La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Gestione di file e uso delle applicazioni Obiettivi del corso Conoscere gli elementi principali dell-interfaccia di Windows Gestire file e cartelle Aprire.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Gestione di file e uso delle applicazioni Obiettivi del corso Conoscere gli elementi principali dell-interfaccia di Windows Gestire file e cartelle Aprire."— Transcript della presentazione:

1

2 Gestione di file e uso delle applicazioni

3 Obiettivi del corso Conoscere gli elementi principali dell-interfaccia di Windows Gestire file e cartelle Aprire salvare e chiudere un file Lavorare con le finestre Conoscere lorganizzazione delle cartelle Spostare, copiare, eliminare oggetti Cercare file cartelle Conoscere le differenze tra file di dati e di programmi Impostare la stampa di un file Usare browser web Installare applicazioni Usare più applicazioni contemporaneamente Utilizzare help in linea Conoscere i virus e come difendersene

4 Oggetti visibili sul desktop Le icone possono rappresentare: Programmi Cartelle Singoli documenti

5 Risorse del computer Visualizza i contenuti di diverse unità Facendo doppio click sulle unità ne vediamo il contenuto

6 Proprietà di monitor e desktop Serve a cambiare lo sfondo Le caratteristiche dello screensaver La risoluzione della scheda grafica

7 Pulsante Start e barra applicazioni Da qui si accede a tutti i programmi installati sul computer La barra inferiore prende il nome di barra delle applicazioni

8 Pannello di Controllo Gestisce le impostazioni di un computer Microsoft da Sistema possiamo accedere a tutte le caratteristiche del PC (modello della CPU, RAM, etc.) Tastiera: ci dà la possibilità di cambiare la localizzazione

9 Spegnere il Computer Non si usa linterruttore di accensione (si può compromettere il funzionamento del computer, e si perderanno i dati non salvati) Si usa il comando smetti (o shutdown, o spegni)

10 Creare cartelle e file Sono i destinatari naturali dei nostri dati: Documenti di testo Filmati Musiche Fotografie Etc.

11 Creare una nuova cartella sul desktop Posso porre documenti sul desktop (attenzione, il desktop è una cartella sul nostro disco di installazione) Per aprire una cartella sul desktop, posso fare click col bottone destro del mouse, ed inserire il nome della cartella che voglio inserire

12 Creare un nuovo documento Ad esempio possiamo provare a creare un documento di testo.

13 Nuovi documenti in una cartella Le procedure sono identiche a quelle usate per creare documenti sul desktop

14 Rinominare file o cartelle Possiamo dare i nomi che preferiamo ai file Nella stessa cartella non possiamo avere due file con lo stesso nome La massima lunghezza del nome del file può essere di 255 caratteri Non sono ammessi: /, \ > < ? | : ;

15 Proprietà dei file e delle cartelle Facendo click col destro sullicona di un file o di una cartella possiamo: Visualizzare le proprietà delloggetto (dimensione, data di creazione, ultima modifica, etc.) Proteggere il file, rendendolo di sola lettura Modificarne visibilità, accesso e condivisione (Windows NT, 2000, XP)

16 Aprire salvare e chiudere file Operazioni essenziali per gestire i nostri dati: Visualizzare i file Aprire file Salvare file Creare una copia Etc.

17 File e documenti I file contengono la forma digitalizzata dei documenti che ci interessano: Lettere Immagini Suoni Etc.

18 Visualizzare le directory Start Programmi Esplora risorse oppure Star Programmi Accessori Esplora risorse

19 Aprire un file Doppio click sullicona del file Oppure Apri dallapplicazione che ha prodotto il file

20 Salvare un file Proviamo a creare un file di testo con notebook: Nuovo documento di testo inseriamo del testo Salviamo il testo: File Salva

21 Salvare una copia del file File salva con nome

22 Formattare un floppy Operazione preliminare necessaria per poter inserire dati sul disco Risorse del computer click col destro sullunità A: formatta Attenzione: si perdono tutti i dati precedentemente scritti sul floppy

23 Lavorare con le finestre Come aprire, spostare, ridimensionare, scorrere, chiudere una finestra.

24 Finestre di programma La finestra contiene i comandi del programma che gestisce il documento I comandi variano da programma a programma, ma mantengono una certa omogeneità generale

25 Spostare una finestra La barra colorata superiore agisce da maniglia Cliccandola si può spostarela finestra dove ci è più comodo

26 I tre pulsanti in alto a destra Nascondere la finestra (la troviamo sulla barra delle applicazioni) Ingrandire la finestra, che prende tutto lo schermo Chiudere la finestra (e lapplicazione)

27 Ridimensionare una finestra Mettere il mouse sul bordo o sullangolo; Il cursore cambia forma Trascinando il cursore possiamo cambiare le dimensioni della finestra

28 Barre di scorrimento Note anche come scroll bar Servono a far scorrere il documento dallalto in basso e da destra a sinistra (quando il documento è più grande della finestra)

29 Aprire più finestre Si possono aprire più finestre, relative a programmi diversi La finestra attiva è quella in primo piano Per cambiare la finestra attiva click col mouse su unaltra finestra

30 Finestre di dialogo Per vederne una, click col mouse sullora, in basso a destra. Possiamo inserire dati (modificare data o ora) Non possiamo ridimensionarle A cose fatte, si dà OK ( o annulla)

31 Organizzare le cartelle Le cartelle servono a contenere documenti omogenei, evitando di affollare il desktop Ad esempio, possiamo mettere in una stessa cartella tutte le foto dellestate

32 Struttura ad albero Fotografie Mare Montagna

33 Esplora risorse la vista Esplora risorse si presta bene a costruire e gestire una struttura ad albero per immagazzinare i dati

34 Navigare nella gerarchia delle cartelle Se vicino ad una cartella appare il segno + è possibile espandere la cartella in sottocartelle Si può risalire di livello, fino ad arrivare al desktop, la cartella di livello più elevato

35 Cambiare visualizzazione Possiamo visualizzare in modalità icone, elenco, etc.

36 Spostare, copiare, eliminare Facendo click sullicona del documento, e mantenendo premuto il pulsante del mouse, possiamo spostare il documento nella cartella di destinazione Se effettuiamo la stessa operazione tenendo premuto il file viene copiato (non spostato)

37 Eliminare file e cartelle Per eliminare un file o una cartella (attenzione, se ne cancella tutto il contenuto) possiamo: Spostare il file o la cartella nel cestino Click destro Elimina

38 Backup dati Per copiare un file su floppy Click destro invia a: floppy

39 Il Cestino Contiene tutto ciò che abbiamo eliminato. Se vogliamo ripristinare un documento nel cestino, click destro ripristina Svuota: elimina definitivamente i file cancellati

40 Cercare file e cartelle Come trovare o rintracciare dati?

41 Cercare il nome Start Trova Inseriamo il nome, o parte del nome

42 Cercare il contenuto Start Trova File o cartelle inseriamo il testo che stiamo cercando

43 Cercare la data Selezionando la check box data potremo aggiungere come criterio di ricerca la data di creazione o di ultima modifica

44 File di dati e programmi Dati: Documenti, immagini, tabelle, etc. Programmi: Fanno funzionare il computer

45 Nomi e percorsi dei file Nome del file: il nome associato Dati novembre.doc Percorso: indica la posizione del file nellunità C:\Documenti\Datimensili\Dati Novembre.doc

46 Estensioni principali.com.bat.exe.dll.drv.sys.vbx.doc.rtf.txt.wri.htm.html.bmp.g.if.jpg.png.tif.aif.mid.mp3.wav.avi. Mov. Mpg.zip.rar

47 Stampare Aprire il file File Stampa

48 Impostare la pagina File Imposta pagina Serve a cambiare lorientamento della pagina cambiare dimensioni cassetto di alimentazione Etc. etc.

49 Inviare alla stampante Attenzione a Tipo di carta Qualità della stampa Numero di copie ….

50 Coda di stampa I documenti in stampa si accodano Possiamo sospenderli, eliminarli, fermare la stampa

51 Navigare su web Pagina web: unità base di contenuto di Internet Si trova mediante un indirizzo URL: Uniform Resource Locator

52 Usare i link I collegamenti (link) servono a spostarsi da una pagina ad unaltra I collegamenti possono essere parole o immagini

53 Memorizzare gli indirizzi Pagine interessanti si possono memorizzare mediante il comando Aggiungi a preferiti

54 Installare applicazioni Come aggiungere programmi Aggiornare o modificare driver

55 Verifica dei requisiti Ho il corretto sistema operativo? Ho la CPU minima richiesta? Ho sufficiente RAM? Ho spazio disco?

56 Creare collegamenti sul desktop Il programma installato compare sotto il menù Start Programmi Se voglio, posso creare un collegamento sul desktop (click destro, crea collegamento)

57 Comprimere e decomprimere Ridurre la dimensione dei file, conservando tutte le informazioni presenti Non possono essere eseguiti! Archivio: un file che contengono molti files zippati

58 Disinstallare Pannello di controllo Installazione applicazioni Cambia/rimuovi

59 Usare più applicazioni Multitasking: esecuzione di più programmi contemporaneamente Posso passare da una finestra allaltra ( e da un programma allaltro) Alt-TAB per vedere tutte le applicazioni attive

60 Nascondere la barra applicazioni Click Destro sulla Task Bar Proprietà Nascondi automaticamente Per ripristinarla: sempre in primo piano

61 Help on line Guida di Windows: guida generale, cambia aspetto a seconda delle versioni di Windows, ha sempre una utility di ricerca I singoli programmi hanno il proprio help, a volte anche un assistente

62 Si è bloccato il PC…. Ctrl Alt Canc: dovrebbe apparire la finestra Termina applicazione o Task Manager Se una applicazione è bloccata, premiamo Termina

63 I Virus Possono: Distruggere programmi e dati Cambiare le impostazioni del sistema Modificare il funzionamento di altri programmi

64 Funzionamento Motore di riproduzione Meccanismo di attivazione Fase distruttiva

65 Propagazione Attraverso negli attachment Per copia da un file allaltro (copiando dati da CD o floppy infetti) Via rete

66 Antivirus Antivirus che servono a proteggere in tempo reale il computer: Norton (Symantec), AVG (Grisoft), Karspersky, VirusScan (McAFee) Si possono configurare per aggiornamento automatico via rete

67 intermediario Il Sistema Operativo opera come intermediario tra lhardware del sistema e uno o più utenti. sistema operativo Allavvio del computer, terminate le verifiche del BIOS, il controllo passa al sistema operativo. Sistemi Operativi: avvio

68 gestione delle risorse hardware interfaccia verso lutente Due sono le funzioni principali svolte da un sistema operativo: Sistema Operativo: funzioni Come tali funzioni vengano svolte, e se sia interamente il sistema operativo ad occuparsene, dipende dal dispositivo in questione.

69 Esistono diversi dispositivi elettronici la cui complessità ha reso necessario dotarli di un sistema operativo. Dispositivi Tra questi, agende elettroniche e telefoni cellulari sono esempi comuni. Palm m505 Sendo z100 Nokia 7650

70 La gestione dellhardware è un aspetto di secondaria importanza per gli utenti di questi dispositivi. Dispositivi Linterfaccia ha unimportanza maggiore, ed è sia fisica che virtuale (software).

71 Sistemi operativi: un po di storia

72 I primi sistemi operativi sono stati progettati negli anni 50 per i calcolatori allora disponibili. Consistevano in poche centinaia di istruzioni per il caricamento del programma in memoria centrale e per la produzione, su un dispositivo di output, dei risultati dellelaborazione. Linterfaccia era quella comune allora – interruttori e spie luminose. I comandi venivano impartiti in codice binario. Sistemi operativi: storia

73 Nella seconda metà degli anni 60, la AT&T abbandona il progetto MULTICS – un sistema a time-sharing – rivelatosi deludente. Ken Thompson, allora ai Bell Labs della AT&T, scrive un sistema operativo in assembler e lo battezza, scherzosamente, UNICS (Uniplexed Information and Computing Services). UNIX Nasceva così UNIX, capostipite di una numerosa e varia famiglia di sistemi operativi. Era il Sistemi operativi: storia (UNIX)

74 Nel frattempo Dennis Ritchie, che collaborava con Thompson, sviluppa il linguaggio di programmazione C. Nel 1972 UNIX viene riscritto in C, aprendo la strada allutilizzo su altre piattaforme hardware. Dal 1975 in poi, UNIX inizia a diffondersi nelle università – negli Stati Uniti, in Giappone, Australia, Europa… Sistemi operativi: storia (UNIX)

75 Negli anni 70, iniziano a diffondersi i primi personal computer. Gary Kildall sviluppa, nel 1972, il CP/M (Control Program for Microprocessors), un sistema operativo funzionante su uno dei primi processori Intel (il 4004). Il primo BIOS fu scritto da Kildall come modulo per il proprio CP/M, in modo da rendere il sistema meno dipendente dallhardware. Sistemi operativi: storia (DOS)

76 Nel 1980 Tim Patterson, della Seattle Computer Products, sviluppò un proprio sistema operativo basato sul CP/M. Impiegò due mesi, e lo battezzò QDOS (Quick and Dirty Operating System). Dopo quattro mesi, unaltra ditta di Seattle, la Microsoft di Bill Gates, acquista dalla SCP i diritti per rivendere il DOS ad un cliente non menzionato. lIBM Il cliente è lIBM, che nel 1981 lancerà il primo PC, dando il via alla rivoluzione dei personal computer. Sistemi operativi: storia (DOS)

77 System La Apple Computer, negli stessi anni, sta portando avanti diversi progetti, e sperimenta diversi sistemi operativi. Nel 1984, con il lancio (e il successo) dellApple Macintosh, si focalizzerà sul suo sistema operativo, il System – allora alla versione 1.0. Al contrario del DOS, nelle sue varie incarnazioni, il System ha uninterfaccia grafica. Lanno successivo, il 1985, la Microsoft lancia la prima versione di Windows. Sistemi operativi: storia (Win & Mac)

78 Dal ad oggi, sia la Apple che la Microsoft hanno aggiornato più volte i propri sistemi operativi. Linterfaccia Apple è rimasta simile (perché molto funzionale), mentre la Microsoft ha via via abbandonato il DOS, e nel 1995 ha introdotto, con Windows 95, uninterfaccia grafica più curata ed efficiente. Sistemi operativi: storia (Win & Mac)

79 Nel 1991 uno studente finlandese, Linus Torvalds, sviluppò il kernel per un sistema operativo basato su una variante di UNIX. Lo distribuì in rete secondo la GNU General Public License, una licenza che ne consentiva luso, la redistribuzione e la modifica (a certe condizioni). Iniziò a ricevere da subito contributi da altri sviluppatori. Sistemi operativi: storia (Linux)

80 Linux Nasceva così Linux, una delle varianti UNIX oggi più diffuse. Il kernel di Linux è continuamente aggiornato, e disponibile anche gratuitamente. comunità software libero Uno dei punti di forza di questo sistema è la comunità che lo supporta, e la filosofia su cui si basa, quella del software libero. Sistemi operativi: storia (Linux)

81 Sistemi operativi: struttura interna

82 struttura La struttura di un sistema operativo, tipicamente, è quella a cipolla: Livelli

83 Livelli Ciascun livello: funzionalità – usa le funzionalità di quello sottostante servizi – fornisce servizi al livello che segue nella gerarchia risorse – gestisce delle risorse mediante politiche invisibili ai livelli superiori Lhardware è dunque ricoperto da una serie di strati di software.

84 Macchine virtuali lesperto che scrive un sistema operativo vede il sistema come un insieme di risorse fisiche da comandare direttamente; colui che progetta un ambiente di programmazione vede la macchina come linsieme delle funzioni messe a disposizione dal sistema operativo; Si crea, in questo modo, una gerarchia di macchine virtuali.

85 Macchine virtuali lutente che usa un linguaggio di alto livello per progettare un programma applicativo vede lelaboratore come linsieme delle funzionalità messe a disposizione dallambiente di programmazione; per lutilizzatore di un programma applicativo, infine, il sistema appare virtualmente come linsieme dei comandi che può fornire alla macchina per soddisfare le sue esigenze.

86 Macchine virtuali Riassumendo: lutente finale del sistema interagisce solo con il livello più esterno della gerarchia. Idealmente, lutente finale è ignaro di tutti i dettagli delle operazioni svolte dai livelli inferiori. Potrebbe (sempre idealmente) essere a conoscenza solo delle operazioni che è interessato ad effettuare.

87 Il livello più basso è quello del kernel (nucleo). Questa parte del sistema operativo si occupa di gestire lesecuzione dei programmi. Gestione CPU Un programma in esecuzione è detto processo. Il kernel distribuisce le risorse di calcolo tra i vari processi attivi.

88 Una prima distinzione è dunque tra quei sistemi che eseguono un processo per volta e quelli in grado di gestirne diversi contemporaneamente. multitasking Questi ultimi sono detti multitasking. Gestione CPU

89 La memoria è una risorsa essenziale e limitata. Essenziale Essenziale, perché ogni programma in esecuzione (processo) deve essere caricato in memoria, e così i dati su cui opera. Gestione memoria Limitata Limitata, perché nei sistemi moderni possono essere attivi più processi nello stesso tempo.

90 Dal momento che la memoria di sistema (RAM) è una risorsa finita, nellallocarla ai vari processi il sistema operativo deve risolvere vari problemi: Gestione memoria trovare spazio per i vari processi; rilocare il codice caricato in memoria; ridurre la frammentazione.

91 Gestione memoria A B A B C In memoria sono caricati i processi A e B.C Anche C viene caricato in memoria. Il processo B termina, e libera la memoria.A C D Il processo D non trova spazio in cui inserirsi, anche se la memoria libera complessiva sarebbe sufficiente.

92 Gestione memoria: paginazione E anche possibile suddividere la memoria in blocchi (pagine fisiche). I programmi da caricare dovranno essere divisi in pagine logiche E F G Memoria (RAM) Processi

93 Gestione memoria: swapping In memoria sono presenti A, B, e C. D non trova spazio. swapping Il sistema operativo può riservare unarea di un disco per lo swapping.D C viene copiato su un disco dal gestore della memoria.A B C D A B D viene caricato in memoria. C C

94 Memoria virtuale Le tecniche appena esposte possono coesistere tranquillamente. Il risultato della loro interazione è che il sistema può disporre, in apparenza, di una quantità di memoria maggiore di quella fisica installata. memoria virtuale Lutilizzo di una memoria secondaria (su disco) per estendere la memoria di sistema consente di parlare di memoria virtuale.

95 accesso Laccesso alle periferiche di I/O viene gestito dal sistema operativo insieme ai driver di periferica. Gestione Input/Output Questi sono programmi specifici per ciascun dispositivo che si colleghi allelaboratore (stampanti, scanner dischi…).

96 Linterazione tra un programma e una periferica è standardizzata. Un programma di elaborazione testi, ad esempio, può inviare un comando di stampa senza curarsi del tipo di stampante collegata al computer. Gestione Input/Output Spetta al sistema operativo smistare la richiesta al driver della stampante.

97 errori di I/O A questo livello è implementato anche un sistema di gestione degli errori di I/O (ad es. dischetto mancante o danneggiato, carta esaurita, ecc.). Gestione Input/Output Anche il controllo dellordine di accesso ai dispositivi è cruciale. Il sistema operativo deve prevenire, o risolvere, eventuali conflitti.

98 file system Il file system è il modo in cui il sistema operativo organizza i file (documenti) sulle unità di memorizzazione. Gestione file Un file è unastrazione che rappresenta un insieme di byte logicamente collegati.

99 file system Il file system deve mettere a disposizione diverse funzioni per la manipolazione dei file: creazione/eliminazione lettura/scrittura/esecuzione coordinamento accessi contemporanei controllo degli accessi (nei sistemi multiutente) Gestione file: funzioni

100 interprete dei comandi Linterprete dei comandi è quella parte del sistema operativo che riceve ed elabora le istruzioni impartite da un utente. Inteprete dei comandi (shell) shell E possibile utilizzare lo stesso sistema operativo con shell differenti. Questo può rendere molto diverso il modo di impartire comandi.

101 interfaccia La shell è dunque lo strato più esterno di un sistema operativo. Di fatto, rappresenta linterfaccia tra utente e sistema. Inteprete dei comandi (shell) MacOS XWindows XPLinux – KDE 3.0

102 La scelta di un sistema operativo ha unimportanza sia teorica che culturale. Un sistema operativo non è solo una realizzazione ingegneristica, ma rispecchia in qualche misura la filosofia che scegliamo di adottare nel nostro rapporto con il computer. Bisogna dunque guardarsi dal considerare il sistema operativo come una sorta di dato tecnologico: si tratta, piuttosto, del risultato di un processo che ha anche fondamentali aspetti culturali e comunicativi. Sistemi operativi: implicazioni

103 interprete dei comandi Linterprete dei comandi è quella parte del sistema operativo che riceve ed elabora le istruzioni impartite da un utente. Inteprete dei comandi (shell)

104 interprete dei comandi shellinterfaccia utente Che differenza cè tra interprete dei comandi,shell, e interfaccia utente? I primi due termini sono sinonimi. Shell vuol dire guscio, in riferimento al fatto che si tratta dello strato più esterno di un sistema operativo. programma E un programma. Inteprete dei comandi (shell) e interfaccia

105 mezzo Linterfaccia è il mezzo attraverso il quale lutente invia comandi alla shell. tipo di utente Esistono diverse interfacce possibili per linterazione uomo-macchina. Il loro successo dipende, oltre che da unaccurata progettazione, dal tipo di utente cui sono rivolte. Interfaccia

106 Due sono i tipi di interfaccia più diffusi per interagire con un computer: a caratteririga di comando Interfacce a caratteri, anche dette a riga di comando ( CLI, command line interfaces ) grafiche Interfacce grafiche ( GUI, graphical user interfaces ), in particolare di tipo WIMP ( Windows, Icons, Menus, Pointing device ) Interfacce

107 Storicamente, per motivi legati allhardware, le interfacce a caratteri vengono prima delle altre. Il CP/M, il DOS, alcuni sistemi operativi in uso sui mainframe negli anni 60, UNIX.. Hanno tutti uninterfaccia a caratteri. Interfacce a caratteri

108 DOS shell

109 Unix shell (linux console) Interfacce a caratteri

110 Esistono molti tipi di shell con interfaccia a caratteri, così come con interfaccia grafica. sintassi flessibilità La differenza tra le interfacce a caratteri è nella sintassi e nella maggiore o minore flessibilità. Interfacce a caratteri

111 Cosa rende diverse le interfacce grafiche le une dalle altre? Evidenziamo due aspetti: metafora il tipo di metafora usata; elementi costitutivi gli elementi costitutivi che lutente può manipolare. Interfacce grafiche

112 La metafora più utilizzata nei personal computer, oggi, è quella della scrivania (in inglese, desktop). Dalla sua introduzione ad oggi sono state introdotte interfacce alternative, allo scopo di superarne le limitazioni, ma ancora senza successo. Metafore

113 Xerox Star

114 Magic Cap, della General Magic Interfacce grafiche: Magic Cap

115 Interfacce grafiche: BOB Microsoft BOB (1995).

116 Linterfaccia grafica dellApple Macintosh: il Finder (ver. 0.97) Interfacce grafiche: Macintosh

117 Uninterfaccia per il DOS: Windows 1.0 Interfacce grafiche: Windows 1.0

118 Uninterfaccia per il DOS: Windows 3.1 Interfacce grafiche: Windows 3.1

119 Windows 95 Interfacce grafiche: Windows 95

120 Luso – e limplementazione - di una metafora pone di fronte, tipicamente, a tre problemi: nel dominio virtuale sono possibili azioni impraticabili in quello reale; nel dominio reale sono possibili azioni impraticabili in quello virtuale; alcune azioni sono presenti in entrambi i domini, ma funzionano in maniera diversa. Interfacce grafiche: metafore

121 Si tratta di uninterfaccia a manipolazione diretta: esistono degli oggetti discreti sui quali lutente può compiere delle azioni (spostarli, trascinarli, gettarli nel cestino..). La metafora associa questi oggetti ai loro corrispettivi nel mondo reale; lutente ha già unidea di quali azioni è possibile compiere. Interfacce grafiche: il desktop

122 Il problema delle interfacce a manipolazione diretta è che lutente deve manipolare direttamente ogni oggetto… per compiti ripetitivi, è frustrante; per compiti complessi, a volte non tutti i passaggi sono noti. Interfacce grafiche: manipolazione

123 Le interfacce attuali, basate sulla metafora della scrivania, sono di tipo WIMP. widget Gli elementi che le compongono vengono detti widget. Una widget è un elemento che fornisce informazioni allutente o gli permette di interagire con il sistema operativo o con unapplicazione. Elementi grafici

124 Esempi di widget sono le icone, i menu, i pulsanti, le finestre, le barre di scorrimento, le caselle di testo… Solitamente è il sistema operativo a mettere a disposizione un insieme di widget. In ambiente Unix è possibile usare insiemi di widget diversi. Interfacce grafiche

125 Macintosh Windows Linux (KDE)

126

127 Il Windows è un sistema operativo basato sugli oggetti. Un oggetto (esempio unicona) è unentità composta da una forma, un aspetto e proprietà. Il Windows è un sistema operativo che si basa sugli eventi. Un evento è unazione riconosciuta da un oggetto. Il Windows ha uninterfaccia grafica GUI, cioè funziona per immagini.

128 La prima schermata che si presenta dopo lavvio in automatico è detta Desktop(cioè scrivania).

129 Si presenta allutente sotto forma di icone, ossia piccole immagini che visualizzano con simboli i vari comandi. Le prime icone che troviamo: Cestino rifiuti Con un clic aprire il cestino

130 Risorse computer Clic Svuota cestino Ripristina cestino Risorse del computer Doppio clic per aprire

131 Risorse computer Allapertura di gestione risorse si apre la seguente icona

132 Desktop di Windows Xp Il desktop di windows è caratterizzato da una immagine di sfondo che può essere personalizzata. Le icone presenti sul desktop possono essere spostate da un punto allaltra del desktop

133 Personalizzazione Desktop Posizionarsi in un punto qualsiasi del Desktop e clic con il tasto destro. Selezionare Desktop

134 Cambio Desktop Clic pulsante Desktop Si può inserire una propria immagine presente in una vostra cartella. Per questa operazione clic su Sfoglia e selezionare la cartella ove è presente limmagine

135 Screen Saver Clic su Screen Saver Casella.attesa tempi screen saver in minuti

136 Aspetto Finestre e pulsanti. WindowsXp Windows classico Combinazione colori:predefinit a – verde oliva Dimensioni Caratteri Nornali, grandi, -Molto grandi

137 Effetti

138 Avanzate

139 Impostazioni Alcuni salva schermo hanno proprietà che possono essere modificati clic su impostazioni

140 Barra delle applicazioni Nella barra inferiore è visibile la barra delle applicazioni che contiene il pulsante Start per visualizzare il contenuto del menù e sufficiente usare il mouse con un clic.

141 Menù Start Il menù start si apre ogni volta che vi si fa clic sopra. Epossibile anche attivarlo mediante il tasto con licona di Windows sulla tastiera prima riga in basso a sinistra. Windows Xp ha la possibilità di attivare il menù Standard o il nuovo menù di Xp

142 Cambio Menù Windows Xp o menù Standard Posizionarsi con il mouse sulla barra delle applicazioni in basso. Clic su con il tasto destro su selezionare il comando Proprietà

143 Cambio Menù Tradizionale

144 Menù classico

145 . PRESENTAZIONE E CARATTERISTICHE - Creazione cartella su Desktop. - desktop (varie icone). GESTIONE DELLE CARTELLE E DEI FILE - risorse del computer - gestione delle risorse - varie operazioni sui file e sulle cartelle. IL PANNELLO DI CONTROLLO - le sue funzioni e le varie applicazioni

146 In Windows Xp sono disponibili altre innovazioni: á Una nuova interfaccia utente Una nuova interfaccia utente á Nomi di file lunghiNomi di file lunghi á Supporto migliorato per i giochi e la multimedialità á Compatibilità hardware e Plug and PlayCompatibilità hardware e Plug and Play á The Microsoft NetworkThe Microsoft Network

147 La barra degli strumenti consente di passare facilmente da un programma allaltro. Facendo clic sul pulsante Start è possibile eseguire applicazioni, cercare documenti e utilizzare le utilità di sistema con estrema rapidità. Sono stati introdotti il pulsante Start e la barra delle applicazioni.

148 NOME DI FILE LUNGHI In Windows sono supportati ora i nomi di file lunghi per garantire una migliore organizzazione e gestione dei file.

149 SUPPORTO MIGLIORATO PER GIOCHI E PER IL MULTIMEDIALE Sono state migliorate le prestazioni video per lesecuzione dei giochi ed è disponibile un supporto avanzato per i giochi in MS-DOS. É stata inoltre migliorata la capacità di riproduzione dei file video e audio.

150 C OMPATIBILTA HARDWARE PLUG AND PLAY Per installare una scheda Plug and Play è sufficiente inserirla nel computer. Allaccensione del computer la scheda verrà riconosciuta e configurata dal sistema. E una funzione che permette al sistema di riconoscere e configurare automaticamente le unità hardware: stampante, modem, ecc.

151 THE MICROSOFT NETWORK Questo nuovo e pratico servizio in linea consente di comunicare con utenti in tutto il mondo, utilizzando la posta elettronica, servizi informativi e Internet.

152 Le Icone sono immagini stilizzate dalle varie applicazioni.Icone Una volta attivate (con la freccia del mouse sullicona che si intende aprire e premendo due volte il tasto sinistro del mouse) si aprono gruppi di programmi o un solo programma.

153 Le cartelle sono da considerarsi particolari contenitori utili non solo per la conservazione dei dati, ma anche per la loro organizzazione, al fine di un più rapido reperimento degli stessi.

154 Quando si apre una cartella o unicona con il doppio click del pulsante sinistro del mouse, si dice che ABBIAMO APERTO UNA FINESTRA Per Finestra si intende una zona di forma rettangolare del video nella quale sono visualizzate informazioni o lesecuzione di una determinata applicazione.

155 Creazione cartelle Gestione s.r.l Vendite AcquistiFinanziamenti Banche Utente 1Utente 2Utente 1 Banca 1Banca 2

156 áIl pulsante Start consente di aprire il menù. áProgrammi á Programmi ultimi utilizzati. áAlla destra áDocumenti á Documenti recenti áImmagini – Musica á Risorse del computer á Risorse di rete áPannello controllo á Connetti a… áStampanti e Fax á Guida in linea e supporti áCerca ed Esegui

157 DOCUMENTI RECENTI Nel menù Dati recenti vengono memorizzati e registrati gli ultimi 15 documenti che sono stati aperti. Per riprendere un lavoro con un documento usato di recente, basta fare clic sul suo nome elencato nel sottomenù Dati recenti. Se il programma con il quale si è creato il documento non è attivo, Windows Xp lo lancerà automaticamente.

158 PANNELLO DI CONTROLLO Tramite lopzione PANNELLO è possibile cambiare la varie impostazioni del computer.

159 LOPZIONE TROVA Lopzione Trova può fornire un aiuto prezioso per recuperare file smarriti nei meandri del sistema.

160 GUIDA IN LINEA La Guida in linea è lo strumento principale per la ricerca delle informazioni.Utilizzando la scheda SOMMARIO o INDICE, sarà possibile trovare gli argomenti generali e dettagliati della guida ESEGUI: REGEDIT o MSCONFIG Lopzione Esegui può eseguire un programma o aprire un file digitando il percorso corretto da seguire.

161 Alla cartella Risorse del computer si può accedere sia dal menù Gestione Risorse che dallicona inserita sul Desktop. FLOPPY DA 3,5 POLLICI STAMPANTE DISCO C DISCO D DISCO E DISCO rimovibile Pannello di controllo (contiene un altro gruppo di icone che ci consentono di modificare le impostazioni del sistema)\

162 GESTIONE RISORSE Il programma Gestione risorse è la potente funzionalità di Windows per la ricerca e la gestione di file, unità e connessioni in rete. Consente di visualizzare e sfogliare le cartelle e i file del computer utilizzando la struttura ad albero caratteristica del DOS

163 VARIE OPERAZIONI SUI FILE E SULLE CARTELLE Le operazioni possibili in questa sezione sono: 1- Spostare o copiare un file o una cartella 2- Eliminare un file o una cartella 3- Creare una nuova cartella 4- Copiare un file su un disco floppy

164 Risorse:Esplora Risorse Menù tradizionale e windows Xp Menù Tradizionale Menù Start Selezionare Tutti i programmi – accessori- Espora risorse Menù Xp Start – Risorse Computer

165 Visualizzazione contenuto disco C

166 Visualizza contenuto cartella Per visualizzare il contenuto del disco rigido fare clic sullicona visualizza contenuto della cartella

167 Clic tasto sinistro su Cartella

168 Se licona ha struttura ad albero Il sistema espande automaticamente visualizzando le sotto cartelle

169 Visualizzazione file contenuti Per visualizzare il numero di file basta leggere nella barra di stato Si può cambiare la visualizzazione con clic su visualizza

170

171 Informazioni su file Di ogni fai è possibile conoscere La posizione in cui è salvato La sua dimensione (spazio da esso occupato su disco) La data di sua creazione

172 Risorse permette lordinamento Fare clic sul piccolo triangolino nero posto accanto al pulsante Visualizza e selezionare Dettagli per ordinare i dati Per ordinare in base alla dimensione selezionare Dimensione

173 Windows Xp permette ordinamenti più chiari Selezionare con clic da Visualizza Disponi per icone Disponi icone per attivare Visualizza in gruppi

174 Visualizza anteprima Semplifica la ricerca e il riconoscimento delle immagini

175 Come nascondere la struttura ad albero Basta fare clic con il mouse sul pulsante Cartelle

176 Apertura file da Esplora Risorse Fare doppio clic sulla icona desiderata per aprire il documento con il relativo programma Le cartelle e file possono essere spostati da una cartella ad unaltra cartella o sul Desktop basta semplicemente trascinarli

177 Modifica del nome file Basta fare clic sul file tasto destro selezionare Rinomina File

178 Ricerca di File e Cartelle Per attivare il comando Cerca Tale comando si trova nella Barra degli strumenti di Esplora Comando Start / Cerca

179 Cerca file doc, musica, filmati Dallicona Risorse puoi selezionare:

180 Individuare tutti i file di un certo tipo Non inserire alcun carattere nella casella ad esempio immagini basta selezionare immagini senza testo

181 Ricerca documenti Selezionare documenti che portano in primo piano quattro pulsanti che consentono di indicare : data ultima modifica - nome documento

182 Definizione criteri di ricerca Ricerca avanzata documenti

183 Condivisione documenti Doppio clic su Condividi cartella

184 Condivisione documenti Clic su generale Clic su condivisione

185 Proprietà documenti Clic su condividi Web

186 Estensioni e opzioni cartella Lestensione è utilizzata da Xp per riconoscere file e programmi. Tutti i programmi hanno estensione exe con doppio clic il sistema operativo interpreta le istruzioni e cerca di eseguirle Xls file Excel, Doc file word o wordpad, bmp file Paint,.

187 Catalogazione file Suffissi Tipo TXT TESTO DOC Documento Word XLS Foglio lavoro Excel MDB Data Base Access GIF-JPG – BMP Immagini PRN Stampa PPT Presentazione PowerPoint TMP File temporanei AIFF –MIDI-WAV-MP3-WMA File Audio AVI-MOV-MPG File Video ZIP File zippati

188 Opzioni windows visualizzazione file Si può attivare questo comando da: Pannello controllo Start – Pannello controllo Esplora risorse Strumenti – Opzioni cartella

189 Opzioni file visualizzazione Non spuntare : Nascondi le estensioni per tipi di file conosciti

190 _Opzioni sfoglia cartelle Consentono di definire se le cartelle devono essere aperte in finestre indipendenti o nella stessa finestra

191 SPOSTARE O COPIARE UN FILE O UNA CARTELLA 1- Fare doppio clic su Risorse del computer. Trovare il file o la cartella da spostare o da copiare, quindi effettuare la selezione. 2- Fare clic sul menù Modifica. - Per spostare il file scegliere Taglia. Ctrl + X - Per copiare il file scegliere Copia. Ctrl +C - Incolla Ctrl +V 3- Aprire la cartella in cui si desidera inserire il file, fare clic su Modifica, quindi scegliere Incolla.

192 Differenza tra copia e taglia Il comando taglia differisce da quello di copia loggetto viene spostato e non duplicato. Si può eliminare un file cliccando sopra evidenziandolo Tasto destro del mouse cliccare su elimina Si può eliminare un file cliccando sopra evidenziandolo e dal menu modifica selezionare elimina.

193 1- Fare doppio clic su Risorse del computer. Trovare il file o la cartella da eliminare, quindi effettuare la selezione.Risorse del computer 2- Scegliere Elimina dal menù File.

194 Compressione file Molto spesso le dimensioni dei file superano la capacità del sistema che devono contenerlo floppy (1,44Mb). Per risolvere il problema si usano dei programmi che riescono a comprimerli. In sostanza questi programmi sono degli algoritmi che comprimono le informazioni. Principali programmi Zip Genius (freeware) NetZip (cerca la presenza di virus nel file da comprimere) può proteggere il documento possiede 5 livelli di compressione

195 Compressione Winzip permette di copiare, compattare, proteggere documenti Pentazip Permette di scegliere tra 10 livelli di compressione WinRar consente di comprimere e decomprimere formati (zip, rar,bzip,jar,arj,lzh,tar,gz,ace,uue,bz2,ace2.0) Pkzip Soluszip

196 Compressione Per comprimere un file è necessario selezionarlo clic tasto destro compare la finestra che presenta i comandi per i diversi zip installati Scegliere Add to nome-del-file.zip confermare su I agree se il programma è shareware Per comprimere file su più dischetti scegliere Add to Zip ed indicare il percorso

197 Decompressione Per decoprimere selezionare il file evidenziandolo clic tasto destro del mouse scegliere Extract to folder…\nomefile ed I Agree se il programma è shareware. Il file decompresso avrà lo stesso nome è verrà collocato nella stessa cartella del file compresso Se si vuole collocare il file in una cartella diversa selezionare Extract to…

198 CREARE UNA NUOVA CARTELLA 1 - Fare doppio clic su Risorse del computer, quindi sullunità disco o sulla cartella in cui si desidera inserire la nuova cartella. 2- Scegliere Nuovo dal menù File, quindi scegliere Cartella. 3- Digitare il nome della nuova cartella, quindi premere Invio.

199 1- Fare doppio clic su Risorse del computer. 2 - Cercare il file o la cartella che si desidera copiare 3 - Effettuare la selezione CON IL PULSANTE DESTRO DEL MOUSE. 4 - Scegliere Invia A dal menù File, quindi fare clic sullunità su cui si desidera copiare il file o la cartella.

200 Il Pannello di controllo è unapplicazione che permette di modificare le impostazioni relative allambiente Windows; per esempio il colore del desktop, o le caratteristiche del mouse (la velocità con cui si muove il puntatore sullo schermo o la velocità del doppio clic), o le caratteristiche della tastiera (la velocità di ripetizione dei tasti), o quelle legate allinstallazione e configurazione di stampanti, o le impostazioni dei formati di ora e data per paesi diversi ecc.

201 PROGRAMMI PANNELLO DI CONTROLLO

202 INSTALLAZIONE E DISISTALLAZIONE PROGRAMMI Installazione (I programmi generalmente vengono distribuiti su CD-Rom essi contengono il file eseguibile SETUP.EXE. Se il CD non è autopartente con esplora risorse aprire il contento del CD-Rom fare doppio fare clic su setup.exe per far partire linstallazione del programma. Se il programma shareware (prelevato da internet) è sufficiente il doppio clic sul file exe La procedura è guidata basta eseguirla e premere il pulsante Next (Avanti). Durante linstallazione vi si può chiedere la registrazione con il codice (numero di serie)

203 DISINSTALLAZIONE Qualunque programma installato può essere rimosso mediante il programma INSTALLA APPLICAZIONI presente nel PANNELLO DI CONTROLLO Alcuni programmi possiedono il file Unistall I file presenti in Installa applicazioni possono essere ordinati

204 Disinstallere rimuovendo cartella Rimuovere la cartella che contiene il programma non vuol dire disinstallarlo

205 Il pannello di controllo raggruppa tutta una serie di utility sia per linstallazione e gestione degli applicativi sia per la personalizzazione del desktop. Le funzioni sono: - Console: permette di personalizzare la finestra di DOS. - Data/Ora: permette di impostare la data, lora del sistema e il fuso orario. - Impostazioni internazionali: permette di impostare il formato della data, dei numeri e della moneta. - Installazione applicazioni: permette linstallazione guidata degli applicativi.

206 - Mouse: permette di regolare la velocità del pulsante e di personalizzarne la forma. - Sistema: fornisce informazioni sul sistema. - Tastiera: permette di impostare la lingua e la velocità di risposta alla pressione dei tasti. - Schermo: permette di personalizzare lo schermo. - Sfondo: agendo sulle tendine si possono modificare aspetto e motivo dello sfondo. - Screen Saver: facendo scorrere la tendina si può scegliere un motivo da utilizzare come screen saver.

207 - Aspetto: permette di personalizzare i colori delle finestre, delle barre di scorrimento, dei pulsanti e, più in generale, di tutte le parti dello schermo elencate nelle tendine in basso

208 Esecuzione delle Applicazioni Windows Xp permette di utilizzare contemporaneamente più applicazioni. Ogni programma aperto occupa una finestra indipendente, Il programma applicativo è associato alla finestra, aprendo più programmi o più finestre possiamo portarli a tutto schermo su video o rimpicciolita o ridotta a icona Molti programmi permettono di elaborare contemporaneamente più documenti aprendo più finestre,Tutto il pacchetto Office opera in questo modo.

209 Gestione programmi Per portare in primo piano i programmi fare clic sul pulsante della barra di applicazione che individua il programma Per rendere visibili tutte le finestre dei programmi in esecuzione fare clic con il pulsante destro sulla barra degli strumenti Se aprite più finestre associate allo stesso programma windows Xp associa al gruppo un unico pulsante nella barra delle applicazioni. Per visualizzare lelenco delle applicazioni aperte basta fare clic sullunica barra delle applicazioni per visualizzare le diverse applicazioni

210 Gestione programmi Alcuni programmi aprono documenti in finestre secondarie che possono essere spostate solo allinterno della finestra principale Non è possibile trascinare sul Desktop una finestra contenuta in unaltra finestra Per chiudere una finestra X Le applicazioni possono bloccarsi senza riavviare il sistema premere contemporaneamente i tasti CTRL+ALT+CANC Selezionare il programma bloccato e fare clic su termina

211 Task Manager Windows

212 Creazione struttura ordinata nel Menù START e sul disco rigido C Creazione struttura ordinata nel Menù Start sotto il menù Programmi Dal menù Start clic su Programmi clic su Accessori clic con Tasto destro clic su Apri cartella utente Assegnare un nome Gestione risorse: spostare il file nella cartella Programmi trascindolo Aprire Start Programmi Trascinare i programmi nella cartella creata

213 Creazione struttura ordinata sul disco rigido C E possibile creare delle cartelle ordinate sul disco rigido C o su altro supporto Start – Risorse computer – File Apri cartella Nuova Carlella Assegnare nome

214 Creare una cartella con le relative sottocartelle Gestione contabile Fatture Estratti conto Corrispondenza Acquisti vendite Banca1 Banca2 enti comuni provincia ditte

215 Accessori WordPad La registrazione può essere in formato Txt o Rtf o Dos

216 Paint Possono crearsi disegni nei seguenti formati: Bit map monocromatico 16 colori 256 colori 24 BMP jpg Gif Tiff Png

217 Calcolatrice Può essere normale o scientifica

218 Utilità di Sistema Backup Mappa caratteri Microsoft System Information Operazioni pianificate Pulitura disco Rpristino configurazione Trasferimento guidato file e impostazioni Utilità di frammentazione dischi

219 Utilità di Sistema Backup Backup di file e cartelle L'utilità di backup consente di eseguire il backup dei dati su file o su nastro. Quando si esegue il backup dei dati su file, è necessario assegnare al file da salvare un nome e un percorso. I file di backup sono in genere contraddistinti dall'estensione bkf, ma è possibile assegnare qualsiasi altra estensione. Un file di backup può essere salvato su disco rigido, su disco floppy o su qualsiasi altro supporto rimovibile o non rimovibile in cui è possibile salvare un file.supporto Quando si esegue il backup dei dati su nastro, è necessario collegare al computer una periferica a nastro. I nastri sono gestiti tramite Archivi rimovibili. Sebbene l'utilità di backup interagisca con Archivi rimovibili, per eseguire determinate operazioni di manutenzione, ad esempio la preparazione e la rimozione dei nastri, potrebbe essere necessario utilizzare Archivi rimovibili.Archivi rimovibili

220 Utilità di Sistema Backup Nei quattro passaggi riportati di seguito viene descritta una semplice operazione di backup: Selezionare i file, le cartelle e le unità per il backup Nell'utilità di backup è disponibile una visualizzazione struttura delle unità, dei file e delle cartelle presenti nel computer, che consente di selezionare i file e le cartelle di cui si desidera eseguire il backup. Questa visualizzazione può essere utilizzata allo stesso modo di Esplora risorse di Windows per aprire unità e cartelle e selezionare file.visualizzazione struttura

221 Utilità di Sistema Backup Selezionare i supporti di archiviazione o il percorso dei file per i dati di backupSelezionare i supporti di archiviazione o il percorso dei file per i dati di backup L'utilità di backup offre due opzioni per la selezione dei supporti di archiviazione: È possibile eseguire il backup dei dati in un file in una periferica di archiviazione. Per periferica di archiviazione si intende un disco rigido, un disco Zip o qualsiasi tipo di supporto rimovibile o non rimovibile in cui è possibile salvare un file. Questa opzione è sempre disponibile. È possibile eseguire il backup dei dati in una periferica a nastro. Questa opzione è disponibile solo se nel computer è installata direttamente o collegata una periferica a nastro. Se si esegue il backup dei dati su una periferica a nastro, i supporti verranno gestiti da Archivi rimovibili.

222 Utilità di Sistema Backup Impostare le opzioni di backup Nell'utilità di backup è disponibile la finestra di dialogo Opzioni, che consente di personalizzare le operazioni di backup. Utilizzando tale finestra di dialogo è possibile eseguire le operazioni seguenti: Selezionare il tipo di backup che si desidera eseguire. I tipi di backup disponibili sono completo, giornaliero, differenziale, incrementale e normale.completogiornalierodifferenzialeincrementalenormale Indicare se si desidera registrare le operazioni di backup in un file registro. Se si seleziona questa opzione, è inoltre possibile indicare se si desidera utilizzare un file registro completo oppure di riepilogo.file registro Indicare se si desidera eseguire il backup dei dati archiviati su unità montate.unità montate Indicare i tipi di file che si desidera escludere dall'operazione di backup.tipi di file Indicare se si desidera verificare la corretta esecuzione del backup dei dati.

223 Utilità di Sistema Backup Avviare il backup Quando si avvia un'operazione di backup, verranno richieste informazioni sul processo di backup e sarà possibile impostare opzioni di backup avanzate. Dopo aver specificato le informazioni richieste o aver modificato le opzioni di backup, verrà avviato il backup delle cartelle e dei file selezionati. Le informazioni sul processo di backup verranno richieste anche se è stato pianificato un backup automatico. Dopo aver specificato le informazioni richieste, tuttavia, anziché avviare il backup dei file, verrà aggiunto il backup pianificato all'Utilità di pianificazione.

224 Ripristino Loperazione consente di riportare i file di backup su un altro computer questo si ottiene mediante il comando ripristino

225 Mappa caratteri

226 Microsoft System Information Informazioni sul sistema

227 Operazioni Pianificate Cenni preliminari su Operazioni pianificate Operazioni pianificate consente di pianificare l'esecuzione di qualsiasi script, programma o documento all'ora desiderata. Questa utilità viene avviata ogni volta che si avvia Windows XP ed è eseguita in background. Operazioni pianificate consente inoltre di: Pianificare l'esecuzione di un'operazione ogni giorno, ogni settimana, ogni mese o in determinate occasioni, ad esempio all'avvio del sistema. Modificare la pianificazione di un'operazione. Interrompere un'operazione pianificata. Personalizzare la modalità di esecuzione di un'operazione a un'ora pianificata.

228 Pulitura disco

229 Ripristinare configurazione sistema

230 Utilità deframmentazione

231 Compatibilità Software Se una vecchia applicazione non funziona è sufficiente applicare una modalità di esecuzione start – Programmi- Accessori- verifica guidata compatibilità programmi Avanti selezionare unità Selezionare il sistema desiderato Avanti Limitare il numero di colori Scheda compatibiltà Tasto destro del mause sullicona del file selezionare Proprietà

232 Gestione Hardware Stampanti Modem Mouse, tastiere, periferiche Icona nuovo hardware Gestione periferiche

233 Stampanti Le stampanti sono periferiche esterne si possono collegare o alla porta parallela o alla porta USB. Una volta installato il driver attraverso il disco fornito dal costruttore tutti i programmi saranno in grado di inviare alla periferica i propri documenti. Le stampanti attuali sono Plug and Play è sufficiente collegare il cavo ed accendere il dispositivo per il riconoscimento. Procedura di istallazione Aprire il menù Start clic sullicona Stampanti selezionare Aggiungi stampante

234 Stampante Installazione La cartella stampante può essere aperta anche mediante il Pannello di controllo. La seconda finestra chiede di scegliere il tipo di stampante da installare

235 Plug and Play di Windows Xp Se windows Xp non riesce ad individuare la nuova periferica appare la seguente icona. Le porte più comuni sono la parallela LPT1 e la porta USB. Dopo aver premuto Avanti è necessario selezionare il nome del produttore e il nome del modello. Se si dispone del Disco drive clic su Discodrive con lunità logica

236 Stampante predefinita La stampante predefinita compare allinizio dellelenco. Si può cambiare il tipo di stampante in uso Start – stampanti Se si desidera consentire ad altri utenti della rete di accedere alla periferica fai clic sul pulsante opzione Nome Condivisione e scrivere nella casella il nome con cui identificare la stampante di rete. Si può verificare il funzionamento avviando al pagina di prova

237 Stampante predefinita Al termine dllinstallazione compare licona della nuova installazione

238 Modem I modem sono strumenti che permettono di collegare il proprio computer con altri computer. Esistono modem Esterni che si collegano o alla porta seriale o alla USB e modem interni che si inseriscono alla porta ISA del PC. Principale caratteristica del Modem: Velocità bit al secondo. Licona che permette di installare il drive del modem si trova nella cartella stampanti e altro Hardware e si chiama Opzioni modem. Dopo aver installato il drive tramite il proprio CD è necessario configurarlo.

239 Modem Per accedere alla configurazione aprire Pannello di controllo Opzioni modem

240 Modem Se il modem è spento selezionare la casella Non rilevare modem ; verrà selezionato successivamente. Se il Plug and Play non è riuscito a rilevare il modem puoi scegliere il modello standard o fare clic sul pulsante Disco drive

241 Mouse, tastiere,periferiche gioco I driver del mouse e della tastiera vengono installati al momento dellinstallazione di windows Xp. Se si sostituisce una o tutte due le periferiche con dispositivi a raggi infrarossi potrebbe essere necessario di installare nuovi driver. Le periferiche di gioco sono dispositivi per gli appassionati di simulatori di volo. Esistono joystic di ogni forma e dimensione, joypad con 10 pulsanti. In genere queste periferiche si collegano alla porta MIDI/Joystic della scheda audio o alla porta USB

242 Mouse, tastiere,periferiche gioco Le icone che consentono di aprire i programmi dedicati ai mouse, alle tastiere, alle periferiche di gioco fanno parte della categoria Stampanti e altro Hardware Pannello di controllo Mouse Se siete mancini selezionare la casella Inverti pulsante secondario in modo da utilizzare il pulsante destro del mouse come pulsante principale.

243 Mouse E possibile configurare il mouse in modo da spostare le icone e gli oggetti mobili senza tener premuto il pulsante sinistro. Selezionare lopzione Attiva blocco clic Fare clic su impostazioni per definire il tempo necessario. La scheda Puntatori permette di definire una combinazioni di forme

244 Mouse I mouse dellultima generazione sono dotati di una rotellina centrale che consente di sfogliare più facilmente documenti

245 Tastiera La periferica tastiera contiene due schede Regolare il ritardo Modificare lintermittenza del cursore

246 Periferiche di gioco Joystic, joypad e altre periferiche possono essere installate con periferiche di gioco Agire sul pulsante Aggiungi Se il nome non compare nellelenco premere il pulsante Personalizza

247 Periferiche di gioco Una volta installati i driver della nuova periferica si può verificare il funzionamento

248 Nuovo Hardware Pannello di controllo

249 Gestione periferiche Pannello di controllo

250 Strumenti multimediali Pannello di controllo

251 Gestione immagini

252 Uso del Paint

253 Schede audio

254 Registrazione suoni

255 Telecamere DV

256 Movie Maker

257 Reti domestiche Scheda di rete Protocolli di comunicazione Procedure guidate Condivisione risorse Stampanti di rete

258 Internet Configurazione guidata Esplorate il web Salvataggio dei dati scaricati da internet Configurazione avanzata di internet exsplorer Configurazione della posta elettronica Utilizzo di Outlook Express


Scaricare ppt "Gestione di file e uso delle applicazioni Obiettivi del corso Conoscere gli elementi principali dell-interfaccia di Windows Gestire file e cartelle Aprire."

Presentazioni simili


Annunci Google