La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Counselling, intervento motivazionale, prevenzione della ricaduta Dott. Alessandro Dionigi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Counselling, intervento motivazionale, prevenzione della ricaduta Dott. Alessandro Dionigi."— Transcript della presentazione:

1 Counselling, intervento motivazionale, prevenzione della ricaduta Dott. Alessandro Dionigi

2 A. Dionigi - COOP. IL PETTIROSSO MODELLO DI RIFERIMENTO cognitivo-comportamentale cognitivo-comportamentale Situazione / stimolo (interno ed esterno) attribuzioni legate alle sostanze craving pensieri permissivi (facilitanti) comportamenti concreti rivolti alla sostanza consumo / abuso

3 A. Dionigi - COOP. IL PETTIROSSO Obiettivi di prevalenza METACOGNITIVI: comprendere meccanismi e collegamenti, comprendere pensieri, comprendere emozioni METACOGNITIVI: comprendere meccanismi e collegamenti, comprendere pensieri, comprendere emozioni REGOLAZIONE: distanziarsi dalle situazioni REGOLAZIONE: distanziarsi dalle situazioni ANTICIPAZIONE: prevedere / pianificare ANTICIPAZIONE: prevedere / pianificare AUTOEFFICACIA: possibilità / capacità di poter intervenire sugli eventi AUTOEFFICACIA: possibilità / capacità di poter intervenire sugli eventi

4 A. Dionigi - COOP. IL PETTIROSSO COUNSELING INDIVIDUALE E DI GRUPPO (IDC - GDC) E una modalità efficace di intervento, validata dalla ricerca scientifica E una modalità efficace di intervento, validata dalla ricerca scientifica E corretto dire che ha impatto sul costruire la remissione e stabilizzarla E corretto dire che ha impatto sul costruire la remissione e stabilizzarla Altri tipi di intervento possono essere proposti in fasi più avanzate Altri tipi di intervento possono essere proposti in fasi più avanzate

5 A. Dionigi - COOP. IL PETTIROSSO Obiettivi specifici Acquisire competenze di autoregolazione comportamentale ed emozionale Acquisire competenze di autoregolazione comportamentale ed emozionale Miglioramento della performance psico-sociale complessiva Miglioramento della performance psico-sociale complessiva Gestione sana del tempo libero Gestione sana del tempo libero [es. Contratto di sobrietà / Goals of counseling] Strategie operative collegabili: modeling, problem solving, shaping, training abilità di comunicazione

6 A. Dionigi - COOP. IL PETTIROSSO Temi prevalenti Caratteristiche e sintomi dellabuso di cocaina Caratteristiche e sintomi dellabuso di cocaina Fattori che contribuiscono alla dipendenza Fattori che contribuiscono alla dipendenza Caratteristiche di un percorso di recupero Caratteristiche di un percorso di recupero Persone, luoghi, eventi, stimoli, emozioni che possono innescare il consumo Persone, luoghi, eventi, stimoli, emozioni che possono innescare il consumo Costruire un sistema di risposta multimodale Costruire un sistema di risposta multimodale Costruire un sistema di reward (gratificazione) Costruire un sistema di reward (gratificazione) Potenziare le abilità di coping Potenziare le abilità di coping

7 A. Dionigi - COOP. IL PETTIROSSO Caratteristiche dellattività Simile ad un training (partecipazione attiva) Simile ad un training (partecipazione attiva) Continuo e diffuso, non circoscritto alla seduta Continuo e diffuso, non circoscritto alla seduta Naturale – non appare come terapia allocchio esterno Naturale – non appare come terapia allocchio esterno Multimodale Multimodale Costruttivo – modello che pone enfasi sulla parte sana Costruttivo – modello che pone enfasi sulla parte sana

8 A. Dionigi - COOP. IL PETTIROSSO Fattori chiave nel processo di cambiamento Autoefficacia (fiducia nelle proprie capacità di raggiungere un obiettivo prestabilito, di attuare un comportamento specifico) Bandura Frattura interiore (percezione delle contraddizioni tra la condizione attuale e la condizione desiderata) - Festinger Disponibilità al cambiamento (livello di riconoscimento del problema / volontà di modificarlo) – Prochaska & Di Clemente

9 A. Dionigi - COOP. IL PETTIROSSO Linee guida Empatia Empatia Frattura interiore Frattura interiore Utilizzare le resistenze / aggirarle Utilizzare le resistenze / aggirarle Auto-efficacia Auto-efficacia Metodologia: Fare domande aperte Fare domande aperte Ascolto riflessivo Ascolto riflessivo Sostenere e confermare Sostenere e confermare Riassumere Riassumere Evocare affermazioni nella direzione del cambiamento Evocare affermazioni nella direzione del cambiamento

10 A. Dionigi - COOP. IL PETTIROSSO Stadi di cambiamento Pre-contemplazione (Non ho un problema) Pre-contemplazione (Non ho un problema) Contemplazione (Potrei avere un problema) Contemplazione (Potrei avere un problema) Determinazione (Ho un problema, non ho deciso di affrontarlo ora) Determinazione (Ho un problema, non ho deciso di affrontarlo ora) Azione (Voglio cambiare ora) Azione (Voglio cambiare ora) Mantenimento (Voglio mantenere il cambiamento raggiunto) Mantenimento (Voglio mantenere il cambiamento raggiunto)

11 A. Dionigi - COOP. IL PETTIROSSO Esempi concreti Contemplation ladder Contemplation ladder (In quale affermazione ti riconosci? Qual è lo stadio che più ti rappresenta qui ed ora) Strategia di Focus motivazionale Strategia di Focus motivazionale Quanto desideri cambiare questa situazione da 1 a 10? Quanto desideri cambiare questa situazione da 1 a 10? Quanto sei pronto a cambiare ora da 1 a 10? Quanto sei pronto a cambiare ora da 1 a 10? Quanto sei fiducioso di farcela da 1 a 10? Quanto sei fiducioso di farcela da 1 a 10? Perché non di meno? Perché non di meno?

12 A. Dionigi - COOP. IL PETTIROSSO Prevenzione alla ricaduta TRIGGER COPING NO COPING AUTO EFFICACIA < AUTO EFFICACIA Prevenz. alla ricaduta Uso, abuso, TD

13 A. Dionigi - COOP. IL PETTIROSSO Fattori specifici [Marlatt, Gordon, Larimer, Palmer, Rounsaville – elementi empirici] Stati emotivi negativi (rabbia, ansia, depressione, noia) Stati emotivi negativi (rabbia, ansia, depressione, noia) Stati emotivi positivi (meccanismo premiante, occasioni particolari) Stati emotivi positivi (meccanismo premiante, occasioni particolari) Conflitti interpersonali (discussioni, conflitti familiari, in ambito lavorativo, amicale…) Conflitti interpersonali (discussioni, conflitti familiari, in ambito lavorativo, amicale…) Pressioni sociali dirette (relazioni, contesti, aspetti culturali o sub cullturali) Pressioni sociali dirette (relazioni, contesti, aspetti culturali o sub cullturali) Esposizione a stimoli specifici personali (luoghi, associazioni personali, persone ed abitudini) Esposizione a stimoli specifici personali (luoghi, associazioni personali, persone ed abitudini) Esperimenti di gestione / autocontrollo (mi gestisco, dopo tanto tempo …) Esperimenti di gestione / autocontrollo (mi gestisco, dopo tanto tempo …) Attività collegabili problem solving / decision making / valutazione QUANTITATIVA delle situazioni


Scaricare ppt "Counselling, intervento motivazionale, prevenzione della ricaduta Dott. Alessandro Dionigi."

Presentazioni simili


Annunci Google