La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Referente Nazionale Ispettori Micologi T.dP. Micologo Giovanni Rossi Tavola Rotonda: LU.N.P.I.S.I.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Referente Nazionale Ispettori Micologi T.dP. Micologo Giovanni Rossi Tavola Rotonda: LU.N.P.I.S.I."— Transcript della presentazione:

1

2 1 Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Referente Nazionale Ispettori Micologi T.dP. Micologo Giovanni Rossi Tavola Rotonda: LU.N.P.I.S.I. incontra i Tecnici della Prevenzione del Lazio LATINA SABATO 31 GENNAIO 2004

3 2 Esperienze pratiche della Regione Emilia- Romagna attraverso lindividuazione dei referenti Gruppi di lavoro specialistici e del rapporto con lUniversità per i tirocini. Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Referente Nazionale Ispettori Micologi Segretario Generale Aggiunto T.d.P. Micologo Giovanni Rossi

4 3 REGIONE EMILIA- ROMAGNA nel 1998….

5 4 Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia 27 aprile 1998 a Collecchio (PR) viene organizzato un primo incontro UNPISI regionale… 27 aprile 1998 a Collecchio (PR) viene organizzato un primo incontro UNPISI regionale… Viene discusso il Decreto Ministeriale 17 gennaio 1997 n.58 che disciplina la figura e relativo profilo professionale del Tecnico della Prevenzione nellAmbiente e nei Luoghi di Lavoro Viene discusso il Decreto Ministeriale 17 gennaio 1997 n.58 che disciplina la figura e relativo profilo professionale del Tecnico della Prevenzione nellAmbiente e nei Luoghi di Lavoro Il nuovo T.d.P. è un professionista con piena autonomia….

6 5 Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Vengono istituiti in Regione Emilia Romagna le prime segreterie provinciali: Parma Reggio Emilia LECCE 26 settembre 1998 CONSIGLIO NAZIONALE UNPISI Viene approvato il nuovo regolamento per il funzionamento degli organi statutari dellUNPISI, in particolare allart.6 vengono creati i GRUPPI DI LAVORO SPECIALISTICI

7 6 GRUPPI di LAVORO SPECIALISTICI Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Lo scopo dei Gruppi di lavoro specialistici è di un continuo aggiornamento e confronto con gli associati,per migliorare le procedure rendendole le più omogenee a livello Provinciale e Regionale, per creare una maggiore partecipazione attiva dei soci,per cogliere tutte le problematiche professionali più sentite dalla categoria. I Gruppi di lavoro specialistici: Alimenti; Ambiente; Igiene e sicurezza sul lavoro; Ispettorati Micologici; Igiene veterinaria ecc. Le riunioni sono organizzate dai Segretari Provinciali e Regionali.

8 7 In Regione Emilia sono stati quindi istituiti i primi gruppi specialistici: Ispettorati Micologici e Igiene Veterinaria Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia

9 8 SOLUZIONI Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia sono state riconosciute ai colleghi di alcune ASL (Cesena-Forlì) che gli OPVI sono equipollenti alla figura del T.d.P. ; Invio di richiesta alla regione Emilia- Romagna sulle competenze dei T.d.P. che operamo al S.V. Interpellanza al consiglio regionale sulla reperibilità micologica ecc..

10 9 IL NUOVO SISTEMA FORMATIVO UNIVERSITARIO Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Decreto legislativo 30 dicembre 1992, n.502 Art.6 … Il Ministro della sanità individua con proprio decreto le figure professionali da formare ed i relativi profili…. La titolarità dei corsi di insegnamento previsti dallordinamento didattico universitario è affidata di norma a personale del ruolo sanitario dipendente dalle strutture presso le quali si svolge la formazione stessa, in possesso dei requisiti previsti. I rapporti in attuazione delle predette intese sono regolati con appositi accordi tra le università,le aziende ospedaliere, le unità sanitarie locali,le istituzioni pubbliche e private accreditate e gli istituti di ricovero e cura a carattere scientifico.

11 10. Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia D.M. 58/97 Tecnico della Prevenzione nellAmbiente e nei Luoghi di Lavoro Art. 1, comma 5, Il T.d.P. partecipa ad attività di studio,didattica e consulenza professionale nei servizi sanitari è nei luoghi dove è richiesta la sua competenza professionale; contribuisce alla formazione del personale e collabora direttamente allaggiornamento relativo al proprio profilo e alla ricerca La legge 26 febbraio 199, n. 42 Disposizioni in materia di professioni sanitarie Decreto Min. San. 27 luglio 2000 Equipollenza di diplomi e attestati al diploma universitario di T.d.P.,ai fini dellesercizio professionale e dellaccesso alla formazione post-base Legge 10 agosto 2000, n 251 Disciplina delle professioni sanitarie infermieristiche,tecniche,della riabilitazione della prevenzione nonchè della professione ostetrica

12 11 Laurea T.d.P. Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Con il Decreto Ministeriale del Determinazione delle classi delle lauree universitarie delle professioni sanitarie Lo schema del decreto introduce quattro classi di laurea per le professioni sanitarie: CLASSE 4 Lauree in professioni sanitarie della prevenzione RIFORMA UNIVERSITARIA QUINDI LA LAUREA (di durata triennale) sostituisce i vecchi Diplomi di Laurea Con la Legge 1/2002 allart.1, comma 10: I diplomi conseguiti in base alla normativa precedente delle professioni sanitarie ex legge n.42 del 1999 e n. 251 del 2000, sono validi ai fini dellaccesso ai corsi di laurea specialistica, ai master ed agli altri corsi di formazione post-base, di cui al decreto ministeriale n. 509 del 1992 attivati dalle università

13 12 I CREDITI FORMATIVI UNIVERSITARI (CFU) Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Referente Nazionale Ispettori Micologi Lunità di misura del lavoro richiesto allo studente per lespletamento di ogni attività formativa prescritta dallOrdinamento del corso T.d.P. per conseguire il titolo di studio universitario costituisce il C.F.U. Il corso di Laurea T.d.P. prevede 180 CFU complessivi ( dove un credito equivale a 25 ore di lavoro dello studente) comprensivi di attività didattica formale (ADF), di Attività Didattica Opzionale (ADO), di Attività Formativa Professionalizzante (AFP) e di Tirocinio.

14 13 UNIVERSITA LAUREA T.d.P. Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Attività Didattica Formale (ADF) Il Consiglio della struttura Didattica individua i Corsi Integrati nei quali si articola lattività formativa di base. Attività Formativa Professionalizzanti (AFP) Per assicurare lacquisizione delle competenze tecniche il cui profilo del DM 58/97, il Consiglio della Struttura Didattica individua le Attività didattica opzionale (ADO) Per essere ammesso a sostenere la prova finale, lo studente deve avere acquisito ca 9 CFU frequentando attività formative liberalmente scelte (Attività Didattica Opzionale ADO) entro un ventaglio di proposte offerte annualmente dal Consiglio di Corso di Laurea, possono corrispondere a due tipologie diverse: a) corsi di tipo seminariale, che prevedono studio autonomo; b) attività pratiche e/o esperienzale.

15 14 ATTIVITA FORMATIVE PROFESSIONALIZZANTI (Tirocinio guidato e addestramento diretto) Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Tali attività devono svolgersi attraverso forme di didattica a piccoli gruppi, sotto la responsabilità di un Tutore delle attività tecnico-pratiche appartenente allo specifico profilo professionale. Il Tutore si avvarrà della collaborazione degli Assistenti di Tirocinio. Lattività si svolge presso strutture pubbliche territorialmente identificate dal Consiglio di Corso di Laurea. Docente universitario dello specifico settore scientifico disciplinare appartenente allo stesso profilo professionale E responsabile della pianificazione e dellorganizzazione del tirocinio con i tutori e gli assistenti di tirocinio. Al termine di ciascun anno di corso viene effettuata una valutazione certificativa del tirocinio svolto. Tale valutazione viene effettuata da una apposta commissione desame del tirocinio, formata dal tutore e dal coordinatore del tirocinio

16 15 Lesame finale di laurea Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Per essere ammesso allesame finale di laurea lo studente deve aver superato tutti gli esami di profitto ed avere avuto una valutazione positiva di tutti i tirocini Lesame finale, con valore di Esame di Stato abilitante alla professione

17 16 Tecnico della Prevenzione Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Grazie a tutti voi…


Scaricare ppt "1 Unione Nazionale Personale Ispettivo Sanitario dItalia Referente Nazionale Ispettori Micologi T.dP. Micologo Giovanni Rossi Tavola Rotonda: LU.N.P.I.S.I."

Presentazioni simili


Annunci Google