La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Assemblea Ordinaria 29 Marzo 2013 (Parte I – 15 min) Progetto Neco1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Assemblea Ordinaria 29 Marzo 2013 (Parte I – 15 min) Progetto Neco1."— Transcript della presentazione:

1 Assemblea Ordinaria 29 Marzo 2013 (Parte I – 15 min) Progetto Neco1

2 Quando e perché nasce il progetto Luglio 2008 «Digital divide» (56K o ISDN) Alternative scadenti e costose (WISP) Internet è un diritto Progetto Neco2

3 Un po di chiarezza sul progetto Cosa è : Rete metropolitana Gestione comunitaria Finanziata dai soci Costruita da volontari Un progetto no-profit Un progetto trasparente Associazione APS Cosa NON è : Un WISP Una rete pubblica Una rete WiFi «libera» Una rete «abusiva» Un servizio garantito Una impresa commerciale Un gruppo politico Progetto Neco3

4 Cosa offriamo Connettività Internet «entry level» Copertura di quasi lintero centro urbano Telefonia su VoIP (in sperimentazione) Server di gioco multiplayer Spazio disco condiviso Installazioni di apparati WiFi Consulenza sulle nuove tecnologie Quando possiamo, un minimo di assistenza Progetto Neco4

5 Riferimenti legislativi Anche se in ritardo, l'Italia ha finalmente recepito la direttiva europea 2009/140/CE e, attraverso il D.lgs n. 70/2012 (art. 70), ha esteso il «libero uso» degli apparati hiperlan e radiolan anche al di fuori del proprio fondo. In sostanza, per uso privato, non occorre chiedere più alcuna autorizzazione, anche se si attraversa suolo pubblico.D.lgs n. 70/2012 Progetto Neco5

6 Era legale? Usavamo apparati wireless non specifici che operano nelle frequenze dei 5.8 Ghz per i quali non è mai stato necessario presentare alcuna domanda né pagare alcun contributo, ossia ne è consentito il "libero uso" (art. 105, comma 1, lettera o). Va però precisato che, a causa delle pesanti restrizioni sulla potenza di trasmissione (massimo 25mW), non è possibile percorrere più di qualche centinaio di metri. Progetto Neco6

7 Chi ci scredita dice che Siamo abusivi Abbiamo una gestione «opaca» del denaro Il servizio è scadente Progetto Neco7 Peccato che Gli abusivi non convocano assemblee pubbliche Una gestione «opaca» non produce rendiconti In 4 anni siamo arrivati ad oltre 120 soci/famiglie

8 Perché ci screditano? Ogni utenza vale circa 300 allanno Abbiamo 120 soci x 300 = allanno Abbiamo rovinato il «business» di qualcuno Progetto Neco8

9 Il trucco delle convenzioni Progetto Neco9 WISP (Internet Provider) Ente pubblico locale Convenzione Popolazione Amministratore Vi ho dato Internet gratis!! Tasse locali

10 Considerazioni sulle convenzioni Non sono gratis, ma si pagano con le tasse In contesti realmente disagiati può essere unazione utile e legittima, soprattutto se finanziata con fondi nazionali/europei. Può essere usata per aggirare il libero mercato, favorire alcuni operatori WISP e/o creare consenso politico Dal 2010 Vietri non è più una realtà disagiata (Copertura ADSL) Progetto Neco10

11 Le furbate degli operatori tradizionali Pubblicizzano prezzi «promozionali» che durano solo pochi mesi Pretendono il pagamento del prezzo «pieno» per i mesi passati se si disdice prima di 2 anni A prescindere dalla durata contrattuale, al momento della disdetta, vi addebitano i «costi di disattivazione» Lucrano sulle penali applicate agli utenti che non riescono a restituire gli apparati in tempo Progetto Neco11

12 I numeri del progetto Siamo la prima rete metropolitana a gestione comunitaria in Italia Ci sono 30 nodi operativi e 40 Access Point Hanno aderito oltre 120 famiglie Dal 2008 abbiamo speso circa , di cui per linfrastruttura e di costi di gestione (ADSL, affitto, tasse). Per avere un paragone basta pensare che alcuni comuni ne hanno spesi anche per coprire un paio di piazze. Non abbiamo chiesto 1 di soldi pubblici La comunità di Vietri risparmia circa allanno, soldi che restano sul territorio. Progetto Neco12

13 Cosa altro vogliamo fare? Allargare la rete metropolitana, anche in altri comuni Diffondere la tecnologia VoIP Diffondere la video sorveglianza su IP Aumentare la banda Internet Abbattere i costi della connettività Stimolare la creazione di nuovi progetti comunitari in altri settori Progetto Neco13

14 Perché questa assemblea? Ogni associazione è obbligata per legge a rendicontare il proprio operato ogni anno Per spiegare, in maniera chiara, cosa siamo e cosa facciamo Per dare la possibilità ai cittadini, anche non soci, di concertare levoluzione della rete Per avere un giudizio sul nostro operato Per «reclutare» nuovi volontari Progetto Neco14

15 Conclusioni sul progetto Progetto Neco è la dimostrazione di come una piccola comunità, abbandonata al «digital divide» e vessata da affaristi (WISP improvvisati) si sia ribellata costruendosi la propria rete cittadina, senza chiedere laiuto e i soldi di enti pubblici. E un approccio che può e deve essere applicato in molti altri contesti: mobilità (sostenibile), energia, alimentazione, formazione, etc. Progetto Neco15

16 Grazie per lattenzione! Progetto Neco16

17 Assemblea Ordinaria 29 Marzo 2013 (Parte II – 10 min) Progetto Neco17

18 Cosa bolle in pentola Il raddoppio della capacità della rete interna, da 25Mbit -> 50Mbit senza spendere nulla Estendere la rete metropolitana (nei limiti del possibile) Il raddoppio della capacità Internet da 14Mbit a 28Mbit appena raggiungeremo soci Lavvio della sperimentazione del VoIP presso i soci interessati Attivare una o più webcam «turistiche» Aiutare commercianti e professionisti a spendere il meno possibile per i POS Progetto Neco18

19 La copertura attuale Progetto Neco19

20 Cosa è il VoIP? VoIP (Voice over IP) è una tecnologia per inoltrare le chiamate vocali attraverso Internet E come il telefono tradizionale, solo che la chiamata non passa sul doppino telefonico E possibile mantenere il vecchio numero o chiederne uno nuovo Costa molta meno del telefono tradizionale Se non funziona Internet, non funziona il telefono Grazie ai cellulari, telefono fisso non è più vitale Progetto Neco20

21 Cosa serve per il VoIP? Praticamente qualunque dispositivo connesso a Internet è in grado di effettuare chiamate VoIP SmartPhone, PC, Tablet e telefoni VoiP I telefoni VoIP sono praticamente identici ai telefoni tradizionali Progetto Neco21

22 Quanto costa il VoIP Un telefono VoIP tipo «tradizionale» costa circa 60 Le chiamate sui fissi di Italia, Europa, USA costano circa 2 cent/min senza scatto alla risposta Per le chiamate ai cellulari conviene ancora usare il cellulare!! Le chiamate tra utenti VoIP sono generalmente gratis Chiedere un nuovo numero geografico (es ) è generalmente gratis Trasferire il vecchio numero su una compagnia VoIP costa al massimo 40 (una tantum) Esistono contratti Flat (tutto incluso) o ricaricabili, esattamente come avviene per i cellulari Si possono stipulare diversi contratti e usare quello più conveniente di volta in volta, un telefono VoIP può gestirli tutti Progetto Neco22

23 Il VoIP di Progetto Neco Abbiamo allestito un centralino VoIP e attivato una linea dedicata per il VoIP Vogliamo offrire un servizio VoIP minimale in via sperimentale con un piccolo pacchetto di minuti mensile, compatibile con le esigenze di bilancio Attraverso il nostro partner, dare la possibilità di trasferire il vecchio numero o chiederne uno nuovo a costi popolari Affrancarvi dal canone degli operatori tradizionali Eventualmente aiutarvi a scegliere loperatore più adatto alle vostre esigenze (anche più di uno) Progetto Neco23

24 Cosa è il POS (Point of Sale) Un sistema per accettare pagamenti con moneta elettronica (Bancomat, Carte di Credito, etc) Dal 1 gennaio 2014 scatta lobbligo per commercianti e professionisti di accettare i pagamenti elettronici per qualunque importo (Decreto Sviluppo Italia Bis) Per i piccoli commercianti/professionisti è solo lennesimo balzello da pagare Progetto Neco24

25 Sistemi POS a confronto POS Tradizionale Necessita di una linea telefonica tradizionale Ogni transazione fa partire una chiamata, in alcuni casi a pagamento Si può utilizzare solo un POS alla volta sulla stessa linea POS Ethernet (Internet) Funziona con qualunque connessione Internet E sempre connesso a Internet e non effettua chiamate Si possono utilizzare più POS contemporaneamente Progetto Neco25

26 Costi e soluzioni a confronto POS Tradizionale Canone telefonico 20/mese Canone noleggio POS 30/mese Costo annuale: 600 POS Ethernet su rete Neco Nessun canone telefonico per i soci Neco Canone noleggio POS da 0 a 20/mese (Online Banking) Costo annuale: da Risparmio da 350 a 600 allanno. Progetto Neco26

27 Grazie per lattenzione! Progetto Neco27

28 Assemblea Ordinaria 29 Marzo 2013 (Parte III – 5 min) Progetto Neco28

29 Come aderire a Progetto Neco Verificare se si è già coperti dal segnale Neco e, in caso, inviarci la richiesta direttamente dal sito Non demoralizzarsi se il segnale è assente, contattateci e valuteremo insieme il da farsi Potete contattarci via a Progetto Neco29

30 Come segnalare un disservizio I servizi offerti sono gestiti da volontari in forma gratuita e nel tempo libero Il team operativo cerca di fare il massimo, ma a volte non basta, siate pazienti Abbiamo attivato un numero per lassistenza che inoltra la richiesta a chi è disponibile Il numero è Non chiamate sui nostri numeri privati, potremmo essere impegnati, tutti noi abbiamo anche altro da fare Segnalateci i problemi solo se sono duraturi e forniteci più dettagli possibili Progetto Neco30

31 Come potete aiutarci Il team attuale NON è più in grado di gestire con efficienza il progetto per le dimensioni che ha assunto Per crescere ci occorrono altri volontari Siamo pronti a trasferire tutte le nostre conoscenze a chiunque voglia darci seriamente una mano Diventate soci «sostenitori» Progetto Neco31

32 Grazie per lattenzione! Progetto Neco32


Scaricare ppt "Assemblea Ordinaria 29 Marzo 2013 (Parte I – 15 min) Progetto Neco1."

Presentazioni simili


Annunci Google