La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

… Primi esiti di un progetto. Un progetto per: sperimentare la possibilità di far partire a Castrocaro un servizio educativo pomeridiano permettere ai.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "… Primi esiti di un progetto. Un progetto per: sperimentare la possibilità di far partire a Castrocaro un servizio educativo pomeridiano permettere ai."— Transcript della presentazione:

1 … Primi esiti di un progetto

2 Un progetto per: sperimentare la possibilità di far partire a Castrocaro un servizio educativo pomeridiano permettere ai ragazzi di sperimentare se stessi e mettersi in gioco

3 I nostri obiettivi … PER I BAMBINI: Offrire unopportunità per impiegare in modo costruttivo e divertente il tempo libero Stimolare la creatività, espressività e spontaneità, rafforzando lautostima e la conoscenza di sé Favorire un percorso di crescita che renda possibile lacquisizione di strumenti e competenze nuove Favorire la socializzazione con i coetanei, esperienze di collaborazione e di coesione del gruppo incentivando la creazione di un clima sereno, basato sul rispetto e la stima reciproci tra i pari e con gli adulti di riferimento

4 Porsi come valido punto di riferimento extrascolastico in grado di garantire un servizio educativo … PER IL TERRITORIO Favorire la creazione di una rete di collegamento tra diverse realtà locali amministrative, sociali, culturali e ricreative che hanno a cuore la formazione e il benessere dei minori (Comune, Scuola, Cooperativa Soc. LAccoglienza …) … PER LE FAMIGLIE

5 Il percorso fatto IL SUPPORTO SCOLASTICO: - Prima parte del pomeriggio (ore ) dedicata allo svolgimento dei compiti per il giorno successivo, i giorni seguenti, o al potenziamento di determinate aree di apprendimento (es. tabelline) LIDEA DEI LABORATORI: - Seconda parte del pomeriggio (ore 16,30 – 18,30) impegnata in varie attività laboratoriali

6 OBIETTIVO Impiegare il teatro come strumento educativo e come mezzo espressivo FASI Lavoro preliminare su motivazioni, desideri e paure relative al laboratorio Sperimentazione attiva del teatro come mezzo per sconfiggere le paure: si può prendere in giro divertendosi, sbagliando si può creare qualcosa di nuovo, esprimere i sentimenti aiuta a conoscere meglio se stessi Presentazione dell Orsetto Macchietta e della Lampada delle scoperte Scoperta dei propri mezzi espressivi: corpo, voce e fantasia STRUMENTI Attività individuali e di gruppo, esercizi di riscaldamento e di socializzazione, giochi ad hoc e con precise finalità educative, attività di psicomotricità, cartelloni esplicativi del percorso in atto, attività con la musica LABORATORIO DI TEATRO

7 LABORATORIO DI INGLESE IN GIOCO OBIETTIVI Imparare in modo divertente, attraverso giochi, sfide e prove da superare, alcuni costrutti e modi di dire basilari della lingua inglese Sperimentare le potenzialità dellessere squadra, nella valorizzazione delle reciproche differenze e abilità, nella necessità di un aiuto vicendevole, nella parte di responsabilità che ognuno ricopre per il successo del gruppo FASI Attività introduttiva per sondare il livello di inglese pregresso Attività individuali e di gruppo caratterizzate da una connotazione ludica: creazione delle squadre (con relativi nomi, slogan e cartelloni) e del contesto di gioco al cui interno ha trovato spazio lapprendimento dellinglese STRUMENTI Sfide a squadre, lavori di gruppo, attività grafiche-creative, esercizi individuali o dialoghi a coppie, giochi già noti ai bambini in italiano e riadattati in inglese (memory, strega comanda colori, ruba-bandiera,...), canti animati,...

8 Insieme sul palco!!! OBIETTIVI Fare leva sulla creatività e fantasia di ogni bambino, ai fini della stesura congiunta del copione di uno spettacolo finale Impegnare i bambini nelle varie fasi della realizzazione di uno spettacolo (divisione dei ruoli, caratterizzazione dei personaggi, ideazione di scene, balli e costumi,…) FASI Stesura congiunta del copione della storia, tramite il contributo dato da ciascuno Ideazione di scenografie e balletti, valorizzando le idee dei bambini Esercizi propedeutici alla recitazione, assegnazione ai ragazzi delle parti specifiche, prove (dapprima per singole scene, poi generali)

9 E allora … comè andata? Il punto di vista delle educatrici Percorso educativo graduale e progressivo Creazione di un clima sereno e di positive occasioni di socializzazione Acquisizione di competenze specifiche Coinvolgimento attivo dei bambini stimolati nella loro creatività e spontaneità Creazione di un rapporto collaborativo, aperto al dialogo e al confronto con le famiglie Presenza di un costante appoggio da parte della cooperativa di riferimento e di un valido confronto con la stessa Necessità di spazi più adeguati a momenti ludico-ricreativi Esigenza di potenziare il lavoro di rete tra le varie istituzioni coinvolte

10 IL PUNTO DI VISTA DEI GENITORI Partecipazione costante dei bambini ed alto grado di coinvolgimento Numero di incontri settimanali sufficiente Rapporto educatore-bambino molto positivo Rapporto genitore-educatore molto positivo Discreta adeguatezza dei locali messi a disposizione Costi globalmente accessibili Desiderio di estendere il servizio a tutti i mesi dellanno (mantenendo i due incontri settimanali) Preferenza per laboratori teatrali, manuali-artistici e di lingua straniera Livello di soddisfazione complessiva molto alto

11 Livello di soddisfazione dei genitori - Grafico Grado di soddisfazione Numero di genitori

12 Ho capito che siam tutti bravi a recitare! Non cè bisogno di vergognarsi! Non devo avere paura di esprimere le mie emozioni! Né tantomeno di essere presa in giro! Dire le mie paure mi fa sentire più leggera! Il corpo è uno strumento molto prezioso! Con esso puoi fare cose bellissime! Per diventare buoni attori ci vogliono impegno e passione! Bisogna osservare bene gli altri, imparare da loro mosse nuove, muoversi lentamente! Con la fantasia si può fare molto: …anche se avessi un gioco soltanto potrei farci molte cose!! Lamicizia è un tesoro per tutti…: anche se siamo molto diversi possiamo diventare amici! Stare insieme è meglio che stare da soli! Invece che guardare la tv si può giocare insieme! Sorridere fa bene! … E anche far sorridere gli altri! IL PUNTO DI VISTA DEI BAMBINI

13 Idee per proseguire il percorso: Offerta di un servizio di Centro educativo pomeridiano attivo durante tutto il corso dellanno scolastico Proposta di laboratori specifici, diversi di mese in mese Potenziamento dei momenti ludici (attraverso la disponibilità di locali adeguati) Maggiori occasioni di dialogo/scambio di informazioni con i genitori interessati Inserimento delliniziativa nel piano dei servizi garantiti dallamministrazione locale Coordinazione delle attività con quelle scolastiche (anche attraverso maggiori occasioni di dialogo con gli insegnanti) Potenziamento dei momenti di supervisione con esperti per aumentare le competenze del personale educativo

14 Grazie a... LIstituto Comprensivo di Castrocaro per la concessione dei locali e lappoggio di insegnanti e dirigenti Il Comitato Genitori per essersi fatto garante delliniziativa Il Comune di Castrocaro per il contributo offerto La Cooperativa Sociale LAccoglienza per il supporto tecnico e logistico Tutte le famiglie per la fiducia dimostrataci … tutti i BAMBINI, veri ATTORI e PROTAGONISTI di questa sperimentazione! …Arrivederci al prossimo anno!


Scaricare ppt "… Primi esiti di un progetto. Un progetto per: sperimentare la possibilità di far partire a Castrocaro un servizio educativo pomeridiano permettere ai."

Presentazioni simili


Annunci Google