La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le determinanti della spesa pubblica per listruzione in Italia: 1996-2005 Servizio Studi XX Conferenza SIEP – Università di Pavia 25-26 settembre 2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le determinanti della spesa pubblica per listruzione in Italia: 1996-2005 Servizio Studi XX Conferenza SIEP – Università di Pavia 25-26 settembre 2008."— Transcript della presentazione:

1 Le determinanti della spesa pubblica per listruzione in Italia: Servizio Studi XX Conferenza SIEP – Università di Pavia settembre 2008 Aldo Lamberti – Ministero dellEconomia e delle Finanze

2 La spesa pubblica per listruzione può essere influenzata da numerosi fattori di diversa natura che incidono sia sulla domanda, sia sullofferta di istruzione: struttura per età della popolazione; la crescita del reddito; decisioni politiche esplicitamente dirette al settore dellistruzione o, più in generale, volte a contenere il disagio sociale connesso con la disoccupazione. Premessa

3 Spese pubblica per listruzione

4 Caratteristiche del sistema scolastico italiano rapporto addetti- studenti molto elevato rispetto agli altri paesi OCSE ; salari degli addetti del settore molto più bassi rispetto a quelli degli altri paesi ; (Cfr. Rapporto intermedio sulla revisione della spesa, Commissione Tecnica di Finanza Pubblica ottobre 2007; Education at glance, OCSE settembre 2008).

5 tassi di scolarizzazione rapporto addetti-studenti tassi di natalità anni 80 difficoltà nella programmazione degli organici dinamica salariale contenuta Periodo

6 Spesa pubblica per listruzione: scopo dellanalisi Applicare la metodologia utilizzata in Franco (1993) allanalisi dellandamento della spesa pubblica per listruzione nel periodo per verificare: se la stabilità della spesa non sia il risultato netto di dinamiche opposte delle sue diverse componenti; quali siano state le discontinuità rispetto al periodo analizzato da Franco nelle determinanti della dinamica della spesa pubblica per listruzione

7 I dati Criticità:mancanza di dati e di una loro raccolta sistematica, omogenea e informatizzata. Non è stato possibile effettuare lanalisi per il periodo poiché sono stati riscontrati dei buchi in questi anni con riferimento ad alcune variabili oggetto di studio. dati reperiti da fonti diverse: numero studenti e personale scuola da MPI ; popolazione, ULA PA e retribuzioni PA da ISTAT; spese del comparto scuola da Bilancio consuntivo dello Stato.

8 La metodologia (I) Seguendo Franco(1993): SI/PIL = (NSS/ POPtot) * (si/pil) NSS/POPtot = (POPgiov/ POPtot) * (NST/ POPgiov) * (NSS/NST) si= (NIS * wi + NAS * wa + ALT)/ NSS w= wp * c dove c= (w/ wp) demografia policy economia scolarizzazione

9 La metodologia (II) SI/PIL = A * (B + C) A= (POPgiov/ POPtot * NST/ POPgiov * NSS/NST) B= {(NIS+NAS)/NSS } * wp/pil * c C= {(ALT/NSS)/pil96} * pil96/pil

10 La metodologia (III) Data una certa identità x = a*b*c*d x= Ca + Cb + Cc + Cd il contributo di ciascun fattore alla crescita della spesa tra lanno 1 e lanno 2 è dato da: Ca= a *bm *cm *dm

11 Criticità La serie dei dati utilizzata presenta un salto in corrispondenza del Per questo motivo lanalisi verrà effettuata esaminando due sottoperiodi: il primo relativo agli anni e il secondo agli anni

12 Risultati (I) SI/PIL POPgiov/P OPt ot NST/POPgi ov NSS/NST NIS/NSS NAS/NSS wp/pil c=wi/wp (ALT/NSS)/ pil9 6 pil96/pil ,02990,23960,65250,87360,10440,01881,81900,90690,01601, ,02870,23440,66020,87490,10320,02121,86350,84340,01700, ,02890,22930,66990,86200,10490,02151,73380,91710,01820, ,02690,22420,68410,86410,10520,02151,72320,85030,01820, ,03190,21610,71070,86570,10970,03531,68260,88980,02520, ,02870,21300,72480,86450,10880,03501,68470,81580,01980, ,03170,20980,73610,86310,10670,03421,71710,89280,02400, ,02960,20760,73820,86280,10790,03391,72490,81910,02640, ,02830,20580,74030,86230,10870,03341,76450,78550,02110,8803

13 Risultati (II) Tra il 1996 e il 1999 la spesa complessiva per listruzione presenta una leggera flessione rispetto al PIL passando dal 3% al 2,7% circa. Nel periodo presenta un andamento altalenante con incrementi di una certa entità in corrispondenza del 2001 e del 2003 per poi tornare nel 2005 agli stessi livelli del 2000.

14 Risultati (III) demografia vs. scolarizzazione lincidenza della popolazione in età scolare sulla popolazione complessiva è diminuita (dal 24 al 22 per cento) mentre il tasso di scolarizzazione è passato dal 65 al 68 per cento; il rapporto tra popolazione in età scolare e popolazione complessiva si è ridotto dal 22 al 20,5 per cento mentre il tasso di scolarizzazione è aumentato di circa 5 punti percentuali (dal 69 al 74 per cento); la percentuale di studenti delle scuole statali ha subito una leggera flessione nel primo sottoperiodo considerato per poi assestarsi intorno all 86% del totale degli studenti nellintero periodo

15 Risultati (IV) Policy Il numero degli addetti del settore è sostanzialmente stabile nei due sottoperiodi considerati : rapporto addetti studenti aumenta da 12,3 a 12,7 per cento studenti (aumenta sia il rapporto insegnanti studenti da 10,4 a 10,5 per cento studenti, sia il rapporto altri addetti studenti da 1,9 a 2,2 ogni cento studenti); il rapporto addetti studenti diminuisce passando da 14,4 a 14,2 per cento studenti (il rapporto insegnanti studenti aumenta ancora un po da 10,8 a 10,9 per cento studenti mentre il rapporto altri addetti studenti diminuisce da 3,6 a 3,3 per cento studenti).

16 Risultati (V) Tra il 1996 e il 1999 ci sono una flessione del rapporto tra le retribuzioni medie dellintero settore pubblico e il PIL pro-capite (da 1,82 a 1,72 per cento ) e un peggioramento della posizione relativa dei dipendenti dellistruzione rispetto agli altri dipendenti pubblici (il rapporto tra le retribuzioni medie degli addetti dellistruzione e quelle dellintero settore pubblico è sceso da 0,90 del 1996 a 0,85 del 1999). Tra il 2000 e il 2005 il rapporto tra le retribuzioni medie dellintero settore pubblico e il PIL pro-capite è aumentato passando da 1,68 a 1,76 punti percentuali mentre il rapporto tra le retribuzioni medie degli addetti dellistruzione e quelle dellintero settore pubblico è ulteriormente diminuito da 0,79 del 2000 a 0,78 del Le altre spese diverse dalla retribuzioni sono aumentate nel da 1,6 a 1,8 per cento rispetto al PIL pro-capite reale mentre nel sono diminuite di 0,2 per cento rispetto al PIL pro- capite reale.

17 Leffetto riduttivo dei fattori demografici viene per gran parte compensato dalleffetto accrescitivo della scolarizzazione Laumento delloccupazione viene più che compensato dalla diminuzione delle retribuzioni medie sia dellintero settore pubblico, sia degli addetti del settore istruzione Contributi

18 Contributi Il contributo negativo alla variazione della spesa dei fattori demografici viene quasi interamente compensato da quello positivo della scolarizzazione Rispetto al sottoperiodo precedente si ha un andamento diverso delloccupazione e delle retribuzioni: > il numero degli addetti del settore istruzione diminuisce leggermente; > il rapporto tra le retribuzioni medie dellintero settore pubblico e il pil pro-capite aumenta (anche se diminuisce il rapporto tra le retribuzioni medie del settore istruzione e quelle dellintero settore pubblico).

19 vs La spesa complessiva per listruzione, nel decennio considerato, è diminuita di 0,3 punti percentuali rispetto al PIL. La diminuzione della spesa è avvenuta soprattutto nel periodo mentre nel periodo è rimasta pressoché invariata.

20 vs Confrontando i risultati ottenuti da Franco (1993) con quelli ottenuti nel presente lavoro, si evince che nei due periodi considerati cè stata una netta inversione di tendenza nellandamento della spesa per listruzione: mentre nel periodo la variazione è stata positiva (+1,64% rispetto al PIL), nel periodo la variazione della spesa è di segno negativo (-0,31% rispetto al PIL). Gli indicatori utilizzati mostrano lo stesso segno nei due periodi considerati ad eccezione del tasso di pubblicizzazione dellistruzione che registra una leggera flessione nel periodo I contributi della scolarizzazione e delloccupazione sono decisamente più elevati nel periodo mentre con riferimento ai salari si può notare lulteriore peggioramento nel periodo della posizione relativa dei dipendenti dellistruzione rispetto agli altri dipendenti pubblici.


Scaricare ppt "Le determinanti della spesa pubblica per listruzione in Italia: 1996-2005 Servizio Studi XX Conferenza SIEP – Università di Pavia 25-26 settembre 2008."

Presentazioni simili


Annunci Google