La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

3°Circolo Didattico S.M.Goretti – Nettuno-plesso G.Rodari PROGETTO COMENIUS A.S.2005-2006 Agenzia Nazionale SOCRATES - Italia LEco del Parlamento dei Bambini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "3°Circolo Didattico S.M.Goretti – Nettuno-plesso G.Rodari PROGETTO COMENIUS A.S.2005-2006 Agenzia Nazionale SOCRATES - Italia LEco del Parlamento dei Bambini."— Transcript della presentazione:

1 3°Circolo Didattico S.M.Goretti – Nettuno-plesso G.Rodari PROGETTO COMENIUS A.S Agenzia Nazionale SOCRATES - Italia LEco del Parlamento dei Bambini Numero 1 Marzo 2006 In questo numero 1 Editoriale – IL Palamento 2 Verbale della prima riunione 3 I problemi della mensa – Le proposte per la mensa – 4 Verbale della seconda riunione 5 Verbale della terza riunione 6 Regolamento della mensa - Video IL PARLAMENTO Leducazione alla convivenza civile è uno dei cardini della Scuola. Il nostro piccolo Parlamento è una fra le tante attività che vengono realizzate per il raggiungimento di tale obiettivo. Allinizio era soltanto unidea, nata dalla necessità di superare alcuni momenti difficili della vita di gruppo. In un secondo momento, valutati i pro (arricchimento formativo, esercizio di democrazia, uso degli strumenti della democrazia rappresentativa…) e i contro (lavoro aggiuntivo, perdita di tempo – ma è davvero tempo perso?-, difficoltà di gestione da parte degli insegnanti, problemi logistici e di coordinamento), liniziativa ha cominciato a prendere piede, con lapprovazione da parte del Dirigente Scolastico e lentusiastico interesse da parte degli alunni. Oggi esso è una realtà che viene vissuta con grande impegno, soprattutto da parte dei bambini, e considerata ormai una vera e propria esigenza che inizia a dare dei primi risultati positivi ed incoraggianti.

2 Le proposte per la mensa La mensa non piace a nessuno e tutti si lamentano di questo fatto, quindi noi vorremmo che cambiasse la qualità del cibo, le porzioni che vengono date, una volta al mese un pasto biologico e non ci dispiacerebbe una portata di pizza. Molti bambini rimangono digiuni e di conseguenza si sentono male per non aver mangiato niente a pranzo. Se non chiediamo troppo vorremmo posate e piatti decenti: odiamo quelli di plastica! Anna e Mariachiara I problemi della mensa Non ce la facciamo più che ogni giorno che usciamo dalla mensa abbiamo mal di testa, tra scoppietti delle bustine, urli per tutta la sala, chi tira il cibo per aria o per terra, le schifezze che fanno i bambini con le porzioni di cibo, quando le maestre chiedono silenzio nessuno le ascolta e il caos continua, quindi chiediamo a tutte le classi un aiuto per smettere e trasformare la mensa in un luogo tranquillo per mangiare. Anna e Mariachiara

3 Verbale della prima riunione Oggi 15/02/06 si riunisce per la prima volta il Parlamento dei bambini. Sono presenti le insegnanti A.Pagliuca,A. Conti, G. DAnnibale e due rappresentanti degli alunni per ogni classe. Le insegnanti espongono il significato e le finalità di questa iniziativa. I Bambini mostrano interesse e partecipazione ed esprimono esplicitamente la loro intenzione di prendere molto sul serio il compito a loro affidato e di adoperarsi affinché liniziativa produca buoni risultati. Si iniziano ad analizzare le problematiche del plesso relative a: Confusione e spintoni allingresso ed in uscita In giardino si gioca in modo troppo vivace Si chiacchiera troppo ad alta voce in mensa e si gioca con il cibo Non si cammina in modo ordinato nei corridoi I bagni avrebbero bisogno di una modalità di chiusura perché spesso gli alunni entrano a disturbare oppure aumentare la sorveglianza da parte del personale La mensa potrebbe proporre menù più variati e porzioni più abbondanti e magari un servizio self- service È necessario stabilire una turnazione per lutilizzo del tappeto esterno per fare attività fisica Ci dovrebbe essere più rispetto per le insegnanti che entrano in classe durante le lezioni Bisognerebbe aumentare le ore di informatica Evitare di scrivere sui muri o comunque arginare atti di vandalismo nelle classi o nei bagni. Verranno formate delle commissioni di lavoro. La seduta si conclude alle ore 11:00.

4 VERBALE della riunione del Nella riunione odierna vengono discusse le proposte avanzate dalle classi del plesso riguardo ai festeggiamenti del Carnevale a scuola. Le classi prime propongono una grande festa in maschera. Le classi seconde suggeriscono di allargare la partecipazione alla festa a tutti gli alunni della scuola. Le classi terze, quarte e quinte vorrebbero organizzare giochi di società, una sfilata di maschere e una gara di barzellette. Tutti sono daccordo per una merenda con dolci tipici e bibite, che gli alunni si impegneranno a portare con il consenso dei genitori. Si decide di lavorare per le prime due ore e poi, alla ricreazione, si darà inizio alla festa. Molti bambini esprimono lesigenza di regolare lo svolgimento delle attività ricreative in modo da evitare incidenti. A questo proposito, viene fatta una breve ricognizione dei piccoli incidenti occorsi negli anni precedenti e, dopo averne analizzato le cause, si passa alle proposte di soluzione dei problemi più gravi. Fra laltro, si stabilisce di non portare coriandoli e bombolette e di evitare le maschere troppo spaventose per i più piccoli. Verranno presi seri provvedimenti in caso di scherzi di cattivo gusto. I rappresentanti delle varie classi ricevono lincarico di riferire quanto discusso e stabilito e di ripetere ai compagni linvito a formulare le proposte di soluzione dei problemi della mensa, che verranno valutate nella prossima riunione. I Piccoli si ribellano NOI RAGAZZI DELLA SCUOLA ELEMENTARE GIANNI RODARI DICIAMO BASTA ALLE BOMBOLETTE DI SCHIU MA E ALLE UOVA PRESENTI NEL PERIODO DI CARNEVA LE CHE DOVREBBE ESSERE UNA FESTA SIMPATICA E DIVERTENTE,MA NEGLI ULTIMI ANNI SI E TRASFORMA TA IN UN FUGGI FUGGI DA UOVA E BOMBOLETTE DI SCHIUMA.I BAMBINI FINO AI DODICI ANNI HANNO PAU RA DI USCIRE E SE ESCONO LO FANNO CON ANSIA, INFATTI DURANTE IL CARNEVALE 2006 SONO SUCCESSI DEGLI INCIDENTI TRA CUI UN BAMBINO DI 9 ANNI CHE HA RISCHIATO LA VITA CADENDO DAL MURETTO DEL PORTO,QUINDI VI CHIEDIAMO UN PICCOLO AIUTO PER FAR RITORNARE IL CARNEVALE COME QUELLO DI UNA VOLTA. Grazie,il Parlamento Dei Bambini Della Gianni Rodari Di Nettuno-san Giacomo. Articolo Scritto Da Anna E Mariachiara 5c

5 VERBALE della riunione del La riunione inizia con la relazione dei rappresentanti classe riguardo al problema della disciplina a mensa e alle proposte di soluzione. A questo proposito i bambini hanno molte cose da dire e molte recriminazioni. Ce nè un po per tutti, compresa lazienda VIVENDA che, a parer loro, dovrebbe cambiare molte cose. Tutti concordano nel ritenere che il problema può essere risolto soltanto con limpegno di tutti e con il coinvolgimento dei docenti. Tra le proposte, emerge la necessità di stabilire delle regole di comportamento, con premi e sanzioni. Le classi terze propongono di creare una tabella per segnare ogni giorno la classe più calma e quelle più chiassose e indisciplinate. Gli scolari più inadempienti dovranno essere allontanati e sistemati ad un tavolo da soli. Viene proposta anche una specie di patente a punti (100 punti per ogni classe), con una simbologia per segnare le sanzioni per gli alunni attaverso luso di cartellini di vari colori, come nel gioco del calcio, a seconda della gravità dellinadempienza: rosso, giallo e in più il colore verde per il premio. Gli insegnanti vigileranno e saranno i responsabili per lodi e punizioni. La seduta si conclude alla ore 12:20.

6 Regolamento Si entra in silenzio Si sta seduti in modo composto Si parla a bassa voce Non si gioca con il cibo Non si rompono posate e tovaglie Non si dice Non mi piace senza aver assaggiato Non ci si alza da tavola senza importanti motivi Non si fanno scherzi ai compagni Tutte le classi avranno 50 punti si può diminuire di 5 punti e aumentare di 5 fino a un massimo di 100.La classe migliore avrà un premio: gita(o uscita),film, panino con Nutella…………. La classe peggiore avrà una punizione. Ogni settimana si daranno 5 punti alle classi brave, si toglieranno 5 punti alla peggiore. La decisione sarà presa dai rappresentanti e dalle maestre. Le foto presenti nel giornale sono state scattate durante le riunioni


Scaricare ppt "3°Circolo Didattico S.M.Goretti – Nettuno-plesso G.Rodari PROGETTO COMENIUS A.S.2005-2006 Agenzia Nazionale SOCRATES - Italia LEco del Parlamento dei Bambini."

Presentazioni simili


Annunci Google