La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IMPORTANZA DELLE PIANTE fotosintesi clorofillianafotosintesi clorofilliana 6 CO 2 + 6 H 2 O 6 O 2 + C 6 H 12 O 6 produzione di ossigenoproduzione di ossigeno.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IMPORTANZA DELLE PIANTE fotosintesi clorofillianafotosintesi clorofilliana 6 CO 2 + 6 H 2 O 6 O 2 + C 6 H 12 O 6 produzione di ossigenoproduzione di ossigeno."— Transcript della presentazione:

1 IMPORTANZA DELLE PIANTE fotosintesi clorofillianafotosintesi clorofilliana 6 CO H 2 O 6 O 2 + C 6 H 12 O 6 produzione di ossigenoproduzione di ossigeno riduzione delleffetto serra soprattutto ad opera delle specie erbacee in cui il meccanismo della fotosintesi è più efficiente.riduzione delleffetto serra soprattutto ad opera delle specie erbacee in cui il meccanismo della fotosintesi è più efficiente. Organicazione del carbonioOrganicazione del carbonio LUCE

2 SIMBOLOGIA DEGLI ALBERI In tutte le culture religiose la simbologia utilizza immagini della natura, alberi, animali, fiori, frutti Lalbero è un simbolo ambivalente, matriziale e di verticalità cosmica

3 Lalbero ha un ciclo di trasformazione e evoluzione che rappresenta il ciclo della vita e della morte: cambia colore, perde le foglie, riprende poi con la produzione di gemme, cresce, produce fiori, foglie e frutti.

4 Il verde della vegetazione è strettamente collegato con lacqua, quindi con la vitalità; i rami di piante verdi significano vita.

5 Alberi sacri Sono comuni i miti di persone che hanno delle qualità particolari di divinazione collegati con gli alberi, che siedono sotto gli alberi, o sono legati a qualche albero sacro Inoltre gli alberi più vecchi hanno la figura della sapienza, della saggezza, della conoscenza

6 Lalbero è un segno divino Nella cultura Cananea ( a.C.) gli alberi erano i luoghi tipici del culto, in riferimento al bosco sacro, in cui erano custoditi lalbero della vita e lacqua vivificante I santuari nella cultura celtica erano caratterizzati da alberi sacri

7 LA QUERCIA La longevità e limponenza della quercia, insieme ai suoi tanti doni offerti alluomo e agli animali, non poteva che ispirare agli Antichi grande rispetto, tanto da considerarla la presenza del divino in terra. Per i Celti era lalbero degli alberi, poiché le sue alte fronde toccavano il cielo e le sue radici penetravano nella profondità del terreno. Alcuni studiosi affermano che la quercia era, per questo popolo, un albero cosmico, come lo era il frassino dei popoli del Nord Europa. Tuttavia molte Genti indoeuropee associarono la quercia al dio creatore, il Padre celeste che risiede in terra.La longevità e limponenza della quercia, insieme ai suoi tanti doni offerti alluomo e agli animali, non poteva che ispirare agli Antichi grande rispetto, tanto da considerarla la presenza del divino in terra. Per i Celti era lalbero degli alberi, poiché le sue alte fronde toccavano il cielo e le sue radici penetravano nella profondità del terreno. Alcuni studiosi affermano che la quercia era, per questo popolo, un albero cosmico, come lo era il frassino dei popoli del Nord Europa. Tuttavia molte Genti indoeuropee associarono la quercia al dio creatore, il Padre celeste che risiede in terra. I Celti ritenevano che il mondo fosse sostenuto e alimentato da una quercia, ma credevano anche che un giorno sarebbe finito se il suo tronco, che sorreggeva il cielo, si fosse spezzato.I Celti ritenevano che il mondo fosse sostenuto e alimentato da una quercia, ma credevano anche che un giorno sarebbe finito se il suo tronco, che sorreggeva il cielo, si fosse spezzato. Per la stessa ragione, ai piedi di una quercia, i druidi amministravano la giustizia, i riti religiosi e divinatori. Questi ultimi, in particolare, erano considerati ancor più sacri, se lofficiante aveva mangiato alcune ghiande prima del rito perché attraverso il frutto dellalbero, provenivano le emanazioni divine utili per interrogare il futuro e comprenderlo attraverso i segni.Per la stessa ragione, ai piedi di una quercia, i druidi amministravano la giustizia, i riti religiosi e divinatori. Questi ultimi, in particolare, erano considerati ancor più sacri, se lofficiante aveva mangiato alcune ghiande prima del rito perché attraverso il frutto dellalbero, provenivano le emanazioni divine utili per interrogare il futuro e comprenderlo attraverso i segni.

8 l'albero che regge l'universo, gli infonde vita e sapienza e, in qualche modo, ne segna il passato e il futuro, rappresenta lasse che unisce cielo, terra e inferi. Albero cosmico, albero della creazione e albero della conoscenza Il frassino è il più imponente e il migliore degli alberi. I suoi rami si stendono su tutto il mondo e coprono il cielo. Tre radici reggono l'albero e si diramano estendendosi in tre diverse direzioni.l'albero che regge l'universo, gli infonde vita e sapienza e, in qualche modo, ne segna il passato e il futuro, rappresenta lasse che unisce cielo, terra e inferi. Albero cosmico, albero della creazione e albero della conoscenza Il frassino è il più imponente e il migliore degli alberi. I suoi rami si stendono su tutto il mondo e coprono il cielo. Tre radici reggono l'albero e si diramano estendendosi in tre diverse direzioni. IL FRASSINO

9 La prima radice si cala negli abissi più profondi, nel il regno dei mortiLa prima radice si cala negli abissi più profondi, nel il regno dei morti La seconda radice si spinge verso la terra dove abitano i giganti, simbolo di sapienza, conoscenza e saggezzaLa seconda radice si spinge verso la terra dove abitano i giganti, simbolo di sapienza, conoscenza e saggezza La terza radice va verso il mondo affidato agli esseri umaniLa terza radice va verso il mondo affidato agli esseri umani

10 Lalbero come presenza divina diventa protezione, nonché segno di vita: la presenza di un albero è segno di presenza di ombra e di acqua; simbolo di accoglienza legata al mondo degli uccelli: è il simbolo naturale della presenza divina e della protezione di Dio. Inoltre i frutti rappresentano fonte nutritiva per gli uomini, e la possibilità riproduttiva dellalbero stesso. Tanto era la considerazione di quercia e frassino, che un antico detto nordico afferma che se la quercia fiorisce prima del frassino entro il mese si avranno solo pioggerelline leggere, mentre nel caso in cui fiorisse prima il frassino, si avranno acquazzoni.

11 Il concetto di verticalità cosmica: gli alberi crescono sempre verso lalto, verso il cielo, alla ricerca della luce.Il concetto di verticalità cosmica: gli alberi crescono sempre verso lalto, verso il cielo, alla ricerca della luce. Lalbero ha un tronco, di legno.Lalbero ha un tronco, di legno. I bastoni sono di legno, simbolo di forza, di potere: nella tradizione cananea il palo sacro era simbolo di culto, nella realtà cristiana è la croce, il pastorale.I bastoni sono di legno, simbolo di forza, di potere: nella tradizione cananea il palo sacro era simbolo di culto, nella realtà cristiana è la croce, il pastorale. La bivalenza, maschile e femminile degli alberi, fa sì che lalbero possa rappresentare una persona, è il simbolo della persona.La bivalenza, maschile e femminile degli alberi, fa sì che lalbero possa rappresentare una persona, è il simbolo della persona.

12 CIPRESSO Perché labitudine di piantare cipressi nei cimiteri? Simbolo di verticalità cosmica Sempreverde, vitale I cipressi in un cimitero esprimono la tensione dalla terra al cielo e indicano una realtà di vita permanente: Dio è come un cipresso sempreverde

13 PARADISO La Bibbia apre la storia della salvezza con una scena di alberi: un giardino, in persiano perdeis, tradotto in greco paradeisos, e in italiano paradiso. Dio ha creato un giardino, che nella sua simbologia, se un albero rappresenta una persona un giardino sarà una comunità, simbolo di relazioni buone, in quanto il giardino è un insieme armonico di alberi

14 Giardino dellEden e albero della conoscenza Il giardino primordiale creato da Dio, in cui ha poi incluso luomo, rappresenta la buona relazione tra luomo e Dio, da coltivare e custodire Al centro del giardino un albero, lalbero della vita, simbolo di comunione di vita Anche nella tradizione orientale si narra di un albero della vita, che si trovava nel giardino degli Dei, inaccessibile a tutti. Nella tradizione giudaica lunico albero inaccessibile, lalbero proibito, quello della conoscenza del bene e del male; mangiare il frutto dellalbero proibito significa impossessarsi dellinconscio, dominare il cosmo, sostituendo Dio. È lalbero della morte

15 Lalbero della Croce Nella realtà la croce di Cristo era proprio un albero, con le radici, piantato ancora nel terreno; il patibolo era invece la parte orizzontale della croce Anche i romani per le crocifissioni utilizzavano alberi già esistenti, a cui tagliavano rami e fogliame. La croce è un albero, lalbero di morte che diventa lalbero della vita. Infatti se si interpreta lalbero della morte come il simbolo della verticalità, con le radici per terra ma che tende verso il cielo. Cristo viene innalzato verso il cielo La croce è lalbero di Pasqua Nella tradizione ligure i crocifissi processionali ai tre estremi della croce sono decorati con elementi floreali che vogliono riprodurre lalbero della vita Lalbero di Natale Lalbero di Natale Anche esso è una tradizione delle Chiese orientali Anche esso è una tradizione delle Chiese orientali

16 Ancora oggi agli alberi viene riconosciuto un ruolo importante nella vita delluomo, sia come polmone per la produzione di O 2 salvaguardia ambientale per la conservazione del patrimonio paesaggistico internazionale sia a scopo ornamentale giardini privati, alberature stradali, impianti sportivi.


Scaricare ppt "IMPORTANZA DELLE PIANTE fotosintesi clorofillianafotosintesi clorofilliana 6 CO 2 + 6 H 2 O 6 O 2 + C 6 H 12 O 6 produzione di ossigenoproduzione di ossigeno."

Presentazioni simili


Annunci Google