La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Seminario Strumenti per la Cooperazione transnazionale del FSE Roma, 4 dicembre 2008 Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali Coordinamento.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Seminario Strumenti per la Cooperazione transnazionale del FSE Roma, 4 dicembre 2008 Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali Coordinamento."— Transcript della presentazione:

1 1 Seminario Strumenti per la Cooperazione transnazionale del FSE Roma, 4 dicembre 2008 Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali Coordinamento delle Regioni Le esperienze delle Regioni PROPOSTA PROGETTUALE Co.M.E.T.A Condividere modelli ed esperienze transnazionali in apprendistato

2 2 Lobiettivo del Progetto Transnazionale Co.M.E.T.A è quello di attivare azioni congiunte tra Regioni europee, in una logica di integrazione tra i sistemi di formazione-lavoro e le politiche di sviluppo locale, al fine di: assicurare interventi di valorizzazione del capitale umano a sostegno dello sviluppo di settori ad elevata concentrazione di innovazione quali ad es. laerospaziale e lenergetico attraverso la sperimentazione di percorsi formativi in apprendistato a livello europeo; perseguire obiettivi di sistema per lo sviluppo ed la diffusione del contratto di apprendistato professionalizzante ed in alta formazione attraverso la definizione di modelli finalizzati ad accrescere trasparenza e compatibilità tra le qualifiche dell'istruzione superiore e della formazione professionale terziaria in Europa; Co.M.E.T.A.: obiettivi (1)

3 3 migliorare la cooperazione tra gli istituti di istruzione superiore e di alta formazione e le imprese; migliorare la mobilità degli giovani lavoratori in termini qualitativi e quantitativi favorendo tramite lo sviluppo di prassi innovative nell'istruzione e nella formazione a livello terziario; contribuire alla strategia europea per lo sviluppo sostenibile intervenendo in settori altamente significativi per le politiche di impatto ambientale. Co.M.E.T.A.: obiettivi (2)

4 4 Co.M.E.T.A. : struttura Progetto Co.M.E.T.A. Formazione Azioni di sistema Informazione e accompagnamento Apprendistato nel settore areospaziale Apprendistato nel settore energetico Linea di intervento 1Linea di intervento 2 Macrotipologie di azione

5 5 Co.M.E.T.A.: azioni MACROTIPOLOGIAAZIONI SOGGETTI ATTUATORI DESTINATARI FONTI DI FINANZIAMENTO Macrotipologia A: Formazione 1.Percorsi formativi - Agenzie Formative - Università - Imprese Apprendisti in possesso di una qualifica o di un diploma di istruzione superiore Asse I Adattabilità del POR FSE OB.2 Macrotipologia B: Azioni di sistema 1.Azioni per la trasparenza e la leggibilità dei titoli di studio 2.Azioni di per favorire la cooperazione tra le istituzioni formative e le imprese; - Soggetti affidatari delle azioni formative; - Reti - Regioni Regioni, sistema della formazione e dellistruzione, imprese, apprendisti Asse V Transnazionalità del POR FSE OB.2 e/o L.L.L. Programme Macrotipologia C: Informazione e accompagnamento 1.Animazione 2.Coordinamento 3.Diffusione 4.Monitoraggio - Reti - Regioni Regioni, sistema della formazione e dellistruzione, imprese, apprendisti Asse V Transnazionalità del POR FSE OB.2 e/o L.L.L. Programme

6 6 Il Programma è articolato in tre fasi: 1. Preparatoria 2. Istituzionale 3. Attuativa La fase preparatoria è incentrata su unindagine preliminare governata (anche attraverso rapporti informali), condotta insieme ad alcuni testimoni privilegiati del sistema produttivo, del sistema formativo, delluniversità e della ricerca, finalizzata a: rilevare delle manifestazioni di interesse degli stakeholders locali; identificare il quadro comune di riferimento (modellizzazione) in relazione alle tipologie di intervento, degli strumenti, dei percorsi di attuazione, dei ruoli; contestualizzare i modelli dintervento, con particolare riguardo alla coerenza con le altre iniziative in essere o in corso di definizione sul territorio regionale; definire la progettazione di massima delle azioni formative, di sistema e di accompagnamento. Co.M.E.T.A.: f asi di sviluppo (1)

7 7 Nella fase istituzionale le ipotesi operative sono sottoposte ai soggetti istituzionali potenzialmente interessati e si prevede la: definizione di Protocolli dIntesa; definizione di Accordi operativi con le imprese dei settori interessati e le istituzioni accademiche; La fase attuativa prevede la progettazione esecutiva delle azioni formative, di sistema e di accompagnamento e la successiva realizzazione. Co.M.E.T.A.: f asi di sviluppo (2)


Scaricare ppt "1 Seminario Strumenti per la Cooperazione transnazionale del FSE Roma, 4 dicembre 2008 Ministero del Lavoro, della salute e delle politiche sociali Coordinamento."

Presentazioni simili


Annunci Google