La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

19 FEBBRAIO 2009 – SOCIAL NETWORKING - TREVISO

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "19 FEBBRAIO 2009 – SOCIAL NETWORKING - TREVISO"— Transcript della presentazione:

1 19 FEBBRAIO 2009 – SOCIAL NETWORKING - TREVISO
Team di Ricerca: Enrico Marchetto, Enrico Maria Milic, Roberto Costa, Roberto Lo Jacono Con la collaborazione di: SWG, SPLINDER, PUNTO INFORMATICO, UNIVERSITA’ DI TRIESTE Enrico Marchetto – – 19/02/2009 IULM - MILANO

2 Ma noi ce ne freghiamo e continuiamo a chiamarlo così: campione!
CHE COS’E’ DIARIO APERTO Un’inchiesta sociale (ATTENZIONE: tecnicamente non è una ricerca sociale, impossibilità di definire un campione rispetto al tutto) Ma noi ce ne freghiamo e continuiamo a chiamarlo così: campione! 5.000 utenti hanno partecipato a un questionario di 90 domande (www.diarioperto.it) DiarioAperto si è adeguato alla conversazione online. Cooperazione con gli utenti in fase di creazione delle domande 3 mesi di esposizione online. Modalità distributiva gratuita dei risultati disaggregati

3 GLI OBIETTIVI DI DIARIO APERTO
Tentare di dare una descrizione del profilo di un blogger e deliniare il suo rapporto con la rete CONSUMI > capire qual è la propensione e il comportamento d’acquisto di blogger e lettori di blog MEDIA > capire come cambia per lettori di blog e blogger il rapporto con la propria sfera mediatica POLITICA e VITA PUBBLICA > capire come cambia la natura del rapporto con la politica e con chi la rappresenta

4 GMP - “GIOVANE MASCHIO URBANO (PADANO)”

5 ALTRI DATI BIOGRAFICI ALTISSIMA SCOLARIZZAZIONE > Il 41% del campione possiede una laurea di primo o di secondo livello. Il 47% ha un diploma di scuola media superiore. IMPIEGO > Il 51% del campione è occupato. Gli studenti sono il 31%. Altissime le percentuali tra gli occupati dei contratti in co.co.pro e di chi è al primo impiego LA FACOLTA’ > la facoltà più rappresentata è quella di lettere col 21% (Gap ISTAT) L’ANZIANITA’ ONLINE > quasi il 50% del campione dichiara di aver cominciato a navigare tra il 1998 e il 2001

6 IMPIEGO >Molte più disoccupate rispetto agli uomini.
IL MONDO FEMMINILE GIOVANE PRESENZA NEL WEB > Prima del ‘97 aveva navigato online solo il 24% delle donne rispetto al 45% dei maschi IMPIEGO >Molte più disoccupate rispetto agli uomini. BLOG COME OGGETTO INTIMO > “Per chi scrivi?”. “Per me”. BLOG COME OGGETTO QUOTIDIANO > lo spunto è sempre dalla vita reale

7 COMMERCIO ELETTRONICO – LA PROPENSIONE ALL’ACQUISTO ONLINE
HAI MAI FATTO ACQUISTI ONLINE? COMMERCIO ELETTRONICO – LA PROPENSIONE ALL’ACQUISTO ONLINE PER GENERE HAI MAI FATTO ACQUISTI ONLINE?

8 ACQUISTI ONLINE – LA DISTRIBUZIONE TEMPORALE
CON CHE FREQUENZA ACQUISTI ONLINE?

9 ACQUISTI ONLINE COSA ACQUISTI ONLINE?

10 IL MONDO FEMMINILE E IL LATO EMOZIONALE DEL WEB

11

12 I PRODOTTI PIU’ ACQUISTATI

13 DIMENSIONE RELAZIONALE DELL’AZIENDA
LE AZIENDE E I CONSUMI E-COMMERCE in senso stretto (26% del campione acquista on-line almeno una volta ogni tre mesi) DIMENSIONE RELAZIONALE DELL’AZIENDA Intervento diretto (blog aziendale) Intervento indiretto (distribuzione dei prodotti) Product Placement (affiancamento del blogger) Inserimento in un Social Network (vita relazionale)

14 I BLOGGER E LE AZIENDE I blogger influenzano i comportamenti d’acquisto (84% del campione considera i blog destinatari di abbastanza/molta fiducia vs televisione -> 40%) Chi ha aperto un blog in molti casi ha cambiato il proprio atteggiamento al consumo (Il 41% campione sostiene di aver trovato in un blog una serie di informazioni che l’hanno portato all’acquisto) Il blog è un flusso continuo di “influenza” (le esperienze positive di chi ha utilizzato un prodotto con una percentuale impressionante, 80%)

15 DIMENSIONE DELLA FIDUCIA
E SE ORIENTASSIMO LA PROSPETTIVA 2.0 NELLA SFERA DEI CONSUMI? ALCUNI DATI DIMENSIONE DELLA FIDUCIA Secondo uno studio della global Nielsen, su utenti Internet interrogati, i consigli dei consumatori sono la forma di pubblicità più credibile per il 78% degli intervistati. (Nielsen, “Word-of-Mouth the Most Powerful Selling Tool”) Gli utenti dei social network, nel momento in cui effettuano acquisti, si fidano con più probabilità delle opinioni dei coetanei secondo una proporzione tre volte maggiore rispetto alla pubblicità tradizionale. (“Social Networking Sites: Defining Advertising Opportunities in a Competitive Landscape,” JupiterResearch, March 2007) I consumatori si fidano degli amici molto più che degli esperti quando si tratta di consigli sui prodotti (il 65% si fida degli amici, il 27% si fida degli esperti l’8% si fida delle celebrità). (Yankelovich) L’86,9% degli intervistati affermano che si fiderebbero di più di un consiglio di amici rispetto ad una recensione di critici; mentre l’83,8% afferma che si fiderebbe più di una citizen review che della critica di un professionista. (Marketing Sherpa, July 2007) FONTE: NINJA MARKETING 2008

16 E SE ORIENTASSIMO LA PROSPETTIVA 2. 0 NELLA SFERA DEI CONSUMI
E SE ORIENTASSIMO LA PROSPETTIVA 2.0 NELLA SFERA DEI CONSUMI? ALCUNI DATI (Seconda Parte) Abbiamo chiesto ad un buon numero di utenti dei social network quali fonti di informazione consultano con più probabilità prima di effettuare una scelta sulle loro opzioni di divertimento: il 62% ha fatto nomi di siti Web con recensioni di utenti come prima scelta, mettendo al secondo posto anche l’amico saggio, esperto di queste cose (il 59%). (Marketing Sherpa, July 2007) Il 91% degli adulti negli USA regolarmente od occasionalmente cercano consigli su prodotti o servizi. (BIGresearch) Il 94% dei ricercatori online della Gran Bretagna utilizzano recensioni online dei consumatori. (JupiterResearch/Bazaarvoice, January 2008) FONTE: NINJA MARKETING 2008

17 DIMENSIONE DELLA FIDUCIA
E SE ORIENTASSIMO LA PROSPETTIVA 2.0 NELLA SFERA DEI CONSUMI? ALCUNI DATI (Terza Parte) DIMENSIONE DELLA FIDUCIA Paragonato ad un gruppo che non legge o contribuisce affatto alle recensioni sui prodotti, le persone che leggono le recensioni altrui sono per il 30% più probabili di acquistare un prodotto (Coremetrics, ha osservato in BtoB, March 2007) Quasi due terzi (il 62%) dei consumatori leggono su Internet recensioni dei consumatori sui prodotti. (Deloitte & Touche) Il 58% dei commercianti che danno la possibilità di far postare sui loro spazi web recensioni da parte dei consumatori ha affermato che migliorare l’esperienza del consumatore è stata la ragione principale per aggiungere recensioni positive ai loro siti, seguita dalla costruzione della lealtà del consumatore (il 47%), dalla capacità di informare sui saldi (il 42%) e di mantenere il vantaggio competitivo (37%). (eTailing Group, 2008) Nel periodo che passerà da oggi al 2020, l’84% dei marketer è d’accordo che costruire la fiducia del cliente diventerà il primo obiettivo del marketing, e l’82% concorda sul fatto che la collaborazione con i clienti prevarrà sul marketing stesso. (Media survey of the Xchange, panel, aprile 2008). FONTE: NINJA MARKETING 2008

18 COMUNICAZIONE DEL PRODOTTO DA PARTE DI CHI:
I BLOGGER E LE AZIENDE COMUNICAZIONE DEL PRODOTTO DA PARTE DI CHI: Il prodotto lo vive Ne sa parlare nel bene e nel male E’ raggiungibile Il blogger e’ percepito come “vicino” e forse la vicinanza determina un continuo confronto con gli utenti e una crescente responsabilizzazione nei loro confronti

19 E-COMMERCE in senso stretto DIMENSIONE RELAZIONALE DELL’AZIENDA
LE AZIENDE E I CONSUMI E-COMMERCE in senso stretto DIMENSIONE RELAZIONALE DELL’AZIENDA Intervento diretto (blog aziendale) Intervento indiretto (distribuzione dei prodotti) Product Placement (affiancamento del blogger) Inserimento in un Social Network (vita relazionale) I BLOGGER E LE AZIENDE I blogger influenzano i comportamenti d’acquisto Chi ha aperto un blog in molti casi ha cambiato il proprio atteggiamento al consumo Chi ha aperto un blog ha anche aumentato la propria frequenza in rete I blogger non sono contrari all’inserimento delle aziende nella “conversazione” l’importante è che rispettino le regole

20 DIAGRAMMA DI PARETO

21 LA CURVA DI PARETO RICCHEZZA ELITE POPOLAZIONE

22 PRINCIPIO DI ZIPF George Zipf, linguista americano Nel 1949 formula un principio che organizza e stabilisce la frequenza delle parole Il rapporto, con qualche aggiustamento, è identico alla curva paretiana

23 Popolarità / Vendite Categorie di Prodotti LA CODA LUNGA – I MERCATI
NELLA TESTA DELLA CURVA IL COMPORTAMENTO E’ IDENTICO AL PRINCIPIO DI PARETO Popolarità / Vendite NELLA CODA DELLA CURVA TROVIAMO UN’INFINITA’ DI PRODOTTI DAL BASSISSIMO VOLUME DI VENDITA Categorie di Prodotti

24 Popolarità / Vendite Popolarità / Vendite Categorie di Prodotti
LA CODA NON LUNGA – IL RETAILER CLASSICO – EVOLUZIONE IN STATO DI CRISI DEI CONSUMI GUCCI GUCCI PRADA PRADA Popolarità / Vendite Popolarità / Vendite DIOR DRIES VAN NOTEN Categorie di Prodotti Categorie di Prodotti

25 LA CODA NON LUNGA – IL RETAILER CLASSICO – EVOLUZIONE IN STATO DI CRISI DEI CONSUMI
PESCHERIA BANCONE DI PONTEROSSO “SARDONI” “SARDONI” “PEDOCI” “PEDOCI” Solo due prodotti Taglio della filiera Aumento delle quantità Abbassamento del prezzo Risultato? 2400 chili di pesce venduto in un giorno Popolarità / Vendite Popolarità / Vendite GRANCIPORRO Categorie di Prodotti Categorie di Prodotti


Scaricare ppt "19 FEBBRAIO 2009 – SOCIAL NETWORKING - TREVISO"

Presentazioni simili


Annunci Google