La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

INSEGNARE LE LINGUE/ LA LINGUA MADRE CON LA TECNOLOGIA LA GLOTTODIDATTICA E LE SUE RISORSE di Antonella DallOmo Didattica metacognitiva Modulo 5 prof.ssa.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "INSEGNARE LE LINGUE/ LA LINGUA MADRE CON LA TECNOLOGIA LA GLOTTODIDATTICA E LE SUE RISORSE di Antonella DallOmo Didattica metacognitiva Modulo 5 prof.ssa."— Transcript della presentazione:

1 INSEGNARE LE LINGUE/ LA LINGUA MADRE CON LA TECNOLOGIA LA GLOTTODIDATTICA E LE SUE RISORSE di Antonella DallOmo Didattica metacognitiva Modulo 5 prof.ssa Giuseppa Compagno LA GLOTTODIDATTICA E LE SUE RISORSE di Antonella DallOmo Didattica metacognitiva Modulo 5 prof.ssa Giuseppa Compagno

2 NELLA TERRA DI BABELE e IMPORTANTE CAPIRSI

3 IL POTERE INSOSTITUIBILE DELLE PAROLE

4 L1 L2 LS L1LINGUA MADRE L2LINGUA SECONDA LSLINGUA STRANIERA CONCETTO CHIAVE DI INTERLINGUA DOVE GIOCANO DIVERSI FATTORI COGNITIVI TRANSITORI E PERFETTIBILI QUALI: IL TRANSFER I MECCANISMI DI APPRENDIMENTO I MECCANISMI DI ELABORAZIONE L1LINGUA MADRE L2LINGUA SECONDA LSLINGUA STRANIERA CONCETTO CHIAVE DI INTERLINGUA DOVE GIOCANO DIVERSI FATTORI COGNITIVI TRANSITORI E PERFETTIBILI QUALI: IL TRANSFER I MECCANISMI DI APPRENDIMENTO I MECCANISMI DI ELABORAZIONE

5 STORIA DELLA DIDATTICA DELLE LINGUE PRESENTE/FUTURO Metodo audio-linguistico Metodo diretto Metodo funzionale Approccio umanistico-affettivo-comunicativo Metodo situazionale/funzionale PASSATO Metodo grammaticale traduttivo PRESENTE/FUTURO Metodo audio-linguistico Metodo diretto Metodo funzionale Approccio umanistico-affettivo-comunicativo Metodo situazionale/funzionale PASSATO Metodo grammaticale traduttivo

6 FOCUS sulla tecnologia Multimedialità dellapprendimento (in rete) Interattività dellapprendimento (docente/alunni/famiglie) Interdisciplinarietà dellapprendimento (CLIL) Autonomia/protagonismo/cooperazione e metacognizione dellapprendimento Continuità dellapprendimento :fusione tra prima(in classe) seconda (a casa) e terza aula (fusione tra la scuola e il lavoro a casa) Facilitatore dellapprendimento (CALL) Multimedialità dellapprendimento (in rete) Interattività dellapprendimento (docente/alunni/famiglie) Interdisciplinarietà dellapprendimento (CLIL) Autonomia/protagonismo/cooperazione e metacognizione dellapprendimento Continuità dellapprendimento :fusione tra prima(in classe) seconda (a casa) e terza aula (fusione tra la scuola e il lavoro a casa) Facilitatore dellapprendimento (CALL)

7 LUTILITA DELLA LIM che permette: LINGUISTIC CHUNKS - lavoro sul testo MATCHING - lavoro sul testo DRAG & DROP- lavoro sul testo AUDIOVISIVI/REGISTRAZIONI lavoro sulla fonetica-ascolto-scoperta dellerrore- riallineamento della performance E-TWINNING attività di gemellaggio/progettualità SCAMBI SINCRONI E ASINCRONI in formazione continua - ottica del learning object

8 WEB WEB E ANCORA WEB SE NON VOGLIAMO ISOLARCI IMPARIAMO A COMUNICARE I BISOGNI/LE RISORSE, PERCHE : IL WEB E IL FACILITATORE DELLINTERAZIONE TRA PARI E TRA DIVERSI IL WEB E LINTEGRATORE DI PIU AZIONI SENSORIALI CONGIUNTE IN MULTI-CODICE IL WEB E IL SUPERAMENTO REALE DEL LIMITE OGGETTIVO TEMPO E SPAZIO SE NON VOGLIAMO ISOLARCI IMPARIAMO A COMUNICARE I BISOGNI/LE RISORSE, PERCHE : IL WEB E IL FACILITATORE DELLINTERAZIONE TRA PARI E TRA DIVERSI IL WEB E LINTEGRATORE DI PIU AZIONI SENSORIALI CONGIUNTE IN MULTI-CODICE IL WEB E IL SUPERAMENTO REALE DEL LIMITE OGGETTIVO TEMPO E SPAZIO

9 WEB WEB E ANCORA WEB IL WEB E LUTILIZZO DI INFINITE RISORSE NON PROGRAMMATE CHE CI VENGONO FORNITE COME SOSTEGNO IL WEB E LUTILIZZO DELLE PIATTAFORME LMS DOVE SI PUO FARE UPLOAD, DOWNLOAD, PUBBLICARE, SVOLGERE TEST, QUESTIONARI, COMUNICARE IN VOIP, , BLOG, CHAT… IL WEB E LO STUDENTE CHE SI FA AUTONOMO E PROTAGONISTA DIRETTO IL WEB E LUTILIZZO DI INFINITE RISORSE NON PROGRAMMATE CHE CI VENGONO FORNITE COME SOSTEGNO IL WEB E LUTILIZZO DELLE PIATTAFORME LMS DOVE SI PUO FARE UPLOAD, DOWNLOAD, PUBBLICARE, SVOLGERE TEST, QUESTIONARI, COMUNICARE IN VOIP, , BLOG, CHAT… IL WEB E LO STUDENTE CHE SI FA AUTONOMO E PROTAGONISTA DIRETTO

10 CONCLUSIONI PRIMA PARTE Il discente apprende in autonomia e motivazione imparando a Decodificare il proprio insuccesso Riutilizzarlo Socializzarlo Distinguere le tipologie di consegna Elaborare strategie e tecniche interattive adeguate

11 SITOGRAFIA on=documentazione on=documentazione on=documentazione on=documentazione

12 FUORI DALLE LINGUE STRANIERE DENTRO LA MADRE LINGUA: IO AMO RACCONTARE

13 ESEMPI DI PRAGMATICA DELLA LINGUA MADRE DIAMO VOCABOLI NUOVI/SCONOSCIUTI/SCRITTI ERRONEAMENTE ED INVITIAMO GLI ALUNNI A DARNE IL SIGNIFICATO OPPURE A INDIVIDUARNE LERRORE DI SCRITTURA GIOCHIAMO CON LE PAROLE E DA UN TERMINE INIZIALE COSTRUIAMO GERARCHIE SUCCESSIVE PER ASSOCIAZIONE DIDEA

14 ALTRI ESEMPI DI APPROFONDIMENTO DELLA LINGUA MADRE DIAMO UNA RADICE ED ALLARGHIAMOLA AGLI AGGETTIVI, AGLI AVVERBI, AI VERBI, COME A TUTTI I SUOI DERIVATI… PRIMO ESEMPIO: POPOLO, POPULISMO, POPOLAMENTO, POPOLANO, POPOLARE, POPOLARESCO, POPOLARITA, POPOLARIZZARE, POPOLAZIONE, POPOLINO…

15 ALTRI ESEMPI DI APPROFONDIMENTO DELLA LINGUA MADRE SECONDO ESEMPIO: OTTIMO, OTTIMARE, OTTIMALIZZARE, OTTIMALE,OTTIMAMENTE, OTTIMATE,OTTIMISMO, OTTIMISTA,OTTIMISTICO, OTTIMIZZARE, OTTIMIZZAZIONE TERZO ESEMPIO: PACE, PACIERE, PACIFICARE, PACIFICO, PACIFISMO, PACIOCCONE, PACIOSO…

16 COMPRENSIONE DEL TESTO POETICO LETTURA DEL TESTO RECITA/FONETICA DEL TESTO PARAFRASI DEL TESTO INQUADRAMENTO STORICO/SIMBOLICO/ERMENEUTICO/ CULTURALE/ SEMANTICO/DEL TESTO CONFRONTO DEL TESTO CON TESTI DI SIGNIFICATO SIMILE ED OPPOSTO

17 LE REGOLE DELLA BUONA SCRITTURA DALLE LE CINQUE W (WHO, WHAT, WHERE, WHEN, WHY) DELLA COSTRUZIONE DEL SAGGIO BREVE ALLE CINQUE P DELLA COSTRUZIONE DI UN RACCONTO DI SUCCESSO : PERSONALITA, PERTINENZA, PROCESSO, POPOLARITA, PUNTEGGIATURA

18 COSA AIUTA A DIVENTARE SCRITTORI LEGGERE OSSERVARE ASCOLTARE VISIONARE CURIOSARE DIALOGARE VIAGGIARE PENSARE

19 EVOLUZIONE DELLA LINGUA LA LINGUA E UN CODICE ESPRESSIVO IN CONTINUA EVOLUZIONE /RINASCITA LA LINGUA ESPRIME IL NOSTRO VISSUTO QUOTIDIANO E RADICATO LA LINGUA E UNA COSTANTE CON INFINITE VARIABILI LA LINGUA E LESPRESSIONE DEL NOSTRO PIU UNIVERSALE SENTITO

20 EVOLUZIONE DELLA LINGUA LA LINGUA E STRUMENTO DI MODIFICA DEL TEMPO LA LINGUA E ESPRESSIONE DEL NUOVO CHE IRROMPE NEL VECCHIO LA LINGUA E RELAZIONE PRIMA E ASSOLUTA LA LINGUA E CONTENUTO VERBALE AGENTE NEL TESSUTO SOCIALE

21 FUNZIONE DELLA LINGUA LA LINGUA DISSOCIATA DALLA SUA FUNZIONE PUO DIVENTARE STRUMENTO DI POTERE E DI CORRUZIONE LA LINGUA DISSOCIATA DALLA SUA FUNZIONE PUO DIVENTARE STUMENTO DI DIVISIONE E DI ALLONTANAMENTO DUNQUE LA LINGUA DEVE RIMANERE ANCORATA ALLA SUA FUNZIONE DI COMUNICAZIONE/CONDIVISIONE/ABBRACCIO/ RISPETTO DELLE DIFFERENZE

22 LA LINGUA CREATIVA LINGUA COME STRUMENTO DI COSTRUZIONE DI MANIFESTI LINGUA COME SEGNO DI IDENTITA /DIFFERENZA LINGUA COME OCCASIONE/BISOGNO DI INCONTRO SCAMBIO LINGUA COME ABBANDONO DELLA PROPRIA IDENTITA E INCROCIO DELLALTRO

23 CONCLUSIONI: DUE LINGUE NELLA LINGUA A CONFRONTO/SCONTRO: STA A NOI SCEGLIERE QUALE


Scaricare ppt "INSEGNARE LE LINGUE/ LA LINGUA MADRE CON LA TECNOLOGIA LA GLOTTODIDATTICA E LE SUE RISORSE di Antonella DallOmo Didattica metacognitiva Modulo 5 prof.ssa."

Presentazioni simili


Annunci Google