La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

56° Congresso Nazionale SIGG Societ à Italiana di Gerontologia e Geriatria Preparàti a vivere 100 anni! Firenze, 29/11- 03 /12/2011 Scopo: secondo lOMS.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "56° Congresso Nazionale SIGG Societ à Italiana di Gerontologia e Geriatria Preparàti a vivere 100 anni! Firenze, 29/11- 03 /12/2011 Scopo: secondo lOMS."— Transcript della presentazione:

1 56° Congresso Nazionale SIGG Societ à Italiana di Gerontologia e Geriatria Preparàti a vivere 100 anni! Firenze, 29/ /12/2011 Scopo: secondo lOMS la salute dellanziano deriva dalla reciproca interazione di tre fondamentali componenti: la salute fisica, lo stato cognitivo ed affettivo ed il supporto sociale. Scopo di questo studio è stato valutare alcuni indicatori funzionali per dimostrare lefficacia di un programma di APA in gruppo di anziani disabili istituzionalizzati dellhinterland milanese nel migliorare la performance fisica, la massa muscolare e la mobilità di alcuni distretti corporei Materiali e metodi: nellottobre 2010 (t0) sono stati reclutati ventisette disabili anziani affetti da ritardo mentale (M 14, F 13 età media 68,73 8,75 aa, range aa ), residenti presso la Fondazione Istituto Sacra Famiglia-ONLUS, omogenei per abitudini di vita. I soggetti reclutati sono stati sottoposti a tre mesi di allenamento. Successivamente sono stati randomizzati in due gruppi (controllo–sperimentale). Per un mese al solo gruppo sperimentale è stato aggiunto un lavoro specifico per i flesso-estensori degli arti superiori. Al t0 e dopo 3 mesi di APA (t1) a ogni soggetto sono state misurate: la circonferenza brachiale, addominale, del quadricipite e del polpaccio; la mobilità scapolo-omerale; (test del bastone millimetrato, goniometro); la forza dei flessori del braccio con dinamometro. Tutti gli anziani sono stati sottoposti inoltre a Walking Test (WT6) ed al Time Up and Go Test (TUG). Tutte le misure sono state eseguite garantendo il doppio cieco. I soggetti arruolati hanno svolto il programma motorio due volte alla settimana per centoventi minuti. Per ciascun ospite è stata realizzata una scheda di lavoro personalizzata comprendente anche le indicazioni per loperatore. Per lanalisi statistica è stato utilizzato il test T di Student. Risultati: la compliance allAPA è stata elevata, mai nessun soggetto è stato assente per tre volte consecutive. Tra i soggetti reclutati non si sono verificati decessi, cadute o eventi condizionanti ricoveri o giorni di immobilizzazione. Ci sono stati quattro drop out per motivi indipendenti dallattività. Tutti i parametri sottoposti ad analisi hanno evidenziato una differenza statisticamente significativa tra il t0 e il t1 (p<0,05), con un incremento di tutti i parametri misurati. Tutto ciò ha dimostrato lefficacia delle sedute di allenamento rispetto ai valori di partenza. In particolare è risultato interessante il parametro riguardante la forza dei flessori del braccio, misurata mediante dinamometro, che si è dimostrata un valido indicatore di incremento di performance degli arti superiori. Lanalisi statistica eseguita tra i due gruppi mediante test T non ha evidenziato differenze statisticamente significative, anche se tutti i parametri hanno mostrato un trend di miglioramento per il gruppo sperimentale rispetto a quello di controllo. I. Ghezzi 1, G. Giardini 1,V. Zangiacomi, A. Bonati 1, F. Pregliasco 1,2, Gruppo di lavoro ISFAPA* 1 Fondazione Istituto Sacra Famiglia-ONLUS, Cesano Boscone (MI), 2 Dipartimento Sanità Pubblica, Università degli Studi di Milano, *(E. Barbetti, N. Incoronato, M. Lozzito, P. Penna, G. DellOrto, M. Calise, L. Zachetti, A Zancuoghi, M. Spano, C. Strada, M. Binda,). Conclusioni: questo studio pilota ha evidenziato che lesercizio fisico continuativo risulta essere efficace nel migliorare i parametri di performance dei partecipanti confermando i risultati di studi precedenti sulla stessa tipologia di soggetti. Pur senza levidenza di differenze statisticamente significative tra i gruppi in studio si è osservato un miglioramento superiore per il gruppo sperimentale. ATTIVITA FISICA ADATTATA (APA) IN GIOVANI ANZIANI ISTITUZIONALIZZATI AFFETTI DA RITARDO MENTALE: UN POSSIBILE APPROCCIO CON EVIDENZA DI EFFICACIA Bibliografia: 1) A. Dechamps, P.Diolezze, E Thiaudière, A. Tulon. Effect of Exercise Program to Prevent Decline in Health-Related Quality of Life in Highly Deconditioned Istitutionalized Elderly Persons. Arch Intern. Med 2010; 170(2): G; 2) G.Giardini, I. Ghezzi, M. Isonni, F. Pregliasco. Valutazione dellefficacia dellattività fisica regolare in una popolazione di anziani istituzionalizzati dellhinterland milanese. Giornale di Gerontologia Vol LII, N° S5:A43.


Scaricare ppt "56° Congresso Nazionale SIGG Societ à Italiana di Gerontologia e Geriatria Preparàti a vivere 100 anni! Firenze, 29/11- 03 /12/2011 Scopo: secondo lOMS."

Presentazioni simili


Annunci Google