La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Il trattamento ambulatoriale dellanafilassi dopo la somministrazione di un vaccino.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Il trattamento ambulatoriale dellanafilassi dopo la somministrazione di un vaccino."— Transcript della presentazione:

1 1 Il trattamento ambulatoriale dellanafilassi dopo la somministrazione di un vaccino

2 2 Obiettivo del trattamento della reazione anafilattica in sede ambulatoriale somministrare il trattamento farmacologico appropriato ed eseguire le manovre previste in modo da riuscire a trasferire il soggetto al Pronto Soccorso nelle migliori condizioni possibili N.B.: un corso di addestramento BLS e PBLS con re-training periodici deve essere comunque programmato e garantito per tutti gli operatori

3 3 Trattamento della reazione anafilattica 1.Stendere il paziente 2.Chiamare il 118 e coinvolgere il personale esperto 3.Garantire lABC primario 4.Monitorare continuamente i segni vitali 5.Somministrare adrenalina 6.Ossigenare il paziente 7.Posizionare un laccio 8.Stabilire un accesso venoso e infondere liquidi 9.Somministrare farmaci di supporto 10.Ospedalizzare

4 4 1. Stendere il paziente 2. Chiamare il 118 e coinvolgere il personale esperto Paziente sul dorso gambe sollevate in posizione antishock Se non vi è dispnea porre il paziente in Trendelenburg

5 5 3. Garantire lABC primario 4. Monitorare continuamente i segni vitali Frequenza cardiaca e respiratoria Pressione arteriosa Pervietà vie aeree A = AIRWAY: pervietà delle vie aeree B = BREATH: ventilazione o respirazione C = CIRCULATION: circolazione sanguigna

6 6 5. Somministrare adrenalina ogni vaccinatore deve essere consapevole che è più pericoloso non somministrare ladrenalina immediatamente che somministrarla in maniera impropria

7 7 Somministrazione per via intramuscolare Adrenalina: via di somministrazione 75%22% % bambini al picco massimo entro 5 minuti 8 min34 minPicco (minuti) Concentrazione i.m.s.c.

8 8 Dosaggio 0,01 mg / Kg / Dose, massimo 0.5 mg / dose Nessuna diluizione Somministrazione rapida Adrenalina: dosaggio (1)

9 9 dose secondo età solo se non si conosce il peso Adrenalina: dosaggio (2) EtàPosologia 2 – 6 mesi0.07 ml 12 mesi0.10 ml 18 mesi – 4 anni0.15 ml 5 anni0.20 ml 6 – 9 anni0.30 ml 10 – 13 anni0.40 ml 14 anni 0.50 ml

10 10 in genere una sola iniezione è sufficiente al bisogno ripetere ladrenalina per altre due volte, con un intervallo di minuti; se la reazione è severa ridurre lintervallo anche a 5 minuti in alcune persone in trattamento con bloccanti beta adrenergici può essere necessario un uso più aggressivo delladrenalina. Adrenalina: dosaggio (3)

11 11 Somministrazione per via intramuscolare : vasto laterale della coscia in alternativa deltoide Siringa da tubercolina (attenzione lunghezza ago) Nei bambini obesi ago 2,5 cm No Fast Jekt (non consentono dosaggio corretto) Adrenalina: modalità di somministrazione

12 12 Non ci sono controindicazioni assolute allimpiego delladrenalina in caso di anafilassi Effetti collaterali non pericolosi palpitazioni, tachicardia, vampate vasomotorie mal di testa In caso di sovradosaggio o persone con patologie il rischio di effetti collaterali può aumentare Adrenalina: effetti collaterali

13 13 5 – 10 litri al minuto 6. Ossigenare 7. Posizionare un laccio 8. Stabilire accesso venoso e infondere liquidi Soluzione salina isotonica (fisiologica) 20 ml / Kg in infusione rapida

14 14 Antistaminici Brocodilatatori Corticosteroidi 9. Somministrare farmaci di supporto

15 15 Es. Clorfenamina maleato-(Trimeton) Somministrazione parenterale Dosaggio variabile con letà Gli antistaminici anti H1 antagonizzano a livello recettoriale gli effetti dellistamina rilasciata dai mastociti Nota: il Trimeton può essere utilizzata nei bambini di età inferiore ad 1 anno anche se attualmente tale farmaco è registrato, in Italia, per soggetti di età superiore ad un anno Farmaci di supporto: Antistaminici anti H1

16 16 Es. Salbutamolo (Ventolin, Broncovaleas) Via: aerosol da utilizzare con distanziatore Dosaggio(40): 2 puff di Ventolin e 4 di Broncovaleas ogni min. fino a 6 somministrazioni Agonisti β 2 ad azione broncodilatatrice Da utilizzare in caso di broncospasmo. Il salbutamolo può essere il farmaco di scelta perché ha azione rapida e breve Farmaci di supporto: Broncodilatatori

17 17 es. Idrocortisone (Flebocortid) Somministrazione parenterale Dosaggio variabile con letà Potenzialmente utile nella prevenzione delle manifestazioni bifasiche o protratte; inoltre leffetto antinfiammatorio potrebbe essere utile nei soggetti affetti da asma Note: il dosaggio pro chilo può essere aumentato in base alla gravità del quadro clinico fino ad un massimo di mg/kg/die Farmaci di supporto: Corticosteroidi

18 18 I pazienti devono essere sempre ricoverati in ospedale Osservazione in regime di ricovero per 12 – 24 ore 10. Ospedalizzare

19 19 Vi è evidenza di efficacia che per lattuazione delle linee guida sono necessari sistemi di supporto decisionale: 3 pagine per riassumere e da tenere sempre a disposizione 1.Trattamento demergenza della reazione anafilattica 2.Trattamento della reazione allergica che non configura i criteri diagnostici per anafilassi 3.Modalità di somministrazione e dosaggi dei farmaci Schematizzazione degli interventi

20 20 Trattamento di emergenza dellanafilassi. Chiamare 118ABC primario Ripetere a intervalli regolari Posizionare il paziente 1) Mantenere la pervietà delle vie respiratorie e ossigenoterapia se disponibile a 5/10 L/min 2) Adrenalina 0.01 ml/kg, i.m (massimo 0,5 ml) 3) Antistaminico H1 i.m. (clorfenamina 0,3 mg/Kg max 10 mg) 4) Accesso venoso e infusione fisiologica 20 ml/kg 5) Se il quadro non migliora ripetere adrenalina dopo 5 – 10 minuti 6) Aggiungere ccortisonico i.m. (idrocortisone 10 mg/Kg massimo 500 mg) eventuale antistaminico H2 (ranitidina 1-2 mg/Kg fino a 150 mg per os/e.v)

21 21 Trattamento della reazione allergica che non configura criteri per la diagnosi di anafilassi Chiamare 118ABC primario Ripetere a intervalli regolari Posizionare il paziente N1) antistaminico i.m.: clorfenamina 0,3 mg/K (massimo 10 mg) 2) Aggiungere Ccortisonico i.m. (idrocortisone 10mg/Kg massimo 500 mg)

22 22 Modalità di somministrazione e dosaggi dei farmaci Adrenalina 1:1000 fl. 1ml=1mg Clorfenamina (Trimeton) fl 1ml=10 mg Idrocortisone (Solucortef) fl 2ml= 100 mg fl ml= 500 mg Dose0.01mg/kg max 0,5 mg mg/Kg max 10 mg 10 mg/kg max 500 mg Modalità di somministrazione non diluita i.m. rapida e.v. in 5-10 ml di fisiologica in 3-5 minuti i.m. rapida e.v. lenta PesoDosaggio 3 kG0.03 ml0,6 mg = 0,06 ml30 mg 5 kg0.05 ml1,0 mg = 0,1ml50 mg …… kg…….

23 23 Anafilassi completamento attività Segnalazione reazione avversa: levento va segnalato e riportato sul cartellino di vaccinazione personale e sulla scheda anamnestica Controindicazione: alla somministrazione dello stesso vaccino e di qualsiasi altro vaccino con le stesse componenti Valutazione allergologica: per identificare leventuale agente scatenante

24 24 Armadio di pronto intervento Dotazione farmacologia minima Adrenalina Antistaminici H1 – H2 Cortisonico Ossigeno Broncodilatatore sray Flaconi soluzione fisiologica da 100 E/O 250 ml Fiale soluzione fisiologica da 10 ml Dotazione strumentale minima Schemi di comportamento Stetoscopio e sfignomanometro Pallone tipo ambu per bambini e adulti con reservoir per ossigeno Cannule orofaringee di varie misure Maschere di varie misure Deflussori Varie (cotone, disinfettante, cerotti, siringhe e aghi di varie capacità e dimensioni, aghi butterfly, agocannule tipo venflon, laccio, abbassalingua, guanti, sostegno per infusione, termometro…).

25 25 Prevenzione dellanafilassi Anamnesi: precedenti reazioni allergiche gravi a vaccini o altre sostanze Ambiente protetto: 1.anafilassi in persona con asma persistente grave 2.orticaria generalizzata entro 1 ora da stesso vaccino

26 26 Prevenzione dellanafilassi: test allergologici Non sono utili nessun test allergologico in assenza di storia clinica suggestiva è predittivo per una possibile reazione al vaccino indicato solo in con storia clinica suggestiva di reazione allergica a vaccino anche se vi sono molti limiti

27 27 Periodo di osservazione dopo vaccinazione Durata di 15 minuti dopo la vaccinazione (la maggior parte delle reazioni che richiedono trattamento insorgono in 10 minuti) Osservazione indiretta: la persona vaccinata deve rimanere in sala dattesa Il periodo di osservazione va prolungato a 60 minuti se precedenti di anafilassi ad alimenti, farmaci, imenotteri, ecc.

28 28 Formazione del personale Istruzione Addestramento Mantenere le abilità e le capacità


Scaricare ppt "1 Il trattamento ambulatoriale dellanafilassi dopo la somministrazione di un vaccino."

Presentazioni simili


Annunci Google