La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Obiettivi del corso Conoscere i rischi presenti negli ambienti di lavoro: 1.Rischi per la sicurezza dei lavoratori 1.Statistiche infortuni 2.Macchine.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Obiettivi del corso Conoscere i rischi presenti negli ambienti di lavoro: 1.Rischi per la sicurezza dei lavoratori 1.Statistiche infortuni 2.Macchine."— Transcript della presentazione:

1

2 Obiettivi del corso Conoscere i rischi presenti negli ambienti di lavoro: 1.Rischi per la sicurezza dei lavoratori 1.Statistiche infortuni 2.Macchine in generale 3.Attrezzature elettriche 4.Macchine agricole aspetti comuni 5.La trattrice 6.Macchine agricole 7.Impianti ed attrezzature 8.Ambienti di lavoro 9.Analisi di alcuni infortuni Anno Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura

3 Statistiche infortuni Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 3

4 Statistiche infortuni: meno infortuni in agricoltura Continuano a diminuire gli infortuni sul lavoro, in linea con il calo degli occupati, attestandosi nel 2009 a casi (-1,3% rispetto al 2008 e ben -20,8% rispetto al 2005). Più colpiti sono gli uomini (78,6 % dei casi) di età compresa tra i 35 e i 49 anni, mentre le donne presentano una maggiore quota di infortuni nella classe di età Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 4

5 Statistiche infortuni: infortuni per tipo di lavoratori Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 5

6 Statistiche infortuni: dinamiche più frequenti perdita di controllo del mezzo La dinamica più frequente (45,6% dei casi) continua ad essere la perdita di controllo del mezzo come troppo spesso avviene nelle nostre campagne a causa del ribaltamento del trattore. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 6

7 Macchine in generale Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 7

8 Macchine in generale: macchine usate Articolo 23 T.U. - Obblighi dei fabbricanti e dei fornitori o 1. Sono vietati la fabbricazione, la vendita, il noleggio e la concessione in uso di attrezzature di lavoro, dispositivi di protezione individuali ed impianti non rispondenti alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 8

9 Macchine in generale: vendita di macchina pericolosa Lagricoltore che possiede una macchina non conforme alla normativa non può venderla ad altre aziende ma potrà solamente consegnarla ad un costruttore / rivenditore al solo scopo della messa a norma prima della commercializzazione. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 9 Non è possibile nemmeno il conto vendita presso un rivenditore.

10 Macchine in generale: prestito di macchina pericolosa Anche se a titolo gratuito la cessione ad altri di una macchina pericolosa determina una responsabilità. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 10 Lagricoltore non può prestare o dare ad altri una macchina non conforme alla normativa.

11 Macchine in generale: protezioni Tutte le attrezzature, le macchine e gli impianti produttivi devono essere progettati, costruiti e installati con la scrupolosa osservanza delle norme di Legge. protezioni segregaziondispositivi di sicurezza Tali normative prescrivono l'applicazione di adeguate protezioni, segregazion i o dispositivi di sicurezza, sugli elementi delle macchine, quando questi risultano accessibili e costituiscono un pericolo per le persone. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 11

12 Macchine in generale: protezioni Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 12

13 Macchine in generale: pulire, oliare,... oliare ingrassarepulire direttamente Non serve quasi mai oliare, ingrassare o pulire direttamente a mano organi od elementi di macchine in moto ma se esistono reali esigenze tecniche si possono compiere queste operazioni usando accorgimenti o mezzi tali da eseguire l'operazione in sicurezza. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 13

14 Macchine in generale: manuale duso e manutenzione informazioni di sicurezza Serve per dare le necessarie informazioni di sicurezza. E utile per: o immissione sul mercato, imballaggio, trasporto, installazione, collaudo o utilizzo e funzionamento o manutenzione o sostituzione delle parti o dismissione, rottamazione e smaltimento Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 14 Il manuale deve accompagnare ogni macchinario (anche usato). Utilizzare la macchina secondo il manuale duso e manutenzione.

15 Macchine in generale: valutazione e sollevamento dei carichi Quando possibile ricorrere al giusto macchinario per il sollevamento di carichi: che superino il limite di peso previsto per la situazione (comunque non superiore a 25 kg. per gli uomini e 15 kg. per le donne); Ingombranti e difficile da afferrare. Ingombranti e difficile da afferrare. Usare le forche per sollevare esclusivamente materiale su pallet Usare le forche per sollevare esclusivamente materiale su pallet. Usare una gru per il sollevamento di carichi non pallettizzati. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 15

16 Macchine in generale: abilitazione alluso di certe attrezzature persone abilitate Anche in agricoltura certe macchine vanno utilizzate solo da persone abilitate in seguito ad uno specifico corso sulla sicurezza. La durata dei corsi varia a seconda delle attrezzature come ad esempio: o Gru mobile: o Carrelli elevatori … : o Carrelli semoventi a braccio telescopico: o Trattori agricoli o forestali: Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 16

17 Macchine in generale: abilitazione alluso di certe attrezzature Il percorso formativo è finalizzato all'apprendimento di tecniche operative adeguate per utilizzare in condizioni di sicurezza le attrezzature. Il corso prevede esercitazioni pratiche. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 17

18 Macchine in generale: abilitazione alluso di certe attrezzature 12 marzo 2013 A partire dal 12 marzo 2013 tutti i lavoratori adibiti all'uso delle attrezzature indicate nellaccordo, dovranno dimostrare di essere in possesso dei requisiti previsti dall'accordo. min. 4 h L'abilitazione deve essere rinnovata entro 5 anni dalla data di rilascio dell'attestato di abilitazione previa verifica della partecipazione a corso di aggiornamento ( min. 4 h ). Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 18 2 anni I lavoratori del settore agricolo che alla data di entrata in vigore del presente accordo sono in possesso di esperienza documentata almeno pari a 2 anni sono soggetti al corso di aggiornamento da effettuarsi entro 5 anni dalla data di pubblicazione del medesimo accordo (12 marzo 2012 )

19 Attrezzature elettriche Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 19

20 Attrezzature elettriche: avviamento intempestivo NON consenta il riavviamento Tutte le macchine, attrezzature e impianti industriali a funzionamento elettrico devono essere muniti di un dispositivo che NON consenta il riavviamento automatico a seguito di ritorno di tensione successivo ad una precedente interruzione. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 20 BOBINA DI SGANCIO RELE DI MINIMA TENSIONE

21 Attrezzature elettriche: arresto di emergenza arresto di emergenza Tutte le macchine devono avere un comando di arresto di emergenza, del tipo a fungo, a barra o a fune. Serve per porre la macchina nelle condizioni di minor pericolo in caso di necessità. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 21 Tale comando deve essere di colore rosso e prevedere il blocco nella posizione di azionamento.

22 Attrezzature elettriche: macchine utensili Protezione e/o segregazione dellutensile e della zona di lavoro. Collegamento a terra e verifica dellimpianto Collegamento a terra e verifica dellimpianto. Protezione contro le schegge Protezione contro le schegge. Uso dei DPI (occhiali, scarpe antinfortunistiche, guanti alloccorrenza e tuta con polsini chiusi) Uso dei DPI (occhiali, scarpe antinfortunistiche, guanti alloccorrenza e tuta con polsini chiusi). Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 22

23 Macchine agricole aspetti comuni Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 23

24 Macchine agricole aspetti comuni: rischio di presa e trascinamento Può avvenire per la presa, da parte degli organi in movimento della macchina (cinghie, pulegge, giunti cardanici, ecc.), degli indumenti del lavoratore. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 24

25 Macchine agricole aspetti comuni: dispositivi di protezione PROTEZIONE DEGLI ORGANI IN MOVIMENTO o Prese di forza: o Prese di forza: devono essere protette, in quanto lalbero scanalato che fuoriesce dalla trattrice può costituire pericolo se vi si impigliano abiti. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 25

26 Macchine agricole aspetti comuni: rischio di presa e trascinamento PROTEZIONE DEGLI ORGANI IN MOVIMENTO o Giunti cardanici: o Giunti cardanici: devono essere protetti con guaine di plastica in modo da coprire interamente le parti sporgenti; la protezione deve essere libera dallalbero di trasmissione. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 26

27 Macchine agricole aspetti comuni: rischio di presa e trascinamento PROTEZIONE DEGLI ORGANI IN MOVIMENTO o Cinghie e Pulegge: o Cinghie e Pulegge: devono essere protette da carter o grate resistenti e ancorate alle strutture portanti delle macchine. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 27

28 La trattrice Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 28

29 La trattrice: rischio ribaltamento Il fenomeno più frequente è quello laterale, segue poi il ribaltamento posteriore (o impennamento). Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 29 Avviene soprattutto durante le lavorazioni su terreni con forte pendenza e quando la macchina lavora di traverso. E spesso preceduto da una fase iniziale in cui il mezzo inizia a scivolare a causa del terreno molto bagnato, oppure per la rottura di parti meccaniche Avviene soprattutto durante le lavorazioni su terreni con forte pendenza e quando la macchina lavora di traverso. E spesso preceduto da una fase iniziale in cui il mezzo inizia a scivolare a causa del terreno molto bagnato, oppure per la rottura di parti meccaniche

30 La trattrice: rischio ribaltamento STRUTTURE ANTIRIBALTAMENTO cabinetelai o Protezioni applicate alle trattrici che, pur non evitando il ribaltamento, ne limitano le conseguenze, consentendo al conducente di avere uno spazio di sopravvivenza: sono costituite da cabine e telai. o Linstallazione del telaio deve essere abbinato ad un sistema di ritenzione per loperatore a bordo. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 30

31 La trattrice: rischio caduta CADUTA nelle fasi di salita e discesa dal posto di guida, dovuta : o alla difficoltà di accesso al posto di guida o alla difficoltà di accesso al posto di guida, o alla mancanza di adeguati sostegni ed appoggi, o alla scivolosità degli scalini per la presenza di fango, o ad ostacoli o leve che impigliano ai vestiti Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 31

32 La trattrice: rischio caduta SISTEMI DI SICUREZZA PER LA SALITA E LA DISCESA DALLA TRATTRICE o Devono essere adottati accorgimenti atti a facilitare laccesso al posto di guida in modo tale da evitare il rischio di caduta durante la salita e la discesa alla trattrice. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 32

33 La trattrice: rischio ustione Può avvenire a carico degli arti superiori per contatto accidentale con il motore, il tubo di scarico, il radiatore, o per fuoriuscita improvvisa di olio dallimpianto idraulico. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 33

34 La trattrice: rischio ustione PROTEZIONE DELLE PARTI CALDE o Le parti esterne dei dispositivi di scarico dei gas combusti devono essere protette con griglie o reti metalliche. Queste vanno posizionate in modo da evitare leccessivo riscaldamento. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 34

35 La trattrice: rischio rumore UDITIVO EXTRAUDITIVO Può arrecare danni di tipo UDITIVO (danni alludito...) e di tipo EXTRAUDITIVO (aumento della pressione arteriosa, insonnia...). 85 dB(A) Leq Il rumore è ritenuto lesivo per ludito sopra gli 85 dB(A) Leq. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 35 Esempio 1 ora di funzionamento di un trattore 90 dB(A) 7 ore di altre attività con rumore inferiore a 80 dB(A) Livello di Esposizione Quotidiano (8 ore) = 83,3 dB(A) Esempio 1 ora di funzionamento di un trattore 90 dB(A) 7 ore di altre attività con rumore inferiore a 80 dB(A) Livello di Esposizione Quotidiano (8 ore) = 83,3 dB(A)

36 La trattrice: rischio rumore PROTEZIONE DAL RUMORE o Nella scelta della trattrice, soprattutto per lavori continuativi, occorre orientarsi verso il modello che produce minore rumore (solitamente la più nuova). o In alternativa utilizzare otoprotettori. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 36

37 La trattrice: rischio vibrazioni arti superiori Le vibrazioni possono essere fonte di fastidio, di patologie circolatorie a carico degli arti, specie superiori e di patologie osteoarticolari e possibili disturbi neurologici. Bisogna differenziare la valutazione in: o vibrazioni dellintero corpo o vibrazioni del sistema mano-braccio. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 37

38 La trattrice: rischio vibrazioni MISURE DI PREVENZIONE o Sostituire le attrezzature più vecchie con modelli migliori come ad esempio trattrici con assale ammortizzato, cingoli in gomma, ecc. o Programmare una periodica manutenzione. o Ridurre i tempi di esposizione. o Utilizzare DPI anti-vibrazioni. o Installare sedili e pneumatici che attenuino efficacemente le vibrazioni. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 38

39 La trattrice: rischio di schiacciamento perno del gancio di trainoPuò avvenire nelle fasi di attacco e distacco di attrezzi portati o trainati o per rotture e guasti alla macchina (es. del perno del gancio di traino e conseguente sganciamento del rimorchio). Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 39 Infortunio grave: particolare dellelemento terzo punto rotto per sollevamento di un carico eccessivo

40 La trattrice: rischio di schiacciamento SISTEMI DI SICUREZZA PER LAGGANCIO E LO SGANCIO DEGLI ORGANI TRAINATI dispositivo meccanico manuale o Al fine di evitare lesioni da schiacciamento, è importante che lorgano trainato sia dotato di una barra alla cui estremità venga inserito un dispositivo meccanico manuale per la regolazione in altezza del carrello. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 40

41 La trattrice: lesioni dorso lombari posizioni scorrette Possono derivare da posizioni scorrette riconducibili principalmente alleccessiva rigidità del posto di guida. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 41

42 La trattrice: intossicazione da (CO) monossido di carbonio Può essere provocata dallinalazione di monossido di carbonio durante le lavorazioni in locali chiusi per laccumulo dei gas di scarico. Si manifesta con irritazione delle vie aeree superiori, tosse, mal di testa, percezione visiva sfocata, palpitazioni. Nei casi più gravi nausea, vomito, vertigini o svenimenti. La morte sopraggiunge quando il tasso di carbossiemoglobina supera allincirca il 66% La morte sopraggiunge quando il tasso di carbossiemoglobina supera allincirca il 66%. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 42

43 La trattrice: registro dei controlli La recente normativa prevede che: adeguati ai requisiti minimi di sicurezza o i trattori agricoli o forestali siano adeguati ai requisiti minimi di sicurezza di cui al D.Lgs.81/08. idonea manutenzione o i trattori agricoli o forestali siano oggetto di idonea manutenzione al fine di garantire nel tempo la permanenza dei requisiti di sicurezza tenuta e laggiornamento del registro di controllo o siano curati la tenuta e laggiornamento del registro di controllo. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 43

44 La trattrice: registro dei controlli La frequenza dei controlli è prevista dalle buone prassi emesse dallINAIL. biennale ogni 1000 ore eventi eccezionali Indicativamente deve essere biennale ovvero ogni 1000 ore di utilizzo, e comunque, al raggiungimento di uno dei due parametri o in caso di eventi eccezionali. persona competente I controlli vanno fatti da persona competente. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 44

45 La trattrice: registro dei controlli documentazione di supporto Il registro dei controlli deve essere corredato della necessaria documentazione di supporto, atta a dimostrare la rispondenza dellintervento Es.: documenti fiscali, schede tecniche dei pezzi di ricambio, ecc. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 45

46 Macchine agricole Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 46

47 Macchine agricole: caricatore frontale Stabilità della combinazione trattrice-caricatore. Scelta della trattrice idonea. Comandi ad azione mantenuta. Il montaggio e lo smontaggio dei bracci di sollevamento che deve poter essere eseguito da una sola persona. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 47

48 Macchine agricole: carro desilatore Organi di comando. Distanza fra bracci porta fresa e cassone. Coclee e organo fresante. Nastro trasportatore(scarico) Organi di trasmissione. Parti mobili (comando ad azione mantenuta) Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 48

49 Macchine agricole: carro desilatore Organi di comando. Distanza fra bracci porta fresa e cassone. Coclee e organo fresante. Nastro trasportatore(scarico) Organi di trasmissione. Parti mobili (comando ad azione mantenuta) Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 49

50 Macchine agricole: carro spandiletame Presa di potenza. Organi di trasmissione del moto. Organi di spandimento. Trasportatori. Mezzi di accesso. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 50

51 Macchine agricole: carro spandiliquame Serbatoio. Serbatoio. Mezzi di accesso. Dispositivi di sicurezza Dispositivi di sicurezza. Braccio di spargimento. Presa di forza Presa di forza. Stabilità. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 51

52 Macchine agricole: cimatrice per vigneti Organi di taglio. Organi di trasmissione. Protezione delloperatore. Stabilità degli organi di taglio. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 52

53 Macchine agricole: decespugliatore Dispositivi di taglio. Protezione delloperatore Protezione delloperatore (D.P.I.). Dispositivo di arresto del motore Dispositivo di arresto del motore. Imbracature (>7,5 Kg). Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 53

54 Macchine agricole: elevatore a forche Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 54 Riparo sui montanti Sicurezza sistema idraulico Leve di comando

55 Macchine agricole: falciatrice Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 55 Protezione dalle lame Protezione dalle lame. Protezione dalla proiezione di materiali Protezione dalla proiezione di materiali. Comandi per le regolazioni.

56 Macchine agricole: fresatrice Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 56 Contatto con gli organi lavoratori. Contatto con organi di trasmissione Contatto con organi di trasmissione. Regolazione profondità di lavorazione.

57 Macchine agricole: irrigatore Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 57 Organi di trasmissione del moto. Schiacciamento fra le razze. Stabilità. Presa di forza.

58 Macchine agricole: mietitrebbiatrice Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 58 Salita e discesa dal posto di guida e piattaforma di servizio Salita e discesa dal posto di guida e piattaforma di servizio. Organo di comando della testata. Organi di trasmissione del moto. Coclea convogliatrice Coclea convogliatrice. Polveri.

59 Macchine agricole: motosega Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 59 Impugnature. Impugnature. Arpioni. Acceleratore. Manutenzione Manutenzione. Parti calde. Impianto elettrico. Copribarra. Copribarra. Uso … con due mani.

60 Macchine agricole: pigiadiraspatrice Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 60 Organi di trasmissione del moto Coclea Protezioni fisse Comando della macchina

61 Macchine agricole: raccoglimballatrice Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 61 Dispositivo di raccolta Sistema di formazione della balla Apertura anteriore del gruppo legatore(carter) Distanza fra camere Portellone posteriore Rimozione di blocchi

62 Macchine agricole: sega circolare Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 62 Disco dentato e proiezione di materiale. Rifiuto del pezzo(coltelli divisori) Rifiuto del pezzo(coltelli divisori). Lavorazione piccoli pezzi. Lavorazione piccoli pezzi. Presa di forza.

63 Macchine agricole: sollevatore telescopico Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 63 Caratteristiche. Portata. Zona di operazione Zona di operazione. Cabina. Cabina.

64 Macchine agricole: spandiconcime Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 64 Organo agitatore rotante. Organo spanditore. Presa di forza.

65 Macchine agricole: voltafieno Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 65 Protezione contro i contatti accidentali con organi lavoratori. Stabilità a riposo Stabilità a riposo.

66 Macchine agricole: trinciatrice Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 66 Organi lavoratori e presa di forza. Stabilità. Proiezione di materiali ed emissione di polveri. Organi di trasmissione.

67 Impianti ed attrezzature Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 67

68 Impianti ed attrezzature: deposito carburanti Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 68 distanza di protezione non inferiore ai 3 metri -Rispetto di una distanza di protezione non inferiore ai 3 metri completamente sgombra e priva di vegetazione. -Presenza di almeno 3 estintori portatili per classi di fuoco A-B-C con capacità estinguente non inferiore a B-B.

69 Impianti ed attrezzature: deposito carburanti Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 69 bacino di contenimento I depositi di gasolio fuori terra devono avere un bacino di contenimento di capacità almeno pari al 30% del massimo quantitativo del serbatoio. protetto lateralmente contro lurto accidentale di veicoli in manovra Il serbatoio deve essere fissato al terreno, posto ad almeno una distanza di 3 m. dagli edifici, munito di tettoia e protetto lateralmente contro lurto accidentale di veicoli in manovra ;

70 Impianti ed attrezzature: scale Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 70 Montanti, pioli, gradini, dispositivi di trattenuta ed antisdrucciolevoli, che devono essere tutti in perfetto stato. Inclinazione della scala in opera Inclinazione della scala in opera. Fissaggio della scala durante il lavoro. Fissaggio della scala durante il lavoro. Appoggio di entrambi i montanti se la scala viene sistemata sul tronco o sui rami.

71 Impianti ed attrezzature: scale Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 71 Possibilità di usare una attrezzatura più sicura (carro raccoglifrutta, ponteggio, scala con ballatoio, ecc.). Vicinanza a linee elettriche raggiungibili dalla scala. Vicinanza a linee elettriche raggiungibili dalla scala. Necessità di staccare entrambe le mani nel cui caso va usata una cintura di sicurezza. Necessità di staccare entrambe le mani nel cui caso va usata una cintura di sicurezza.

72 Impianti ed attrezzature: scale Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 72 Stato di salute degli alberi e presenza di rami secchi prima della potatura su scala. Presenza di operatori a terra durante la potatura nel cui caso vanno allontanati. Presenza di operatori a terra durante la potatura nel cui caso vanno allontanati. Scivolosità conseguenza di intemperie. Scivolosità conseguenza di intemperie.

73 Impianti ed attrezzature: scale Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 73 Uso dei necessari DPI con particolare riferimento al casco. Presenza di un secondo operatore che può garantire laiuto in caso di bisogno. Uso di imbracatura di sicurezza in caso di uso di piattaforme. Uso di imbracatura di sicurezza in caso di uso di piattaforme.

74 Impianti ed attrezzature: D.P.I. - Indicazioni generiche I DPI vanno utilizzati solo se non è stato possibile adottare altri accorgimenti di tipo collettivo. Categorie: o I cat. DPI solo per rischi minori o II cat. DPI per tutti i rischi non rientranti nella I e III categoria rischio medio o III cat. DPI per rischi di morte o di lesioni gravi. o I DPI devono riportare la marcatura CE Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 74

75 Impianti ed attrezzature: D.P.I. - Classificazione PROTEZIONI AURICOLARI PROTEZIONI DELLE VIE RESPIRATORIE PROTEZIONI DEGLI OCCHI PROTEZIONI DELLE MANI PROTEZIONI DEI PIEDI PROTEZIONE DEL CORPO PROTEZIONE DEL CAPO Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 75

76 Ambienti di lavoro Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 76

77 Ambienti di lavoro: accessibilità e viabilità Tenere distinta larea abitativa da quella produttiva Tenere distinta larea abitativa da quella produttiva (depositi, stalle, fienili, officine, ricovero attrezzi, ecc.); domestica Separare la viabilità e gli accessi tra lattività aziendale e quella domestica ; Il passo carraio di accesso allazienda deve essere largo almeno 5 m.; Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 77

78 Ambienti di lavoro: suolo e terreno Il suolo è statisticamente uno dei principali elementi di rischio presenti in agricoltura. A causa delle asperità del suolo o della sua consistenza, spesso si verificano cadute e scivolamenti soprattutto in presenza di fango, ghiaccio e neve. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 78

79 Ambienti di lavoro: suolo e terreno Va prestata la massima attenzione soprattutto in zone accidentate, a forte pendenza, con dirupi e burroni. lutilizzo di idonee calzature antisdrucciolo In queste situazioni è indispensabile lutilizzo di idonee calzature antisdrucciolo. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 79

80 Ambienti di lavoro: fienili, soppalchi e depositi sopraelevati corrente superiore corrente intermedio fascia ferma piede Deve essere installato un parapetto costituito da un corrente superiore posto ad almeno 1 mt. dal piano di calpestio, corrente intermedio ed una fascia ferma piede alta almeno 15 cm. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 80

81 Ambienti di lavoro: fienili, soppalchi e depositi sopraelevati evitare il pericolo di rovesciamento Lo stoccaggio del materiale deve avvenire in modo da evitare il pericolo di rovesciamento. Evitare lo stoccaggio di balle di fieno e paglia nei locali sopraelevati per evitare rischi di investimento e caduta. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 81

82 Ambienti di lavoro: coperture Andare sui tetti o sopra le coperture rappresenta un rischio elevato di caduta. coperture in fibrocemento (eternit) o simili Sulle coperture in fibrocemento (eternit) o simili, oltre al rischio di caduta verso lesterno, vi è il rischio di sprofondamento. Chiedere lintervento di imprese specializzate Chiedere lintervento di imprese specializzate utilizzare, se ne si conosce luso, un sistema anticaduta con imbracatura di sicurezza. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 82

83 Ambienti di lavoro: silos Le coclee e i nastri di trasporto, le macine e i mulini, devono essere protetti e, se necessario, dotati di aspiratori per le polveri. Per i lavori allinterno vanno usati idonei DPI (tuta, stivali, con suola antiscivolo). La scala di accesso se supera i 5 mt. deve essere protetta con gabbia (scala marinara). Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 83 È vietato entrare nei silos verticali, senza aver verificato leffettuazione di una idonea aerazione.

84 Ambienti di lavoro: silos Non fumare e non avvicinare fiamme libere nelle zone dei silos delle granaglie. Fare attenzione alla presenza di sostanze tossiche, asfissianti o infiammabili in caso di o permanenza prolungata con scarso ricambio di aria o permanenza prolungata con scarso ricambio di aria; o reazioni chimiche di ossidoriduzione di sostanze o reazioni chimiche di ossidoriduzione di sostanze; Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 84 scarsa illuminazione Un importante fattore di rischio è la scarsa illuminazione.

85 Ambienti di lavoro: rischio incendio Il rischio incendio va sempre valutato anche se di entità trascurabile. materiali pericolosi e infiammabili, concentrazione di gas tossicieccessivo riscaldamento a causa di un corto circuito sovraccarico Gli incendi possono essere provocati da materiali pericolosi e infiammabili, dalla concentrazione di gas tossici, da eccessivo riscaldamento a causa di un corto circuito o di un sovraccarico di corrente elettrica. In questultimo caso non usare acqua per spegnere leventuale incendio. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 85

86 Ambienti di lavoro: rischio incendio Distanze di sicurezza: - pagliai e fienili (distanza da altri edifici non inferiore a 30 metri) - pagliai e fienili (distanza da altri edifici non inferiore a 30 metri) ; -deposito combustibili con bacino di contenimento nei serbatoi a vista collocati all'interno o all'esterno del fabbricato; - deposito di legna, paglia e fieno (metri 15 da linee elettriche) - deposito di legna, paglia e fieno (metri 15 da linee elettriche) ; Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 86

87 Ambienti di lavoro: rischio incendio Distanze di sicurezza: o serbatoio GPL fuori terra in spazio recintato (metri 10 da scantinati, bocche di lupo, aperture comunicanti con locali posti al di sotto del piano di campagna). Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 87

88 Ambienti di lavoro: estintori -In prossimità di ciascun estintore va esposto un cartello indicatore. -Accertarsi che lestintore sia libero da intralci. - Generalmente vanno sistemati a muro o su strutture fisse. mantenuti in efficienza - Devono essere mantenuti in efficienza e controllati almeno ogni sei mesi. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 88 ESTINTORI CONSIGLIATI: -a polvere chimica -ad anidride carbonica ESTINTORI CONSIGLIATI: -a polvere chimica -ad anidride carbonica

89 Ambienti di lavoro: estintori Percorsi per raggiungerli < di mt. 30. Percorsi per raggiungerli < di mt. 30. Capannoni avicoli - n. 2 estintori interni, n. 2 estintori esterni e poi n. 1 ogni 30 metri. Ambienti piccoli (es. mq 200) - n. 1-2 estintori da Kg. 6 vicino agli ingressi (meglio all'esterno). Ambienti piccoli (es. mq 200) - n. 1-2 estintori da Kg. 6 vicino agli ingressi (meglio all'esterno). Estintori per trebbiatrice da Kg. 6 Estintori per auto da Kg. 1-2 Estintori per auto da Kg. 1-2 Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 89

90 Ambienti di lavoro: impianti elettrici realizzati a regola darte Gli impianti elettrici devono essere realizzati a regola darte, conformemente a quanto previsto dal D.M. 37/08 e secondo le indicazioni contenute nelle Norme tecniche (Norme CEI o altre norme equivalenti). mantenuti in modo da prevenire i pericoli Gli impianti elettrici devono essere mantenuti in modo da prevenire i pericoli derivanti da contatti accidentali con gli elementi in tensione ed i rischi di incendio. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 90

91 Ambienti di lavoro: impianti elettrici imprese abilitate Possono installare, trasformare, ampliare o modificare gli impianti esclusivamente le imprese abilitate che rilasciano la dichiarazione di conformità. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 91 FAI DA TE ELETTRICO Il FAI DA TE ELETTRICO non è tollerato nemmeno nel mondo dellagricoltura.

92 Ambienti di lavoro: impianti elettrici Gli impianti devono prevedere una " protezione dai contatti indiretti ", cioè dalla possibilità che l'involucro metallico di una apparecchiatura elettrica, a causa del guasto del suo isolante interno, venga in contatto con una parte in tensione e che quindi una persona, toccando questo involucro, possa "prendere la scossa". Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 92 contatto indiretto Nel contatto indiretto, essendo un pericolo invisibile, ci si può difendere solo con un adeguato sistema di protezione.

93 Ambienti di lavoro: impianti elettrici 0.5 A Tranne in casi particolari la protezione contro i contatti indiretti realizzata con differenziali da 0.5 A è più che sufficiente. salvavita 0.03 A E bene proteggere con il salvavita da 0.03 A i circuiti che alimentano prese a spina o elementi le cui parti attive possano venire in contatto con il corpo umano. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 93

94 Ambienti di lavoro: impianti elettrici Potrebbero rimanere dei rischi anche in presenza di un impianto di messa a terra. Questo soprattutto se: o le utenze non sono ben collegate allimpianto o le utenze non sono ben collegate allimpianto; o lo stesso si è deteriorato nel tempo o lo stesso si è deteriorato nel tempo. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 94 E sempre necessario verificare periodicamente limpianto di terra.

95 Ambienti di lavoro: impianti elettrici Raccomandazioni Raccomandazioni o Se vengono inseriti più apparecchi elettrici in una sola presa, questa si potrebbe sovraccaricare di corrente. Una presa sovraccarica è una potenziale causa di surriscaldamento, con possibili conseguenze di corto circuito, incendio, interruzione di energia e danneggiamento dellimpianto. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 95 Usare una presa per ogni apparecchio.

96 Ambienti di lavoro: impianti elettrici Raccomandazioni Raccomandazioni disinserire sempre linterruttore generale o Prima di iniziare qualsiasi lavoro sullimpianto, anche il più semplice, se non è possibile staccare la spina, disinserire sempre linterruttore generale. o Per interventi di questo tipo linterruttore che si usa normalmente non garantisce un sufficiente grado di sicurezza, perché interrompe solo uno dei due fili elettrici di alimentazione. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 96 Interruttore bipolare Interruttore unipolare

97 Ambienti di lavoro: impianti elettrici Conduttori flessibili / prolunghe Conduttori flessibili / prolunghe o non devono essere sovrapposti; o non devono intralciare il passaggio; o vanno collocati preferibilmente in altezza; o vanno protetti se stesi a terra; o a fine lavoro spegnere lapparecchio elettrico e togliere la spina della prolunga dalla presa. o non usare prolunghe avvolte su bobine senza svolgerle tutte. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 97

98 Ambienti di lavoro: impianti elettrici Avvertenze generali o Impiegare solo componentistica certificata. Metà degli infortuni mortali sono causati da materiali scadenti o non a norma; o Far sostituire da personale qualificato la componentistica elettrica deteriorata ; o Le chiavi dei quadri elettrici di distribuzione devono essere asportate. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 98

99 Ambienti di lavoro: impianti elettrici Avvertenze generali o gli apparecchi utilizzatori (eccetto quelli in classe II) devono essere collegati allimpianto di terra; prese interbloccate o gli apparecchi utilizzatori portatili di potenza superiore a 1 kw devono essere collegati a prese interbloccate tali da consentire linserimento della spina nella presa solo in assenza di tensione; o a tal proposito devono essere utilizzate prese e spine conformi alla Norma CEI 23-12/1 (Spine e prese per uso industriale). Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 99

100 Ambienti di lavoro: D.U.V.R.I. rischi di tipo interferenziale Quando si lavora insieme ad altri (es. terzisti) o si affidano lavori ad altre aziende, si creano nuovi rischi di tipo interferenziale. Questi rischi vanno ricercati, analizzati e vanno trovate le misure di prevenzione e protezione più opportune. E meglio mettere queste considerazioni per iscritto. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 100 Questo documento si chiamerà DUVRI (Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali).

101 Analisi di alcuni infortuni Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 101

102 Analisi di alcuni infortuni: ribaltamento vecchio carro raccogli frutta Infortunio grave Infortunio grave : lo sterzo non ha risposto ai comandi facendo precipitare il mezzo e le tre persone a bordo dentro ad un canale pieno dacqua. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 102

103 Analisi di alcuni infortuni: ribaltamento vecchia trattrice Infortunio mortale Infortunio mortale : per il traino di un grosso trattore è stata usata una vecchia trattrice di dimensioni ridotte che si è prima impennata e poi ribaltata uccidendo lautista. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 103

104 Analisi di alcuni infortuni: caduta di un lavoratore da una pedana sollevata Infortunio mortale Infortunio mortale : per tagliare dei rami è stato sollevato su un bancale ma ha perso lequilibrio ed è caduto a terra. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 104

105 Analisi di alcuni infortuni: lavoratore infortunato dentro carro desilatore Infortunio grave Infortunio grave : è intervenuto con la macchina in movimento e la coclea non protetta di un carro desilatore ed è stato preso dagli organi in movimento Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 105

106 Analisi di alcuni infortuni: si ustiona gravemente bruciando sterpaglie Infortunio grave Infortunio grave : si è ustionato gravemente mentre gettava benzina per favorire il fuoco dato ad un mucchio di sterpaglie. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 106

107 Analisi di alcuni infortuni: si impiglia nella fresa con il piede Infortunio grave Infortunio grave : si è impigliato con un piede dentro la fresa durante un intervento con lattrezzo in moto. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 107

108 Analisi di alcuni infortuni: caduta dentro ad un tombino Infortunio grave Infortunio grave : frattura di una gamba per caduta dentro ad un tombino coperto con materiale inadatto (traslucido) Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 108

109 Analisi di alcuni infortuni: agricoltore impigliato nel cardano Infortunio grave Infortunio grave : loperatore si è impigliato con la manica della tuta a causa del cardano non protetto. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 109

110 Analisi di alcuni infortuni: si ribalta nel canale con la motosega Infortunio mortale Infortunio mortale : loperatore con la motosega si ribaltata nel canale di irrigazione. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 110

111 Analisi di alcuni infortuni: cade dal tetto di una struttura Infortunio grave Infortunio grave : caduta da un annesso rustico durante il taglio degli alberi. Anno 2012 Rischi per la sicurezza dei lavoratori autonomi in agricoltura 111

112


Scaricare ppt "Obiettivi del corso Conoscere i rischi presenti negli ambienti di lavoro: 1.Rischi per la sicurezza dei lavoratori 1.Statistiche infortuni 2.Macchine."

Presentazioni simili


Annunci Google