La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 IL REGOLAMENTO FIFA SULLO STATUS E SUI TRASFERIMENTI DEI CALCIATORI Michele Colucci RIVISTA DI DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 IL REGOLAMENTO FIFA SULLO STATUS E SUI TRASFERIMENTI DEI CALCIATORI Michele Colucci RIVISTA DI DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT"— Transcript della presentazione:

1 1 IL REGOLAMENTO FIFA SULLO STATUS E SUI TRASFERIMENTI DEI CALCIATORI Michele Colucci RIVISTA DI DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT

2 2 I MEMBRI DELLA « FAMIGLIA DELLO SPORT » FIFAUEFAEPFLG14FIFPRO lUNIONE EUROPEA?

3 3 GENESI « LACCORDO FRA GENTILUOMINI » (2001) –I « CINQUE PRINCIPI »: Mantenimento della stabilità contrattuale (periodo protetto!) Meccanismo di solidarietà Indennizzi per la formazione Protezione dei minori Sistema arbitrale « rapido ed efficace » per la risoluzione delle controversie I REGOLAMENTI FIFA del 2001 e circolari IL REGOLAMENTO FIFA del 2004 –Adottato il 18 dicembre 2004 –Entrata in vigore : 1 luglio 2005

4 4 AMBITO DI APPLICAZIONE Status e idoneità dei calciatori a partecipare nel Calcio Organizzato, Loro trasferimento fra società appartenenti a federazioni differenti.

5 5 STATUS DEI CALCIATORI « PROFESSIONISTI » : « PROFESSIONISTI » : coloro che hanno un contratto scritto con un società e che in cambio della propria prestazione ricevono un pagamento superiore alle spese effettivamente sostenute nellesercizio della prestazione calcistica. « DILETTANTE »: tutti gli altri. – –Riacquisto dello status di dilettante: dopo 30 giorni da ultima partita come professionista No indennizzo

6 6 TESSERAMENTO DEI CALCIATORI Un calciatore deve essere tesserato con una federazione per giocare per una Società Tesseramento= accettazione dello Statuto e dei regolamenti FIFA, delle confederazioni e delle federazioni Un calciatore puo essere tesserato solo per una società alla volta.

7 7 PERIODI DI TESSERAMENTO QUANDO? DUE PERIODI: –Dalla fine della stagione agonistica fino allinizio della nuova (max. 12 settimane) (sistema attuale: 6 settimane) –A metà stagione agonistica (max 4 settimane) –Deroga per i Professionisti privi di contratto al termine del periodo di tesseramento

8 8 IL « PASSAPORTO » e il PRESTITO DEI CALCIATORI IL PASSAPORTO DEL CALCIATORE Il CONTRATTO DEVE SPECIFICARE IL NOME DELLAGENTE PRESTITO DEI PROFESSIONISTI= TRASFERIMENTO DEI CALCIATORI –Rilascio CTI

9 9 Il certificato internazionale di trasferimento Rilasciato da una Federazione nazionale ad unaltra Sempre necessario per ottenere il trasferimento salvo per under 12 Né condizioni né termini In caso di mancata risposta entro 30 gg.:CTI provvisorio Rilascio obbligatorio salvo in caso di controversie in corso Gratuito

10 10 Stabilità contrattuale Divieto di recesso unilaterale del contratto durante la stagione agonistica –Eccezioni: giusta causa e g.c. « sportiva » (ridotta utilizzazione del calciatore: - 10 % delle gare ufficiali) Durata dei contratti : max 5 anni (3 anni per under 18) –« periodo protetto »: 3 anni o tre stagioni intere per under 28 2 anni o tre stagioni intere per over 28

11 11 Conseguenze della rottura contrattuale « periodo protetto » Indennizzo Sanzioni sportive –Calciatori: Squalifica 4 mesi, max 6 mesi Quid? Circ. 769 e DRC (caso MEXES) –Società Interdizione a tesserare per due periodi di tesseramento (sistema attuale: 12 mesi)

12 12 PROTEZIONE DEI MINORI SISTEMA ATTUALE: CODICE DI CONDOTTA TRASFERIMENTI INTERNAZIONALI « EXTRAEUROPEI »: si, solo se la famiglia si trasferisce e per motivi indipendenti dal calcio « intraeuropei »: si solo se raggiunta letà di 16 anni e soddisfatte determinate condizioni

13 13 Rilascio dei calciatori convocati per le squadre nazionali Obblighi per i calciatori Obblighi per le società Obblighi per le federazioni Curiosità: G-14 e ricorso comunitario!

14 14 INDENNITA DI FORMAZIONE I Allegato 4 Investimento nei vivai, formazione ed educazione dei calciatori (allegato 4) Quando è dovuta? –Il calciatore firma il suo primo contratto da Professionista –In occasione di ogni singolo trasferimento (dalletà di 12 anni fino alletà di 23 anni, (21 se la formazione finisce prima) –Obbligatorio quando il trasferimento avviene nel corso o alla fine del contratto

15 15 INDENNITA DI FORMAZIONE II Quando non è dovuta? –Se la società precedente risolve il contratto senza giusta causa –Se il calciatore è trasferito ad una società della categoria 4 –Se il professionista riacquista lo status di dilettante con il trasferimento

16 16 IL CALCOLO DELLINDENNITA DI FORMAZIONE REGOLA GENERALE: –I costi di formazione della nuova società –Costi moltiplicati per il numero di anni di formazione –Da 12 a 15 anni (4 stagioni), riferimento ai costi della 4 categoria...per evitare costi irragionevolmente elevati! Per i paesi UE/SEE: –Passaggio da categoria bassa ad una alta, media dei costi fra le due società –Passaggio da una categoria alta ad una bassa, costi effettuati dalla società di categoria più bassa.

17 17 MECCANISMO DI SOLIDARIETA CONTRIBUTO DI SOLIDARIETA : 5 % di qualsiasi indennità ad eccezione di quella di Formazione. (Sistema attuale 5% del prezzo del trasferimento pagato) Per i trasferimenti avvenuti prima della scadenza contrattuale

18 18 LA GIURISDIZIONE DELLA FIFA ART. 22: Competenze della FIFA (la disposizione MEXES) Libero ricorso ai tribunali civili Stabilità contrattuale, rilascio CTI Controversie internazionali di lavoro, a meno che non vi sia un arbitrato indipendente nazionale Indennità di formazione

19 19 GLI ORGANI GIURISDIZIONALI COMPETENTI La Commissione per lo Status dei calciatori La Camera per la risoluzione delle controversie (organo paritetico) Il giudice unico Il TAS

20 20 IL SISTEMA DEI TRASFERIMENTI FUNZIONA?. TUTTO E PERFETTIBILE! E Meno male...


Scaricare ppt "1 IL REGOLAMENTO FIFA SULLO STATUS E SUI TRASFERIMENTI DEI CALCIATORI Michele Colucci RIVISTA DI DIRITTO ED ECONOMIA DELLO SPORT"

Presentazioni simili


Annunci Google