La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 1 Cagliari, luglio 2008 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PROGRAMMA INCENTIVI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 1 Cagliari, luglio 2008 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PROGRAMMA INCENTIVI."— Transcript della presentazione:

1 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 1 Cagliari, luglio 2008 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE

2 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 2 Cagliari, luglio Principi generali segue > Il presente sistema di incentivazione alle imprese in Sardegna si fonda su alcuni principi fondamentali dellazione di governo regionale: 1. Semplificazione: consentire, mediante servizi on line, la gestione completa del procedimento in via telematica; ridurre la complessità procedurale prevedendo il più possibile lautocertificazione; ridurre la numerosità degli strumenti; attuare lintegrazione tra più tipologie dintervento (investimenti, servizi, formazione, ricerca e trasferimento tecnologico, ecc.) nellambito di ununica domanda di aiuto. 2.Razionalizzazione del sistema: occupare esclusivamente ambiti non disciplinati da norme nazionali; adeguare la tempistica (dei bandi, dello svolgimento delliter) e le procedure alle esigenze delle imprese (riduzione e certezza dei tempi e delle regole).

3 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 3 Cagliari, luglio 2008 Principi generali 3. Selezione: Selezionare prioritariamente le imprese che perseguono gli obiettivi regionali per la competitività: innovazione, internazionalizzazione, reti tra imprese, crescita dimensionale, impulso allo sviluppo di settori science-based, coinvolgimento Università, PST e Centri di ricerca, sviluppo delle risorse umane, crescita strategica (progetti di fusione e/o acquisizione; accordi di tipo equity e non equity) e organizzativa, miglioramento condizioni economiche e finanziarie (crescita fatturato, riduzione costi, equilibrio finanziario, capitalizzazione). 4.Monitoraggio e valutazione: Monitorare la messa in opera degli strumenti e valutare lefficacia degli aiuti

4 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 4 Cagliari, luglio 2008 Obiettivi e strumenti 1. Supporto agli investimenti produttivi Pacchetti Integrati di Agevolazione Sostegno per lacquisto o leasing di nuove macchine 2.Strumenti per le reti di imprese Contratto di investimento Rafforzamento dei distretti industriali 3.Sostegno allinnovazione tecnologica, ricerca e servizi avanzati Sostegno finanziario a favore dellinnovazione tecnologica, tutela ambientale e sicurezza sui luoghi di lavoro delle Piccole e Medie Imprese industriali Interventi per favorire lacquisizione di capacità e conoscenza segue >

5 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 5 Cagliari, luglio 2008 Obiettivi e strumenti 4. Sostegno allinternazionalizzazione Favorire la promozione per la diffusione e valorizzazione del prodotto Sardegna 5. Miglioramento della finanza per le imprese Fondo di seed e venture capital Integrazione del fondo rischi dei consorzi fidi Abbattimento del conto interessi dei consorzi fidi 6. Energia Aiuti per la realizzazione di impianti strumentali per la produzione di energia da fonti rinnovabili Aiuti alle imprese per la produzione di energia da fonti rinnovabili e per la promozione dellutilizzo di tecnologie ad alta efficienza

6 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 6 Cagliari, luglio Strumenti per gli investimenti produttivi Pacchetti Integrati di Agevolazione Che cosa finanzia Il Pacchetto Integrato di Agevolazione è uno strumento di incentivazione innovativo che, attraverso la presentazione di un unico Piano di Sviluppo Aziendale articolato in Piani specifici singolarmente ammissibili, consente alle imprese di richiedere contributi finanziari per: - realizzazione di investimenti produttivi - acquisizione di servizi reali - realizzazione di attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale - svolgimento di attività di formazione continua con una procedura unificata di accesso, di istruttoria e di concessione. Soggetti beneficiari Piccole e Medie Imprese e Grandi Imprese per i piani di innovazione industriale Territori ammissibili Intero territorio regionale secondo la Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale ai sensi dellart c, del Trattato

7 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 7 Cagliari, luglio Strumenti per gli investimenti produttivi Pacchetti Integrati di Agevolazione Agevolazioni concedibili - Piano degli investimenti produttivi: agevolazioni concesse in base al Reg. 70/2001, al 1628/2006 o al de minimis - Piano dei servizi reali: 50% con il Reg. 70/ Piano di Innovazione: ricerca industriale 50% e 25% sviluppo sperimentale con maggiorazioni per casi specifici -Piano di formazione: agevolazioni concesse secondo il Reg. 68/2001

8 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 8 Cagliari, luglio Strumenti per gli investimenti produttivi Sostegno per lacquisto o leasing di nuove macchine (Legge Sabatini) segue > Che cosa finanzia La Legge 1329/1965 (Legge Sabatini) prevede agevolazioni per le Piccole e Medie Imprese industriali per lacquisto o la locazione finanziaria di nuove macchine utensili o di produzione. Soggetti beneficiari Possono beneficiare degli aiuti le Piccole e Medie Imprese, così come definite dallAllegato I del Regolamento generale di esenzione, con esclusione delle imprese artigiane, aventi localizzazione produttiva in Sardegna e operanti nei seguenti settori di attività economica di cui alla classificazione ATECO 2007: -sezione C (attività manifatturiere); -sottocategoria (servizi logistici relativi alla distribuzione delle merci); -divisioni 62 (produzione di software, consulenza informatica e attività connesse),63 (attività di servizi di informazione e altri servizi informatici); -gruppo 72.1 (ricerca scientifica e sviluppo sperimentale nel campo delle scienze naturali e dellingegneria); -gruppo 74.1 (attività di design specializzate)

9 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 9 Cagliari, luglio 2008 Strumenti per gli investimenti produttivi Sostegno per lacquisto o leasing di nuove macchine (Legge Sabatini) Territori ammissibili Tutto il territorio della Sardegna. Lagevolazione è differente nel caso in cui le imprese abbiano o meno localizzazione produttiva nelle zone censuarie ammesse sulla base della Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale Agevolazioni concedibili Nelle zone censuarie ammesse lagevolazione consiste in un contributo in conto interessi pari al 100 % del tasso di riferimento vigente alla data di arrivo della domanda al soggetto gestore e in un contributo aggiuntivo in conto capitale pari al 25% delle spese ritenute ammissibili. Nelle zone censuarie non ammesse secondo la Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale lagevolazione consiste in un contributo in conto interessi pari al 100 % del tasso di riferimento vigente alla data di arrivo della domanda al soggetto gestore

10 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 10 Cagliari, luglio Strumenti per le reti di imprese Contratto di investimento Che cosa finanzia Il Contratto di Investimento è uno strumento di incentivazione innovativo finalizzato a sostenere la competitività dei sistemi produttivi e delle filiere esistenti o in via di formazione sul territorio regionale attraverso processi di collaborazione o di integrazione interaziendali. Deve essere presentato da un gruppo di imprese dello stesso che abbiano relazioni di cooperazione. Il Contratto di investimento deve essere articolato in un Piano di Sviluppo Interaziendale ed, eventualmente, in uno o più Piani di Sviluppo Aziendali. Soggetti beneficiari Piano di sviluppo interaziendale: Consorzi e società consortili Piani di sviluppo aziendali: Piccole e Medie Imprese e Grandi Imprese (con limitazioni), Organismi di Ricerca, Università e i Centri di ricerca Territori ammissibili Intero territorio della Sardegna segue >

11 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 11 Cagliari, luglio Strumenti per le reti di imprese Contratto di investimento Agevolazioni concedibili - Piano degli investimenti produttivi: agevolazioni concesse in base al Reg. 70/2001, al 1628/2006 o al de minimis - Piano dei servizi reali: 50% con il Reg. 70/ Piano di Innovazione: ricerca industriale 50% e 25% sviluppo sperimentale con maggiorazioni per casi specifici - Piano di formazione: agevolazioni concesse secondo il Reg. 68/2001

12 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 12 Cagliari, luglio Strumenti per le reti di imprese Finanziamento delle reti di servizi alle imprese nei distretti industriali e nellambito dei sistemi produttivi locali - Legge regionale 24 dicembre 1998 n. 37, art.4. Che cosa finanzia Contributi in conto capitale su programmi di investimento per interventi finalizzati al miglioramento delle reti di servizi alle imprese, da realizzarsi nellambito dei Distretti industriali e dei Sistemi produttivi locali, individuati dalla Regione Autonoma della Sardegna con deliberazione della Ginta regionale n. 34/1 del Soggetti beneficiari Possono beneficiare degli aiuti i Consorzi, le Società consortili e le A.T.I., costituite da piccole e medie imprese industriali, di servizi e artigiane, individuate come tali in conformità a quanto definito nellallegato 1 del Regolamento (CE) n. 70/2001 pubblicato nella C.U.G.E. serie L n. 10 del 13 gennaio 2001, operanti allinterno dei Distretti industriali e dei Sistemi Produttivi Locali, nelle aree censuarie ammesse dalla Carta daiuti a finalità regionale segue >

13 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 13 Cagliari, luglio Strumenti per le reti di imprese Finanziamento delle reti di servizi alle imprese nei distretti industriali e nellambito dei sistemi produttivi locali - Legge regionale 24 dicembre 1998 n. 37, art.4. Territori ammissibili I Distretti e i Sistemi Produttivi Locali interessati sono: a)Distretto del lapideo nelle Province Ogliastra, Nuoro e Olbia-Tempio; b)Distretto del sughero a Calangianus - Tempio Pausania; c)Distretto della moda e del tessile sul territorio delle Province di Oristano, Nuoro e Ogliastra; d)Sistemi Produttivi Locali, su tutto il territorio delle Sardegna, nei campi della logistica avanzata, dellICT, della nautica, dellindustria agroalimentare e delle biotecnologie della salute. Agevolazioni concedibili Il contributo in conto capitale previsto dalla legge regionale n. 37/1998, art. 4 è pari a quanto stabilito dalla Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale per il periodo , sulla base delle spese ritenute agevolabili. segue >

14 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 14 Cagliari, luglio Strumenti per le reti di imprese Finanziamento delle reti di servizi alle imprese nei distretti industriali e nellambito dei sistemi produttivi locali - Legge regionale 24 dicembre 1998 n. 37, art.4. Agevolazioni concedibili In particolare, fino al 2010 i massimali di intensità di aiuti saranno: Piccole Imprese: 45% ESL Medie Imprese: 35% ESL A partire dal 2011 e fino al 2013 i massimali di intensità degli aiuti saranno: Piccole Imprese: 35% ESL Medie Imprese:25% ESL Per le attività di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, servizi di consulenza in materia di innovazione e servizi di supporto allinnovazione lintensità lorda dellaiuto, calcolata in ESL in base ai costi agevolabili, non può superare: a)il 50% dei costi agevolabili relativi alla ricerca industriale e ai servizi di consulenza in materia di innovazione e servizi di supporto allinnovazione; b) il 25% dei costi agevolabili relativi allo sviluppo sperimentale.

15 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 15 Cagliari, luglio Sostegno allinnovazione tecnologica, ricerca e servizi avanzati Sostegno finanziario a favore dellinnovazione tecnologica, tutela ambientale e sicurezza sui luoghi di lavoro delle Piccole e Medie Imprese Industriali industriali (Legge 598/94) segue > Che cosa finanzia Interventi alle Piccole e Medie Imprese industriali per investimenti a sostegno dellinnovazione tecnologica, la tutela ambientale, linnovazione organizzativa, linnovazione commerciale e la sicurezza sui luoghi di lavoro Soggetti beneficiari Possono beneficiare degli aiuti le Piccole e Medie Imprese, così come definite dallAllegato I del Regolamento generale di esenzione, con esclusione delle imprese artigiane, aventi localizzazione produttiva in Sardegna e operanti nei seguenti settori di attività economica di cui alla classificazione ATECO 2007: - sezione C (attività manifatturiere); - sottocategoria (servizi logistici relativi alla distribuzione delle merci); - divisioni 62 (produzione di software, consulenza informatica e attività connesse), 63 (attività di servizi di informazione e altri servizi informatici); - gruppo 72.1 (ricerca scientifica e sviluppo sperimentale nel campo delle scienze naturali e dellingegneria); - gruppo 74.1 (attività di design specializzate);

16 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 16 Cagliari, luglio 2008 Sostegno allinnovazione tecnologica, ricerca e servizi avanzati Sostegno finanziario a favore dellinnovazione tecnologica, tutela ambientale e sicurezza sui luoghi di lavoro delle Piccole e Medie Imprese industriali (Legge 598/94) Territori ammissibili Tutto il territorio della Sardegna. Lagevolazione è differente nel caso in cui le imprese abbiano o meno, localizzazione produttiva nelle zone censuarie ammesse sulla base della Carta daiuti a finalità regionale Agevolazioni concedibili Nelle zone censuarie ammesse lagevolazione consiste in un contributo in conto interessi pari al 100 % del tasso di riferimento vigente alla data di arrivo della domanda al soggetto gestore e in un contributo aggiuntivo in conto capitale pari al 25% delle spese ritenute ammissibili. Nelle zone censuarie non ammesse secondo la Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale lagevolazione consiste in un contributo in conto interessi pari al 100 % del tasso di riferimento vigente alla data di arrivo della domanda al soggetto gestore.

17 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 17 Cagliari, luglio Strumenti per linternazionalizzazione Legge Regionale n. 2 del 2007, art. 24 comma 13 Che cosa finanzia Gli interventi prevedono due linee di attività: LINEA A - Progetti Missione: progetti volti a sostenere la partecipazione di imprese appartenenti allo stesso settore e/o alla stessa filiera produttiva, ovvero integrate verticalmente per percorsi di internazionalizzazione promossi da associazioni imprenditoriali o da unimpresa con una consolidata esperienza nei mercati esteri. LINEA B - Piani Export: piani integrati per lexport finalizzati al consolidamento dei mercati esteri per le Piccole e Medie Imprese regionali esportatrici. Soggetti beneficiari - Per i Progetti Missione: Associazioni imprenditoriali e Piccole e Medie Imprese associate - Per i Piani Export: Piccole e Medie Imprese che conseguono almeno il 5% del proprio fatturato nei mercati esteri segue >

18 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 18 Cagliari, luglio Strumenti per linternazionalizzazione Legge Regionale n. 2 del 2007, art. 24 comma 13 Territori ammissibili L'intero territorio regionale Agevolazioni concedibili Per i Progetti Missione: 60% in de minimis o 50% in esenzione Per i Piani Export: 50% in esenzione

19 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 19 Cagliari, luglio 2008 Strumenti per lacquisizione di capacità e conoscenza Legge Regionale n. 2 del 2007, art. 25 Che cosa finanzia La Regione Sardegna promuove lo sviluppo competitivo e linnovazione delle imprese attraverso lacquisizione di servizi avanzati e progetti di ricerca e innovazione volti a superare i tradizionali fattori di debolezza competitiva del sistema imprenditoriale sardo. Soggetti beneficiari Piccole Medie Imprese e loro aggregazioni Territori ammissibili L'intero territorio regionale Agevolazioni concedibili Servizi avanzati: 50% del costo totale ammissibile Ricerca: - ricerca industriale: 60% Medie Imprese e 70% Piccole Imprese - sviluppo sperimentale 35% Medie Imprese e 45% Piccole Imprese

20 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 20 Cagliari, luglio Strumenti per la finanza dimpresa Seed e venture capital segue > Che cosa finanzia Gli interventi hanno ad oggetto operazioni di partecipazione al capitale sociale di piccole e medie imprese industriali innovative al fine di favorire una adeguata capitalizzazione delle iniziative nelle fasi iniziali, di avviamento e di espansione. Soggetti beneficiari Piccole e Medie Imprese industriali, così come definite dallAllegato I del Regolamento generale di esenzione, costituite nelle forme di società di capitali, operanti nei seguenti settori di attività economica di cui alla classificazione ATECO 2007: - sezione C (attività manifatturiere); - sottocategoria (servizi logistici relativi alla distribuzione delle merci); - divisioni 62 (produzione di software, consulenza informatica e attività connesse), 63 (attività di servizi di informazione e altri servizi informatici); - gruppo 72.1 (ricerca scientifica e sviluppo sperimentale nel campo delle scienze naturali e dellingegneria); - gruppo 74.1 (attività di design specializzate);

21 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 21 Cagliari, luglio 2008 Strumenti per la finanza dimpresa Seed e venture capital Territori ammissibili Tutto il territorio della Sardegna La partecipazione del Fondo è limitata fino alla fase di espansione per le piccole imprese o per le medie imprese localizzate nelle zone censuarie ammesse dalla Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale per il periodo ; alla fase di start-up per le medie imprese localizzate nelle restanti zone. Agevolazioni concedibili La partecipazione del Fondo al capitale è minoritaria, non inferiore al 20% e non superiore al 49% del capitale sociale per un importo massimo di di euro per impresa destinataria su un arco di dodici mesi, e temporanea in quanto dovrà essere smobilizzata dopo tre anni dalla data della relativa assunzione.

22 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 22 Cagliari, luglio Strumenti per la finanza dimpresa Integrazione al fondo rischi dei consorzi fidi segue > Che cosa finanzia Al fine di agevolare laccesso al credito delle piccole e medie imprese e nel rispetto della normativa comunitaria vigente, la Regione sostiene lo sviluppo dei Consorzi di garanzia fidi (Confidi) aventi sede operativa in Sardegna e costituiti da piccole e medie imprese, mediante la concessione di contributi destinati allintegrazione dei fondi rischi costituiti presso i Confidi stessi. Soggetti beneficiari Saranno ammessi alle agevolazioni i Confidi che rispondono ai seguenti requisiti: essere costituiti per almeno il 70% da piccole e medie imprese, così come definite dallAllegato I del Regolamento 70/2001,come modificato dal Regolamento 364/2004, aventi sede operativa in Sardegna; essere vigenti alla data del 31 dicembre 2007; non avere fini di lucro; avere una sede operativa in Sardegna; operare prevalentemente nel settore industriale e dei servizi, con un ammontare degli affidi a favore delle imprese operanti in tali settori non inferiore al 75% del totale degli affidi in essere al 31dicembre dellanno precedente alla presentazione della domanda; essere iscritti nellapposita sezione dellelenco generale istituito dallarticolo 106 o 107 del Decreto legislativo 1° settembre 1993 n. 385.

23 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 23 Cagliari, luglio 2008 Strumenti per la finanza dimpresa Integrazione al fondo rischi dei consorzi fidi Territori ammissibili Tutto il territorio regionale. Agevolazioni concedibili La Regione ripartisce proporzionalmente le risorse finanziarie tra i Confidi ammessi allintervento sulla base dellimporto complessivo delle garanzie in essere al 31 dicembre dellanno precedente a quello di presentazione della domanda.

24 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 24 Cagliari, luglio Strumenti per la finanza dimpresa Conto Interessi dei consorzi fidi Che cosa finanzia Concessione di contributi in conto interessi sui prestiti concessi dalle banche o intermediari alle Piccole e Medie Imprese aderenti ai Consorzi di Garanzia Collettiva Fidi. Soggetti beneficiari Piccole e medie imprese, così come definite dallallegato I del regolamento (CE) n. 70/2001, aventi sede operativa nel territorio regionale e aderenti ai Consorzi di Garanzia Collettiva Fidi. Territori ammissibili Zone censuarie ammesse dalla Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale per il periodo Agevolazioni concedibili Contributo in conto interessi su prestiti e/o operazioni di leasing finanziario e di factoring concessi dalle banche o intermediari finanziari pari al 64 % del tasso di riferimento fissato periodicamente dalla Commissione Europea e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dellUnione Europea.

25 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 25 Cagliari, luglio Energia Sostegno alla produzione di beni strumentali per la produzione di energia da fonte rinnovabile Che cosa finanzia Concessione di contributi in conto capitale a favore di Piccole Medie e Grandi Imprese industriali per la realizzazione di impianti strumentali per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Soggetti beneficiari Piccole, medie e grandi imprese, con esclusione delle imprese artigiane. Territori ammissibili Zone censuarie ammesse dalla Carta degli aiuti di Stato a finalità regionale per il periodo Agevolazioni concedibili Contributo in conto capitale pari al massimo al 40% delle spese ritenute ammissibili.

26 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 26 Cagliari, luglio Energia Aiuti alle imprese per la produzione di energia da fonti rinnovabili e per la produzione dellutilizzo di tecnologie ad alta efficienza e risparmio energetico e sostegno alla cogenerazione diffusa Che cosa finanzia Contributi in conto capitale per investimenti aziendali finalizzati alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (fotovoltaico, biomassa e biogas), alla riduzione dei consumi e/o alla ottimizzazione dellutilizzo di energia attraverso la razionalizzazione degli usi finali, il miglioramento delle tecnologie, nonché alla cogenerazione ad alto rendimento. Soggetti beneficiari Imprese singole e associate (Piccole e Medie Imprese e Grandi Imprese) segue >

27 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 27 Cagliari, luglio Energia Aiuti alle imprese per la produzione di energia da fonti rinnovabili e per la produzione dellutilizzo di tecnologie ad alta efficienza e risparmio energetico e sostegno alla cogenerazione diffusa Territori ammissibili L'intero territorio regionale Agevolazioni concedibili Cogenerazione ad alto rendimento (sui sovracosti) 65% Piccole Imprese - 55% Medie Imprese - 45% Grandi Imprese Risparmio energetico Alternativa 1) sovracosti al netto di qualsiasi vantaggio e costo operativo connesso 80% Piccole Imprese - 70% Medie Imprese - 60% Grandi Imprese Alternativa 2) sovracosti senza scorporo dei vantaggi e costi costi operativi connessi 40% Piccole Imprese - 30% Medie Imprese - 20% Grandi Imprese segue >

28 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 28 Cagliari, luglio Energia Aiuti alle imprese per la produzione di energia da fonti rinnovabili e per la produzione dellutilizzo di tecnologie ad alta efficienza e risparmio energetico e sostegno alla cogenerazione diffusa Agevolazioni concedibili Studi in materia ambientale: 50% Solare termico: 30% Fotovoltaico: 20% Solare termico Biomassa 40% Biogas 40%

29 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 29 Cagliari, luglio Tempi di istruttoria e modalità procedurale PROCEDURARISORSEBANCA STIPULA CONVENZIONE BANCA AVVISO A SPORTELLOESITO Innovazione tecnologica L. n. 598/94 SportelloPOR Scadenza bando: fine ottobre Entro 35 gg lavorativi (20 per la Banca + 15 Ufficio) Legge SabatiniSportelloF.R. Scadenza bando: fine ottobre Entro 35 gg lavorativi (20 per la Banca + 15 Ufficio InternazionalizzazioneSportelloF.R. Settembre 2008Entro 30 gg lavorativi (15 per Istruttoria + 15 per Ufficio) Servizi e ricercaSportelloPOR Scadenza bando: fine ottobre Entro 30 gg lavorativi (15 per la Banca + 15 per Ufficio) Venture capitalSportelloPOR gg lavorativi Beni strumentali produzione energia BandoPOR Entro : approvazione definitiva Giunta Entro : notifica Scadenza bando: fine dicembre gg per Commissione, salvo richiesta di chiarimenti avviso bando15 gg per la conferma scritta + 60 gg lavorativi per la Banca CONFIDI Integrazione fondo rischi AvvisoF.R. Non è necessaria la comunicazione alla Commissione : avviso Confidi : scadenza presentazione domande 45 gg lavorativi CONFIDI c/interessi alle imprese de minimis SportelloF.R. Scadenza bando: fine ottobre : avviso di sportello Concessioni trimestrali Distretti ricerca e investimenti Sportello A.S.+ F.R. Banca Le direttive già approvate prevedono 60 gg per la Banca e 30 gg per lUfficio Sardegna ricercheAffidamento diretto EnergiaSportelloPOR Scadenza bando: fine ottobre Entro 35 gg lavorativi (20 per la Banca + 15 Ufficio)

30 PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 30 Cagliari, luglio Quadro finanziario OBIETTIVISTRUMENTIRISORSE FINANZIARIE SUPPORTO AGLI INVESTIMENTI PRODUTTIVI Pacchetti Integrati di AgevolazioneEuro Anno 2008 Sostegno per lacquisto o leasing di nuove macchine (Legge Sabatini) Euro Anno 2008 STRUMENTI PER LE RETI DI IMPRESA Contratti di InvestimentoEuro Anno 2008 Rafforzamento dei distretti industrialiEuro (LR 37/98 art.4) Anno 2008 SOSTEGNO ALLINNOVAZIONE TECNOLOGICA, RICERCA E SERVIZI AVANZATI Sostegno finanziario a favore dellinnovazione, tutela ambientale e sicurezza sui luoghi di lavoro delle PMI industriali (L. 598/1994, art. 11 lett. b) Euro (POR FESR ) SERVIZI AVANZATI E RICERCA Interventi per favorire l'innovazione del sistema delle imprese attraverso l'acquisizione di servizi avanzati Euro (POR FESR ) MIGLIORAMENTO DELLA FINANZA PER LE IMPRESE Fondo di venture capitalEuro (POR FESR ) Integrazione del fondo rischi dei Consorzi FidiEuro Anno 2008 Concorso di interessi su prestiti concessi alle PMI aderenti ai Consorzi di Garanzia Collettivi Fidi Euro ,53 (somme perente ) FAVORIRE LINTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE Favorire la promozione per la diffusione e valorizzazione del prodotto Sardegna Euro Anno 2008 ENERGIA Aiuti per la realizzazione di impianti strumentali per la produzione di energia da fonti rinnovabili. Euro (POR FESR ) Aiuti alle imprese per la produzione di energia da fonti rinnovabili e per la promozione dellutilizzo di tecnologie ad alta efficienza Euro (POR FESR )


Scaricare ppt "PROGRAMMA INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA 1 Cagliari, luglio 2008 REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA PROGRAMMA INCENTIVI."

Presentazioni simili


Annunci Google