La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio la descrive. Foglio di lavoro 1 Quanto sono.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio la descrive. Foglio di lavoro 1 Quanto sono."— Transcript della presentazione:

1 Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio la descrive. Foglio di lavoro 1 Quanto sono veloce? È cambiato qualcosa durante il programma INT? Come valuto ora la mia velocità? I cambiamenti possono essere evidenziati anche direttamente nella tabella soprastante. Questo è un mio punto di forza Questo è un mio punto di debolezza 1.Quando qualcuno dice qualcosa io lo comprendo velocemente 2.Sono veloce nella risoluzione dei compiti 3.Al lavoro/a scuola sono veloce nello svolgere le mie attività 4.Normalmente sono più veloce degli altri 5.Sono soddisfatto della mia velocità

2 Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio la descrive. Foglio di lavoro 2 In che modo riesco a concentrarmi? È cambiato qualcosa durante il programma INT? Come valuto ora la mia capacità di concentrazione? I cambiamenti possono essere evidenziati anche direttamente nella tabella soprastante. Questo è un mio punto di forza Questo è un mio punto di debolezza 1.Riesco a concentrami bene, quando qualcuno mi racconta qualcosa 2.Nella risoluzione di un compito, faccio raramente errori 3.Al lavoro/a scuola riesco a stare attento anche per un lungo periodo di tempo 4.Di norma faccio meno errori degli altri 5.Sono soddisfatto della mia capacità di concentrazione

3 In quali situazioni mi sento meno vigile? Che cosa influenza la mia stanchezza? Cosa posso cambiare, per essere più vigile, più veloce e più attento? Ore Vigilanza Come cambia la mia vigilanza durante il giorno? Foglio di lavoro 3 Grado di vigilanza e velocità/capacità di prestare attenzione

4 Strategia 1: Nelle seguenti situazioni: Strategia 2: Nelle seguenti situazioni: Strategia 3: Nelle seguenti situazioni: Strategia 4: Nelle seguenti situazioni: Altre strategie: Foglio di lavoro 4 Le mie strategie utili per l’area

5 Titolo: Breve descrizione del compito.... Situazione: Quali caratteristiche ha la situazione che mi si prospetta?.... Strategia: Che cosa mi sono proposto di fare?.... Difficoltà: Quali difficoltà mi aspetto?.... Quali difficoltà ho vissuto?.... Foglio di lavoro 5 Esercizio da svolgere autonomamente

6 Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio la descrive. Foglio di lavoro 6 Qual è la mia capacità di riconoscere le emozioni degli altri? È cambiato qualcosa durante il programma INT? Come valuto ora la mia capacità di riconoscere le emozioni? I cambiamenti possono essere evidenziati anche direttamente nella tabella soprastante. Questo è un mio punto di forza Questo è un mio punto di debolezza 1.In una conversazione riconosco subito che cosa prova il mio interlocutore 2.La mimica e la gestualità delle altre persone mi aiutano ad orientarmi sul loro vissuto 3.Per me è importante comprendere le emozioni degli altri 4.Di norma riconosco le emozioni meglio degli altri 5.Sono soddisfatto della mia capacità di riconoscere le emozioni

7 Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio la descrive. Foglio di lavoro 7 Com’è la mia memoria? È cambiato qualcosa durante il programma INT? Come valuto ora la mia memoria? I cambiamenti possono essere evidenziati anche direttamente nella tabella soprastante. Questo è un mio punto di forza Questo è un mio punto di debolezza 1.Riesco a ricordarmi bene i nomi 2.Mi ricordo bene i numeri di telefono 3.Non dimentico nessun appuntamento 4.Non ho bisogno della lista della spesa perchè riesco a ricordarmi tutto quello che devo acquistare 5.Generalmente riesco a ricordare le cose meglio degli altri 6.Sono soddisfatto della mia memoria

8 Foglio di lavoro 8

9 Foglio di lavoro 9

10 Foglio di lavoro 10a Si ricorda ancora la strada? Disegni ora la strada memorizzata sulla mappa.

11 Foglio di lavoro 10b Si ricorda ancora la strada? Disegni ora la strada memorizzata sulla mappa.

12 Foglio di lavoro 10c Si ricorda ancora il tragitto della metropolitana? Disegni ora il tragitto memorizzato sulla mappa.

13 Foglio di lavoro 10d Si ricorda ancora il tragitto della metropolitana? Disegni ora il tragitto memorizzato sulla mappa..

14 Foglio di lavoro 10e Si ricorda ancora il giro per negozi in città? Disegni il percorso memorizzato sulla mappa.

15 Foglio di lavoro 10f Si ricorda ancora la strada e l’ordine in cui ha visitato i punti d’interesse? Disegni la strada e l’ordine in cui ha visitato i punti d’interesse sulla mappa.

16 Foglio di lavoro 10g Si ricorda ancora la strada? Disegni ora la strada memorizzata sulla mappa.

17 Foglio di lavoro 10h Si ricorda ancora la strada? Disegni ora la strada memorizzata sulla mappa.

18 Foglio di lavoro 10i Si ricorda ancora il tragitto? Disegni ora il tragitto sulla mappa della metropolitana.

19 Foglio di lavoro 10j Si ricorda ancora il tragitto? Disegni ora il tragitto sula mappa della metropolitana.

20 Foglio di lavoro 10k Si ricorda ancora il tragitto? Disegni ora il tragitto sulla mappa della metropolitana.

21 Foglio di lavoro 10l Si ricorda ancora il tragitto? Disegni ora il tragitto sula mappa della metropolitana.

22 Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio descrive questa sua capacità. Foglio di lavoro 11 Quanto sono capace di capire cosa sta succedendo in una situazione o in una conversazione? È cambiato qualcosa durante il programma INT? Come valuto ora la mia capacità di riconoscere cosa sta succedendo in una situazione o in una conversazione? I cambiamenti possono essere evidenziati anche direttamente nella tabella soprastante. 1.Quando guardo una fotografia su cui sono ritratte delle persone, capisco subito di cosa si tratta e che cosa esprime l’immagine 2.Quando raggiungo dei colleghi, che si stanno intrattenendo, capisco subito di cosa stanno parlando 3.Sono capace di mettermi nei panni degli altri 4.Generalmente riconosco gli aspetti più importanti di un film più velocemente degli altri 5.Sono soddisfatto di come riconosco le situazioni, quando sono insieme agli altri Questo è un mio punto di forza Questo è un mio punto di debolezza

23 Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio descrive questa sua capacità. Foglio di lavoro 12 Come sono le mie capacità di ragionare nella vita di tutti i giorni? È cambiato qualcosa durante il programma INT? Come valuto ora la mia capacità di ragionare? I cambiamenti possono essere evidenziati anche direttamente nella tabella soprastante. Questo è un mio punto di forza Questo è un mio punto di debolezza 1.In una conversazione mi vengono sempre in mente le parole giuste 2.Mi sento generalmente sicuro nel distinguere tra diversi concetti 3.Riesco ad usare bene ciò che ho imparato 4.Generalmente il mio modo di ragionare è migliore rispetto a quello degli altri 5.Sono soddisfatto del mio modo di ragionare

24 Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio descrive questa sua capacità. Foglio di lavoro 13 Com’è la mia capacità di risolvere i problemi? È cambiato qualcosa durante il programma INT? Come valuto ora la mia capacità di risolvere i problemi? I cambiamenti possono essere evidenziati anche direttamente nella tabella soprastante. Questo è un mio punto di forza Questo è un mio punto di debolezza 1.Riconosco sempre, qual è esattamente il problema 2.Di solito, nella vita di tutti i giorni, mi vengono in mente più possibili soluzioni ad un problema 3.Riesco a pianificare bene quello che c’è da fare 4.Riesco a risolvere meglio i problemi degli altri rispetto ai miei 5.Generalmente riesco a risolvere i problemi meglio rispetto agli altri 6.Sono soddisfatto di come riesco a risolvere i miei problemi

25 Obiettivo: Che cosa voglio?.... Strategia: Qual è la strategia da me scelta per raggiungere l’obiettivo?.... Pianificazione dei passaggi intermedi: Che cosa devo fare come prima cosa? Che cosa in seguito?.... Difficoltà: Quali difficoltà mi aspetto di incontrare? Come le posso affrontare?.... Risultato: Che obiettivi ho raggiunto? Sono soddisfatto del risultato?.... Foglio di lavoro 14 Il mio obiettivo personale

26 Il commissario Frost e la sua squadra entrano di mattina presto all’Hotel Nobel. C’è una denuncia di un ospite per un furto, che è stato commesso durante la notte precedente. La vittima del furto è la signora Irma Schön, in passato famosissima diva della televisione e del cinema, oggi non più sulla cresta dell’onda. Un voce interessante apparsa sulla stampa diceva che la signora Schön faceva fatica a finanziare il suo lussuoso stile di vita. La signora Schön riceve i poliziotti nella sua suite e li fa accomodare sulle poltrone imbottite. È molto arrabbiata e comincia immediatamente a raccontare l’accaduto in fretta e furia: “Ieri sera sono uscita a cena con uno dei miei produttori cinematografici. Quando sono ritornata in camera, all’incirca a mezzanotte, e ho aperto la porta, ho notato due loschi figuri, che al buio cercavano di impossessarsi del mio portagioie. Mi sono avvicinata alle loro spalle senza accendere la luce.” Detto ciò, la signora Schön si alza dalla sua poltrona e corre sconfortata in punta di piedi verso il piccolo tavolo accanto al muro, su cui si trova un portagioie nero. La scena ha qualcosa di strano: perché, anche se la signora Schön sta cercando di muoversi di soppiatto, i diversi braccialetti ai suoi polsi tintinnano talmente forte da poter essere sentiti probabilmente anche dai vicini della stanza accanto. Il commissario Frost e la sua squadra non possono fare a meno di sorridere in modo compiaciuto. La signora Schön prosegue: “All’improvviso le due figure mi hanno notata e raggiunta. A quel punto, mi sono accorta che entrambi erano mascherati. Mi hanno rinchiuso nel bagno, dove questa mattina sono stata trovata dalla cameriera del piano. Avevo molta paura, soprattutto dell’uomo grande e grosso con dei bei baffi rossi. Non ho osato muovermi!” “Che cosa le è stato rubato, quindi?”, chiede il commissario Frost in modo deciso. “Un preziosissimo collier di diamanti, regalatomi dal mio terzo ex marito! È costato almeno un milione …” Il commissario Frost interrompe risolutamente la signora Schön e replica: “Signora Schön! In tutti i suoi film ho sempre ammirato le sue capacità e doti artistiche. Ma le consiglio vivamente di non fare alcun tentativo per ingannare la sua assicurazione. Per di più, noi abbiamo cose ben più importanti da fare.” * Di cosa sì è accorto il commissario Forst? * Perché è diventato sospettoso e ha interrotto la signora Schön all’improvviso? Foglio di lavoro 15a Cala il sipario su una diva del cinema

27 Dopo la fine del servizio, il commissario Frost era seduto nel suo ufficio con la sua giovane assistente. L’assistente voleva sapere per quale motivo lui era diventato commissario. Il commissario Frost rispose: “È una lunga storia! Fin da giovane mi sono interessato di casi di crimine, di come questi potessero essere risolti con la ragione. Un esempio: quando avevo 12 anni, un lunedì a scuola fu rubata la nuova, e piuttosto costosa, penna stilografica d’argento di un mio compagno di scuola che si chiamava Carlo. L’aveva ricevuta per il suo compleanno. Carlo non era eccessivamente triste per questo fatto. Inoltre, usò la storia del furto per non dover più scrivere con quella detestata penna stilografica. Ciò incontrò l’approvazione anche degli altri studenti. Passò per una cosa super! Peter, un altro compagno di scuola, non la considerava affatto una cosa super. Si rifiutò, ad esempio, di giocare a calcio con gli altri ragazzi. Nonostante ciò, cercava continuamente l’attenzione dei compagni di classe. Quando il nostro insegnante volle far luce sull’accaduto e chiese alla classe chi avesse “preso in prestito” la penna stilografica di Carlo, alcuni studenti accusarono Daniele, il miglior amico di Carlo, che era già stato sospettato di aver sottratto qualcosa, e che si era sempre vantato di aver rubato qualcosa in un grande magazzino. Però, la mattina del furto, Daniele era assente poiché era malato. Tuttavia, alcuni bisbigliarono tra loro che quella mattina avevano visto gironzolare Daniele per la città. A questo punto, Peter alzò la mano e disse all’insegnante: “Non è stato Daniele! Io ho rubato la penna stilografica di Carlo lunedì.” L’insegnante rispose sorpreso: “Perché hai fatto questo? Restituiscila a Carlo. Ne riparliamo più tardi!” Peter replicò: “Carissimo professore, purtroppo non posso farlo. Ieri l’ho gettata nel secchio dell’immondizia. Quel color oro di poco gusto non mi piaceva affatto. E Carlo ha ripetuto per tutto il tempo che ora in via del tutto eccezionale poteva usare una fantastica penna a sfera. Pensavo che non la volesse più indietro! A questo punto Carlo, che fino a quel momento aveva taciuto, alzò all’improvviso la mano: “Peter, tu, spaccone. Ora ne ho abbastanza di te! Io, e solo io so, dov’è la mia nuova penna stilografica …” * Cosa intendeva dire Carlo con ciò? * Chi aveva la penna stilografica di Carlo?. Foglio di lavoro 15b Il furto in classe

28 Il commissario Frost e la sua assistente hanno un nuovo caso spinoso da risolvere: un’auto sportiva costosa e molto rara, di produzione italiana è stata rubata da un garage sotterraneo, di proprietà di una azienda, sito in un piccolo palazzo di uffici nella periferia cittadina. Il proprietario ha fatto denuncia. Nella suddetta azienda tutti e 50 i collaboratori guadagnano un buon stipendio e guidare un’auto sportiva è considerato uno status symbol. Per motivi di scurezza, perciò, si entra e si esce dal garage sotterraneo solo con le chiavi dell’azienda. Il sospetto ricade quindi in un primo tempo sui collaboratori dell’azienda. Il commissario Frost e la sua assistente hanno già interrogato più della metà dei collaboratori – purtroppo senza alcun risultato. Il vicecapo, il signor Marchi, che ieri era assente per urgenti motivi di lavoro, oggi viene interrogato per la prima volta. Il commissario Frost comincia a spiegare al signor Marchi che cosa è successo e, quindi, per questo motivo vorrebbe fargli un paio di domande. A questo punto, il signor Marchi lo interrompe in modo risoluto: “So già tutto. Il mio tempo è limitato, perché devo fare cose ben più importanti che parlare di stupidate con un poliziotto. Venga quindi al punto, dunque!” Il commissario Frost pensa tra sé “Questo arrogante millantatore!”, tuttavia risponde a bassa voce: “Carissimo signor Marchi, naturalmente noi non vogliamo servirci del suo tempo troppo a lungo. Vorremmo solo chiederle, che tipo di auto guida e dove si trovava il giorno del furto. Quindi, si tratta di una pura formalità!” Il signor Marchi: “Questo avreste potuto chiederlo anche alla mia segretaria. Non mi meraviglio, che la polizia non sia in grado di risolvere i casi criminali, se spreca così il suo tempo. Guido una Porsche e di tanto in tanto anche una BMW. E il giorno del furto me l’ero preso libero per fare una piccola gita con uno dei miei due bolidi. Altre domande?” Il commissario Frost e la sua assistente diventano sospettosi di qualcosa, si scambiano una breve occhiata, dopodiché l’assistente dice qualcosa in modo servile: “No, tutto chiaro. Ci scusi, se l’abbiamo trattenuta. Posso accompagnarla all’uscita?” Il signor Marchi si alza subito e replica in modo arrogante: “Finalmente. Sarebbe anche ora!”. Cammina a testa alta per il corridoio fino all’uscita. Nello stesso tempo, non può fare a meno di dire all’assistente le seguenti importanti osservazioni: “Lei e il suo commissario non avete alcuna idea di quali siano le belle auto. Siete solo funzionari statali. Non guiderei mai nella vita una Lamborghini XY gialla!” A questo punto l’assistente sapeva di aver risolto il caso … * Perché l’assistente del commissario Frost dice ciò? * Allora, chi ha rubato il bolide? Foglio di lavoro 15c Il bolide scomparso

29 Il commissario Frost vive in una vecchia casa in centro città. Sullo stesso pianerottolo vive anche una signora con i suoi due figli di 15 e 16 anni, che fanno disperare la loro madre. I ragazzi, vivaci adolescenti, sono sempre pronti a fare scherzi. Una sera, il commissario Frost sente un forte grido proveniente dall’appartamento dei vicini. Si chiede cosa mai sarà successo di nuovo. In quel momento suonano alla sua porta. È la vicina, che gli chiede di andare nel suo appartamento. Anche i suoi due figli sono lì. La vicina dice abbastanza agitata: “Caro signor Frost, lei deve aiutarmi, dal momento che è un commissario di polizia!” Il signor Frost annuisce. La signora descrive il problema: “Poco fa volevo uscire di casa e mi sono accorta che il mio borsellino era sparito. Semplicemente scomparso. In più, un’ora fa ho messo la lista della spesa per domani nella sporta di plastica, che tengo sempre nella mia borsetta. Mi sembra di impazzire!” Il commissario Frost: “Per favore, si calmi. Nell’ultima ora, chi è stato qui in casa sua? La porta era chiusa a chiave?” La vicina: “Sì, certo che la porta era chiusa. Ho dovuto aprirla con le chiavi per venire a suonare alla sua porta. Oltre a me, c’erano qui in casa solo i miei due ragazzi.” La signora comincia a piangere. Entrambi i ragazzi guardano il commissario Frost in modo innocente e dicono, che non hanno la minima idea di dove sia il borsellino della madre. Poiché, tuttavia, loro conoscono bene il commissario Frost e lui li ha sempre accompagnati alle partite di calcio, non ritengono di potergli nascondere le loro buffonate. Il più grande si raschia la gola e dice: “Io non ho il borsellino. Non chieda nulla a mio fratello più giovane, perchè comunque lui mente.” Subito dopo il più giovane: “Non è così, tu bugiardo! Io sono innocente!” Entrambi sogghignano. Il commissario Frost è stufo di darsi pena con i ragazzi e dice chiaramente: “Ragazzi, ora vi faccio un’unica domanda e entrambi mi date una risposta. Ok? Cosa credete che risponda vostro fratello, quando io gli chiedo, se suo fratello ha rubato il borsellino?” Tutti e due ci riflettono brevemente. Il più grande risponde per primo: “Mio fratello minore risponde, l’ho preso io, cosa che non va bene.” Il più giovane dà la stessa identica risposta. Il commissario Frost alla madre: “Gentile signora, i suoi ragazzi sono ancora una volta in combutta !” * Cosa vuole dire il commissario Frost con questo? * Chi ha il borsellino? Foglio di lavoro 15d Il borsellino della mamma

30 Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio descrive questa sua capacità. Foglio di lavoro 16 Come mi adatto alle regole sociali? È cambiato qualcosa durante il programma INT? Come valuta ora la sua capacità di risolvere i problemi? I cambiamenti possono essere evidenziati anche direttamente nella tabella soprastante. Questo è un mio punto di forza Questo è un mio punto di debolezza 1.Nell’affrontare la quotidianità, faccio per lo più le cose giuste in modo automatico 2.Non devo riflettere a lungo su come devo comportarmi nei rapporti con gli altri 3.Conosco le regole di comportamento sociale, che ci si aspetta che osservi 4.Riesco a risolvere meglio i problemi degli altri rispetto ai miei problemi 5.Generalmente capisco meglio degli altri che cosa si deve fare 6.Sono soddisfatto dei miei rapporti con gli altri

31 Foglio di lavoro 17 Con quali strategie mi difendo? Abbiamo parlato di diverse strategie con cui affrontare eventuali domande sulla propria malattia, sul ricovero o su argomenti personali. Se si intende utilizzare una strategia è utile dapprima rifletterci per decidere con chi utilizzarla e in quali circostanze. Valuti le seguenti strategie:

32 Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio descrive questa sua capacità. Foglio di lavoro 18 Come “lavoro con la mia memoria” nella vita di tutti i giorni? È cambiato qualcosa durante il programma INT? Come valuta ora la sua capacità di lavorare con la sua memoria? I cambiamenti possono essere evidenziati anche direttamente nella tabella soprastante. Questo è un mio punto di forza Questo è un mio punto di debolezza 1.Anche quando accadono molte cose intorno a me, non mi lascio distrarre 2.Riesco a fare bene molte cose contemporaneamente 3.Nel caso in cui ci siano più possibilità, non ho alcun problema a decidere cosa scegliere 4.So sempre molto velocemente che cosa si deve fare 5.Generalmente lavoro con la mia memoria meglio degli altri 6.Sono soddisfatto di come lavoro con la mia memoria

33 * Ha già vissuto nella sua quotidianità delle situazioni in cui non è riuscito a concentrarsi bene su qualcosa, perché era troppo distratto? * Qual era il motivo della sua distrazione? Stimoli esterni (baccano, gente, rumori, ecc.) o stimoli interni (troppi pensieri o pensieri circolari, viaggi con la fantasia, ecc.)? * Se facciamo fatica a concentrarci perché siamo distratti, siamo di solito anche sovraeccitati! Cioè, siamo molto attivi internamente o esternamente. In quali situazioni si è sentito particolarmente sovraeccitato? ____________________________________________________________ Si ricorda una situazione concreta? Faccia un esempio tratto dalla sua quotidianità (a casa, al lavoro, durante il tempo libero o in una conversazione?):.... Come ha esternato il suo essere sovraeccitato? pensieri:.... sentimenti/emozioni:.... reazioni fisiche:.... comportamenti:.... Che cosa ha fatto in quei momenti per riuscire a concentrasi meglio? Faccia degli esempi delle strategie utilizzate:.... Foglio di lavoro 19 Ero troppo distratto

34 Svolgere diverse attività tutte insieme è difficile. Perciò, di solito, evitiamo di eseguire le attività in modo parallelo, ma passiamo da un’attività a un’altra e di nuovo a quella precedente. Questo può essere fatto anche molto velocemente. Questo passaggio è tanto più facile, quanto più familiare è l’attività. Le viene in mente qualche situazione tratta dalla sua esperienza personale, in cui ha provato a lavorare nello stesso tempo alternatamente a più cose e ha dovuto spesso passare da un’attività all’altra? * Faccia un esempio (ad esempio, a casa, al lavoro, durante il tempo libero o in una conversazione?):.....  È riuscito a passare bene da un’attività all’altra? O, nell’esempio citato, ha incontrato difficoltà nel passaggio?..... * Di che tipo erano le difficoltà incontrate? 1.Il passaggio alla nuova attività è stato difficile. Non riuscivo ad abbandonare l’attività precedente! 2.Il passaggio alla nuova attività è stato possibile, ma ero comunque distratto dal primo compito. Non riuscivo a non pensare all’attività precedente e sono riuscito con qualche difficoltà ad affrontare qualcosa di nuovo. Foglio di lavoro 20 Flessibilità: riuscire a passare da un’attività a quella successiva Fare una crocetta sulla scelta corrispondente

35 Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio descrive questa sua capacità. Foglio di lavoro 21 Come comprendo ciò che succede nel quotidiano? È cambiato qualcosa durante il programma INT? Come valuta ora la sua capacità di comprendere ciò che succede? I cambiamenti possono essere evidenziati anche direttamente nella tabella soprastante. Questo è un mio punto di forza Questo è un mio punto di debolezza 1.Di solito capisco le cose in modo corretto, veloce e preciso 2.Quando mi riesce qualcosa, spesso mi attribuisco il merito 3.Nel caso in cui qualcosa vada bene, riconosco volentieri il merito degli altri 4.Sono molto flessibile nella valutazione dei risultati 5.Di norma le mie deduzioni sono più giuste di quelle degli altri 6.Sono soddisfatto di come riesco a valutare spontaneamente ciò che accade nella quotidianità

36 Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio descrive questa sua capacità. Foglio di lavoro 22 Come affronto lo stress? In che modo sono in grado di regolare le mie emozioni? È cambiato qualcosa durante il programma INT? Come valuta ora la sua capacità di affrontare lo stress e regolare le emozioni? I cambiamenti possono essere evidenziati anche direttamente nella tabella soprastante. Questo è un mio punto di forza Questo è un mio punto di debolezza 1.Riesco a fare bene le cose anche sotto stress. 2.So sempre gestire le mie emozioni. 3.Se sono triste o arrabbiato, riesco velocemente a cambiare il mio stato d’animo 4.So come tornare di buon umore 5.Di norma riesco ad affrontare lo stress meglio degli altri 6.Sono soddisfatto di come riesco a regolare le mie emozioni

37 Foglio di lavoro 23 Analisi delle attribuzioni causali spontanee Risponda alle seguenti domande sulla situazione di cui si è parlato o che è stata messa in scena (role-play) precedentemente. * Descrizione delle caratteristiche fondamentali della situazione: Che cosa succede?..... * Identificazione delle cause: Che cosa penso, perché questa persona si è comportata così? Le mie ipotesi?..... * Conclusioni tratte: Quali conseguenze ha per me o quali per le altre persone? Cosa significa per me o quale significato ha per le altre persone?..... * Reazioni: Quali reazioni produce in me e quali nelle altre persone? Quali emozioni e sentimenti vengono evocate?..... Quali pensieri e ragionamenti?..... Reazioni fisiche?..... Reazioni comportamentali?.....

38 Foglio di lavoro 24 Verifica della mia attribuzione causale Risponda alle seguenti domande. * Descrizione della situazione : Cosa è successo?..... * Identificazione spontanea delle cause : Le mie ipotesi?..... * Deduzioni e reazioni: Conseguenze? Quali reazioni provoca in me?..... * Identificazione alternativa delle cause: Altre ipotesi? * Deduzioni / reazioni alternative: Conseguenze? Quali reazioni provoca in me?.....


Scaricare ppt "Risponda alle seguenti domande ponendo una crocetta sul valore della scala di valutazione da 1 a 5 che meglio la descrive. Foglio di lavoro 1 Quanto sono."

Presentazioni simili


Annunci Google