La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Obiettivo 10 : investire nelle competenze, nellistruzione e nellapprendimento permanente Ketty Segatti Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Servizio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Obiettivo 10 : investire nelle competenze, nellistruzione e nellapprendimento permanente Ketty Segatti Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Servizio."— Transcript della presentazione:

1 Obiettivo 10 : investire nelle competenze, nellistruzione e nellapprendimento permanente Ketty Segatti Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Servizio Istruzione, Università, Ricerca Udine 19 luglio 2013

2 Obiettivo 10: Priorità e Politiche di settore

3 10.1 Priorità e obiettivi Priorità Riduzione dellabbandono scolastico precoce e promozione delluguaglianza allistruzione prescolare, primaria e secondaria di qualità Obiettivi Ridurre labbandono precoce con attenzione particolare a specifici target. Promuovere la qualità dei sistemi di istruzione prescolare primaria e secondaria e dellistruzione e formazione professionale (IFP). Supportare lo sviluppo delle capacità di docenti, formatori e staff, soprattutto in matematica, scienze e lingue straniere, anche attraverso luso di TIC. Migliorare il rendimento degli allievi, anche attraverso un ambiente appagante, un sostegno allaccesso a nuove tecnologie e la fornitura di strumenti di apprendimento adeguati.

4 10.2 Priorità e obiettivi Priorità Migliorare la qualità, lefficacia e lapertura dellistruzione superiore e di livello equivalente al fine di aumentare la partecipazione ed i tassi di riuscita Obiettivi Ampliare laccesso allistruzione superiore ad esempio attraverso misure mirate a gruppi a basso reddito. Ridurre i tassi di abbandono degli studi, ad esempio migliorando i servizi di guida e supporto agli studenti circa la scelta della propria carriera.

5 10.3 Priorità e obiettivi Priorità Potenziare laccesso allistruzione e allapprendimento permanenti, elevare le abilità e le competenze della forza lavoro e accrescere la pertinenza dei sistemi dinsegnamento e di formazione rispetto alle esigenze del mercato del lavoro Obiettivi Migliorare la qualità dei sistemi educativi rivolti agli adulti. Far crescere la partecipazione degli adulti ai percorsi finalizzati al conseguimento di titoli dellistruzione primaria e secondaria e al rilascio di qualificazioni inserite nei repertori regionali o nazionali, compresa la IeFP, soprattutto per coloro che più necessitano di migliorare le proprie abilità (up-skilling) o di acquisire nuovamente abilità (re-skilling), in particolar modo relativamente alle TIC. Aggiornare le competenze della forza lavoro in particolare nelle abilità richieste dai settori che offrono nuove fonti di crescita quali leconomia verde, leconomia blu, i servizi alla persona, i servizi socio-sanitari. Fornire ai giovani percorsi di istruzione e formazione professionale che ben rispondono alle esigenze del mercato del lavoro

6 Finalità settore Istruzione e Formazione professionale Garantire unofferta scolastica e formativa di qualità, per offrire ai giovani percorsi di apprendimento positivi, di inclusione e di sviluppo delle proprie potenzialità, che consentano lacquisizione delle competenze chiave e di quelle professionali Predisporre contesti scolastici e formativi ben organizzati, autonomi ma operanti in stretta sinergia con altri attori e servizi del territorio, per poter rispondere anche alle situazioni delicate e difficili che alcuni studenti devono affrontate e che potrebbero portare a percorsi di esclusione e di abbandono.

7 Possibili azioni Offrire un sostegno, strumentale e/o finanziario, alle Istituzioni scolastiche del territorio regionale per integrare e innovare lofferta didattica tradizionale e per sviluppare e far maturare nei giovani competenze di tipo teorico e pratico (lingue straniere comunitarie, competenze chiave, lingue e culture delle minoranze) che faciliteranno il futuro inserimento lavorativo; Consolidare e rafforzare i percorsi di IeFP ; Attivare azioni preventive, finalizzate ad intervenire sulle differenze socio culturali, a prevenire la perdita di motivazione e a favorire la permanenza nel sistema scolastico e formativo; Rafforzare i sistemi informativi e linterconessione tra gli stessi per rendere effettivo il diritto allinformazione e per poter disporre degli elementi conoscitivi per gli interventi di programmazione e attuazione delle politiche regionali in materia di istruzione e orientamento; Sostenere la formazione dei docenti e dei formatori.

8 Finalità settore Orientamento Razionalizzare lofferta di orientamento per rispondere a una domanda sempre crescente, che non riguarda più solo i momenti di transizione tra i sistemi ma lintero arco di vita delle persone Potenziare il sistema di raccordo interistituzionale per incrociare domanda e offerta di orientamento, accompagnando lazione sinergica con processi di monitoraggio, analisi e rilettura per migliorare costantemente la qualità dei servizi offerti e il grado di reciproca integrazione Isfol, «Rapporto Orientamento Sfide e obiettivi per un nuovo mercato del lavoro», 2012

9 Possibili azioni Consolidare e sviluppare il «Catalogo regionale dellofferta orientativa» e lesperienza delle Reti per il contrasto della dispersione, per offrire un pacchetto di percorsi/laboratori di orientamento di qualità, rispondente ai bisogni delle diverse categorie di utenti; Offrire un serie di servizi ai servizi, per promuovere la messa in rete dei servizi, per accompagnare la micro progettualità a livello locale e per supportare lideazione e la realizzazione di linee di servizio innovative; Offrire agli insegnanti e ai formatori un supporto formativo e tecnico, al fine di perfezionare le loro conoscenze teoriche e applicative.

10 Finalità settore Alta Formazione Valorizzare il capitale umano, promuovendo la cultura tecnico scientifica e listruzione tecnico professionale e stimolando laccesso allalta formazione in unottica di aggiornamento costante e specializzazione delle persone ; Supportare la mobilità internazionale e la mobilità tra i sistemi della ricerca e delle imprese, quale strumento per migliorare le competenze professionali ed attivare confronti e scambi funzionali a promuovere la ricerca scientifica e applicata e la valorizzazione dei suoi risultati; Sostenere la creazione di un ecosistema locale favorevole allo sviluppo di start up e dellimprenditorialità;

11 Possibili azioni Dare continuità ai percorsi ITS e IFTS; Sostenere la frequenza dei percorsi post-laurea (master, dottorati ecc.); Promuovere e sviluppare i percorsi di alta formazione in apprendistato; Supportare i percorsi di mobilità degli studenti e dei ricercatori; Sostenere la diffusione dei dottorati di ricerca; Incentivare le imprese ad assumere i ricercatori.

12 Finalità settore Apprendimento permanente Garantire a tutti i cittadini il diritto alla fruizione di opportunità di apprendimento accessibili ed efficaci, lungo tutto l'arco della vita, nonché il diritto di avvalersi di adeguati supporti per il riconoscimento e la valorizzazione delle competenze acquisite in ogni contesto formale, informale e non formale, ai fini di una migliore realizzazione personale e professionale e di una maggiore occupabilità. Favorire, attraverso reti integrate, poli, sportelli unici, il coordinamento e lintegrazione dei servizi in una logica da un lato di presa in carico della persona sulla base delle specificità e dei fabbisogni reali e dallaltro di supportare lo sviluppo economico e produttivo con particolare riguardo ai settori produttivi trainanti, strategici o ad alto valore aggiunto per il paese o per i territori di riferimento. Conferenza unificata «Intesa riguardante le politiche per lapprendimento permanente e gli indirizzi per lindividuazione di criteri generali e priorità per la promozione e il sostegno alla realizzazione di reti territoriali, ai sensi dellarticolo 4, comma 51 e 55, della legge 28 giugno 2012, n. 92.» 20 dicembre 2012

13 Possibili azioni Realizzare un sistema regionale di certificazione delle competenze; Sostenere la partecipazione a percorsi di qualifica professionale e a corsi finalizzati allacquisizione di competenze trasversali; Erogare voucher formativi e prestiti agevolati per la frequenza di percorsi formativi ; Sviluppare percorsi di formazione personalizzati; Sostenere lofferta di tirocini anche allestero; Supportare la realizzazione e lo sviluppo dei poli tecnico professionali; Assicurare unofferta formativa in alcuni settori, quali il socio- sanitario, la sicurezza sul lavoro, la green economy e la blue economy.

14 Grazie! Ketty Segatti Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Servizio Istruzione, Università, Ricerca


Scaricare ppt "Obiettivo 10 : investire nelle competenze, nellistruzione e nellapprendimento permanente Ketty Segatti Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Servizio."

Presentazioni simili


Annunci Google