La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

A cura della Sezione A.R.I. della Spezia Ma anche un modo diverso e diretto per incontrare altri appassionati di ogni parte del mondo, per oltrepassare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "A cura della Sezione A.R.I. della Spezia Ma anche un modo diverso e diretto per incontrare altri appassionati di ogni parte del mondo, per oltrepassare."— Transcript della presentazione:

1

2 A cura della Sezione A.R.I. della Spezia

3 Ma anche un modo diverso e diretto per incontrare altri appassionati di ogni parte del mondo, per oltrepassare confini di ogni genere : geografici, politici, religiosi, culturali ed allargare i propri orizzonti. Ma anche un modo diverso e diretto per incontrare altri appassionati di ogni parte del mondo, per oltrepassare confini di ogni genere : geografici, politici, religiosi, culturali ed allargare i propri orizzonti. RADIOAMATORE Attività di istruzione individuale tecnico – scientifica

4 I RADIOAMATORI : una finestra aperta sul mondo I RADIOAMATORI : una finestra aperta sul mondo

5 La I.T.U. definisce lo status giuridico dei radiomatori : ….. SERVIZIO di sperimentazione radioelettrica a scopo di studio e di istruzione individuale.

6 I radioamatori nascono allinizio del 900, quando la radio comincia a muovere i primi passi….. Allora lunico modo di comunicare era per mezzo del codice Morse, codice utilizzato già dal 1835 per le comunicazioni telegrafiche via filo. Infatti la radio allinizio era nota come il telegrafo senza fili (in inglese WIRELESS) La radiotelegrafia ha assicurato le comunicazioni in tutto il mondo per oltre un secolo (e non è stata ancora abbandonata del tutto…). LA TRADIZIONE

7 I Radioamatori continuano a coltivare questa autentica Arte che altrimenti rischierebbe di scomparire.

8 Vi si accede tramite : ESAME Laccesso allattività radioamatoriale avviene tramite un esame per accertare alcune competenze di base di carattere tecnico e normativo. AUTORIZZAZIONE Si ottiene lautorizzazione ad installare ed operare una stazione radio rice-trasmittente. SCOPI Lo scopo è quello di poter sperimentare in pratica una vasta gamma di discipline tecnico-scientifiche che hanno attinenza con le telecomunicazioni

9 I radioamatori comunicano tra loro da un capo allaltro del mondo scambiandosi informazioni tecniche ma anche allacciando spesso rapporti di collaborazione e amicizia

10 I radioamatori comunicano tra loro in modo diretto, senza l intervento di nessun intermediario, con apparati radio e accessori che spesso sono costruiti da loro stessi !

11 Esempio di un semplice apparato autocostruito

12 Istruzione individuale tecnico – scientifica DISCIPLINE COINVOLTE - ELETTROTECNICA - ELETTRONICA - FISICA - GEOGRAFIA - FISICA DELL ATMOSFERA - ASTRONOMIA - INFORMATICA - SISTEMI DI TELECOMUNICAZIONE - SPAZIO - CONOSCENZE LINGUISTICHE - ALTRO

13 Esperienze pratiche di elettrotecnica, di elettronica e fisica

14 GEOGRAFIA : comunicando con il mondo, la conoscenza geografica diventa automatica

15 Fisica dell atmosfera : i fenomeni fisici che interessano latmosfera sono fondamentali nella propagazione delle onde radio

16 INFORMATICA : da tempo il computer fa parte delle stazioni dei radioamatori. Esistono varie applicazioni, come trasmissione di dati e immagini in formato digi- tale …..

17 IL COMPUTER SI UNISCE ALLA RADIO PER SCAMBIARE TESTI, FILES E IMMAGNI : IL COMPUTER SI UNISCE ALLA RADIO PER SCAMBIARE TESTI, FILES E IMMAGNI :

18 SISTEMI TRADIZIONALI SISTEMI TRADIZIONALI SISTEMI DIGITALI TRADIZIONALI RADIOTELETYPE : telescrivente tradizionale per lo scambio di testi. PACKET : comunicazione tipo chat o scambio files : funziona su una rete che ha una struttura tipo INTERNET con protocollo HDLC. PSK 31 : telescrivente a banda stretta : consente comunicazioni affidabili con bassi livelli di segnale o in presenza di disturbi. SSTV : Slow Scan Television ovvero TV a scansione lenta e a banda stretta per scambio di immagini fisse.

19 SISTEMI AVANZATI ECHOLINK Una stazione radio ricetrasmittente è collegata con un computer che trasferisce su INTERNET le comunicazioni che riceve dallantenna e vice-versa. In un altro posto qualsiasi del mondo un altro computer trasferisce via radio i segnali ricevuti da INTERNET e vice-versa. In questo modo è possibile effettuare collegamenti in qualsiasi parte del mondo utilizzando anche un piccolo apparato ricetrasmittente portatile, sufficiente a coprire la distanza fino al più vicino sistema radio-computer. In effetti la tratta a grande distanza è affidata a INTERNET, ma presenta il vantaggio di poter comunicare con persone dotate solo di una radio, anche in movimento su veicoli, senza bisogno di avere a disposizione un computer connesso a INTERNET. Può essere molto utile in caso ci si trovi in località lontane da centri abitati e in tutte quelle situazioni in cui è necessario muoversi in libertà.

20 SISTEMA ECHOLINK

21 Consente di comunicare in tutto il mondo instradando la comunicazione radio attraverso INTERNET. E possibile parlare con New York o Tokio usando un semplice apparato radio portatile tipo walkie-talkie

22 D - STAR E un sistema di telecomunicazione che fa uso di tecniche digitali di codifica dei segnali che possono essere voce, immagini o dati di ogni genere. E un sistema che consente la realizzazione di reti, anche complesse. SISTEMI AVANZATI

23 I Radioamatori Italiani stanno lavorando ad un progetto per realizzare una rete nazionale con questa tecnologia che potrà essere utilmente impiegata anche per scopi di Protezione Civile. I parabolidi del Monte Giogo (vicino al passo del Lagastrello) sono usati dai radioamatori per esperimenti e per la rete nazionale D-STAR, anche a scopi di Protezione Civile. I parabolidi del Monte Giogo (vicino al passo del Lagastrello) sono usati dai radioamatori per esperimenti e per la rete nazionale D-STAR, anche a scopi di Protezione Civile.

24 I Radioamatori vanno in orbita ! SPAZIO : LA NUOVA FRONTIERA !

25 Molti satelliti artificiali, progettati e costruiti da Radioamatori, sono stati messi in orbita e vengono utilizzati per prove ed esperimenti.

26 SPAZIO Astronauti, dalla Stazione Spaziale Internazionale, eseguono spesso esperienze di comunicazione con i radioamatori.

27 ASTRONOMIA : meteoriti ed altri fenomeni celesti, come lattività solare, condizionano le radiocomunicazioni. I radioamatori comunicano usando la Luna come riflettore di onde radio!

28 Meteor Scatter Comunicare per mezzo delle metoriti Meteor Scatter Comunicare per mezzo delle metoriti

29 Le meteoriti, provenienti dallo spazio, quando colpiscono latmosfera terrestre provocano fenomeni di ionizzazione che riflettono le onde radio e consentono comunicazioni a grande distanza.

30 E.M.E ovvero dalla Terra alla Luna ( e ritorno…) E.M.E ovvero dalla Terra alla Luna ( e ritorno…)

31 La superficie lunare viene usata come uno specchio per riflettere le onde radio che ritornano sulla Terra dopo un viaggio, tra andata e ritorno, di quasi un milione di kilometri!

32 Conoscenze linguistiche : il fatto di comunicare con persone di tutto il mondo, stimola lapprendimento di altre lingue e ne favorisce la pratica, sia scritta che orale.

33 A ssociazione R adioamatori I taliani Ente Morale (DPR ) Fondata nel 1927 da E. Montù Pres. Onorario G. Marconi (1927 / 1937) Opera nel campo delle radiocomunicazioni, a livello amatoriale, con scopi di : - Istruzione individuale tecnico – scientifica - Divulgazione tecnico – scientifica - Divulgazione storico-culturale - Protezione Civile (volontariato)

34 Divulgazione tecnico – scientifica CORSI DI PREPARAZIONE AGLI ESAMI Presso le Sezioni Periferiche dell A.R.I. PROGRAMMA La Radio nelle Scuole A seguito di una convenzione tra il M.I.U.R. e l A.R.I. per la divulgazione, attraverso la radio, di conoscenze tecniche, storiche e sociali presso le Scuole di ogni ordine e grado secondo vari dettati sia Nazionali che Europei.

35 Divulgazione storico-culturale - storia delle scoperte scientifiche - storia della radio - storia ed evoluzione delle telecomunicazioni - episodi storici che videro la radio protagonista (es. radio caterina nei Campi di Concentramento nazisti)

36 Assicura una rete Nazionale di Comunicazioni di emergenza tra le Prefetture Assicura reti locali di comunicazioni di emergenza tra i Comuni del territorio e il Capoluogo di provincia Protezione Civile (volontariato)

37 I radioamatori sono impegnati da decenni in attività di Protezione Civile : fin dal 1951, anno della alluvione del Polesine, a quella di Firenze 1966, ai terremoti del Belice 1968, quello del Friuli 1976, Irpinia 1980, Marche e Umbria del 1997 e Abruzzo del Attualmente sono riconosciuti come volontari in seno alla Protezione Civile ed assicurano le comunicazioni tra i vari centri di coordinamento dei soccorsi : SOR, CCS e COM.

38

39 GRAZIE PER L ATTENZIONE !


Scaricare ppt "A cura della Sezione A.R.I. della Spezia Ma anche un modo diverso e diretto per incontrare altri appassionati di ogni parte del mondo, per oltrepassare."

Presentazioni simili


Annunci Google