La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Una Rete per la realizzazione di esperienze pilota nellambito dellAlternanza Scuola Lavoro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Una Rete per la realizzazione di esperienze pilota nellambito dellAlternanza Scuola Lavoro."— Transcript della presentazione:

1 Una Rete per la realizzazione di esperienze pilota nellambito dellAlternanza Scuola Lavoro

2 COMPOSIZIONE DELLA RETE ISTITUTO INDIRIZZODIRIGENTE SCOLASTICO IPSSARCT E.Cornaro Capofila Via M.L.King 5 Jesolo Lido (Ve) Prof. Ilario Ierace IPSSAR Maffioli Via Valsugana 74 Castelfranco Veneto (TV) Prof. ssa Maria Luisa Faggian IPSSAR Barbarigo Via Castello 6395 Venezia Prof. Claudio Marangon IPSSAR P. DAbano Via Monteortone 9 Abano Terme (PD) Prof. Luigino Grossele IPSSAR L. Carnacina Via Europa Unita Bardolino (VR) Prof. L. Turolla IPSSAR Cipriani via Aldo Moro 1 Adria (Ro) Prof. Daniele Stoppa IPSSAR J. Da Montagnana Via Luppia Alberi 5 Montagnana (PD) Prof.ssa Emilia Tornincasa

3 IL COMITATO TECNICO SCIENTIFICO DELLA RETE -Sovrintende alla realizzazione del progetto, riunendosi più volte per monitorare lo stato di avanzamento dello stesso; -valuta gli esiti ottenuti in termini di metodologie, tempi, strumenti, risultati di apprendimento, in relazione ai profili professionali e ai singoli POF - convalida la certificazione delle competenze.

4 Il progetto prevede due tipologie di interventi formativi : una formazione teorica in aula sia da parte dei docenti che di esperti, consulenti esterni o tecnici individuati in collaborazione con il CTS e le Aziende coinvolte e mirata ai temi specifici individuati in fase organizzativa ( 26 ore nel quarto anno e 26 ore nel quinto anno); una formazione diretta tramite un periodo di alternanza in azienda ( 120 ore da effettuarsi tra il quarto e quinto anno).

5 Il progetto di 172 ore coinvolgerà studenti frequentanti le classi 4° e 5° ed inizierà nella.s ° anno 26 ore On the job 120 ore 5° anno 26 ore

6 4° anno 26 ore da effettuarsi tra febbraio e maggio 2013 UFC 1 formazione in presenza 4 ore (incontri con esperti del mondo del lavoro del settore di riferimento); UFC 2 formazione in presenza 4 ore (acquisizione conoscenze e abilità funzionali allesperienza, esame documentazione da utilizzare on the job); UFC 3 project work 6 ore (attività laboratoriale); UFC 4 project work 6 ore (manifestazioni/eventi); UFC 5 project work 6 ore (Simulazione caso aziendale).

7 On the Job 120 ore da effettuarsi tra giugno e luglio 2013 (30 ore x 4 settimane) La formazione "on the job" (periodo di alternanza): - è parte integrante del percorso formativo; - si svolge sotto la responsabilità della scuola che ne è il "soggetto promotore; - prevede la presenza di un tutor scolastico responsabile del percorso formativo e dell organizzazione delle attività; - e di un tutor aziendale responsabile dell'inserimento dellallievo presso lazienda ospitante e della gestione e valutazione del periodo di stage. Tutor scolastico e tutor aziendale collaborano nel progettare lesperienza, cercando di rimuovere tutti gli ostacoli che possono invalidarne lefficacia.

8 5° anno 26 ore da effettuarsi tra settembre e novembre 2013 UFC 1 relazione strutturata competenze acquisite 2 ore (presentazione Diario di bordo e Dossier pluridisciplinare sullesperienza in azienda) UFC 2 formazione in presenza 2 ore (incontri con esperti, ad es. sul tema della sicurezza in ambiente di lavoro) UFC 3 formazione in presenza 4 ore (incontri con esperti, ad es. sul tema: diritto del lavoro, contrattualistica ecc.) UFC 4 project work 6 ore (attività laboratoriale) UFC 5 project work 6 ore (manifestazioni/eventi) UFC 6 project work 6 ore (Simulazione caso aziendale)

9 Modalità di valutazione e monitoraggio Le attività di monitoraggio e di valutazione presuppongono un diretto e costante riferimento: - ai traguardi formativi da raggiungere; - ai bisogni ed alle aspettative di formazione degli allievi. Tali attività accompagneranno le varie fasi del progetto al fine di rilevare, controllare, verificare in modo continuo e coerente i processi, i prodotti e gli esiti formativi attesi in una prospettiva dinamica.

10 Certificazione delle competenze professionali A conclusione del progetto sarà emessa una certificazione delle competenze professionali raggiunte. La valutazione dell'esperienza di alternanza scuola- lavoro sarà riconosciuta in sede di consiglio di classe per la valutazione globale delle competenze acquisite e in funzione delle valutazioni e dei crediti che concorrono all'ammissione dell'allievo all'esame di Stato. La certificazione delle competenze, redatta dal referente del progetto di ogni Istituto, in collaborazione con il partner esterno, e convalidata dal Dirigente Scolastico, dal CTS, verrà inserita nel fascicolo personale da consegnare all'allievo insieme al Diploma di Stato alla fine del ciclo scolastico.

11 Per non dimenticare … La competenza non si insegna, esiste la persona che diventa competente in seguito ad esperienze


Scaricare ppt "Una Rete per la realizzazione di esperienze pilota nellambito dellAlternanza Scuola Lavoro."

Presentazioni simili


Annunci Google