La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Formazione Nazionale AdC Assisi 30 novembre – 4 dicembre 2011 Lo strumento del Microcredito a servizio del Progetto Policoro Guida pratica al microcredito.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Formazione Nazionale AdC Assisi 30 novembre – 4 dicembre 2011 Lo strumento del Microcredito a servizio del Progetto Policoro Guida pratica al microcredito."— Transcript della presentazione:

1 Formazione Nazionale AdC Assisi 30 novembre – 4 dicembre 2011 Lo strumento del Microcredito a servizio del Progetto Policoro Guida pratica al microcredito diocesano

2 Premessa: A seguito delle esperienze maturate in alcune diocesi nel campo del microcredito a sostegno delle imprese nate dal Progetto Policoro, (Nicosia, Caltanissetta, Messina, Ugento, Cosenza, ecc…) è nata lesigenza, da parte di tutti gli animatori di comunità, di approfondire tale strumento al fine di poter avviare percorsi di microcredito in ciascuna Diocesi.

3 Obiettivo: Passare dalla teoria alla pratica Comprendere cosa è il progetto Capire come funziona il fondo diocesano Vedere qual è il percorso da fare per attivarlo in diocesi

4 Lesigenza concreta: I giovani che vogliono avviare unimpresa hanno bisogno di un capitale (fondi propri, risparmi familiari ecc…) A volte hanno bisogno anche di un prestito in Banca. La Banca, per dare un finanziamento ha bisogno di garanzie. I giovani trovano difficoltà perché non possiedono garanzie. Cosa si intende per garanzie ?: la capacità di dimostrare che si è in grado di restituire il prestito. (busta paga, beni immobili, ecc…)

5 A cosa serve il Progetto Microcredito? Grazie a questo progetto i giovani, che voi seguite e accompagnate attraverso il Centro Servizi, possono avere la possibilità di accedere ad un finanziamento agevolato garantito dalla Diocesi.

6 Il Fondo di Garanzia Diocesano Il Ruolo della Diocesi e della Banca La Diocesi, mediante una convenzione stipulata con la Banca, garantisce i prestiti che verranno concessi attraverso la costituzione in pegno di un conto di deposito vincolato presso la Banca. Il fondo rimane vincolato e verrà utilizzato solo nel caso in cui il giovane imprenditore non riesce a restituire alla Banca le rate del prestito La Banca eroga il finanziamento allimpresa

7 1. La Diocesi crea una voce nel proprio bilancio 2. Questa somma viene trasferita in Banca attraverso un conto dedicato 3. Questo conto rimane vincolato e costituisce il vero e proprio Fondo di Garanzia 4. La banca eroga il finanziamento 5. Limpresa paga la rata Come funziona il Fondo di Garanzia

8 PERCORSO:

9 STEP 1: Condividere lidea con léquipe diocesana. Mettere intorno ad un tavolo: AdC, Tutor, Direttori, Volontari per spiegare e condividere il Progetto Microcredito puntando su questi temi: Cosè il Microcredito e a cosa serve? Perché avete lesigenza di questo strumento nel vostro servizio di AdC… Qual è la validità pratica e pastorale Quali risultati sono stati raggiunti… Come funziona tecnicamente…

10 STEP 1: Condividere lidea con léquipe diocesana. Fatto il primo passo adesso incontratevi con il Vescovo (eventualmente il Vicario) e lEconomo per rispiegare il Progetto Microcredito (stavolta con il supporto dei direttori ) Puntare sul valore pastorale delliniziativa Rassicurare il Vescovo sul ruolo della Diocesi (solo garanzia e non erogazione diretta)

11 RICORDA: il Fondo di Garanzia funziona così… STEP 1: Condividere lidea con léquipe diocesana. La Diocesi stanzia una somma a garanzia dei prestiti La Banca eroga il finanziamento

12 STEP 2: Il Fondo Diocesano Insieme allEconomo potete riflettere su varie modalità per trovare le somme necessarie a creare il Fondo di Garanzia: 1. Bilancio Diocesano (fondi 8 X 1000); 2. Raccolta straordinaria parrocchie; 3. Iniziative varie ( sorteggio, sagra, festa ecc…) 4. Coinvolgimento altri enti ( Fondazioni, Associazioni, Comune, Provincia ecc…) Come trovare i soldi?

13 STEP 2: Il Fondo Diocesano Chiarito questo aspetto dovete formulare listanza contenuta nel file n. 3 Istanza per la creazione della voce nel bilancio diocesano, indirizzata al Vescovo. file n. 3 Il Fondo diocesano - Istanza

14 STEP 3: La Convenzione con la Banca Appena avrete la disponibilità della somma in bilancio, individuate la/e Banche presente/i sul territorio diocesano Fissate un appuntamento con il Direttore della Banca per: 1. spiegare liniziativa e renderla appetibile (cosa ci guadagna la Banca!?!) 2. presentare una bozza di Convenzione (allegato n. 4)

15 STEP 4: Regolamento Diocesano Definizione dei ruoli E importante definire la gestione del progetto allinterno della diocesi. Per farlo potete utilizzare l allegato n. 5 Regolamento diocesano, utile nella definizione degli organi, dei ruoli, dei requisiti e di ogni aspetto che riguardi lorganizzazione interna.l allegato n. 5

16 STEP 4: Regolamento Diocesano Definizione dei ruoli AdC 3 Direttori Economo Centro servizi Equipe tecnica (filiera tecnica, esperti…) Garante Morale

17 STEP 5: Accompagnamento da parte del centro servizi Accoglienza dei giovani futuri imprenditori Ascolto e conoscenza della persona Accompagnamento per lo sviluppo e la valutazione delle idee imprenditoriali Gestione operativa per listruttoria delle pratiche di microcredito La chiave di volta dellintero progetto, insieme alla capacità di lavorare in rete con i direttori dei tre uffici coinvolti, è sicuramente il vostro centro servizi o sportello diocesano

18 Step 5: Modulistica per listruttoria Richiesta di finanziamento + nulla osta dellEconomo (allegato n. 6)(allegato n. 6) Informativa tutela privacy e consenso (allegato n. 7) Dichiarazione del Garante Morale (allegato n. 8)(allegato n. 8) Relazione di finanziamento (allegato n. 9)(allegato n. 9) Relazione sulla persona (allegato n. 10)(allegato n. 10)

19 Step 6: Approvazione del Progetto Comitato di valutazione composto da: Economo diocesano Equipe diocesana Referente della filiera tecnica Esperto (in relazione alla tipologia del progetto) individuato dagli altri componenti del comitato Formalizzazione (motivata) della decisione

20 Conclusioni: Questo lavoro è frutto di una sperimentazione realizzata nella Diocesi di Nicosia ed arricchita dallesperienza della Fondazione don Mario Operti, nel campo del microcredito. Sicuramente non ha la pretesa di rappresentare la ricetta perfetta per tutti, ognuno deve adattarla al proprio contesto diocesano e alle proprie esigenze.

21 Contatti: Per qualsiasi chiarimento potete contattare i seguenti recapiti: Sandro MAURO – Microcredito Diocesi di Nicosia - Tel/fax – – Susanna PICCIONI - Fondazione Don Mario Operti – tel – Vincenzo APA – cell

22 Grazie e buon lavoro!!!


Scaricare ppt "Formazione Nazionale AdC Assisi 30 novembre – 4 dicembre 2011 Lo strumento del Microcredito a servizio del Progetto Policoro Guida pratica al microcredito."

Presentazioni simili


Annunci Google