La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LABORATORIO SCIENZE Classe 4^ Via Cavour A.S.2006 / 2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LABORATORIO SCIENZE Classe 4^ Via Cavour A.S.2006 / 2007."— Transcript della presentazione:

1

2 LABORATORIO SCIENZE Classe 4^ Via Cavour A.S.2006 / 2007

3 Cosa entra e cosa esce dal corpo? Dove va il cibo? Come circola il sangue? Alimentarsi equivale a nutrirsi?

4 COSA ENTRA? COSA ESCE? ARIA LIQUIDI DA DOVE? APPARATO RESPIRATORIO APPARATO URINARIO PARTE INFERIOREPARTE SUPERIORE

5 Lapparato respiratorio: parte superiore Fosse nasali naso bocca trachea esofago laringe faringe

6 LA LARINGE Sopra la laringe cè una specie di tappo, lepiglottide, che si chiude quando mangi per impedire al cibo di andare nella trachea. La laringe è una cavità cartilaginea che contiene le corde vocali; si trova tra la faringe e la trachea. la laringe è il pomo dadamo che si trova nella gola

7 LA TRACHEATRACHEA Sotto la laringe inizia la trachea che trasporta laria nei polmoni. Essa rimane sempre aperta grazie alla presenza di circa 20 robusti anelli di cartilagine a forma di C.

8

9 LE FOSSE NASALI Prima di raggiungere i polmoni laria inspirata viene purificata. I peli e lo strato di muco dentro le fosse nasali, intrappolano Polvere e particelle estranee, inoltre, laria fredda e secca Viene riscaldata e umidificata per adattarla allambiente Polmonare.

10 LAPPARATO RESPIRATORIO: parte inferiore I POLMONIPOLMONI I polmoni sono situati allinterno della gabbia toracica, che li protegge, e che è formata dalle costole che partono dalle vertebre dorsali e, sul davanti, sono saldate allo sterno. in basso i polmoni poggiano sul diaframma, un muscolo piatto, posto trasversalmente.

11

12 Lossigeno contenuto nellaria, dai polmoni passa nei Globuli rossi del sangue e di qui viene portato a tutte Le cellule del corpo. Dalle cellule il sangue preleva lanidride carbonica Che viene trasportata ai polmoni ed emessa nellaria. La respirazione consiste nellassunzione dellossigeno E nella eliminazione dellanidride carbonica. Con la respirazione viene prodotta anche energia Per il lavoro delle cellule. Il meccanismo della respirazione si compie in due fasi: InspirazioneInspirazione ed espirazione.espirazione.

13 Inspirazione Durante l inspirazione la gabbia toracica si espande E consente ai polmoni di gonfiarsi. 20 % Ossigeno 80% azoto e altri gas

14 ESPIRAZIONE Durante lespirazione la gabbia toracica si restringe, comprime i polmoni e li costringe a espellere laria che avevano accumulato. 16% ossigeno 4% anidride carbonica 80% azoto e altri gas. Un adulto compie circa 16 atti respiratori al minuto.

15 Apparato circolatorio CUORE SANGUE VASI SANGUIGNI PICCOLA E GRANDE CIRCOLAZIONE

16 IL CUORECUORE Il cuore è un muscolo cavo e involontario, situato nella Gabbia toracica tra i due polmoni. Una parete muscolare, detta setto, divide il cuore in due parti: la destra e la sinistra. In ogni parte si trovano due cavità: l atrio e il ventricolo. A destra fluisce il sangue venoso, carico di anidride carbonica. A sinistra passa il sangue arterioso ricco di ossigeno. Il cuore si contrae e si rilassa senza interruzione con un ritmo di circa 70 battiti al minuto, nelladulto, in situazione di riposo; quando facciamo unattività fisica il numero dei battiti aumenta. Il lavoro del cuore si manifesta con il caratteristico battito cardiaco.battito cardiaco.

17

18 1.Gli atri si contraggono spingendo il sangue nei ventricoli. 2.Il sangue venoso entra nell atrio destro mentre latrio sinistro si riempie di sangue arterioso. 3.I ventricoli si contraggono e spingono il sangue nellarteria polmonare e nell aorta. …e il ciclo continua.

19 Il sistema circolatorio distribuisce le sostanze nutritive e lossigeno a tutte le cellule del corpo e porta via lanidride carbonica e le altre sostanze di rifiuto. Il trasporto viene svolto dal sangue che circola continuamente nei vasi sanguigni, spinto dal cuore. Il sangue è formato per il 55%, da un liquido giallastro, il plasma e per il 45% da piastrine, globuli rossi e globuli bianchi.piastrineglobuli rossi globuli bianchi.

20 Le piastrine non sono cellule intere, ma frammenti di Cellule che contengono le sostanze necessarie a far Coagulare il sangue e a cicatrizzare le ferite.

21 I globuli rossi sono numerosissimi e di piccolissime Dimensioni; il loro colore rosso vivo è dovuto allemoglobina, una sostanza capace di trasportare lossigeno e lanidride carbonica.

22 I globuli bianchi sono più grandi e assai meno numerosi dei globuli rossi. Il loro compito principale è quello di difendere il nostro organismo dallattacco di virus e batteri;essi sono in grado di cambiare forma e di muoversi controcorrente nel flusso sanguigno, per raggiungere la zona in cui si sviluppa linfezione.

23 Il sangue circola nel nostro corpo grazie a un sistema di condotti nei quali scorre: i vasi sanguigni. Quelli che trasportano il sangue dal cuore ai vari organi si chiamano arterie, mentre i vasi che riportano il sangue al cuore si chiamano vene.arterie vene. Le arterie si ramificano in vasi sempre più sottili: i capillari.capillari.

24 Le arterie scorrono in profondità, sono robuste ed elastiche, trasportano sangue arterioso ricco di ossigeno.

25 Le vene si trovano più vicine alla superficie della pelle, non hanno pareti molto resistenti e trasportano sangue venoso, povero di ossigeno e carico di impurità.

26 I capillari raggiungono ogni cellula del nostro corpo; allinterno dei capillari avviene lo scambio di materiali tra il sangue e le cellule. Alcune sostanze vengono cedute dal sangue ai tessuti (acqua con sostanze nutritive disciolte ed ossigeno )e contemporaneamente altre che non servono più vengono messe in circolo nel sangue (acqua, sostanze di rifiuto ed anidride carbonica).

27 Con la piccola circolazione il sangue esce dal ventricolo e viene spinto verso i polmoni dove si libera dellanidride carbonica e si carica di ossigeno. Il sangue ossigenato ritorna al cuore ed ha inizio il percorso più lungo che prende il nome di grande circolazione. Dal ventricolo sinistro, attraverso ramificazioni sempre più piccole, le arterie raggiungono ogni parte del corpo e portano il sangue ad ogni cellula. Qui avvengono gli scambi di ossigeno e sostanze nutritive con i prodotti di rifiuto delle cellule stesse. Il sangue che contiene queste sostanze, passando lungo lintestino si arricchisce di sostanze alimentari e torna verso latrio destro, dove ricomincia il ciclo.

28 Il cibo dalla bocca allo stomaco Il cibo cosi com è non può essere utilizzato dalle nostre cellule, ma deve subire numerose trasformazioni. Le prime trasformazioni avvengono in bocca per l azione dei denti, della lingua e della saliva.lingua I denti tagliano, triturano, sminuzzano il cibo, mentre la lingua lo rimescola e lo convoglia sotto i denti, infine la saliva lo imbeve.Essa contiene un enzima detto ptialina, che trasforma gli amidi in zuccheri e un altro enzima chiamato lisozima che uccide i batteri.A questo punto il boccone è diventato una poltiglia umida chiamata bolo. Con la deglutizione il bolo lascia la bocca e scende nella faringe e da qui prosegue nell esofago per giungere nello stomaco dove subisce nuove trasformazioni.stomaco

29 La lingua è anche lorgano del gusto. Sulla sua superficie sono presenti le papille gustative;ogni papilla è capace di riconoscere uno dei quattro gusti: dolce, amaro, salato, aspro.

30 Lo stomaco è un organo a forma di sacca e le sue pareti elastiche e dilatabili compiono movimenti per rimescolare la massa alimentare. Gli alimenti entrano nello stomaco attraverso il cardias ed escono dal piloro. Nello stomaco ci sono le ghiandole che producono il succo gastrico che contiene acido cloridrico ed enzimi. Lacido cloridrico uccide i batteri che sono arrivati nello stomaco. Gli enzimi trasformano i grassi, gli zuccheri e le proteine in sostanze più semplici. Lentamente il bolo si trasforma in chimo e prosegue il suo percorso attraverso lintestino.lintestino.

31 Lintestino è diviso in due parti: tenue e crasso. Lintestino tenue è lungo sette metri. In questo tratto il cibo viene digerito dai succhi prodotti dal fegato e dal pancreas.fegatopancreas Le sostanze contenute nel cibo, che si chiama chilo, vengono assorbite dai villi intestinali. villi intestinali Lultima parte è detta intestino crasso ed è lunga due metri. In questo tratto viene assorbita lacqua e le sostanze non digerite di scarto vengono eliminate come feci attraverso lano.

32 Il fegato è un organo che produce la bile, una sostanza indispensabile per la digestione dei grassi. Il fegato immagazzina gli zuccheri, le vitamine e i sali minerali.

33 Il pancreas è una ghiandola che ogni giorno produce più di un litro di secrezioni ricche di enzimi che aiutano a digerire il cibo.

34 La parte interna dellintestino tenue è ricoperta da moltissime sporgenze che servono ad assorbire le sostanze nutritive contenute nel chilo.

35 ALIMENTARSI non equivale a NUTRIRSI! Non basta alimentarsi per nutrirsi bene : occorre che i cibi da consumare siano scelti in modo da corrispondere alle esigenze in energia e in principi nutritivi dell'organismo. Un eccesso, un difetto o uno squilibrio nella nutrizione portano, a lungo andare, disturbi e malattie talvolta gravi. L'energia di cui il corpo ha bisogno per lavorare e muoversi viene espressa mediante un'unità di misura chiamata CALORIA. Le esigenze dell'organismo variano a seconda delle varie fasce di vita (età della crescita, età adulta, terza età) e dell' attività fisica svolta. Le persone consumano energia anche quando dormono o sono a completo riposo, per le funzioni di base: per respirare, per far funzionare il cuore, il cervello... L'energia necessaria per queste funzioni vitali è chiamata METABOLISMO BASALE. Si consuma una caloria l'ora, per ogni chilo di peso corporeo: se un bambino pesa 35 Kg consumerà circa 900 calorie nell'arco delle 24 ore, senza fare il minimo sforzo. CALORIA.

36 QUANTITÀ ENERGIA per METABOLISMO BASALE + QUANTITÀ ENERGIA per VARIE ATTIVITÀ = QUANTITÀ ENERGIA GIORNALIERA Per nutrirsi bene, quindi, bisogna: - alimentarsi in maniera corrispondente ai bisogni di energia.

37 FABBISOGNO CALORICO GIORNALIERO: 10 anni Maschi o 2900 calorie Femmi na 2300 calorie Adulto lavoro poco faticoso Masch io 2400 calorie Femmi na 2100 calorie Adulto lavoro molto faticoso Masc hio 3800 calori e Femm ina 3000 calorie - distribuire in una certa proporzione le calorie provenienti dai grassi, dai carboidrati e dalle proteine contenuti negli alimenti.

38

39 .

40 - Gli alimenti del primo gruppo sono importanti perché apportano proteine animali oltre a ferro, fosforo, vitamine del gruppo B. Gli alimenti del secondo gruppo apportano proteine, calcio, vitamine AeB. Gli alimenti del terzo gruppo apportano carboidrati, che forniscono energia e vitamine del gruppo B. Gli alimenti del quarto gruppo apportano proteine vegetali e ferro. Gli alimenti del quinto gruppo apportano acidi grassi essenziali e vitamine A, B, E. Gli alimenti del sesto e del settimo gruppo apportano vitamine del gruppo A e del gruppo C, minerali e fibra. Gli alimenti di ciascun gruppo sono tra loro equivalenti, per cui possono essere scambiati ogni giorno per variare la dieta.

41 La composizione chimica del corpo umano Conoscere la composizione chimica del corpo umano è il primo gradino per la determinazione dei bisogni nutrizionali delluomo.

42 Lapparato urinario svolge la funzione di depurare il sangue ed eliminare le scorie in esso contenute. La depurazione del sangue avviene dentro i reni.

43 La Piramide è il simbolo della "sana ed equilibrata alimentazione": ci deve guidare nella scelta giornaliera degli alimenti. La Piramide è formata da 6 sezioni contenenti vari gruppi di alimenti. Ciascun gruppo deve essere presente nella nostra dieta in modo proporzionale alla grandezza della sua sezione. Alla base della Piramide troviamo gli alimenti che possiamo utilizzare più liberamente mentre al vertice troviamo quelli che è meglio limitare. LA PIRAMIDE ALIMENTARE

44

45 Alimentazione in età scolare Una buona alimentazione è essenziale per una crescita ed uno sviluppo corretti. Infatti un corretto regime alimentare influisce sulla crescita fisica del bambino, sulla composizione del suo organismo, sulla funzione immunitaria e su quella mentale.

46 Ma cosa dobbiamo fare per nutrire correttamente i nostri piccoli??? Lalimentazione deve assicurare lintroito di cinque classi principali di nutrienti: carboidrati, grassi, proteine, vitamine e minerali. Vediamoli insieme. Proteine Sono i mattoni del nostro organismo, le loro funzioni sono di accrescimento corporeo e rinnovamento dei tessuti. Le troviamo nei seguenti alimenti: carni, pesce, uova, latte, formaggi, legumi e cereali.

47 Carboidrati Sono il carburante per muoversi, forniscono lenergia per le funzioni vitali. Si trovano nei cereali, nella pasta, nelle patate, nella frutta, nelle verdure e nei legumi. Grassi Sono la nostra riserva di energia, costituiscono le membrane cellulari e favoriscono lassorbimento di alcune vitamine. Dove si trovano: formaggi, latte, olio vegetali, carni, pesce, uova.

48 Vitamine Regolano i processi metabolici e le attività degli organi. In quali alimenti si trovano: frutta fresca, verdura cruda, ortaggi. Minerali Consentono un corretto funzionamento degli organi, regolano il volume dellacqua nel corpo. Dove si trovano: frutta, verdura, pesce, carne, uova latte, formaggi.

49 Tutte queste sostanze devono essere introdotte con lalimentazione e solo una dieta varia ed equilibrata riesce a fornirle quindi:

50 La giornata alimentare dovrebbe essere così composta Colazione: 1 tazza di latte e cacao con cereali 1 vasetto di yogurt con biscotti o cereali 1 tazza di latte con pane e marmellata 1 spremuta di agrumi con 1 fetta di torta casalinga Merenda di metà mattina: 1 frutto Pranzo: E il pasto più importante. Se il bambino si ferma a scuola è compito del genitore programmare lalimentazione della cena andando ad integrare eventuali carenze. Il pranzo a scuola svolge una funzione sia nutrizionale che educativa, il bimbo impara corrette abitudini alimentari, conosce nuovi alimenti e preparazioni culinarie diverse da quelle di casa. Merenda di metà pomeriggio: 1 yogurt alla frutta 1 frullato di frutta fresca 1 tazza di latte con cereali 1 gelato 1 panino piccolo con marmellata Cena: Dovrebbe essere composta da un primo piatto, magari in brodo, un secondo piatto scelto in base a quello che il bimbo ha mangiato a pranzo (se ha preso la carne, alla sera consigliamo pesce o formaggio), un contorno di verdure cotte o crude e 1 frutto.

51 Frequenza settimanale sui 14 pasti principali (pranzo e cena) degli alimenti Carne rossa 1 volta alla settimana Legumi 2-3 volte alla settimana Carne bianca 2-3 volte alla settimana Pesce 2-3 volte alla settimana Uova 1-2 volte alla settimana Uova 1-2 volte alla settimana Formaggi 2-3 volte alla settimana Salumi 1 volta alla settimana


Scaricare ppt "LABORATORIO SCIENZE Classe 4^ Via Cavour A.S.2006 / 2007."

Presentazioni simili


Annunci Google