La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 comune di trieste IL BILANCIO SOCIALE del COMUNE DI TRIESTE Corina Sferco Area Risorse Economiche e Finanziarie del Comune di Trieste Auditorium della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 comune di trieste IL BILANCIO SOCIALE del COMUNE DI TRIESTE Corina Sferco Area Risorse Economiche e Finanziarie del Comune di Trieste Auditorium della."— Transcript della presentazione:

1 1 comune di trieste IL BILANCIO SOCIALE del COMUNE DI TRIESTE Corina Sferco Area Risorse Economiche e Finanziarie del Comune di Trieste Auditorium della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Udine - 28 febbraio 2011

2 2 comune di trieste LA RENDICONTAZIONE SOCIALE È lo strumento attraverso il quale si espongono le cifre messe in relazione ai fatti ed ai valori intesi non soltanto in senso economico ma anche come principi ispiratori dellazione ammini- strativa orientata al perseguimento delle strategie e delle politiche

3 3 comune di trieste I MOTIVI DELLA SCELTA Comunicare con maggiore trasparenza Dare ai propri Cittadini uno strumento che consenta una migliore leggibilità dei risultati conseguiti dallazione dellAmministrazione comunale (accountability) Permettere la partecipazione attiva dei Cittadini alle scelte programmatiche dellEnte Consentire a tutti i suoi diversi interlocutori (stakeholder) di esprimere una valutazione sullaffidabilità e sulla credibilità dellAmministrazione comunale

4 4 comune di trieste I MOTIVI DELLA SCELTA rendere conto ai propri Cittadini-Utenti ed alla Comunità nel suo complesso: - delle scelte effettuate; - delle attività svolte; - dei risultati ottenuti; - dellimpiego delle risorse disponibili nel triennio È uno strumento volontario di rendicon- tazione, informazione e comunicazione a consuntivo.

5 5 comune di trieste LA DEFINIZIONE DI BILANCIO SOCIALE Il Bilancio sociale rendiconta la performance complessiva dellen- te [1] colta nei vari aspetti, tra cui - come riferimenti di base - gli aspetti economico-finanziario, so- ciale ed ambientale. [1] [1] Il bilancio sociale deve dar conto del complesso delle attività dellamministrazione e rappresentare in un quadro unitario il rapporto tra visione politica, obiettivi, risorse e risultati. (Direttiva Baccini)

6 6 comune di trieste LINEE GUIDA DELLOSSERVATORIO PER LA FINANZA E LA CONTABILITÀ DEGLI ENTI LOCALI Le linee guida al § 8 fanno riferimento ai seguenti standard che sono stati accolti come fonte: standard della Rendicontazione sociale nel settore pubblico formulato dal Gruppo di studio per il Bilancio Sociale (GBS); standard di rendicontazione proposto dalla Global Reporting Initiative (GRI) per il settore pubblico (Sector supplement for public agencies); standard AA1000 e gli altri documenti elaborati da The Institute of Social and Ethical Accountability (ISEA). Nel contempo, però, le linee guida accolgono uno specifico contenuto per il bilancio sociale che deve articolarsi nelle seguenti sezioni: a. presentazione del documento e nota metodologica; b. identità dellente locale; c. servizi erogati; d. risorse economico-finanziarie e dotazione patrimoniale; e. asseverazione del bilancio sociale.

7 7 comune di trieste Le tre sezioni dello standard GBS per la PU. AMM. SEZIONE II SEZIONE ISEZIONE III 1. Scenario e contesto di riferimento (Caratteristiche della comunità di riferimento, Aree di intervento (domanda esistente e potenziale), Gamma produzioni,Vincoli) 2. Sistema di governance ed assetto organizzativo 3. Principi e valori 4. Strategie e politiche 1. Scenario e contesto di riferimento (Caratteristiche della comunità di riferimento, Aree di intervento (domanda esistente e potenziale), Gamma produzioni,Vincoli) 2. Sistema di governance ed assetto organizzativo 3. Principi e valori 4. Strategie e politiche 1. Prospetto di V.A. Globale 2. Prospetto di classificazione del V.A. per Aree di intervento 3. Prospetto di Riparto del V.A. Globale 4. Prospetto informativo sul Patrimonio e su altri beni e impegni 5. Prospetto delle Entrate e Uscite per Aree di intervento 1. Prospetto di V.A. Globale 2. Prospetto di classificazione del V.A. per Aree di intervento 3. Prospetto di Riparto del V.A. Globale 4. Prospetto informativo sul Patrimonio e su altri beni e impegni 5. Prospetto delle Entrate e Uscite per Aree di intervento 1. Individuazione stakeholders 2. Individuazione Aree di intervento 3. Matrice di ricognizione 4. Rendicontazione sociale analitica (obiettivi programmati e risultati attesi; risorse impiegate, risultati raggiunti) 5. Stakeholder engagement e processo 1. Individuazione stakeholders 2. Individuazione Aree di intervento 3. Matrice di ricognizione 4. Rendicontazione sociale analitica (obiettivi programmati e risultati attesi; risorse impiegate, risultati raggiunti) 5. Stakeholder engagement e processo IDENTITÀ RICLASSIFICAZIONE DEI DATI E VALORE AGGIUNTO RICLASSIFICAZIONE DEI DATI E VALORE AGGIUNTO RELAZIONE SOCIALE REMUNERAZIONE FINANZIARIA V.A. distribuito REMUNERAZIONE FINANZIARIA V.A. distribuito BENEFICI SOCIALI NETTI + VALORE SOCIO–ECONOMICO PRODOTTO

8 8 comune di trieste IL CONTENUTO DELLO STANDARD PUBBLICO 1.Lidentità aziendale, che fa riferimento allo scenario e al contesto economico- sociale, al sistema di governo, all'assetto organizzativo e alla cultura aziendale, alla missione e al disegno strategico; 2.La riclassificazione dei dati contabili e il calcolo del valore aggiunto, che evidenzia le risorse utilizzate e distribuite - e la ricchezza prodotta - anche con specificazione delle aree di intervento nelle quali si articola la gestione; 3.La relazione sociale, che espone i risultati ottenuti nelle diverse aree di intervento e gli effetti prodotti sulle varie categorie di stakeholder interessati.

9 9 comune di trieste SEZIONE II: RICLASSIFICAZIONE DEI DATI CONTABILI, CALCOLO DEL V.A. PUBBLICO E AREE DI INTERVENTO Prospetto di determinazione del Valore Aggiunto Globale, individuato dalla contrapposizione dei componenti economici positivi e negativi della gestione di esercizio; Prospetto di classificazione del Valore Aggiunto per Aree di Intervento, individuato dalla contrapposizione dei componenti positivi e negativi della gestione di esercizio relativi alle diverse aree di intervento; Prospetto di riparto del Valore Aggiunto Globale, sommatoria delle remunerazioni percepite dagli stakeholder di riferimento; Prospetto informativo sul Patrimonio e su altri beni e impegni, individuato dalla contrapposizione ed evoluzione degli impieghi trasferiti alle generazioni future; Prospetto delle Entrate e delle Uscite per aree di intervento, ricomprende in modo sintetico le entrate e le uscite riportate nella contabilità finanziaria.

10 10 comune di trieste IL CONTENUTO DELLA TERZA SEZIONE. Identificazione degli Stakeholder Matrice Aree intervento /stakeholder Ripresa delle aree individuate per il calcolo del Valore Aggiunto Relazioni per stakeholder Interni ed esterni

11 11 comune di trieste LA RELAZIONE SOCIALE Il modello proposto dal GBS Per ciascun interlocutore si analizza il rapporto di scambio e i risultati del dialogo con lazienda, partendo dalle politiche sino agli indicatori di performance I contenuti minimi sono previsti dai principi GBS e richiedono (tra laltro) per ciascun interlocutore, lesplicitazione delle politiche, dei contenziosi e degli strumenti di comunicazione esistenti

12 12 comune di trieste Il sistema degli stakeholder Le attività rivolte agli stakeholder Risorse umane Fornitori Finanziatori Pubblica Amministrazione Associazioni vengono descritte attraverso una analisi diretta Le attività rivolte agli stakeholder Utenti (in considerazione dellestesa gamma di servizi che il Comune eroga) vengono descritte per ambito di intervento Linsieme degli stakeholder trattati nel documento viene rappresentato dalla grafica a lato Azienda comune Associazioni Pubblica Amministr. Fornitori Finanziatori Risorse umane Utenti Il sistema degli stakeholder tutti quei gruppi o individui che in qualche modo possono influenzare ovvero sono influenzati dalla realizzazione di attività delle organizzazioni tutti quei gruppi o individui che in qualche modo possono influenzare ovvero sono influenzati dalla realizzazione di attività delle organizzazioni La definizione di stakeholder

13 13 comune di trieste LA SOLUZIONE BS - COMUNE TS

14 14 comune di trieste LA RAPPRESENTAZIONE GRAFICA DEGLI AMBITI

15 15 comune di trieste LA MATRICE AMBITI- UTENTI

16 16 comune di trieste IL CONTENUTO DI DETTAGLIO DI AMBITI E MICROAMBITI Per ciascun ambito o microambiti vengono elencati: 1. strategie e le politiche 2. dimensione economica 3. risorse umane 4. strutture-opere pubbliche 5. attività

17 17 comune di trieste IL DETTAGLIO DI AMBITI E MICROAMBITI Dimensione economica

18 18 comune di trieste IL DETTAGLIO DI AMBITI E MICROAMBITI Risorse Umane Opere Pubbliche

19 19 comune di trieste LA FILIERA DEL RENDICONTARE PUBBLICO

20 20 comune di trieste IL VALORE AGGIUNTO DEFINIZIONE È il parametro che misura la ricchezza prodotta dallazienda nellesercizio con riferimento agli interlocutori (stakeholders) che partecipano alla sua distribuzione COME SI DETERMINA In diretto collegamento con la CO.GE. desercizio, per il tramite di una trasposizione dei valori esposti nel Conto Economico, integrati dai dati inerenti il Riparto del reddito

21 21 comune di trieste Il valore aggiunto per ambito: la teoria

22 22 comune di trieste IL VALORE AGGIUNTO DISTRIBUITO

23 23 comune di trieste IL VALORE AGGIUNTO PRODOTTO E DISTRIBUITO Dallanalisi diretta per ambito del valore aggiunto risulta che nessun ambito è autosufficiente ovvero consuma più risorse di quelle direttamente prodotte la differenza è coperta con risorse provenienti dalla fiscalità generale. La quota pro capite della redistribuzione della fiscalità generale per ambito che rimane a carico di ogni residente va da un minimo di 19,79 euro ad un massimo di 145,71 euro

24 24 comune di trieste


Scaricare ppt "1 comune di trieste IL BILANCIO SOCIALE del COMUNE DI TRIESTE Corina Sferco Area Risorse Economiche e Finanziarie del Comune di Trieste Auditorium della."

Presentazioni simili


Annunci Google