La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ENTI RELIGIOSI & I M U (Imposta Municipale Unica) Roma (CEI) 22/11/2012 -Rossi Dr. Federico.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ENTI RELIGIOSI & I M U (Imposta Municipale Unica) Roma (CEI) 22/11/2012 -Rossi Dr. Federico."— Transcript della presentazione:

1 ENTI RELIGIOSI & I M U (Imposta Municipale Unica) Roma (CEI) 22/11/2012 -Rossi Dr. Federico

2 VARIAZIONI IMU: I TERMINI DI PRESENTAZIONE > 90 gg. I soggetti passivi devono presentare la dichiarazione entro 90 * (novanta) giorni dalla data in cui il possesso degli immobili ha avuto inizio o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dellimposta, utilizzando il modello approvato con il decreto di cui allart. 9, comma 6, del D.Lgs. n. 23 del Novità 2012 * Non si può più attendere la presentazione della Dichiarazione dei Redditi come in passato ! !

3 DICHIARAZIONE IMU_ annuale I TERMINI DI PRESENTAZIONE Lart. 13, comma 12-ter, del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, prevede che per gli immobili per i quali lobbligo dichiarativo ai fini IMU è sorto dal 1° gennaio 2012, la dichiarazione avrebbe dovuto essere presentata entro il 30 settembre Tale termine è stato prorogato al 30 Novembre 2012 dallart. 9 del D.L. 10 ottobre 2012, n. 174; Da ultimo (EMENDAMENTO al DL. 174/2012) il termine sembrerebbe slittato al 04/febb/2013.

4 IMU: LA DICHIARAZIONE Anno 2011 si sono utilizzati vecchi modelli entro il 30/09/2012; Anno 2012 in attesa di conoscere la data di presentazione (04/02/2013 ? );

5 IMU: LA DICHIARAZIONE La dichiarazione ha effetto anche per gli anni successivi sempre che non si verifichino modificazioni dei dati ed elementi dichiarati cui consegue un diverso ammontare dellimposta dovuta. Art. 13, comma 12-ter, del D.L. n. 201 del 2011

6 IMU: BOZZA MODELLO Allegato

7 La Dichiarazione IMU deve essere presentata quando: GLI IMMOBILI GODONO DIRIDUZIONI DELLIMPOSTA Le fattispecie sono di seguito: i fabbricati dichiarati inagibili o inabitabili e di fatto non utilizzati; I fabbricati di interesse storico o artistico; Gli immobili per i quali il Comune ha deliberato la riduzione dellaliquota, ai sensi del comma 9, dellart. 13 del D.L. n. 201 del 2011; I terreni agricoli, nonché quelli non coltivati, posseduti e condotti da coltivatori diretti o da imprenditori agricoli iscritti nella previdenza agricola (IAP).

8 La Dichiarazione IMU deve essere presentata quando: GLI IMMOBILI SONO STATI OGGETTO DI ATTI PER I QUALI NON E STATO UTILIZZATO IL MUI (MODELLO UNICO INFORMATICO) Il Comune non è comunque in possesso delle informazioni necessarie per verificare il corretto adempimento dellobbligazione tributaria (infra)

9 La Dichiarazione IMU deve essere presentata quando: L e fattispecie più significative sono le seguenti: limmobile è stato oggetto di locazione finanziaria; limmobile è stato oggetto di un atto di concessione amministrativa su aree demaniali; Latto costitutivo, modificato o traslativo del diritto ha avuto a oggetto unarea fabbricabile; Il terreno agricolo è divenuto area fabbricabile; Larea è divenuta edificabile in seguito alla demolizione del fabbricato;…continua

10 La Dichiarazione IMU deve essere presentata quando: gli immobili esenti, ai sensi della lett. c) e della lett. i), comma 1, art. 7 del del D. Lgs. n. 504 del 1992; TUTTI GLI IMMOBILI - ESENTI ANCHE ANTERIORI AL VANNO DICHIARATI!

11 La Dichiarazione IMU deve essere presentata quando: limmobile ha perso oppure ha acquistato durante lanno di riferimento il diritto allesenzione dallIMU; Il fabbricato classificabile nel gruppo catastale D, non iscritto in catasto, ovvero iscritto, ma senza attribuzione di rendita, interamente posseduto da imprese e distintamente contabilizzato, per il quale sono stati computati costi aggiuntivi a quelli di acquisizione; è intervenuta, relativamente allimmobile, una riunione di usufrutto, non dichiarata in catasto.

12 La Dichiarazione IMU deve essere presentata quando: La dichiarazione deve essere presentata in tutti i casi in cui il contribuente non ha richiesto gli aggiornamenti della banca dati catastale

13 La Dichiarazione IMU deve essere presentata al Comune nel cui territorio sono ubicati gli immobili: Se limmobile insiste su territori di Comune diversi, non essendovi più la norma che, ai fini ICI, preveda che limposta era dovuta al comune per limmobile la cui superficie insisteva interamente o prevalentemente, sul territorio del comune stesso, si deve concludere che la dichiarazione IMU deve essere presentata ai Comuni sui cui territori insiste limmobile. PIU DICHIARAZIONI ! !

14 Dichiarazione IMU presentazione nel Entro 4 Febbraio 2013 > variazioni ESENTI + ……. 2. Entro 30 Marzo 2013 > variazioni dal Esempio: immobile CASA FERIE esente nel imponibile nel 2013

15 Dichiarazione IMU modalità di presentazione La dichiarazione, unitamente agli eventuali modelli aggiuntivi, deve essere 1. consegnata direttamente al comune indicato sul frontespizio, il quale deve rilasciare apposita ricevuta; 2. la dichiarazione può anche essere spedita in busta chiusa, a mezzo del servizio postale, mediate raccomandata senza ricevuta di ritorno, allUfficio tributi del Comune, riportando sulla busta la dicitura Dichiarazione IMU, con lindicazione dellanno di riferimento; 3. la dichiarazione può essere inviata telematicamente con posta certificata (PEC).

16 IMU & ENTI RELIGIOSI IMMOBILI STORICI Nuove regole dal 2012 – 50 % della rendita propria

17 IMU & ENTI RELIGIOSI DIRITTO DUSO E SUPERFICIE Può essere una soluzione? ATTENZIONI DA PORRE

18 IMU & ENTI RELIGIOSI IMMOBILI PROMISCUI Separazione catastale Apposita Perizia MODALITA NON COMMERCIALI « non esclusivamente commerciali »

19 IMU & ENTI RELIGIOSI IMMOBILI PROMISCUI Separazione catastale Separazione catastale Certamente opportuna per la parte COMUNITA RELIGIOSA (!) «nuovo» Attenzione > rischio «nuovo» classamento ( cat D) Attenzione > parti STRUMENTALI (no_private)

20 IMU & ENTI RELIGIOSI PARERE CONSIGLIO DI STATO Bocciatura del REGOLAMENTO IMU > o Andava oltre i confini attribuiti dalla legge ! Promozione con riserva del REGOLAMENTO IMU > in data o Con linvito di adeguare le disposizioni ai principi UE, valorizzando il concetto di «attività economica» inteso in senso comunitario !

21 IMU & ENTI RELIGIOSI PARERE CONSIGLIO DI STATO (08/11/2012) Nozione di IMPRESA Abbraccia qualsiasi entità che esercita attività commerciale a prescindere 1. Status giuridico di detta entità (Ente Religioso) 2. Dalle sue modalità di finanziamento

22 IMU & ENTI RELIGIOSI PARERE CONSIGLIO DI STATO (08/11/2012) Soggetti in apparenza NON COMMERCIALI (Enti Religiosi) si possono trovare a svolgere Attività ECONOMICHE > soggette IMU In concorrenza con analoghi servizi offerti da altri operatori

23 IMU & ENTI RELIGIOSI PARERE CONSIGLIO DI STATO (08/11/2012) SCUOLE PARITARIE Copertura non integrale dei COSTI (?) Finanziati prevalentemente da genitori ……… ?!! Si attende il Regolamento del Governo

24 IMU & ENTI RELIGIOSI ATTIVITA RICETTIVE Schema Regolamento_ art. 91 bis DL 1/2012 Rette > inferiori al 50% di quelle di mercato Discontinuità nellapertura Sistemazioni temporanee x bisogni speciali (studenti, lavoratori, familiari di ammalati,..) Ospitalità a persone svantaggiate (condizioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari) NO > TURISTA !! PARERE CONSIGLIO DI STATO (08/11/2012) « Valutare il richiamo al Cd. CODICE DEL TURISMO »

25 IMU & ENTI RELIGIOSI ATTIVITA RICETTIVE PARERE CONSIGLIO DI STATO (08/11/2012) OK > per i soggetti «svantaggiati» OK > per i bisogni speciali «temporanei» RETTE …….. assenza di relazione con il COSTO ……… «differenza» rispetto ai CORRISPETTIVI MEDI svolte in modo commerciale nello stesso ambito territoriale

26 IMU & ENTI RELIGIOSI ATTIVITA ASSISTENZIALI - RICETTIVE Schema Regolamento_ art. 91 bis DL 1/2012 ACCREDITATE-CONVENZIONATE > servizi «gratuiti» salvo integrazioni a pagamento NON ACCREDITATE-CONVENZIONATE > servizi «gratuiti» oppure Rette «simboliche», pari o inferiori alla META di quello medio del territorio

27 IMU & ENTI RELIGIOSI ATTIVITA ASSISTENZIALI - RICETTIVE PARERE CONSIGLIO DI STATO (08/11/2012) ACCREDITATE-CONVENZIONATE > solo se NON vi sono integrazioni di Rette ( Solo _RETTE GRATUITE ) NON ACCREDITATE-CONVENZIONATE > neanche la RETTA pari a META del mercato determina lESENZIONE, in quanto : di difficile applicazione In assoluto non qualifica come «NON COMMERCIALE» Pertanto NON si riconosce ESENZIONE IMU

28 IMU & ENTI RELIGIOSI PARERE CONSIGLIO DI STATO (08/11/2012)Tutte le ATTIVITA ECONOMICHE pagano I.M.U. pagano I.M.U. dal 2013 (??) In aderenza ai principi dellUnione Europea !!!

29 IMU & ENTI RELIGIOSI PARERE CONSIGLIO DI STATO (08/11/2012) ATTENDIAMO a questo punto che il Governo adotti un «nuovo» REGOLAMENTO !!


Scaricare ppt "ENTI RELIGIOSI & I M U (Imposta Municipale Unica) Roma (CEI) 22/11/2012 -Rossi Dr. Federico."

Presentazioni simili


Annunci Google