La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD) Roma, 27 Ottobre 2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD) Roma, 27 Ottobre 2011."— Transcript della presentazione:

1 Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD) Roma, 27 Ottobre 2011

2 2 Loperatività del FITD La Direttiva 94/19/CE La revisione della Direttiva LEuropean Forum of Deposit Insurers (EFDI) Agenda

3 3 Loperatività del FITD Loperatività del FITD Loperatività del FITD La Direttiva 94/19/CE La Direttiva 94/19/CE La revisione della Direttiva La revisione della Direttiva LEuropean Forum of Deposit Insurers (EFDI) LEuropean Forum of Deposit Insurers (EFDI)

4 4 Caratteristiche consorzio di diritto privato Il FITD è un consorzio di diritto privato istituito nel 1987 su base volontaria Direttiva 94/19/CE La partecipazione al Fondo diviene obbligatoria nel 1996 per effetto del decreto legislativo n. 659/1996 di recepimento della Direttiva 94/19/CE sugli schemi di garanzia dei depositi (Deposit Guarantee Scheme- DGS) euro Direttiva 2009/14/CE Livello di copertura: euro per depositante e per banca (ai sensi del Decreto legislativo n. 49/2011 di recepimento della Direttiva 2009/14/CE) banche aderenti al 31 Dicembre 2010 ex-post Sistema di funding (reperimento risorse): ex-post

5 5 Garanzia Oggetto della garanzia Il FITD protegge i depositanti delle banche aderenti operanti in Italia (banche italiane, filiali di banche extracomunitarie), delle filiali delle banche italiane stabilite in paesi EU e delle filiali delle banche italiane stabilite in paesi non EU (se non protette dallo schema locale) fondi acquisiti dalle consorziate con obbligo di restituzione, in euro e valuta, sotto forma di depositi o sotto altra forma (certificati di deposito), nonché gli assegni circolari e gli altri titoli di credito a essi assimilabili 100,000 Euro

6 6 Il sistema di monitoraggio Il FITD misura il livello di rischio delle banche aderenti avvalendosi di un sistema di monitoraggio fondato su quattro indicatori di bilancio, riferiti a tre profili gestionali: Rischiosità Solvibilità Redditività/Efficienza Tale sistema è necessario per determinare landamento della singola banca rispetto al sistema. Questo si traduce in un aggravio o sgravio del sistema di contribuzione della stessa banca su: - Spese di funzionamento - Interventi

7 7 Il sistema di monitoraggio Quali indicatori? A1 A1 = Sofferenze nette / Patrimonio di vigilanza B1 B1 = Patrimonio di vigilanza, incluso tier 3 / Totale requisiti patrimoniali D1 D1 = Costi di struttura / margine di intermediazione D2 D2 = Perdite su crediti, al netto dei recuperi / risultato lordo di gestione Rischiosità Redditività/Efficienza Solvibilità

8 8 Risorse per interventi Le contribuzioni per gli interventi sono versate dalle banche quando necessario per gestire lintervento. Dunque il fondo ha natura virtuale. Le banche aderenti hanno limpegno di versare al FITD un ammontare di risorse per interventi compreso tra lo 0,4% e lo 0,8% dei Fondi Rimborsabili totali. La Percentuale è definita annualmente dallAssemblea Generale del FITD. Fondi Rimborsabili Totali: circa 470 miliardi euro (al 31/12/2010). Ammontare del fondo virtuale: 1,9 miliardi euro Funding ex-post

9 9 FITDFITD Rimborso dei depositanti Rimborso dei depositanti Cessioni di attività e passività Cessioni di attività e passività Interventi di sostegno Interventi di sostegno In caso di liquidazione coatta amministrativa di una banca (Statuto, art. 27) In caso di liquidazione coatta amministrativa di una banca (Statuto, art. 27) In alternativo al rimborso (Statuto, art. 28) In alternativo al rimborso (Statuto, art. 28) In caso di amministrazione, Straordinaria (garanzie, finanziamenti, partecipazioni, altro) (Statuto, art. 29) In caso di amministrazione, Straordinaria (garanzie, finanziamenti, partecipazioni, altro) (Statuto, art. 29) Scelta sulla base del Principio del minor onere Gli interventi devono essere autorizzati dalla Banca dItalia Tipologie di intervento

10 10 La Direttiva 94/19/CE Loperatività del FITD Loperatività del FITD La Direttiva 94/19/CE La Direttiva 94/19/CE La revisione della Direttiva La revisione della Direttiva LEuropean Forum of Deposit Insurers (EFDI) LEuropean Forum of Deposit Insurers (EFDI)

11 11 La Direttiva 94/19/CE Adesione obbligatoria per tutte le banche a uno schema di garanzia stabilito nel paese di origine; Armonizzazione limitata ad alcuni aspetti dei DGS, tra cui; Livello minimo di garanzia ( euro) per depositante, con obbligo di riesame periodico del livello di copertura da parte della Commissione (almeno ogni 5 anni); Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio del 30 maggio 1994 Quali caratteristiche? 1/2

12 12 La Direttiva 94/19/CE Oggetto della garanzia: definizione di deposito art.1, con esclusioni art. 2 (es. obbligazioni, depositi delle banche in nome e per proprio conto, fondi propri, depositi per i quali ci sia stata una condanna per riciclaggio). Tempi di rimborso dei depositanti: 3 mesi, prorogabili per due volte eccezionalmente di ulteriori 3 mesi (decisione di Banca dItalia); Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio del 30 maggio /2

13 13 La revisione della Direttiva Loperatività del FITD Loperatività del FITD La Direttiva 94/19/CE La Direttiva 94/19/CE La revisione della Direttiva La revisione della Direttiva LEuropean Forum of Deposit Insurers (EFDI) LEuropean Forum of Deposit Insurers (EFDI)

14 14 Il processo di revisione Ottobre: innalzamento immediato del livello minimo di copertura da euro a euro 2008 Marzo: Direttiva 2009/14/CE recante modifica alla Direttiva 94/19/CE per quanto riguarda il livello di copertura e il termine di rimborso (recepita in Italia con il D. Lgs. n. 49/2011) Luglio: Consultazione pubblica della Commissione Europea sui DGS per la revisione della Direttiva 94/19/CE Luglio: proposta legislativa della Commissione Europea per la revisione della Direttiva 94/19/CE. 2010

15 15 Il processo di revisione Settembre: trasmissione della proposta legislativa dalla Commissione al Parlamento Europeo (PE) Attualmente: dibattito in corso presso il Parlamento Europeo, il Consiglio dellUE e la Commissione (Trilogo) per lapprovazione di un testo condiviso. In attesa della riunione plenaria del PE per lapprovazione (data indicativa: 13 dicembre 2011) Dopo lapprovazione: recepimenti da parte dei Parlamenti nazionali entro il 31/12/2012 (salvo modifiche)

16 16 Alcune modifiche già attuate La Direttiva 2009/14/CE Quali modifiche? Armonizzazione del livello di copertura nella UE: Innalzamento immediato del livello minimo da euro a euro; Armonizzazione a euro a decorrere dal 31/12/2010 Riduzione del termine di rimborso da tre mesi, prorogabili per due volte di altri tre mesi (Direttiva 94/19/CE) a 20 giorni, prorogabili eccezionalmente di altri 10 giorni Recepimento: Decreto legislativo n. 49 del 24 marzo 2011

17 17 Il processo ancora in corso I punti caldi in discussione nelle riunioni del Trilogo Livello target del fondo ex-ante: da 0,5% al 1,5% dei fondi garantiti; Periodo di rimborso: da 20 a 5 giorni lavorativi; Rimborso demergenza: per chi ne faccia richiesta, subito 5000 Euro; Contribuzioni calcolate sulla base del rischio

18 18 LEuropean Forum of Deposit Insurers (EFDI) Loperatività del FITD Loperatività del FITD La Direttiva 94/19/CE La Direttiva 94/19/CE La revisione della Direttiva La revisione della Direttiva LEuropean Forum of Deposit Insurers (EFDI) LEuropean Forum of Deposit Insurers (EFDI)

19 19 LEFDI E lAssociazione Europea dei Fondi di Garanzia dei Depositi (Deposit Guarantee Schemes, DGS) Fondata nel 2002, nel 2007 diventa unAssociazione Internazionale No Profit di diritto belga, assumendo il ruolo di partner ufficiale delle Istituzioni europee (Commissione, Parlamento e Consiglio). Missione: contribuire alla stabilità del sistema finanziario promuovendo la cooperazione europea e internazionale attraverso lo scambio di informazioni e best practices tra i membri.

20 20 Membri EFDI Membri 55 DGS (che rappresentano 42 paesi di area europea, inclusi i 27 dellUE) Associati 9 ICS Investor Compensation Schemes (ICS - Fondi di Garanzia degli Investimenti) (Membri fondatori 25 DGS) Membri 55 DGS (che rappresentano 42 paesi di area europea, inclusi i 27 dellUE) Associati 9 ICS Investor Compensation Schemes (ICS - Fondi di Garanzia degli Investimenti) (Membri fondatori 25 DGS)

21 21 LEFDI Observers per citarne solo alcuni: World Bank, IMF, Commissione Europea, Banca Centrale Europea, EBA Presidente: Roberto Moretti (Italia) Vice presidente: Dirk Cupei (Germania) Consiglio: 7 membri (5 dellUE e 2 di paesi non UE) Presidente: Roberto Moretti (Italia) Vice presidente: Dirk Cupei (Germania) Consiglio: 7 membri (5 dellUE e 2 di paesi non UE) Governance

22 22 EFDI Working Groups EU Committee E costituito da tutti i fondi di garanzia dei depositi dellUnione Europea (46). Da oltre due anni sta seguendo il processo di revisione della direttiva europea sui DGS (94/19/CE). ICS Working Group E costituito dai 9 Associati e da 22 DGS che sono allo stesso tempo fondi di garanzia degli investimenti. Il gruppo segue il processo di revisione della direttiva europea sugli ICS (97/9/CE) che, come quella sui DGS, viene attualmente discussa dal Trilogo. Credit Cooperative Working Group E costituito dai fondi di garanzia delle banche di credito cooperativo che si incontrano per discutere le peculiarità dei loro sistemi. EU Committee E costituito da tutti i fondi di garanzia dei depositi dellUnione Europea (46). Da oltre due anni sta seguendo il processo di revisione della direttiva europea sui DGS (94/19/CE). ICS Working Group E costituito dai 9 Associati e da 22 DGS che sono allo stesso tempo fondi di garanzia degli investimenti. Il gruppo segue il processo di revisione della direttiva europea sugli ICS (97/9/CE) che, come quella sui DGS, viene attualmente discussa dal Trilogo. Credit Cooperative Working Group E costituito dai fondi di garanzia delle banche di credito cooperativo che si incontrano per discutere le peculiarità dei loro sistemi.

23 23 EFDI Working Groups Nuovi gruppi di lavoro per il 2012: 1) Reasearch Working Group Analizzerà tematiche importanti che via via verranno individuate; 2) Public Relation Working Group Analizzerà le campagne di informazione pubblica dei membri EFDI e seguirà il rinnovamento del sito Web dellassociazione. Nuovi gruppi di lavoro per il 2012: 1) Reasearch Working Group Analizzerà tematiche importanti che via via verranno individuate; 2) Public Relation Working Group Analizzerà le campagne di informazione pubblica dei membri EFDI e seguirà il rinnovamento del sito Web dellassociazione.

24 24 Prossimi eventi EFDI 8-9 Dicembre 2011, Sarajevo: Financial Stability in South-Eastern Europe. Si analizzerà limpatto della nuova direttiva europea sui paesi dellarea balcanica; 13 Dicembre 2011, Helsinki: ICS WG Meeting, per un aggiornamento sulla revisione della Direttiva sugli ICS; Settembre 2012, Ginevra: EFDI Annual Meeting e Conferenza Internazionale 2012 Giugno 2013, Siena: EFDI Annual Meeting

25 Grazie per la vostra attenzione Avv. Roberto Moretti Segretario Generale FITD


Scaricare ppt "Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi (FITD) Roma, 27 Ottobre 2011."

Presentazioni simili


Annunci Google