La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

GLI I.T.S. AL PRIMO TRAGUARDO: CRITERI E METODI PER LE VERIFICHE FINALI III Conferenza dei servizi per lintegrazione degli interventi (art.3, d.P.C.M.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "GLI I.T.S. AL PRIMO TRAGUARDO: CRITERI E METODI PER LE VERIFICHE FINALI III Conferenza dei servizi per lintegrazione degli interventi (art.3, d.P.C.M."— Transcript della presentazione:

1 GLI I.T.S. AL PRIMO TRAGUARDO: CRITERI E METODI PER LE VERIFICHE FINALI III Conferenza dei servizi per lintegrazione degli interventi (art.3, d.P.C.M. 25 gennaio 2008) Roma - 21 marzo 2013 Aula magna Istituto Tecnico Galileo Galilei Via Conte Verde 51 Anna Laura Marini

2 Gli esami finali dei percorsi ITS (1) D.I. 7 settembre 2011 MIUR – MLPS, art. 6 Verifica delle competenze acquisite punto 1 Le prove di verifica delle competenze acquisite comprendono:… a) una prova teorico-pratica concernente la trattazione e soluzione di un problema tecnico-scientifico inerente allarea tecnologica e allambito di riferimento del percorso della Fondazione ITS, predisposta dal comitato tecnico scientifico; b) una prova scritta tesa a valutare conoscenze e abilità nellapplicazione di principi e metodi scientifici nello specifico contesto tecnologico cui si riferiscono le competenze tecnico- professionali nazionali del percorso dellITS predisposta dallInvalsi in collaborazione con la Conferenza dei Rettori delle Università Italiane; c) una prova orale concernente la discussione di un progetto di lavoro (project work) sviluppato nel corso del tirocinio e predisposto dallimpresa del settore produttivo presso la quale è stato svolto il tirocinio stesso.

3 Gli esami finali dei percorsi ITS (2) INVALSI e CRUI, con riferimento alle 29 figure nazionali di riferimento, alle quali afferiscono i percorsi ITS e relative competenze tecnico – professionali, individuano i profili generali della seconda prova tenendo conto sia della figura nazionale di riferimento cui afferisce il corso, sia della progettazione didattica che enuclea le competenze tecniche professionali declinate rispetto alla curvatura del profilo tecnico elaborato da ciascun CTS. Sarà presentata la nota metodologica di accompagnamento alla seconda prova predisposta da INVALSI e CRUI

4 La Commissione desame (1) D.I. 7 febbraio Allegato D Organizzazione delle commissioni di esame punto a) un rappresentante dellUniversità, con funzioni di presidente della commissione desame, designato dal Ministero dellIstruzione, dellUniversità e della Ricerca tra i docenti ordinari o associati dei corsi di laurea a carattere scientifico e tecnologico che non hanno prestato la loro opera nella progettazione e/o realizzazione di alcun percorso della Fondazione I.T.S.

5 La Commissione desame (2) per la nomina del Presidente della Commissione desame la CRUI individua un elenco di docenti, appartenenti ad Atenei, compresi i Politecnici, ordinari o associati dei corsi di laurea triennali a carattere scientifico e tecnologico delle Facoltà attinenti alle aree tecnologiche a cui afferiscono i percorsi ITS attivati, con esclusione dei docenti universitari impegnati nei percorsi ITS. Il MIUR designerà poi il Presidente per ciascuna Commissione.

6 La Commissione desame (3) D.I. 7 febbraio Allegato D Organizzazione delle commissioni di esame punto d) …due esperti del mondo del lavoro designati dal Comitato tecnico-scientifico dellI.T.S.: … il secondo individuato tra una rosa di esperti segnalati dai Presidenti dei Fondi interprofessionali dellarea professionale di riferimento.

7 La Commissione desame (4) MLPS e ISFOL hanno predisposto lelenco dei Fondi interprofessionali integrato con i relativi indirizzi. Il singolo ITS si potrà rivolgere direttamente ai Presidenti dei Fondi per ottenere lelenco tra cui scegliere lesperto

8 Aspetti organizzativi Calendario di riunioni di lavoro riferite ai 17 ambiti cui afferiscono i percorsi ITS, coordinati da INVALSI, CRUI e MIUR, con lobiettivo di: - allineare, per quanto possibile, le date di esame e attivare gruppi di confronto anche a distanza tra gli ITS del medesimo ambito tecnologico - recepire e discutere la nota metodologica - discutere sulla tipologia di seconda prova al fine di fare esercitare i corsisti prossimi agli esami

9 Prima riunione di lavoro Un confronto sulle proposte operative: - 21 marzo 2013, a seguire la III Conferenza dei servizi, il gruppo dei referenti degli ITS che svolgeranno gli esami finali tra il mese di giugno 2013 e la prima settimana del mese di luglio 2013

10 Partecipanti prima riunione di lavoro


Scaricare ppt "GLI I.T.S. AL PRIMO TRAGUARDO: CRITERI E METODI PER LE VERIFICHE FINALI III Conferenza dei servizi per lintegrazione degli interventi (art.3, d.P.C.M."

Presentazioni simili


Annunci Google