIL è ancora tra i più bassi (6,9% spesa pubblica + 2,2% privata*) E pur vero che la salute assorbe un alto valore di risorse ed è indubbio che questa spesa debba essere adeguatamente governata *Dati OECD 2009

12 Roma, Performance / Innovazione Tempo / Esperienza Lefficacia e il costo-efficacia dei farmaci sono indipendenti dalle capacità dei clinici. Invece, lefficacia e il costo- efficacia di molti dispositivi dipendono in larga misura dalle capacità e dallaccumulo di esperienza degli specialisti clinici, condizioni queste che si raggiungono solo in un momento successivo allintroduzione sul mercato dei dispositivi in questione, e che trovano valore nella varietà di questi. I processi di innovazione : un aspetto peculiare dei dispositivi medici

13 Roma, In tema di qualità delle prestazioni e di efficienza del sistema sanitario, Tecnologia ed Innovazione giocano un ruolo fondamentale ed è per questo che tale spesa deve considerarsi STRATEGICA (si pensi ad esempio ai resincronizzatori cardiaci per lo scompenso che riducono la mortalità del 35% ed i costi di riospedalizzazione del 90%) Invece tecnologie ed innovazione sembrano essere percepite come una delle cause più importanti della crescita dei costi in sanità e sono oggetto di molte e diverse iniziative Nazionali e Regionali di riduzione e razionamento più che razionalizzazione e governo come standardizzazioni, prezzi di riferimento e acquisti al prezzo più basso, centralizzazioni degli acquisti, ecc…

14 Roma, Le malattie cardiovascolari rappresentano un massiccio costo a carico del SSN. Rappresentano la principale causa di morte nellUnione Europea e sono allorigine del 40% circa dei decessi, per un totale di due milioni lanno.

15 Roma, Luso dei dispositivi medici in condizioni di appropriatezza genera nel lungo termine un risparmio di risorse. Ad esempio nei pazienti affetti da insufficienza cardiaca (ai quali è stato impiantato un pacemaker o un defibrillatore) i sistemi di controllo remoto possono sostituire a tutti gli effetti il controllo standard ambulatoriale, e quindi di eliminare tutti i costi ad esso correlati.

16 Roma, Da una ricerca pubblicata nel 2009 dallo European Journal of Health Failure e condotta da un gruppo di studiosi della European Society of Cardiology su un gruppo di pazienti con cardiopatie diverse, a cui è stato applicato il telemonitoraggio da remoto, è emerso che i pazienti monitorati da remoto vivono meglio perché nel loro habitat naturale e sono soggetti a minori ospedalizzazioni. Altri risultati emersi dallindagine sono: il numero e la durata delle ospedalizzazioni, le visite cliniche la qualità della vita. Dunque, minori ricoveri non programmati per scompenso cardiaco e riduzione delle visite di pronto soccorso. Dallindagine non emergono differenze significative di costo: < ospedalizzazione = < risorse impiegate + qualità della vita del paziente Da una ricerca pubblicata nel 2009 dallo European Journal of Health Failure e condotta da un gruppo di studiosi della European Society of Cardiology su un gruppo di pazienti con cardiopatie diverse, a cui è stato applicato il telemonitoraggio da remoto, è emerso che i pazienti monitorati da remoto vivono meglio perché nel loro habitat naturale e sono soggetti a minori ospedalizzazioni. Altri risultati emersi dallindagine sono: il numero e la durata delle ospedalizzazioni, le visite cliniche la qualità della vita. Dunque, minori ricoveri non programmati per scompenso cardiaco e riduzione delle visite di pronto soccorso. Dallindagine non emergono differenze significative di costo: < ospedalizzazione = < risorse impiegate + qualità della vita del paziente

17 Roma, Ne derivano molteplici benefici. Per il paziente: tempestività di una diagnosi da remoto Per lo staff ospedaliero: migliore organizzazione dei controlli ambulatoriali di portatori di dispositivi impiantabili e interventi limitati a i soli casi di necessità e benefici Per il SSN: riduzione degli accessi ai Pronto soccorso e dei ricoveri ospedalieri.

18 Roma, La tecnologia consente oggi trattamenti mininvasivi e costo efficaci per le malattie cardiovascolari più diffuse

19 Roma, La Fibrillazione Atriale è unaritmia cardiaca caratterizzata da una completa irregolarità dellattivazione elettrica degli atri, due delle quattro camere cardiache. Le normali contrazioni atriali vengono sostituite da movimenti caotici, inefficaci ai fini della propulsione del sangue. Il battito cardiaco inoltre diviene fortemente irregolare. Fibrillazione atriale effetti della patologia sul consumo di risorse e sui costi

20 Roma, La cura della fibrillazione atriale Si ricorre spesso alla terapia farmacologica senza procedere a interventi ablativi. Ma una percentuale molto alta di pazienti trattati con farmaci tendono a recidivare aumentando in modo notevole il costo per ospedalizzazioni

21 Roma, I vantaggi dellablazione Oggi dati di efficacia risultanti da studi ampi e ben condotti mostrano levidenza della costo-efficacia delle tecniche di ablazione transcatetere nella fibrillazione atriale, in particolare rispetto al trattamento farmacologico e grazie ai risparmi su minori ospedalizzazioni

22 Il paziente sarà meno soggetto a recidive e non dovrà mantenersi sotto terapia farmacologica per tutta la sua vita Il sistema sanitario vedrà una diminuzione delle richieste di riammissione Roma,


Scaricare ppt "Hotel Forum Roma – 12.07.2010 ASSOBIOMEDICA Levoluzione tecnologica in cardiologia: innovazioni per la vita."

Presentazioni simili


Annunci Google