La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La mia GEometr1a. Nella mia infanzia Mi piaceva giocare con le forme!!!

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La mia GEometr1a. Nella mia infanzia Mi piaceva giocare con le forme!!!"— Transcript della presentazione:

1 La mia GEometr1a

2 Nella mia infanzia

3 Mi piaceva giocare con le forme!!!

4 Il mio carillon

5 Il mio animaletto preferito

6 Alla scuola dellinfanzia

7 Una scuola ricca di… Ge0metri4! Al centro del salone cera una grossa piscina blu con dentro tantissimi cuscini di colore e forme diverse: se si voleva stare sdraiati nella piscina era meglio sdraiarsi su un rettangolo (o meglio un parallelepipedo ma per noi bambini era più facile definirlo così, un rettangolo) piuttosto che su un quadrato (in realtà era un cubo) utilizzati per fare delle alte torri. La testa dei bambini nei miei disegni era una > e non un cerchio. La casa per essere perfetta doveva avere il tetto come un triangolo per forza rosso. Per fare correttamente le astine e le greche dovevo >. La mia migliore amica Elisabetta > perché mangia >.

8 Prime forme Ricordo le mille forme presenti nel giardino della mia Scuola dellinfanzia: il perimetro rettangolare del giardino, i rombi della ringhiera, la piscina rotonda, i quadrati del parquet blu.

9 Non dimentichiamo … le golosità!!!

10 Torta o cerchio???

11 Pizza o triangolo???

12 Alla scuola primaria

13 Scoprendo la geometria Alla scuola primaria ho scoperto la geometria con la maestra Elena e come disciplina mi piaceva molto. Mi ricordo le attività di orientamento nello spazio che poi venivano riprese e sviluppate nellora di ginnastica con la costruzione di percorsi con corde, birilli, cerchi e palle. Prima abbozzavo i percorsi su un notes a quadretti grandi e poi toccava a noi ricreare la mappa in palestra.

14 Ritrovare compagni di avventure Per far sì che gli alunni trovino la disciplina più interessente si possono presentare dei personaggi che li accompagneranno durante tutto lanno; la programmazione svolta risulta più accattivante e curiosa. Durante le ore di geometria abbiamo ritrovato i personaggi utilizzati per spiegare gli argomenti di matematica: Ernesto Protagonista del libro di testo Modulo. La strega Salamina Personaggio utilizzato per presentare dei problemi da risolvere a casa. Spesso ci veniva richiesto dallinsegnante di rappresentare la streghetta servendoci della nostra immaginazione.

15 I problemi geometrici Ricordo i miei primi problemi di geometria. Erano problemi sul perimetro delle diverse figure geometriche. Per me non erano facili, ricordo le volte che il nonno mi aiutava per la loro risoluzione. Una cosa in particolare mi piaceva: fare i disegni delle figure. Oh sì, era la proprio la parte più divertente!

16 E per chi si impegna di più.. Per invogliarci a fare bene i compiti assegnati linsegnante ci scriveva bravissima/o e ci incollava una piccola stella dorata o ci faceva un timbro con la sagoma di alcuni animali della fattoria. Personalmente ho sempre svolto i miei compiti in modo diligente e quando vedevo la stellina o il timbro era ancora più gratificante.

17 Alla scuola secondaria di primo grado

18 La Geometria Unora a settimana durante le ore di matematica facevo geometria. Era una delle mie materie preferite. Quando mi applicavo nei problemi riuscivo a ottenere risultati migliori rispetto allalgebra o a qualsiasi altro argomento matematico. Mi piaceva molto risolvere i problemi con il teorema di Pitagora e quelli riguardanti le aree dei solidi. Inoltre ho trovato divertente la parte riguardante la traslazione e il ribaltamento di una figura sulla carta millimetrata.

19 Pitagora Quando la nostra insegnante ha presentato questa materia è partita dai cenni storici. Tra i personaggi famosi occupatisi di questa materia cera Pitagora, il padre fondatore. La sua figura mi aveva così affascinato che avevo fatto una piccola ricerca su di lui che poi ho esposto davanti alla classe.

20 Matematica vs Geometria Una particolarità ha colpito con grande stupore la mia insegnante di matematica, Emanuela. Ero abbastanza brava in matematica ma in geometria ero fortissima! Avevo difficoltà con lalgebra e trovavo difficili alcuni concetti matematici ma in geometria li sapevo applicare ma … gicamente!

21 Il tangram Una delle prime attività svolte nella Scuola Secondaria di primo grado è stato lutilizzo del Tangram. Uno strumento antico ricollegabile alla saggezza umana.

22 Il goniometro Mi piaceva molto lavorare con gli angoli e in modo particolare mi piaceva disegnarli. Per disegnare gli angoli si utilizza il goniometro, ma ci vogliono alcune attenzioni. Mai perdere di vista lo zero! Era la cosa più facile da sbagliare. Sono diventata così brava ad utilizzare il goniometro che ho potuto dare ripetizioni a mia sorella Noemi che ha un anno in meno di me e quando le è stato spiegato come utilizzarlo non era in grado di farlo. Ricordo ancora che quel giorno anche mia mamma era attenta e non si è persa neanche un secondo la spiegazione, al termine ha esclamato: >

23 Esercizi … e tutto è più facile Il metodo che utilizzavo per lo studio di questa materia era il costante esercizio, infatti ogni volta che linsegnante introduceva un argomento a casa rifacevo gli esercizi usati per la spiegazione e poi completavo quelli per compito. Ho fatto anche fisica per due anni, materia con la quale avevo un ottimo rapporto.

24 Riflettendo sulla geometria Mi è sempre piaciuta la geometria. Mi ha sempre dato soddisfazioni e mi divertivo a risolvere i vari problemi. Per me era come se questa disciplina mi lanciasse una sfida che andava giocata e vinta.

25 La scuola secondaria di secondo grado

26 In questo ordine scolastico il mio rapporto con la geometria è sempre stato positivo. Anche se ho fatto poca geometria in questi anni.

27 Arte e forme Studiando storia dellarte e educazione allimmagine (attività grafico pittoriche) ho riscoperto il rapporto tra forme e natura. Il nostro mondo è permeato di forme: ogni elemento della natura è fatto di linee e forme che prendono vita grazie allosservatore. Luomo ha il privilegio di cogliere le forme e sintetizzare il mondo in linee e punti che lo arricchiscono e lo deliziano della loro bellezza. «Permettetemi di ripetere quello che vi dicevo qui: trattare… le linee parallele allorizzonte danno lestensione, cioè una sezione della natura… Le linee perpendicolari a questo orizzonte danno la profondità. Ora, per noi uomini, la natura è più in profondità che in superficie>> di Cezanne.

28 Conclusioni Nel complesso il mio rapporto con la geometria è stato ed è ancora oggi molto positivo. Gli insegnanti che ho incontrato lungo il mio cammino erano appassionati a questa materia e mi hanno trasmesso questa passione. A me piacerebbe diventare maestra della scuola primaria e vorrei poter insegnare la geometria e la matematica. …

29 … Una materia che richiede uno sforzo in più ma che gratifica se ti impegni anche tu!


Scaricare ppt "La mia GEometr1a. Nella mia infanzia Mi piaceva giocare con le forme!!!"

Presentazioni simili


Annunci Google