La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Condensatore Il condensatore nel circuito costituisce una discontinuità nel flusso delle cariche. E costituito da due conduttori (piastre) separati da.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Condensatore Il condensatore nel circuito costituisce una discontinuità nel flusso delle cariche. E costituito da due conduttori (piastre) separati da."— Transcript della presentazione:

1 Condensatore Il condensatore nel circuito costituisce una discontinuità nel flusso delle cariche. E costituito da due conduttori (piastre) separati da un isolante. Quando una differenza di potenziale viene applicata ai capi di un condensatore si accumula carica sulle piastre separate dallisolante. La capacità elettrica C di un condensatore è: dove q è la carica depositata sulle piastre quando la differenza di potenziale è E A – E B.

2 Dal momento che: e: La corrente elettrica in un condensatore (I C ) sarà: La corrente quindi può attraversare il condensatore solo quando la differenza di potenziale ai suoi capi varia nel tempo. Il flusso di cariche non attraversa il dielettrico. Le cariche si accumulano su una piastra ed abbandonano laltra. La capacità C del condensatore dipende dalla caratteristiche e dalle dimensioni del materiale dielettrico presente fra le piastre: ε = costante dielettrica del materiale isolante A = area delle piastre d = distanza fra le piastre La capacità si misura in Farad (F). Normalmente si utilizzano i suoi sottomultipli (mF - µF – nF – pF) (= d variazione istantanea ; media C ΔE ) dt Δt

3 Collegamento di condensatori Condensatori in serie Condensatori in parallelo

4 Vari tipi di condensatori

5 Induttori ed induttanze Induttore o induttanza: dispositivo utilizzabile per produrre un campo magnetico noto in una determinata regione. Il simbolo normalmente usato è: (ricorda il solenoide) Se la corrente circolante nelle N spire (o avvolgimenti) del solenoide in cui è presente un flusso di B dato da B è i, linduttanza vale: La grandezza N B è chiamata flusso concatenato allinduttanza. Lunità di misura dellinduttanza è lhenry. 1 H = 1 T m 2 A -1. Nel caso di un solenoide (indefinito) con n spire per unità di lunghezza percorso dalla corrente i, si è visto che il campo magnetico vale B = 0 i n. Il flusso concatenato vale: e quindi linduttanza è E vicino al centro del solenoide linduttanza per unità di lunghezza vale L/l= 0 n 2 A Come nel caso della capacità, essa dipende da fattori geometrici, ed ha la generica espressione di 0 = T m A -1 (o H/m) moltiplicato per una lunghezza.

6 Se due bobine (induttanze) sono molto vicine luna allaltra, una corrente variabile nella prima creerà una f.e.m. indotta nella seconda. Per lo stesso motivo, una f.e.m. indotta apparirà anche nella prima bobina (fenomeno dellautoinduzione). Se in una bobina varia i, in essa si genera una f.e.m. autoindotta E L. Il verso è tale per cui la f.e.m. autoindotta E L ende ad opporsi al cambiamento che la causa: È possibile definire una d.d.p. autoindotta ai capi di uninduttanza V L = E L. In uninduttanza reale occorre considerare, oltre a L, anche la resistenza interna del filo dellinduttanza r. Autoinduzione (= d variazione istantanea ) dt

7 Induttanze in serie ed in parallelo Induttori in serie (senza accoppiamento magnetico) Per la legge di Kirchhoff delle maglie, le f.e.m. si sommano: Per cui si ha: Cioè: Induttori in parallelo (senza accoppiamento magnetico) Per la legge di Kirchhoff dei nodi, le correnti si sommano: Per la legge di Faraday: Da cui si ottiene: Cioè:

8 Comportamento di resistori, induttori, condensatori Invertitore Condensatore Induttore Resistore Lampadina Lampadina Lampadina Schema

9


Scaricare ppt "Condensatore Il condensatore nel circuito costituisce una discontinuità nel flusso delle cariche. E costituito da due conduttori (piastre) separati da."

Presentazioni simili


Annunci Google