La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MULTIFUNZIONALITA: una opportunità per un rinnovato rapporto tra città e campagna. 1multifunzionalita' Dott. Agr. Paolo Ugo Braggio In collaborazione con.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MULTIFUNZIONALITA: una opportunità per un rinnovato rapporto tra città e campagna. 1multifunzionalita' Dott. Agr. Paolo Ugo Braggio In collaborazione con."— Transcript della presentazione:

1 MULTIFUNZIONALITA: una opportunità per un rinnovato rapporto tra città e campagna. 1multifunzionalita' Dott. Agr. Paolo Ugo Braggio In collaborazione con Dott. Fot. Moreno Dalle Pezze Accademia di Agricoltura Scienze e Lettere di Verona 19 Maggio 2010

2 2multifunzionalita' AZIENDA AGRICOLA MULTIFUNZIONALE CON PRIORITA DELLE PRODUZIONI

3 3multifunzionalita' AZIENDA AGRICOLA MULTIFUNZIONALE CON PRIORITA DELLE PRODUZIONI SERVIZI ALLE PERSONE

4 4multifunzionalita' AZIENDA AGRICOLA MULTIFUNZIONALE CON PRIORITA DELLE PRODUZIONI SERVIZI ALLE PERSONE accoglienza social farm ristorazione didattica ippoterapia ippotrekking

5 5multifunzionalita' AZIENDA AGRICOLA MULTIFUNZIONALE CON PRIORITA DELLE PRODUZIONI SERVIZI AL TERRITORIO feste locali vendita diretta prodotti tipici attività culturali cura del paesaggio sistemazioni idraulico agrarie spazzaneve cura della sentieristica rurale

6 6multifunzionalita' AZIENDA AGRICOLA MULTIFUNZIONALE CON PRIORITA DELLE PRODUZIONI SERVIZI AL TERRITORIO accoglienza social farm ristorazione didattica ippoterapia ippotrekking feste locali vendita diretta prodotti tipici attività culturali cura del paesaggio sistemazioni idraulico agrarie spazzaneve cura della sentieristica rurale SERVIZI ALLE PERSONE

7 Linnovazione dellagricoltura strutturale, gestionale, strategica, per rispondere anche con servizi al territorio e alle persone ai nuovi settori richiesti allagricoltura; produzioni alimentari di qualità

8 Paesaggio agrario

9 Paesaggio agroambientale

10 10multifunzionalita' accoglienza

11 11multifunzionalita' La multifunzionalità è finalizzata anche alla salvaguardia delloccupazione delle persone che operano in azienda, con lavvio di nuove attività per modernizzare lagricoltura e le risorse agro-ambientali

12 12multifunzionalita' Il contatto diretto con la natura, il clima, lambiente, le piante, gli animali, i tempi meno ritmati, gli ambienti più dilatati tranquillizzano lanimo dei piccoli ma anche dei grandi.

13 13multifunzionalita' Lintegrazione delle persone svantaggiate inserite in un piccolo nucleo operativo a livello familiare favoriscono lequilibrio individuale e sociale, e la riacquisizione della fiducia nelle proprie capacità. (come da tempo sperimentato nelle Social Farm olandesi).

14 14multifunzionalita' Loperatore agrituristico attuando la multifunzionalità nella propria azienda agricola diviene anche educatore delle persone e favorisce quindi lavvicinamento del cittadino al territorio rurale.

15 15multifunzionalita' Divulga i legami tra clima e ambiente, tra le produzioni e la stagionalità, le tradizioni rurali del prodotti tipici e le modalità di preparazione.

16 16multifunzionalita' gli scolari, con lagriturismo didattico, sono messi in grado di conoscere (vedere, osservare cosa si ottiene dalla terra),capire perché la realtà è così e come funziona;toccando,vedendo,gustando, condividendo

17 17multifunzionalita' Alla MULTIFUNZIONALITA si connettono

18 18multifunzionalita' Alla MULTIFUNZIONALITA si connettono A. la sostenibilita dello sviluppo nell ambiente agrario

19 19multifunzionalita' Alla MULTIFUNZIONALITA si connettono A. la sostenibilita dello sviluppo B. la competitività delle aziende agricole in grado di fornire servizi sociali e ambientali in grado di soddisfare le aspettative della collettività

20 20multifunzionalita' FASI CRONOLOGICHE DELLA MULTIFUNZIONALITA Conferenza di Cork in Irlanda

21 21multifunzionalitaio Primo atto comunitario importante è rappresentato dalla Conferenza di Cork, tenutasi tra il 07 e 08/11/1996 in Irlanda, avente tema Una Europa viva Punti salienti dei lavori hanno riguardato: 1.la qualità della vita dei cittadini e degli agricoltori ; 2.la salute, la sicurezza alimentare in agricoltura; 3.lo sviluppo individuale; 4.il tempo libero. E stata riconosciuta alle zone rurali la posizione privilegiata per soddisfare le esigenze degli agricoltori e dei cittadini, per la qualità della vita, con il necessario adeguamento della Politica Agricola Comunitaria. FASI CRONOLOGICHE DELLA MULTIFUNZIONALITA

22 22multifunzionalita' 1999 A BERLINO vengono stipulati gli accordi di politica agraria e strutturale – Agenda 2000 – con relativi regolamenti comunitari. Avviando la Politica Agricola Comunitaria dal 2000 al 2006, avente lidea guida : nè rurale, nè urbana, ma progettazione territoriale. In tale contesto, la cultura locale viene intesa come fonte di attività di benessere e può costituire un importante vantaggio per lo sviluppo rurale. Lagricoltura da agente monofunzionale, si avvia così alla plurifunzionalità estendendo il proprio compito a settori terzializzati, con lofferta di servizi. Nasce un Un nuovo stile di fare impresa.

23 23multifunzionalita' Determinante è risultato il D. Lgs. N. 228 del 2001 – Orientamento e modernizzazione del settore agricolo - che ha riconosciuto alla figura dellimprenditore agricolo la possibilità di affiancare alla produzione, anche lofferta di servizi.

24 24multifunzionalita' Dalla Normativa se ne deduce che per MULTIFUNZIONALITA,si debba intendere in sostanza linsieme dei contributi che lagricoltura può apportare al benessere sociale ed economico della collettività e che questultima riconosce propri dellagricoltura. In tale contesto appaiono determinanti i ruoli degli Enti territoriali locali, rurali per la valorizzazione dei propri territori. Grazie per la partecipazione.

25 Come beneficiare di tali opportunità da parte dellImprenditore agricolo ? Il cambiamento in effetti complesso, richiesto agli imprenditori agricoli per affiancare la loro attività produttiva, verso lofferta di servizi, richiede un persistente aggiornamento, su aspetti organizzativi, gestionali, contenutistici, di sicurezza in generale. Coldiretti organizza in merito specifici corsi di aggiornamento, frequentati specie da giovani imprenditori, che subentrano nella gestione, ai propri genitori. Fatto positivo che incentiva la modernizzazione dellattività agricola multifunzionale.

26 Gli enti Locali e la mutifunzionalita Gli stessi Enti locali (Comuni, Provincia), sulla base delle normative vigenti, si sono organizzati per essere a fianco degli agricoltori, con specifici uffici, per rispondere alle diversificate richieste di chiarimenti da parte degli agricoltori. Una preziosa collaborazione tra pubblico e privato per il bene di tutta la comunità locale.

27 Ringraziamenti LAssociazione dei Dottori in Agrarie e Forestali della Provincia di Verona, ringrazia: - il Dr. Lino Baccianella,Vicepresidente, - lIng. Galeazzo Sciarretta, Presidente dellAccademia di Agricoltura Scienze e Lettere di Verona per aver accolto lIniziativa; - il Personale di Segreteria della stessa; - La Provincia di Verona, - La Coldiretti di Verona, per la fattiva partecipazione; - La Sig.ra Cinzia dellAgriturismo 3Rondini di Vigo di Legnago; - la Sig.ra Cristina Roncolato dellAgriturismo didattico La Vecchia Fattoria di Bonavicina.

28


Scaricare ppt "MULTIFUNZIONALITA: una opportunità per un rinnovato rapporto tra città e campagna. 1multifunzionalita' Dott. Agr. Paolo Ugo Braggio In collaborazione con."

Presentazioni simili


Annunci Google