La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ESERCITAZIONE di Protezione Civile O.R.S.A Operazione Recupero Superstiti Aeromobile Proposta esercitativa illustrata, ideata e curata da DIEGO CAVALLI,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ESERCITAZIONE di Protezione Civile O.R.S.A Operazione Recupero Superstiti Aeromobile Proposta esercitativa illustrata, ideata e curata da DIEGO CAVALLI,"— Transcript della presentazione:

1 ESERCITAZIONE di Protezione Civile O.R.S.A Operazione Recupero Superstiti Aeromobile Proposta esercitativa illustrata, ideata e curata da DIEGO CAVALLI, volontario di Protezione Civile nel settore Telecomunicazioni. Questa presentazione può essere personalizzata nel testo ed utilizzata gratuitamente dalle organizzazioni di volontariato di Protezione Civile per Esercitazioni e formazione. Non è consentita alcuna riproduzione in copia o diffusione pubblica senza la preventiva autorizzazione dell’autore. Non è consentito l’utilizzo della seguente presentazione per scopi commerciali o di lucro.

2 Esercitazione di Protezione Civile O.R.S.A. xxxx (Operazione Recupero Superstiti Aeromobile ) Un piccolo aereo mod Pilatus PC6 con pilota ed equipaggio parte alle ore 9,30 dall’Aeroporto di (1) con direzione (2) Il viaggio prevede la trasvolata (3) con arrivo all’aeroporto di (4) dove è organizzata una gara di paracadutismo. Successivamente al contatto con ATC (5), il pilota, constatate condizioni meteo avverse avvisa di voler seguire una rotta a bassa quota seguendo (6)

3 Esercitazione di Protezione Civile O.R.S.A. xxxx (Operazione Recupero Superstiti Aeromobile Ore 11,00: si perde ogni contatto radio e radar. Il centro di (5) prova a contattare le torri di (7), (8), senza ottenere nessuna conferma. Ore 11,30: scatta la “fase di incertezza” e vengono contattati gli enti locali: VVF,VVUU,Carabinieri.Vi ene dichiarata la “fase di pericolo”.

4 Esercitazione di Protezione Civile O.R.S.A. xxxx (Operazione Recupero Superstiti Aeromobile Ore 12,00: L’ente aeronautico autorizza l’istituzione di una unità di crisi. Viene fatta richiesta all’aeroporto di (1) dell’invio completo del piano di volo.

5 Esercitazione di Protezione Civile O.R.S.A. xxxx (Operazione Recupero Superstiti Aeromobile Ore 12,30 Al centralino dei CC giungono alcune segnalazioni di avvistamento di velivolo a volo radente in (6) A chiamare sono i Sigg PINCO e PALLINO di (9) e CAIO e SEMPRONIO di (10) Ore 12,45 Al centralino dei CC giunge una segnalazione di velivolo a bassa quota con motore in panne proveniente da (6) ed in decisa virata in direzione (N,E,S,W), verso (11) A segnalare è il sig. TIZIO residente a (12)

6 Esercitazione di Protezione Civile O.R.S.A. xxxx (Operazione Recupero Superstiti Aeromobile 13,30 Da (5) CRAV giunge chiamata a unita’ di crisi per chiedere se hanno info su eventuali avvistamenti del velivolo in quanto persiste silenzio radio e manca contatto radar. L’unità di crisi informa (5) sugli avvistamenti segnalati. 13,45 (5) CRAV comunica di aver ricevuto informazioni da (13) su presenza di segnale ELT con provenienza (N,E,S,W) rilevamento (in gradi).

7 Esercitazione di Protezione Civile O.R.S.A. xxxx (Operazione Recupero Superstiti Aeromobile 15,00: L’unità di crisi informa la prefettura di (provincia), competente per territorio quale UTG e dalla quale vengono diramate le disposizioni per l’attivazione delle squadre di ricerca e soccorso nella zona segnalata dal CRAV. La prefettura autorizza la costituzione del CCS. 17,30 Il CCS attiva la Protezione Civile per collaborare nei soccorsi. Il Coordinatore dispone la partenza dei volontari con destinazione il luogo da cui il CRAV segnala la provenienza del segnale ELT Uomini ed automezzi della Protezione Civile si organizzano in colonna mobile in località (14) 19,30. L’incaricato del CRAV raggiunge in volo il luogo di ammassamento dove viene prelevato ed aggregato alla colonna mobile pronta a partire.

8 Esercitazione di Protezione Civile O.R.S.A. xxxx (Operazione Recupero Superstiti Aeromobile L’oscurità rende difficoltosa l’individuazione aerea dei superstiti e risulta pericolosa per la stessa incolumità degli equipaggi dei ricognitori inviati dal CRAV. Le operazioni di ricerca proseguono con l’ausilio delle sole squadre di terra. Ore 20,00 Grazie a due segnalazioni abbastanza precise si restringe l’area di ricerca alla zona di (15). Un testimone informa i CC di (15) di aver intravisto, nel pomeriggio, qualcosa di somigliante ad un paracadute scendere tra i boschi di quella zona. Ore 21,00: La colonna mobile P.C., raggiunta (15), procede con l’allestimento del campo base e della sala operativa. Vengono fatte uscire le prime squadre di ricerca rapida. (Si assume che altre forze di P.C., VVF e CFS stiano operando nella zona, coordinate dal CCS)

9 Esercitazione di Protezione Civile O.R.S.A. xxxx (Operazione Recupero Superstiti Aeromobile Ore 22,00: Una delle squadre di ricerca individua, agganciati ad un albero, i resti di un paracadute con le corde tagliate. Potrebbe appartenere ad uno dei passeggeri che si è quindi lanciato. E’ vivo, probabilmente ferito e sta girovagando tra i boschi alla ricerca di aiuto. Le ricerche vengono concentrate nella zona del ritrovamento. Ore 23,00: Sulla zona sta imperversando un forte temporale. Le avverse condizioni atmosferiche ed il terreno particolarmente difficile ed impervio rallentano le operazioni di soccorso. Viene segnalato un incidente ad un automezzo di ricerca. Ore 23,15: il disperso bussa alla porta della famiglia BIANCHI che, data la tarda ora e diffidenti nei confronti degli estranei, sono molto spaventati e chiamano immediatamente il 112. Il superstite non riesce comunicare in quanto i signori BIANCHI, una coppia di anziani, non conoscono lingue straniere e si rifiutano di aprire la porta.

10 Esercitazione di Protezione Civile O.R.S.A. xxxx (Operazione Recupero Superstiti Aeromobile Ore 23,30- 06,30 Per tutta la notte, a squadre alterne, sono proseguite le ricerche del velivolo e dei superstiti. Ore 7,00 Alcuni cercatori di funghi, incontrando i soccorritori, informano di aver sentito più voci parlare e gridare, con accento straniero, provenire da una certa direzione ma di non aver compreso nulla e di averli scambiati per turisti. Vengono inoltre ritrovate alcune mappe aeree usate per la navigazione. Ore 9,00 Una delle squadre di soccorso individua i resti del velivolo schiantato a terra ma senza gravi danni. Poco lontano il pilota giace a terra privo di sensi. Viene allertato il servizio sanitario. Ore 10,00 I CC di (15) informano il coordinamento dei soccorsi che un uomo in stato confusionale è stato avvistato da alcuni residenti mentre vagava per le vie di (16)

11 Esercitazione di Protezione Civile O.R.S.A. xxxx (Operazione Recupero Superstiti Aeromobile Ore 10,30 Due membri dell’equipaggio, (17) sbalzati fuori dall’aereo qualche centinaio di metri prima dello schianto, feriti ed in grave ipotermia, dopo ore di cammino tra i boschi arrivano finalmente in prossimità di una strada che decidono di seguire verso valle. Ore 11,00 Una delle squadre di soccorso individua due superstiti che confermano il lancio di un paracadutista. Ore Il paracadutista viene ritrovato mentre cammina lungo una strada e viene subito soccorso.

12 Esercitazione di Protezione Civile O.R.S.A. xxxx (Operazione Recupero Superstiti Aeromobile Ore tutti i superstiti sono recuperati e l’operazione di salvataggio è conclusa.

13 CARATTERISTICHE DELL’ESERCITAZIONE -Operazione su scenario realistico notturno/diurno; -Pre-evento con simulazione cronologica degli avvenimenti; -Impiego di tutte le specialità (logistica,cinofila,telecomunicazioni,sanitaria); -Operazioni di ricerca supportate da attività investigativa (interviste ai residenti); -Collaborazione attiva da parte della popolazione; -Coordinamento da Sala Operativa 100% radio (inclusi i risultati delle interviste e la raccolta delle segnalazioni); -Notevole impatto mediatico dell’evento.

14 Obiettivi: Copyright © Diego Cavalli -Collaudare i tempi di risposta e la capacità di coordinamento dell’organizzazione di volontariato; -Effettuare un censimento dei materiali e della risorsa umana; -Testare la capacità operativa dei volontari in ambiente ostile per tutte le specialità; -Verificare il grado di conoscenza delle norme sulla sicurezza ed il corretto uso dei D.P.I.; -Rafforzare i rapporti interpersonali tra i volontari; -Presentare ai media ed alle istituzioni l’ Organizzazione di Protezione Civile e la sua attività sul territorio.

15 Foto-diario dell’esercitazione effettuata in Altopiano di Asiago da A.N.C. nuclei di Protezione Civile, Federazione di Vicenza

16 Hanno scritto di noi

17 GRAZIE PER L’ATTENZIONE !


Scaricare ppt "ESERCITAZIONE di Protezione Civile O.R.S.A Operazione Recupero Superstiti Aeromobile Proposta esercitativa illustrata, ideata e curata da DIEGO CAVALLI,"

Presentazioni simili


Annunci Google