La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lellisse come luogo di punti Nellultima lezione abbiamo presentato le coniche, e in particolare lellisse, come sezioni di un cono circolare retto lellisse.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lellisse come luogo di punti Nellultima lezione abbiamo presentato le coniche, e in particolare lellisse, come sezioni di un cono circolare retto lellisse."— Transcript della presentazione:

1

2 Lellisse come luogo di punti Nellultima lezione abbiamo presentato le coniche, e in particolare lellisse, come sezioni di un cono circolare retto lellisse infatti si ottiene sezionando un cono con un piano che forma con il suo asse un angolo minore di 90°, ma maggiore della semiapertura del cono. Stefano Lagomarsino: laboratorio 1, costruire e usare ipertesti

3 Ora dimostreremo che lellisse può essere definita anche in un altro modo: Nel piano di unellisse, infatti, esistono due punti per i quali la somma delle loro distanze da un qualsiasi punto dellellisse è sempre la stessa. Questi due punti si chiamano fuochi dellellisse.

4 Ma torniamo, per ora, al nostro cono. Supponiamo di inserire, allinterno del cono, una sfera tangente al piano dellellisse ed al cono stesso, nel modo mostrato nella figura. Secondo te, in quanti punti si toccano cono e sfera? Due punti Infiniti punti

5 Hai risposto: due punti Probabilmente ti ha confuso il disegno. In realtà, se una sfera tocca un cono in due punti, lo tocca anche in infiniti altri punti che stanno tutti su una circonferenza il cui piano è perpendicolare allasse del cono.

6 Nota anche unaltra cosa: le semirette giacenti sul cono e che partono dal vertice sono tutte tangenti alla sfera, ed i segmenti che vanno dal vertice al punto di tangenza sono tutti uguali. Unaltra domanda: ci sono altre sfere che sono tangenti al cono e al piano? SiNo

7 Hai risposto: infiniti punti Infatti. Il cono tocca la sfera su infiniti punti che stanno tutti su una circonferenza di raggio più piccolo del raggio della sfera. Il piano della circonferenza è perpendicolare allasse del cono.

8 Hai risposto: No Non nella parte di spazio compresa fra il vertice ed il piano dellellisse, però, nellaltra parte dello spazio ce nè unaltra, più grande della prima. Ovviamente, anche questa circonferenza tocca il cono in infiniti punti. Altra domanda: in quanti punti si toccano la sfera e il piano dellellisse? Uno infiniti

9 Hai risposto: Si Infatti, ce nè unaltra nella parte di spazio illimitata che si trova dallaltra parte del vertice, rispetto al piano. Ora si chiede: in quanti punti si toccano la sfera e il piano dellellisse? Uno Infiniti

10 Hai risposto: uno Infatti fra una sfera ed un piano ad essa tangente ci può essere un solo punto di intersezione, quello più vicino alla sfera stessa. Da notare che ogni retta del piano che passa per tale punto è anchessa tangente alla sfera.

11 Hai risposto: infiniti Questo era vero per il cono, ma non può essere vero per il piano. Infatti se ci fossero più punti di tangenza fra piano e sfera, il segmento che unisce tali punti (che per forza appartiene al piano) sarebbe interno alla sfera. Il piano quindi sarebbe in parte interno, in parte esterno alla sfera (e quindi non sarebbe tangente)

12 Fra le due sfere ed il piano dellellisse ci sono quindi 2 punti di intesezione. Chiamiamo tali punti fuochi dellellisse (e indichiamoli con F 1 ed F 2 ). F1F1 F2F2

13 Scegliamo ora, a caso, un punto dellellisse (chiamiamolo punto P) tracciamo anche la semiretta che parte dal vertice del cono e passa per il punto dellellisse che abbiamo scelto. P F1F1 F2F2

14 Indichiamo poi con A e B i punti di contatto fra tale semiretta e le sfere tangenti al piano dellellisse. A proposito, secondo te, la distanza fra A e B dipende dalla scelta di P oppure no? Non dipende dalla scelta di P dipende dalla scelta di P P F1F1 F2F2 B A

15 Hai risposto: non dipende dalla scelta di P Infatti il segmento AB è la differenza fra il segmento VB ed il segmento VA, che non dipendono dalla scelta della semiretta. B A B A V

16 Hai risposto: dipende dalla scelta di P Guarda bene: prendi due punti P e P sullellisse, e considera i corrispondenti punti A e B. I segmenti VA e VA sono uguali e sono uguali anche VB e VB Allora AB e AB non possono che essere uguali. Quindi la lunghezza di AB non dipende dalla scelta di P. B A B A P P V

17 Unisci ora il punto P con i due fuochi sta attento perché questo passaggio è cruciale: Secondo te, il segmento PF 1 ed il segmento PA sono uguali o diversi? Sono uguali sono diversi P F1F1 F2F2 B A

18 Hai risposto: sono diversi Bisogna ammettere che qui la prospettiva è veramente fuorviante. Pero pensaci un attimo: i due segmenti sono entrambi tangenti alla sfera inoltre passano entrambi per P. Giusto? P F1F1 F2F2 B A

19 Ora, una sfera stacca segmenti uguali su tutte le tangenti che passano per un punto P (vedi disegno). Di conseguenza i segmenti, anche se sembrano diversi, per un effetto di prospettiva, in realtà sono uguali. P

20 Hai risposto: sono uguali Giusto, questo era proprio difficile. In effetti i segmenti di tangente condotti da un punto ad una sfera sono tutti uguali fra loro. P

21 Quindi il segmento PA ed il segmento PF 1 sono fra loro uguali. E analogamente anche PB è uguale a PF 2 (questo dal disegno si vede ancora meno, ma è sempre vero). Ora fa attenzione Se PA=PF 1 e PB=PF 2 allora: PF 1 + PF 2 =AB PF 1 + PF 2 =PA+PB P F1F1 F2F2 B A

22 Hai risposto : PF 1 + PF 2 =PA+PB Questo è vero, ovviamente, ma pensaci, A, P e B stanno sulla stessa retta, e sono consecutivi, quindi la somma dei due segmenti PA e PB è proprio uguale al segmento AB, non ti pare? V A P B

23 Hai risposto: PF 1 + PF 2 =AB Giustissimo, finalmente siamo arrivati allultimo passaggio...

24 Allora, abbiamo concluso che per ogni punto P dellellisse, la distanza PF 1, sommata alla distanza PF 2, è uguale al segmento AB Ora, come abbiamo visto, la lunghezza di AB è indipendente dalla scelta di P Ma allora, la somma delle distanze del punto P dai due fuochi F 1 ed F 2 è indipendente dalla scelta di P. P F1F1 F2F2 B A P A B

25 Conclusione Questo significa che per ogni ellisse esistono due punti (i due fuochi) per i quali è costante la somma delle loro distanze da un qualsiasi punto dellellisse. Questo è proprio quello che si voleva dimostrare.


Scaricare ppt "Lellisse come luogo di punti Nellultima lezione abbiamo presentato le coniche, e in particolare lellisse, come sezioni di un cono circolare retto lellisse."

Presentazioni simili


Annunci Google