La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sistema formativo italiano a confronto con sistemi in Europa a cura di Elisabetta Davoli Dirigente MIUR.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sistema formativo italiano a confronto con sistemi in Europa a cura di Elisabetta Davoli Dirigente MIUR."— Transcript della presentazione:

1 Sistema formativo italiano a confronto con sistemi in Europa a cura di Elisabetta Davoli Dirigente MIUR

2 SISTEMA FORMATIVO ITALIANO basato su due principi riformatori: il principio di sussidiarietà, un ampio decentramento amministrativo che ha fatta salva l'autonomia didattica e organizzativa delle istituzioni scolastiche; la coerenza con gli orientamenti europei, miglioramento del livello formativo generale mediante l'innalzamento dei tassi di partecipazione alle attività di formazione nella prospettiva della life-long-learning.

3 NORMATIVA Costituzione art. 117 L. 28 marzo 2003, n /2010

4 ARTICOLAZIONE SISTEMA ITALIANO

5 PERCORSO FINALE

6

7 ALTERNANZA SCUOLA/Lavoro L'alternanza scuola-lavoro è una modalità di apprendimento, e come tale, può essere scelta anche da chi frequenta il sistema dei licei. Si tratta di una soluzione, già utilizzata positivamente in Europa, che permette a ragazzi/e di apprendere in "ambiente lavorativo", nell'ambito di un percorso formativo unitario, con tutor della scuola e dell'impresa per assicurare ai giovani, oltre alle conoscenze di base, l'acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro.

8 Crediti sistema dei crediti (la frequenza di qualsiasi segmento della scuola superiore comporta l'acquisizione di crediti certificati)

9 Alternanza scuola/lavoro I percorsi in alternanza hanno finalità importanti, quali: rendere l'apprendimento più attraente; aiutare a personalizzare i percorsi formativi; facilitare l'orientamento e l'auto orientamento dei giovani; favorire le vocazioni, gli interessi e gli stili di apprendimento individuali; collegare organicamente le istituzioni scolastiche e formative con il mondo del lavoro e della ricerca; sostenere l'innovazione metodologica e didattica; rinforzare i legami tra la scuola e il mondo del lavoro per lo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio.

10 PASSERELLE passerelle, vale a dire attività organizzate e sistematizzate di ri-orientamento anche a partire dal primo anno della scuola superiore, al fine di consentire agli studenti di poter rivedere la scelta formativa operata e di poterla eventualmente cambiare… per agevolare il transito da un percorso a un altro e contenere in modo ragionevole il fenomeno della dispersione scolastica

11 TRE OPPORTUNITA LICEI FORMAZIONE PROFESSIONALE APPRENDISTATO per integrazione tra scuola e mondo del lavoro

12 Ampie possibilità Visite aziendali Stage Tirocini Tirocini estivi Imprese formative simulate Percorsi di alternanza Job-shadow

13 CONFRONTO Sistemi europei Modelli europei di sistemi scolastici Tipo scandinavo: la scuola unica Tipo anglosassone: la scuola polivalente Tipo germanico: gli indirizzi separati Tipo latino e mediterraneo: il tronco comune

14

15 Riflessioni uniformare non è sempre possibile, la diversità è in ogni caso sempre una risorsa da valorizzare…….

16 Elisabetta Davoli Elisabetta Davoli perché le radici dellappartenenza non ci devono mai impedire di formare le ali per volare in alto!


Scaricare ppt "Sistema formativo italiano a confronto con sistemi in Europa a cura di Elisabetta Davoli Dirigente MIUR."

Presentazioni simili


Annunci Google