La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La tecnologia post-raccolta deve assicurare il mantenimento e la valorizzazione del prodotto. Il potenziale qualitativo viene prodotto in campo attraverso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La tecnologia post-raccolta deve assicurare il mantenimento e la valorizzazione del prodotto. Il potenziale qualitativo viene prodotto in campo attraverso."— Transcript della presentazione:

1

2 La tecnologia post-raccolta deve assicurare il mantenimento e la valorizzazione del prodotto. Il potenziale qualitativo viene prodotto in campo attraverso il corretto impiego delle tecniche colturali e con la scelta dellidonea epoca di maturazione.

3 RILIEVO DEL COLORE

4 Test dello iodio per la determinazione della degradazione dellamido nelle mele Categorie di degradazione dellamido nelle mele. DEGRADAZIONE NULLA COMPLETA DEGRADAZIONE

5 Il puntale del penetrometro viene impresso nella polpa fino alla profondità di 8 mm

6 Determinazione del residuo secco rifrattometrico (rifrattometro ATAGO).

7 Indici di maturazione e parametri di qualità di pesche e nettarine alla raccolta PESCHENETTARINE

8

9

10

11

12

13 IL TRASPORTO DALLAZIENDA AL MAGAZZINO Il crescente livello qualitativo imposto dalla grande distribuzione e tradotto negli standard europei di commercializzazione dei prodotti ortofrutticoli (Regolamenti Ce n.912, 1508, 1543, 1619, 1615, 1799 del 2001) ha portato allattenzione degli addetti al settore una serie di problematiche legate al decadimento qualitativo dei frutti, dovuto alle sollecitazioni meccaniche subite durante le movimentazione dalla raccolta alla tavola del consumatore

14 Durante le operazioni di campo, post-raccolta e distribuzione, la frutta per il consumo fresco è soggetta a stress meccanici come urti, frizioni, compressioni, responsabili di decadimenti così pregiudizievoli da imporne il ritiro dalla commercializzazione.

15

16 ANALISI NON DISTRUTTIVE DELLA QUALITA

17

18 Alimentazione ad acqua della calibratrice per i frutti delicati.

19 Passaggio dei frutti al di sotto delle telecamere per il rilevamento del diametro e del colore

20 Scarico del prodotto dai carrellini sagomati della calibratrice alle tendine comunicanti con il nastro di uscita.

21

22

23 GLI ASPETTI FITOSANITARI Marciume bruno da Monilinia laxa su nettarina. Marciume nero da Rhizopus stolonifer su nettarina.

24 Due aspetti di muffa grigia su frutto di actinidia

25 Muffa da Penicillium expansum su mela e pera. Marciume lenticellare da Neofabrea alba su mele.

26 Efficacia del ceppo 2ORB (Bacillus subtilis) nei confronti di Monilinia laxa su nettarine.

27

28

29

30

31

32

33 Andamento della durezza rilevato al banco di vendita di pere Argentine (William) sottoposte a maturazione controllata

34 Andamento della durezza rilevato al banco di vendita di pere italiane (William) sottoposte a maturazione controllata

35 Andamento della durezza rilevato al banco di vendita di pere italiane (Abate Fetel) sottoposte a maturazione controllata

36 Pere William allarrivo al supermercato: a sinistra i frutti sottoposti a maturazione controllata, a destra i frutti commercializzati con metodo tradizionale

37 Qualità di mele Mondial Gala durante i 21 giorni di shelf-life

38

39

40 Alterazioni fungine nelle mele Mondial Gala dopo 60, giorni di conservazione a 0°C e 20°C.

41 Alterazioni fungine e fisiologiche nelle mele Mondial Gala dopo 60, giorni di conservazione a 0°C e 20°C.

42

43

44 IV GAMMA Prodotti ortofrutticoli pronti alluso

45

46

47 Stoccaggio Mondatura Lavaggio Taglio Lavaggio Asciugatura Confezionamento Arrivo materia prima PRODOTTO FINITO Stoccaggio prodotto finito VENDITA DIAGRAMMA DI FLUSSO DEI PRODOTTI DI IV GAMMA (ortaggi/frutta freschi confezionati)

48

49 Dimensioni e trend del mercato di IV gamma

50

51

52

53 La qualità dei prodotti fresh cut è definita dalla combinazione di diverse caratteristiche: Aspetto esteriore (freschezza, colore, assenza di difetti o marciumi) Aspetto esteriore (freschezza, colore, assenza di difetti o marciumi) Consistenza (integrità dei tessuti, turgidità, croccantezza, durezza) Consistenza (integrità dei tessuti, turgidità, croccantezza, durezza) Caratteristiche organolettiche (gusto, olfatto, aroma, componenti volatili, astringenza) Caratteristiche organolettiche (gusto, olfatto, aroma, componenti volatili, astringenza) Valore nutrizionale (vitamine, sali minerali, fibre, antiossidanti) Valore nutrizionale (vitamine, sali minerali, fibre, antiossidanti) Sicurezza duso (assenza di residui chimici, di sostanze tossiche naturali, di batteri patogeni) Sicurezza duso (assenza di residui chimici, di sostanze tossiche naturali, di batteri patogeni)

54 Scala per la valutazione soggettiva dellaspetto del sedano Colelli, 2006

55 Effetto delle diverse miscele gassose sullimbrunimento di finocchi di IV gamma dopo 12 giorni di sperimentazione a 5°C. Colelli, 2006

56 Valutazione dellimbrunimento di diverse varietà di carciofo


Scaricare ppt "La tecnologia post-raccolta deve assicurare il mantenimento e la valorizzazione del prodotto. Il potenziale qualitativo viene prodotto in campo attraverso."

Presentazioni simili


Annunci Google