La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Certificare la Qualità in un Ente di secondo livello: lesperienza della Regione Emilia-Romagna REGIONE EMILIA-ROMAGNA Direzione Generale Organizzazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Certificare la Qualità in un Ente di secondo livello: lesperienza della Regione Emilia-Romagna REGIONE EMILIA-ROMAGNA Direzione Generale Organizzazione."— Transcript della presentazione:

1 1 Certificare la Qualità in un Ente di secondo livello: lesperienza della Regione Emilia-Romagna REGIONE EMILIA-ROMAGNA Direzione Generale Organizzazione Sistemi Informativi e Telematica

2 2 LA STRUTTURA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA La struttura tecnica della Regione Emilia - Romagna è articolata in 10 Direzioni Generali in dipendenza dalla Giunta Regionale, oltre al Gabinetto del Presidente della Giunta. Direttamente dalla Giunta dipendono il Servizio Controllo Strategico e 7 tra Agenzie ed Istituti in cui opera personale regionale in distacco Personale della Giunta in servizio a novembre 2005 Tot unità

3 3 Organigramma delle strutture della Giunta Regionale

4 4 LA DIREZIONE GENERALE ORGANIZZAZIONE SISTEMI INFORMATIVI E TELEMATICA Direzione trasversale Punto di riferimento per la diffusione della Qualità in tutto lEnte Regione

5 5 Pubblica Amministrazione e orientamento alla QUALITÀ QUALITA come risposta alle crescenti aspettative della Comunità Locale e alla complessità QUALITA come opportunità per la Regione Emilia- Romagna e in particolare per la Direzione Generale Organizzazione Sistemi Informativi e Telematica di relazionarsi in modo nuovo con utenti e stake holders QUALITA NELLA P.A.

6 6 innovazione amministrativa e organizzativa Percorso di innovazione amministrativa e organizzativa basata sulla creazione di strumenti di supporto alle decisioni che valorizzino lascolto degli interlocutori e dei destinatari delle politiche e dei servizi perchè l'ascolto degli utenti è una soluzione innovativa che consente di verificare, anche preventivamente e in itinere: CAMBIAMENTO NELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Il progetto Agenda per la Modernizzazione apportando i necessari interventi di mediazione e miglioramento Scelte programmatiche Risultati delle azioni amministrative Qualità dei servizi

7 7 LA VALORIZZAZIONE DELLASCOLTO PUÒ INDURRE SIGNIFICATIVI MIGLIORAMENTI IN TERMINI DI: Il progetto Agenda per la Modernizzazione nella Direzione Generale Organizzazione Sistemi informativi e telematica EFFICACIA COERENZA QUALITA delle politiche e delle azioni E DI VELOCIZZAZIONE DEI PROCESSI E DELLE DECISIONI

8 8 Valutazione complessivamente positiva Differenze contenute tra le varie funzioni Analisi per individuare aree di miglioramento LA RETE DEI PUNTI DI ASCOLTO RISULTATI RILEVAZIONE della Qualità percepita

9 9 ISO 9001:2000 ORIENTAMENTO AL CLIENTE Le organizzazioni dipendono dai loro clienti e dovrebbero pertanto capire le loro esigenze presenti e future, rispettare i requisiti del cliente e mirare a superare le sue aspettative. Nel caso specifico della Regione Emilia Romagna il cliente si individua come il soggetto interessato ai servizi resi e pertanto è rappresentato da: UTENTISTAKEHOLDER

10 10 Attuale percorso di Certificazione della Direzione Generale Organizzazione Sistemi informativi e telematica Avviare il processo di Certificazione Qualità nellambito di alcuni settori pilota, come prima fase di un percorso che porti alla graduale Certificazione dellintera Direzione Supportare tramite un percorso di formazione-laboratorio lo sviluppo delle competenze relative ai temi della qualità nei collaboratori dei settori coinvolti Riprogettare, ove necessario, i processi e le procedure in chiave di efficacia/efficienza ed in coerenza con la normativa ISO 9001/2000 per arrivare a: CREARE LE CONDIZIONI PER UN MIGLIORAMENTO CONTINUO DELLA QUALITÀ DEI SERVIZI EROGATI E DELLE RELAZIONI CON GLI UTENTI E GLI STAKEHOLDER

11 11 Il futuro Sistema Qualità della Direzione Generale Organizzazione Sistemi Informativi e Telematica servira a: Comunicare politiche e procedure Migliorare il lavoro di gruppo Definire requisiti chiari Essere di supporto nellascolto dellutente e nella realizzazione delle politiche dellEnte

12 12 In particolare, obiettivo della Direzione Organizzazione Sistemi Informativi e Telematica nellimplementazione del Sistema Qualità è: RILEGGERE I PROPRI PROCESSI PONENDO AL CENTRO I FRUITORI DEI SERVIZI EROGATI IN RELAZIONE AL PROPRIO RUOLO, INTRODURRE UN MODELLO SPERIMENTALE DI FARE LA QUALITÀ NELLENTE PRIVILEGIANDO LATTENZIONE PER LE STRATEGIE PIUTTOSTO CHE QUELLA PER LE PROCEDURE

13 13 COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER/UTENTI DELLA DIREZIONE: CHI SONO Direttori Generali Responsabili di Servizio Dipendenti dellEnte Enti Locali - Direttori Generali - Responsabili di Servizio - Dipendenti dellEnte - Enti Locali

14 14 COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER/UTENTI DELLA DIREZIONE: OBIETTIVI - MIGLIORARE IL DIALOGO CON GLI STAKEHOLDER/ UTENTI DELLE AREE OGGETTO DEL PROGETTO - RACCOGLIERE LA PERCEZIONE DEGLI STAKEHOLDER/ UTENTI RISPETTO AI SEGUENTI AMBITI: valutazione del livello di servizio ricevuto attese rispetto ai risultati del processo di miglioramento eventuali proposte e livello di disponibilità dei soggetti ad essere parte attiva del percorso di miglioramento

15 15 COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER/UTENTI DELLA DIREZIONE: MODALITA Le modalità con le quali coinvolgere i vari gruppi dovranno tenere conto di: Si terrà inoltre conto dellesigenza di dare seguito alla rilevazione sulla Qualità dei Servizi del progetto Agenda per la Modernizzazione Tipologia del gruppo di stakeholder/ utenti Tipologia del processo esaminato

16 16 COINVOLGIMENTO DEGLI STAKEHOLDER/UTENTI DELLA DIREZIONE: MODALITA INTERVISTE Realizzazione di INTERVISTE a campione Direttori Generali per coinvolgere i Direttori Generali Enti Locali e gli Enti Locali FOCUS-GROUP Realizzazione di FOCUS-GROUP Responsabili di Servizio per coinvolgere i Responsabili di Servizio Dipendenti dellEnte e i Dipendenti dellEnte


Scaricare ppt "1 Certificare la Qualità in un Ente di secondo livello: lesperienza della Regione Emilia-Romagna REGIONE EMILIA-ROMAGNA Direzione Generale Organizzazione."

Presentazioni simili


Annunci Google