La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo 2006 Pedagogia sperimentale Note ed appunti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo 2006 Pedagogia sperimentale Note ed appunti."— Transcript della presentazione:

1 Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo Pedagogia sperimentale Note ed appunti Corso di base / 3

2 Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo Sommario Progetto sperimentale Piano sperimentale Disegno sperimentale Esempi di disegni sperimentali Validità e minacce alla validità

3 Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo Lesigenza cui occorre dare risposta analisi dei fatti 2.Analisi dei precedenti fattualiesperienza 3.Analisi dei precedenti storici bibliografia 4.Giustificazione del problema analisi critica Proprietà, indicatori e variabili da prendere in esame Soggetti Tempi, fasi, strumenti e costi dellindagine Progetto sperimentale

4 Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo Enucleazione delle proprietà che caratterizzano il caso in esame Enucleazione di alcuni indicatori Per definire ed interpretare lintera questione Esatta individuazione delle variabili Quelle di campo e quelle da manipolare Il tema in esame Il problema Contesto teoretico di riferimento Come organizzare il progetto

5 Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo Le ipotesi Il progetto sperimentale nasce dalle intenzioni che motivano lintera ricerca Il piano nasce dalle ipotesi Il disegno è funzionale al piano Preparazione dellesperimento Il piano sperimentale Il disegno sperimentale Risorse disponibiliFeed-back operativi Il problema

6 Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo Progetto sperimentale Piano sperimentale Disegno sperimentale E il documento iniziale ragioni, motivi e risultati attesi fondamenti teorici eventuali precedenti costi e convenienza Si illustrano gli aspetti procedurali fasi, momenti collaborazioni discende dallipotesi Modalità adottate per mettere sotto controllo le variabili

7 Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo Analisi dettagliata e preventiva di tutti i momenti propriamente sperimentali Disegno Modalità procedurale di controllo delle variabili da manipolare Obiettivi Tecniche Tempi Modi Mezzi Disegni Piano sperimentale

8 Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo Disegno sperimentale Un insieme di tecniche per pianificare un set di esperimenti con obiettivi di efficacia, sicurezza, attendibilità, economicità… Serve a ridurre o eliminare il rischio di ipotesi alternative a eliminare o ridurre le minaccia alla validità Il disegno costituisce l'ossatura stessa dellesperimento e fonda l'affidabilità dei risultati

9 Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo T1T1T1T1GrS R GrS T2T2T2T2GrC R GrC GrS O1O1O1O1T R GrS GrC O2O2O2O2 R GrC GrSa O1O1O1O1T R GrSa GrCa O2O2O2O2 R GrCa GrSbT R GrSb GrCb R GrCb Alcuni disegni sperimentali

10 Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo Alcuni disegni sperimentali Gruppo unico ricorrente So M1M1M1M1Fo M2M2M2M2 Ss M3M3M3M3Fs M4M4M4M4 So = Situazione ordinaria M 1 M 2 M 3 M 4 = Diverse misurazioni Fo = Fattore ordinario Ss = Situazione sperimentale Fs = Fattore sperimentale

11 Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo Alcuni disegni sperimentali Modello cross-over Il gruppo in osservazione viene dimezzato Gra e Grb In una prima fase Gra subisce il Ta e Grb subisce il Tb In una seconda fase Gra subisce il Tb e Grb subisce il Ta Gruppo A Gruppo B Ta Tb cross-over

12 Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo Corso di base 3 nicola materiali didattici/pedagogia sperimentale/corso di base 3


Scaricare ppt "Nicola Paparella, Università degli Studi, Lecce, marzo 2006 Pedagogia sperimentale Note ed appunti."

Presentazioni simili


Annunci Google