La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Linee guida per la compilazione di un ins. Luigina Perosa Sportello Scuola - Famiglia del 1° circolo didattico di Pordenone Progetto S.A.M. Stranieri:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Linee guida per la compilazione di un ins. Luigina Perosa Sportello Scuola - Famiglia del 1° circolo didattico di Pordenone Progetto S.A.M. Stranieri:"— Transcript della presentazione:

1 Linee guida per la compilazione di un ins. Luigina Perosa Sportello Scuola - Famiglia del 1° circolo didattico di Pordenone Progetto S.A.M. Stranieri: accoglienza e mediazione della Regione FVG e dellU.S.R. per il FVG

2 NORMATIVA DI RIFERIMENTO: c.m. 301 dell : Inserimento degli alunni stranieri nella scuola dellobbligo c.m. 205 del : Leducazione interculturale L. 40 del (Turco-Napolitano) e dl 286/98: Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dellimmigrazione… art. 45 del DPR 394/99, intitolato Iscrizione scolastica la L. 189 del (Bossi-Fini) ha confermato le precedenti procedure di accoglienza c.m. n. 24 del febbraio 06: Linee guida per laccoglienza e lintegrazione degli alunni stranieri

3 Il protocollo di accoglienza, proposto dalla Commissione Interculturale e approvato dal Collegio Docenti, delinea pratiche corrette e condivise, in merito ai seguenti aspetti dellaccoglienza dellalunno venuto da lontano: 1.area amministrativa (iscrizione, documentazione) 2.area comunicativo/relazionale (prima conoscenza) 3.area educativo / didattica (accoglienza, assegnazione alla classe, ed. interculturale, insegnamento italiano l2) 4.area sociale (rapporti e collaborazioni con il territorio)

4 Delinea inoltre chi siano i soggetti dellaccoglienza: 1.lallievo straniero 2.la sua famiglia, risorsa fondamentale per il raggiungimento del successo scolastico 3.la segreteria 4.il personale ATA 5.la commissione di accoglienza/la referente 6.gli insegnanti e i compagni di classe 7.altre figure (mediatori, docenti L2,…)

5 Area amministrativa primo passo di un percorso di accoglienza dellalunno straniero e della sua famiglia Area amministrativa Liscrizione è il primo passo di un percorso di accoglienza dellalunno straniero e della sua famiglia Lufficio di segreteria: 1.ha un incaricato responsabile della prima interazione con la famiglia straniera 2.riceve le iscrizioni dei minori in qualsiasi momento dellanno scolastico 3.raccoglie la documentazione relativa alla precedente scolarità 4.fornisce informazioni e materiali plurilingui sulla scuola e sul sistema educativo 5.fissa un incontro con linsegnante responsabile del percorso di accoglienza

6 Area comunicativo / relazionale La commissione di accoglienza o la referente per gli alunni stranieri: Area comunicativo / relazionale Prima conoscenza La commissione di accoglienza o la referente per gli alunni stranieri: 1.effettua un colloquio con i genitori, con eventuale presenza del mediatore linguistico-culturale 2.compila una scheda di ascolto e/o rilevamento dati 3.raccoglie informazioni sulla storia personale e scolastica dellallievo 4.effettua uno o più colloqui con lallievo per accertare il più possibile le sue varie competenze e abilità 5.facilita la conoscenza della nuova scuola 6.osserva lallievo in situazione 7.con le insegnanti di classe, definisce il necessario adattamento dei programmi di insegnamento e progetta interventi individualizzati o per piccoli gruppi, per facilitare lapprendimento della lingua italiana

7 Area educativo / didattica Criteri per lassegnazione alla classe Devono essere indicati nel protocollo di accoglienza e deliberati dal collegio docenti sulla base della normativa citata, tenendo conto di: iscrivere lalunno alla classe corrispondente alla sua età anagrafica iscriverlo alla classe immediatamente inferiore nel caso di particolare difficoltà e non per la non conoscenza della lingua italiana scolarità precedente desunta dal certificato di studi o autocertificata dal genitore ordinamento degli studi nel Paese di provenienza accertamento delle competenze e delle abilità ripartire equamente gli alunni stranieri nelle classi, favorendo leterogeneità delle cittadinanze, anche attraverso intese tra scuole e reti di scuole, in collaborazione con gli enti locali

8 Area educativo / didattica Area educativo / didattica Inserimento in classe Il team docenti: 1.prepara la classe creando un clima di accoglienza amichevole 2.affida il nuovo arrivato a un compagno di viaggio, per orientarlo e sostenerlo 3.programma attività interculturali rivolte a tutti gli alunni 4.crea un ambiente visibilmente multietnico (immagini, carte geografiche dei vari paesi…) 5.promuove attività di piccolo gruppo, utilizza il cooperative learning 6.individua modalità di facilitazione linguistica dei testi e delle discipline 7.rileva i bisogni specifici comunicativi e di apprendimento 8.elabora eventuali percorsi di L2, di concerto con linsegnante referente

9 Educazione interculturale Commissione accoglienza, insegnanti, personale ATA: - promuovono e favoriscono iniziative volte allaccoglienza e alla tutela della cultura e della lingua dorigine e alla realizzazione di attività interculturali comuni T.U. delle disposizioni concernenti la disciplina dellimmigrazione… (Decreto Legislativo 286/98) - … leducazione interculturale è…la normalità delleducazione nelle società globali e post moderne Led.interculturale nella scuola dellautonomia - Commissione Intercultura del Ministero, promuovono lattivazione nella scuola di un clima relazionale di apertura e dialogo - progettano percorsi educativi e didattici interculturali disciplinari e interdisciplinari per tutti gli alunni - promuovono interventi integrativi alle attività curricolari in collaborazione con lextra scuola Il dialogo interculturale e la convivenza democratica (C.M. 2/3/94, n. 73)

10 Area educativo - didattica Area educativo - didattica Linsegnamento dellItaliano come L2 Obiettivo prioritario dellintegrazione, è quello di promuovere lacquisizione di una buona competenza nellitaliano scritto e parlato, nelle sue forme ricettive e produttive. Condizione irrinunciabile per assicurare linclusione sociale e il successo scolastico. modello intensivo: se lalunno non conosce la lingua italiana, potrà essere organizzato un corso di italiano L2, di almeno due mesi per due ore al giorno in orario scolastico modello costante: gli alunni stranieri, preferibilmente divisi per livelli di conoscenza linguistica o difficoltà, frequentano un percorso di apprendimento esteso per quasi tutto lanno scolastico durante/fuori lorario delle lezioni; modello a scalare: tale modello prevede o la costituzione di piccoli gruppi (anche di livello) o il lavoro su bambino singolo…..per alcune ore a settimana. La durata dellintervento si ridurrà con il progredire delle competenze linguistiche acquisite dai bambini, anche in riferimento alla lingua dello studio.

11 Aspetti sociali Aspetti sociali Collaborazione con il territorio La commissione accoglienza: 1.cerca, conosce, incontra le associazioni, i luoghi di aggregazione, le biblioteche, il mondo del volontariato ecc., che operano sul territorio. Con questi stabilisce contatti, interventi e pratiche comuni, che hanno come fine lo scambio di conoscenze e la piena integrazione degli alunni immigrati e delle loro famiglie 2.attiva collaborazioni con enti locali e amministrazioni per proporre e richiedere servizi ed interventi volti a rimuovere eventuali ostacoli a una buona accoglienza ed integrazione, nonché a costruire percorsi e strumenti comuni di formazione e autoformazione


Scaricare ppt "Linee guida per la compilazione di un ins. Luigina Perosa Sportello Scuola - Famiglia del 1° circolo didattico di Pordenone Progetto S.A.M. Stranieri:"

Presentazioni simili


Annunci Google