La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DIREZIONE DIDATTICA SECONDO CIRCOLO PADERNO DUGNANO Scuola primaria Lia De Vecchi Fisogni Palazzolo Milanese Progetto Europeo COMENIUS.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DIREZIONE DIDATTICA SECONDO CIRCOLO PADERNO DUGNANO Scuola primaria Lia De Vecchi Fisogni Palazzolo Milanese Progetto Europeo COMENIUS."— Transcript della presentazione:

1 DIREZIONE DIDATTICA SECONDO CIRCOLO PADERNO DUGNANO Scuola primaria Lia De Vecchi Fisogni Palazzolo Milanese Progetto Europeo COMENIUS

2 OBIETTIVO DI QUESTO ANNO ELABORAZIONE DI UNO STATUTO DELLA SCUOLA DESTINATO AI BAMBINI CHE LA FREQUENTANO CON LO SCOPO DI PERMETTERE A TUTTI DI VEDERE RISPETTATI I PROPRI DIRITTI MA DI ASSUMERSI ANCHE RESPONSABILMENTE I PROPRI DOVERI.

3 Le regole presenti nello statuto sono una raccolta del lavoro di tutte le classi Abbiamo raccolto tutte le regole e i comportamenti che si riferivano ai singoli spazi o luoghi Abbiamo aggiunto quello che secondo noi mancava Abbiamo messo insieme il tutto e così è nato lo STATUTO

4 CONTRATTO FORMATIVO stipulato tra Bambini/eScuola NOME: _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ _ Fisogni Con il presente contratto mi impegno a rispettare tutte le regole successivamente presentate

5 CON GLI ALTRI Essere gentili e non picchiarsi Non spingere nemmeno per scherzare Non rubare il materiale degli altri ma chiederlo in prestito Coinvolgere i compagni nei giochi Essere educati con i compagni Collaborare se si lavora insieme Volersi bene Chiedere scusa se mi accorgo di avere sbagliato Rispettare le opinioni degli altri anche se non sono daccordo Rivolgersi ai compagni con linguaggio adeguato ( no parolacce) Cercare di mettersi daccordo per decidere il gioco da fare e rispettarne le regole

6 CON GLI ADULTI Ascoltare quando la maestra spiega o parla Rispondere educatamente allinsegnante anche se mi rimprovera per qualcosa che ho combinato Accettare i consigli e non alzare le spalle quando si rivolge a me Rispettare il lavoro dellinsegnante Se linsegnante mi sgrida per qualche motivo ingiusto, cercare di giustificarmi senza alzare la voce o usando modi sgarbati Rispettare il lavoro dei bidelli che puliscono Dare il buongiorno quando entro a scuola o incontro qualcuno e salutare a fine giornata

7 IL LAVORO SCOLASTICO Eseguire i compiti che mi vengono assegnati Giustificare sul diario se non vengono svolti Ascoltare durante la lezione Evitare di giocare o pensare ad altro quando sto lavorando in classe Completare i lavori che non finisco in tempo per pigrizia o perché ho usato male il mio tempo Ridere e chiacchierare nei momenti opportuni Avere cura del proprio materiale, dei propri giochi e rispetto di quelli altrui Recuperare il lavoro se rimango assente chiamando un compagno o ritirandolo a scuola

8 in AULA nei LABORATORI Camminare ed evitare di correre o fare scivolate Alzarsi solo se necessario Alzare la mano per chiedere la parola Tenere in ordine il mio materiale e la classe Parlare a voce bassa nei lavori di gruppo Prestare il materiale se mi viene chiesto Stare seduti senza dondolarsi Partecipare alle proposte cercando di dare il proprio contributo senza lamentarsi inutilmente Cercare di impegnare il mio tempo senza disturbare chi sta ancora lavorando o concludendo unattività Riordinare gli spazi utilizzati Pulire se necessario Non sprecare materiale inutilmente Rispettare gli orari settimanali e i regolamenti interni di ogni laboratorio già fissati per il buon funzionamento

9 Nei CORRIDOI e lungo le SCALE Scegliere giochi tranquilli e non di movimento perché può essere pericoloso Spostarsi in fila senza spingere, senza correre, senza ammassarsi. Non staccare cartelloni o disegni appesi Tenere un tono di voce basso quando ci si sposta per non dare fastidio a quelli che in classe lavorano Raccogliere i giubbotti che trovo per terra e metterli negli appositi appendiabiti Evitare di abbandonare cibo, rifiuti o materiale scolastico lungo i corridoi e per le scale

10 in MENSA Rimanere seduti composti mentre si pranza Mangiare con le posate e usare il tovagliolo Assaggiare ciò che viene servito Depositare i piatti al centro del tavolo senza far fuoriuscire il contenuto Fare attenzione a non rovesciare lacqua Non urlare perché altrimenti si crea troppa confusione Non girarsi continuamente per chiacchierare Non lanciare cibo o buttarlo a terra Non tirare calci sotto il tavolo

11 BAGNI Non spruzzare acqua addosso ai compagni e sul pavimento perché diventa scivoloso e può essere pericoloso Lasciare pulite le piastrelle Chiudere bene i rubinetti evitando di allagare e procurare danni e non coprire la foto cellula Bussare prima di entrare Non fare i propri bisogni fuori dagli spazi e se succede chiamare il personale per chiedere di pulire Tirare lacqua dopo aver fatto i propri bisogni Lavarsi le mani prima di mangiare e dopo aver fatto i propri bisogni Usare la carta igienica Pulire con lo spazzolino se sporco Andare in bagno da soli

12 GIARDINO Coinvolgere i compagni nei giochi Non lanciare sassi o legni ma usarli per giochi creativi o percorsi Essere leali quando si gioca rispettando le regole Inventare giochi senza che possano essere pericolo Non sputare per terra Non strappare fiori, erba o rami dagli alberi Non scavare buche profonde Non arrampicarsi sugli alberi Non buttare carte a terra Se il giardino è affollato evitare giochi di movimento Avvisare prima di allontanarsi per andare in bagno o in aula chiedendo il permesso Non scrivere sui muri

13 IN PALESTRA durante lintervallo Decidere insieme i giochi da fare Stabilire le regole Accettare tutti i compagni nei giochi Essere corretti e leali nel rispetto delle regole Non utilizzare le attrezzature senza la sorveglianza di un adulto Essere capitani della squadra secondo una turnazione o con una votazione Moderare il volume della voce o dello stereo se viene usato Accettare la sconfitta


Scaricare ppt "DIREZIONE DIDATTICA SECONDO CIRCOLO PADERNO DUGNANO Scuola primaria Lia De Vecchi Fisogni Palazzolo Milanese Progetto Europeo COMENIUS."

Presentazioni simili


Annunci Google