La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL SISTEMA FORMATIVO INTEGRATO: LA COMUNITA EDUCANTE di CHIUSI Dal 2007 ad oggi………

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL SISTEMA FORMATIVO INTEGRATO: LA COMUNITA EDUCANTE di CHIUSI Dal 2007 ad oggi………"— Transcript della presentazione:

1 IL SISTEMA FORMATIVO INTEGRATO: LA COMUNITA EDUCANTE di CHIUSI Dal 2007 ad oggi………

2 La lettura del territorio

3 per aiutare lIstituto in difficoltà Offerta formativa ridotta in qualità e quantità per il crollo del tempo prolungato e perdita dei docenti Dialogo difficile, conflittuale o assente con famiglie ed istituzioni Edifici scolastici disastrati, non a norma ed arredi fatiscenti Episodi ricorrenti di bullismo –apatia e disinteresse per lo studio Casi ripetuti di difficile integrazione di allievi non italofoni e delle loro famiglie UNA COMUNITA EDUCANTE una nuova partnership educativa scuola - famiglia con a sostegno la comunità ……ma anche per

4 Le potenzialità della normativa La cultura della corresponsabilità La cultura della Rete La cultura della cura La cultura della progettualità dal sistema policentrico alla rete sistemica LE CULTURE DELLAUTONOMIA

5 Lesagono per un patto formativo Persona Associazioni LIstituto perno centrale di un sistema formativo policentrico integrato

6 UN PATTO PER UNA COMUNITA EDUCANTE basato sui principi: PARTECIPAZIONE COLLABORAZIONE CONDIVISIONE CONCERTAZIONE CORRESPONSABILITA lIC Graziano da Chiusi esce dallautoreferenzialità, si pone come cliente, ma anche come risorsa del territorio a.s /2008 INSIEME per CRESCERE Comitato Organizzatore: DS- Presidente Cons. Istituto - Parroco- Assessori Pubb.Istr. e Politiche Sociali- nasce

7

8

9 INSIEME PER CRESCERE 1 dicembre 2007 Gruppi misti al lavoro Sicurezza Scuola Famiglia Tempo libero Chiesa Comune Volontariato Centro Impiego ASL Coordinati da un docente e un referente del gruppo

10 Dicembre Scuola e Comunità al lavoro Problematiche affrontate Bullismo - disagio giovanile Demotivazione verso lo studio Difficoltà di integrazione degli allievi non italofoni e famiglie straniere Mancanza di spazi e tempo libero per i giovani Distacco generazionale e offerta formativa Emergenza educativa scuola-famiglia

11 Scuola - Comunità educante e ìntegrazione PROTOCOLLO D INTESA Commissione di accoglienza esterna per a)supportare con fondi, strutture, mediatori linguistici, iniziative culturali e sociali, lintensa attività educativa dellIstituto b) rinforzare lalfabetizzazione degli adulti stranieri; creare occasioni di socializzazione tra adulti; c)favorire il dialogo tra la famiglia e la scuola per certificazioni, permessi di soggiorno e pratiche legali; d) creare occasioni di esperienza di vita democratica; e) avvicinare le famiglie straniere al mondo del volontariato; f) predisporre modalità definite di accoglienza.

12 Scuola- Comunità e Integrazione Azioni realizzate dallistituto Accoglienza interna (modulistica bilingue) Prove di ingresso mirate ( parole non dette materiale Hibiscus) Scaffali interculturali e segnaletica Visite al Centro Documentazione Arezzo Corsi di prima alfabetizzazione ( metodo TPR) Corsi -recupero e sviluppo ( livelli QCER A2-B1-B2-C1) Sperimentazione UA curricolo verticale Apertura anni scolastici Rondine –Nomadelfia Didattica con approfondimento linguaggi universali

13 INSIEME per…. condividere valori civici, culturali e spirituali. Rondine-Cittadella della PaceNomadelfia

14 LINGUAGGI UNIVERSALI. Lorchestra La redazione giornalistica

15 Linguaggi universali Allievi a teatro

16 Scuola e Comunità ADA e Università Popolare corsi di alfabetizzazione adulti stranieri AUSER lettura e studio Costituzione ANIEP prassi per certificazione handicap bambini ed adulti ASL opera prevenzione tumori e screening AVIS e PUBBLICA ASSISTENZA corsi e presenza continua di supporto con verifica poi di adesione stranieri nel volontariato AVVOCATO CIVILISTA permessi soggiorno e altri documenti CENTRO DOCUMENTAZIONE materiale e percorsi didattici PARROCCHIE prima accoglienza con sostegno materiale e non POLIZIA MUNICIPALE educazione stradale e supporto per pratiche e documenti di cittadinanza ARBANA GYLIA– mediatrice culturale e coordinamento informazioni BANCA VALDICHIANA sostegno finanziario alla progettualità dellIstituto imperniata sullo studio dei linguaggi universali Le attività realizzate dalla Comunità

17 Istituto e Comunità INSIEME HANNO ORGANIZZATO Convegni, incontri e feste interculturali Terza giornata di studio: lalleanza fra culture FOTO

18 VIDEO

19 ENTE LOCALE 1° Interlocutore Listituto Soggetto attivo, innovativo. Capace di progettualità aderente ai bisogni dellintero contesto territoriale LEnte Locale In base al principio di sussidiarietà principale attore a supporto dellautonomia scolastica CONCERTAZIONE politiche di intervento sui bisogni sia degli alunni che del territorio per elaborazione POF

20 Comune di Chiusi dal 2007 ad oggi Azioni rilevanti sia sul piano organizzativo che formativo

21 Tutte le scuole a norma e restaurate

22

23

24

25

26

27

28 Il Comune di Chiusi e lintegrazione dal 2007 ad oggi…… Ha riconosciuto il ruolo di coordinamento dellIstituto invitandolo anche al tavolo della Pace organizzato dalla Provincia; Ha condiviso e sostenuto tutte le iniziative atte a favorire lintegrazione, con fondi, strutture e servizi. Ha partecipato ad incontri e convegni di tipo culturale e sociale a sfondo interculturale. Ha messo a disposizione il mediatore culturale dello sportello immigrati. Ha attivato in concertazione con listituto laboratori per leducazione alla pace permettendo agli allievi della scuola secondaria di primo e secondo grado di avvicinarsi concretamente al problema della dissidenza e dell esilio politico. RETE ICORN Otto profughi Nord Africa Dal libici e 1 tunisino Victor Pelevin (scrittore russo) Hasan Eshkwvari (storico iraniano) Ehsan Abedi, Sepideh Jodeyri (iraniani) giornalista lui, traduttrice lei VIDEO

29 Scuola –Comunità educante –Integrazione Effetti nelle classi 1)Diminuzione fenomeni di bullismo, aggressività ed intolleranza fra allievi 2)Calo sensibile di interventi di tipo punitivo 3)Migliorato il rendimento cognitivo con la percentuale delle bocciature in netto calo, allievi non italofoni compresi.

30 Scuola –Comunità educante –Integrazione A.S. Frequenza non italofoni Ammessi non italofoni Non Ammessi non italofoni * 2008/ * Riforma Gelmini 2009/ * di cui 2 arrivati ultimi mesi a.s. 2010/ *di cui 3 arrivati ultimi mesi a.s.

31 Scuola –Comunità educante –Integrazione ESITI SUGLI ADULTI Più solido il dialogo fra le culture Aumentata la partecipazione delle famiglie straniere alla vita sociale della comunità chiusina LIstituto considerato dalle famiglie straniere punto di riferimento principale Ma …..cè da lavorare ancora …….... ……per un agire più condiviso occorre un linguaggio chiaro, semplice e obiettivi comprensibili a tutti

32 Listituto e la Comunità educante ISTITUTO PERNO CENTRALE DEL SISTEMA FORMATIVO INTEGRATO AUMENTATI PROTOCOLLI, ACCORDI E CONVENZIONI DIRIGENTE AI TAVOLI DI CONCERTAZIONE MAI CON UN RUOLO SUBALTERNO Il dirigente, dialogando con lintero territorio, ha creato alleanze per generare appartenenza.

33 La strada è lunga, ma non esiste che un solo mezzo per sapere dove può condurre: proseguire il cammino… insieme Grazie


Scaricare ppt "IL SISTEMA FORMATIVO INTEGRATO: LA COMUNITA EDUCANTE di CHIUSI Dal 2007 ad oggi………"

Presentazioni simili


Annunci Google