La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CONTESTO Lesperienza è stata attuata con gli alunni delle classi quinte della scuola primaria G. Saracco di Acqui Terme. Il totale degli alunni appartenenti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CONTESTO Lesperienza è stata attuata con gli alunni delle classi quinte della scuola primaria G. Saracco di Acqui Terme. Il totale degli alunni appartenenti."— Transcript della presentazione:

1

2

3 CONTESTO Lesperienza è stata attuata con gli alunni delle classi quinte della scuola primaria G. Saracco di Acqui Terme. Il totale degli alunni appartenenti alle quattro sezioni è di 78 unità, il 30% proviene da Albania, Ecuador, Macedonia, Marocco e Romania. La maggior parte degli alunni di origine straniera sono stati scolarizzati in Italia dalla scuola dellinfanzia, molti sono nati in Italia e sono ben integrati nel tessuto sociale, anche di recente immigrazione frequentano i coetanei italiani in al di fuori della scuola.

4 Nonostante non esistano grandi problemi a livello di emarginazione, è innegabile che sussista una notevole varietà a livello culturale e temi quali la libertà, luguaglianza, le regole sono molto sentiti e spesso hanno scatenato vivaci discussioni. Sono presenti quattro alunni con certificazione, due dei quali in situazione di particolare gravità. Si è sempre cercato quindi di organizzare attività che mirassero alla conoscenza e al confronto, alla cooperazione e allo scambio.

5 MOTIVAZIONI Già nei primi anni di vita il bambino acquisisce e struttura atteggiamenti e modelli comportamentali che caratterizzeranno il suo futuro agire come membro di una comunità. Abbiamo quindi ritenuto rilevante organizzare una serie di attività per gli alunni delle classi quinte, volte a sviluppare la percezione dell'essere cittadino abituando i bambini all'esercizio dei diritti ed alla pratica dei doveri.

6 Le attività previste per la realizzazione di questa esperienza sono state, in realtà, la prosecuzione di percorsi didattici interdisciplinari avviati negli anni scolastici precedenti, volte a sviluppare la consapevolezza di sé e degli altri allinterno del gruppo, allacquisizione graduale della capacità di stabilire con compagni e adulti rapporti basati sul reciproco rispetto, come valorizzazione delle differenze. Il fine di quanto inizialmente proposto agli alunni delle classi quinte era quello di permettere loro di conoscere i concetti di diritto e dovere, di libertà personale, di pace, di uguaglianza, di diritto allistruzione, di diritto alla vita e alla salute, di cooperazione.

7 Tre le finalità alla base del lavoro progettato vi erano: favorire lorientamento in quanto scelta consapevole in base alle reali attitudini, grazie alla presentazione di diverse forme di linguaggi e forme di espressione; contribuire a rendere i giovani consapevoli di vivere in una realtà sociale in cui si può essere attivamente partecipi alla risoluzione di situazioni problematiche esistenti sul territorio. Gli obiettivi generali del percorso formativo sono stati: acquisire conoscenze e abilità che arricchiscano la capacità di comprendere la realtà sociale in cui si vive per rapportarsi significativamente con essa; sviluppare atteggiamenti di curiosità nei confronti di ciò che ci circonda e costruire strumenti di indagine per comprendere i fenomeni sociali; potenziare la competenza comunicativa, stimolando la produzione personale, attraverso il confronto e lo sviluppo della capacità critica.

8 Gli obiettivi specifici di apprendimento: conoscere il meccanismo della rappresentanza democratica. conoscere i valori che permettono la partecipazione democratica alla vita sociale. confrontare le principali Carte e Convenzioni: principi fondamentali della Costituzione Italiana, Dichiarazione Universale dei Diritti umani, Convenzione Internazionale sui Diritti dell'Infanzia: conoscere lordinamento della Repubblica. conoscere gli organismi e le funzioni dellamministrazione dello Stato italiano (legislative, esecutive e giudiziarie). conoscere gli organismi della Pubblica Amministrazione manifestare la capacità di ascoltare gli altri, di comprenderli e di esprimere il proprio pensiero utilizzare diverse forme espressive per comunicare quanto appreso

9 TESTI E POESIE SUI DIRITTI DELLINFANZIA E SUI DIRITTI UMANI: produzione di testi di vario genere. STUDIO DELLINNO NAZIONALE/EUROPEO/CANTI SUI DIRITTI: memorizzazione e comprensione del testo. CONOSCENZA DELLA BANDIERA: studio degli aspetti storici che hanno determinato la nascita del Tricolore. STUDIO DELLE ISTITUZIONI: conoscenza degli organi istituzionali presenti nel territorio; studio delle loro funzioni. CONOSCENZA DELLA COSTITUZIONE: comprensione e sulla produzione di testi di vario genere su articoli a scelta della Costituzione. CONOSCENZA DELLORDINAMENTO DELLA REPUBBLICA, DEGLI ORGANI COSTITUZIONALI, DEGLI ORGANISMI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: struttura della Repubblica e delle funzioni degli organi istituzionali. Visita alle amministrazioni locali.

10 i metodi della comunicazione positiva (brainstorming, discussione in circletime, …), riflessione e/o attività ludica; organizzazione di lavori collettivi atti a favorire lautocontrollo, laiuto reciproco e la responsabilità personale (cooperative learning); attività laboratoriali con esercitazioni e lavori in piccoli gruppi, tutoring e peer education; apprendimento per scoperta come giochi di simulazione e role-playing; interventi di esperti. Si è scelto di operare seguendo una didattica laboratoriale per tradurre in realtà i contenuti proposti. Questa scelta metodologica mirava allosservazione, alla verifica e alla valutazione di acquisizioni di competenze didattiche ed educativo- relazionali. In sintesi, lattuazione dellesperienza ha previsto:

11 A rendere particolare lesperienza proposta sono state alcune occasioni che si sono presentate nel corso dellanno scolastico e che non erano state previste in fase di programmazione. Tali opportunità hanno permesso di riadeguare il percorso e si sono rivelate il valore aggiunto al normale iter curricolare. partecipazione al Concorso nazionale di poesia Città di Acqui Terme organizzato dallassociazione culturale ArchiCultura Incontro con il prof. Cassulo, cultore della Materia Sistema Politico Italiano presso la Facoltà di Scienze Politiche dellUniversità di Genova, che ha presentato un itinerario di incentrato su - la Costituzione ( cosa è e come funziona;, - lo Stato; - il singolo nel gruppo. Iniziativa promossa dallAssociazione Lions di regalare a ogni alunno delle classi quinte della scuola primaria la bandiera italiana e un CD contenente linno nazionale Invito dellAssessore alla Pubblica Istruzione Giulia Gelati a rappresentare quanto prodotto in Consiglio Comunale

12 Il percorso descritto è stato svolto nel corso dellanno scolastico 2009/10. È iniziato nel mese di novembre con lanalisi e il confronto di Dichiarazioni/Costituzione, parallelamente alla presentazione del testo poetico e delle tecniche di composizione; si è concluso con la manifestazione nella sala consigliare nel mese di giugno. Un percorso di questo tipo non avrebbe potuto comunque essere affrontato in questo breve lasso di tempo, se i bambini non avessero già consolidato negli anni passati i concetti di regole del gruppo, di bisogni degli individui, di diritti e doveri, ecc. e non fossero già allenati a lavorare e pensare come squadra.

13 Si è cercato di dare un peso a: funzionalità organizzativa; soddisfazione dei partecipanti; efficacia delle metodologie operate; valenze positive per favorire l integrazione; interesse dimostrato dagli alunni e coinvolgimento personale nei confronti delle attività proposte; capacità di attenzione e ascolto necessarie per lavorare in gruppo. La riflessione, a conclusione dellesperienza, si è basata su: osservazione dei comportamenti degli alunni nei momenti di lavoro, di gioco e nelle attività non strutturate; rilevazione dei vissuti di docenti ed esperti coinvolti; materiali prodotti.

14 GRATIFICAZIONI PROFESSIONALI NUOVI MODELLI INSEGNAMENTO CAPACITA DI MEDIAZIONE E PIANIFICAZIONE CAPACITA DI DOCUMENTAZIONE SI STA PERDENDO TEMPO? CARICHI DI LAVORO AGGIUNTIVI ARTICOLAZIONE FLESSIBILE MATERIE

15 PARTECIPAZIONE ATTIVA NUOVI MODELLI APPRENDIMENTO CAPACITA DI MEDIAZIONE E PIANIFICAZIONE CAPACITA DI INDIVIDUARE E RISOLVERE PROBLEMI SI STA PERDENDO TEMPO? CARICHI DI LAVORO AGGIUNTIVI NOI A DISCAPITO DELLIO

16 riuscire a far vivere la Costituzione, perché non sia vista come qualcosa di astratto e di lontano dalla realtà quotidiana, ma strumento di garanzia per tutti i cittadini; lo spirito di team che ha animato i docenti coinvolti nelliniziativa e la capacità di mettersi in discussione, ridefinendo di volta in volta liter progettuale (nello spirito della ricerca-azione); la disponibilità di esperti a intervenire per approfondire tematiche complesse e/o per mettere a disposizione competenze per la realizzazione dei materiali; la disponibilità dei genitori a collaborare e a condividere gli obiettivi per una miglior riuscita del progetto.

17

18

19

20

21


Scaricare ppt "CONTESTO Lesperienza è stata attuata con gli alunni delle classi quinte della scuola primaria G. Saracco di Acqui Terme. Il totale degli alunni appartenenti."

Presentazioni simili


Annunci Google