La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 1 MANIPOLAZIONI DEI DATI DI BILANCIO E PATOLOGIE CONTABILI CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA in collaborazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 1 MANIPOLAZIONI DEI DATI DI BILANCIO E PATOLOGIE CONTABILI CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA in collaborazione."— Transcript della presentazione:

1 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 1 MANIPOLAZIONI DEI DATI DI BILANCIO E PATOLOGIE CONTABILI CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA in collaborazione con ORDINE DEGLI AVVOCATI DI BRESCIA ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI BRESCIA MANIPOLAZIONI DEI DATI DI BILANCIO E PATOLOGIE CONTABILI

2 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 2 CONFERIMENTO OPERAZIONE CON LA QUALE IL TITOLARE DI UNAZIENDA (O DI UN RAMO AZIENDALE) APPORTA LA STESSA IN UNA SOCIETA E RICEVE IN CAMBIO UNA PARTECIPAZIONE. E UNA CESSIONE IN NATURA, IN CUI IL CONFERITARIO ISCRIVE NELLE SUE SCRITTURE CONTABILI I VALORI DEI BENI CHE COMPONGONO LAZIENDA E IL CONFERENTE IL VALORE DELLA PARTECIPAZIONE.

3 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 3 QUAL E IL VALORE DEL CONFERIMENTO? LAZIENDA HA GENERALMENTE UN VALORE CORRENTE DIVERSO DA QUELLO CONTABILE PER VIA DI PLUSVALORI LATENTI SUI CESPITI PER LEVENTUALE AVVIAMENTO, ECC… E QUESTO PUO COMPORTARE UN VALORE DI REALIZZO SUPERIORE (O INFERIORE) AL NETTO CONTABILE. PERIZIA EX ART C.C.

4 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 4 REGIME DI NEUTRALITA FISCALE (art. 176 co.1 TUIR) NON EMERGONO PLUSVALENZE TASSABILI PER IL CONFERENTE, ANCHE SE IL CONFERITARIO NON RECEPISCE I VALORI CONTABILI DEL CONFERENTE, MA QUELLI DELLA PERIZIA. A TAL FINE E NECESSARIO CHE SI REALIZZI LA CONTINUITA DEI VALORI FISCALI E CIOE: IL SOGGETTO CONFERENTE ASSUME COME VALORE FISCALE DELLA PARTECIPAZIONE RICEVUTA LULTIMO VALORE FISCALMENTE RICONOSCIUTO DELLAZIENDA CONFERITA. PERTANTO LA PARTECIPAZIONE PUO ESSERE ISCRITTA AL SUO VALORE EFFETTIVO IN CONTABILITA, MA SE VIENE SUCCESSIVAMENTE CEDUTA IL VALORE DI CARICO RICONOSCIUTO PER DETERMINARE IL RISULTATO DELLA CESSIONE E PARI AL COSTO FISCALE DELLAZIENDA CONFERITA;

5 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 5 LA SOCIETA CONFERITARIA SUBENTRA NELLA POSIZIONE DEL CONFERENTE IN ORDINE AGLI ELEMENTI ATTIVI E PASSIVI DELLAZIENDA; QUINDI, DAL PUNTO DI VISTA FISCALE, I BENI SONO ASSUNTI ALLO STESSO VALORE CHE AVEVANO PRESSO IL CONFERENTE. LA DIFFERENZA TRA I VALORI CIVILISTICI, VA NEL QUADRO RV DI UNICO. IN ALTERNATIVA AL REGIME DI NEUTRALITA FISCALE LA SOCIETA CONFERITARIA PUO OPTARE PER IL RICONOSCIMENTO DEI MAGGIORI VALORI RISULTANTI IN BILANCIO, AFFRANCANDOLI ATTRAVERSO IL PAGAMENTO DI UNIMPOSTA SOSTITUTIVA.

6 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 6 MANIPOLAZIONE DEI DATI DI BILANCIO VALORI DI PERIZIA NON REALI RECEPITI DALLA SOCIETA CONFERITARIA.

7 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 7 PATOLOGIA CONTABILE SOCIETA A CAPITALE SOCIALE DI ,00 AUMENTA IL CAPITALE SOCIALE A ,00. SOTTOSCRITTO DA SOC. B CHE CONFERISCE LAZIENDA GIA AFFITTATA. SOCIETA B AVEVA IN PRECEDENZA AFFITTATO LA PROPRIA AZIENDA A SOC. A.

8 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 8 PERIZIA DI STIMA ATTIVO IMMOBILI MACCHINARI IMP MEZZI TRASP. INT MOBILI E ARREDI MACCH. UFF. ELETT PASSIVO MUTUO IPOTEC MUTUO IPOT. VOL RATEI PASSIVI FORNITORI NETTO PATRIMONIALE – ARR

9 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 9 NELLATTO DI CONFERIMENTO E DETTO CHE LA SOC. A ESPRESSAMENTE ACCETTA LE PASSIVITA INDICATE NELLA RELAZIONE PERITALE E SE NE RICONOSCE DEBITRICE MA EX ART C.C. SE NON VI E LIBERAZIONE DEL DEBITORE (RISULTANTE DA ESPRESSA DICHIARAZIONE DEL CREDITORE) QUESTI RIMANE OBBLIGATO IN SOLIDO COL TERZO ACCOLLANTE. B FALLISCE: NON HA IMMOBILE E NON E STATA LIBERATA DAI DEBITI.

10 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 10 SOCIETA ASOCIETA B SPIN OFF IMMOBILIARE OPERATIVA – VUOLE CONCENTRARSI SU CORE BUSINESS. CONFERISCE PERCIO TUTTI GLI IMMOBILI DI PROPRIETA CON RELATIVI IMPIANTI, DEBITI PER MUTUI E LEASING E ALCUNI DIPENDENTI ADDETTI A GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE A B. CAPITALE SOCIALE POSSEDUTO INTERAMENTE DA SOC. A. AUMENTA A TRAMITE CONFERIMENTO.

11 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 11 VALORE DI PERIZIA DEL CONFERIMENTO NEL BILANCIO DELLA SOCIETA B CAPITALE SOCIALE RISERVA DA CONFERIMENTO SOCIETA B STIPULA LEASE BACK SUI BENI OGGETTO DEL CONFERIMENTO E DISTRIBUISCE LA RISERVA DI CONFERIMENTO. POICHE HA ANCHE UNA RISERVA STRAORDINARIA DI , AI SENSI ART co. TUIR CHE PRESUME PRIORITARIAMENTE DISTRIBUITA LA RISERVA DI UTILE, LA TASSAZIONE IN CAPO AD A SARA x 5% x 27,50% = LA RISERVA DI CONFERIMENTO E RISERVA DI CAPITALI E PERCIO NON TASSATA IN CAPO AI SOCI.

12 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 12 LA DISTRIBUZIONE DELLA RISERVA DI CONFERIMENTO CONSENTE DI AVVICINARE (E FAR QUASI COINCIDERE) IL VALORE CIVILISTICO DELLA PARTECIPAZIONE AL COSTO FISCALMENTE RICONOSCIUTO (PER CUI IN CASO DI CESSIONE DELLA PARTECIPAZIONE LA PLUSVALENZA E MINIMA). VANTAGGI DELLOPERAZIONE: DO LIQUIDITA AD A A NON HA PIU IMMOBILI PER I QUALI DEVE PAGARE AFFITTO A B (CHE PAGA CANONI DI LEASING) SVANTAGGI DELLOPERAZIONE:

13 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 13 PRONTI CONTRO TERMINE CONTRATTI IN CUI UN VENDITORE (TIPICAMENTE UNA BANCA) CEDE UNA DATA QUANTITA DI TITOLI A UN ACQUIRENTE E SI IMPEGNA, NELLO STESSO MOMENTO, A RIACQUISTARLI DALLO STESSO ACQUIRENTE A UN PREZZO (TIPICAMENTE PIU ALTO IN QUANTO INCORPORA UN RENDIMENTO) E AD UNA DATA (TERMINE) PREDETERMINATI. LOPERAZIONE CONSISTE, QUINDI, IN UN PRESTITO DI DENARO DA PARTE DELLACQUIRENTE E UN PRESTITO DI TITOLI DA PARTE DEL VENDITORE. FONDAMENTALE E IL SOTTOSTANTE CIOE LE CARATTERISTICHE DEL TITOLO CHE VIENE COMPRAVENDUTO (ED E LA GARANZIA DELLOPERAZIONE).

14 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 14 PER IL PRINCIPIO DI PREVALENZA DELLA SOSTANZA SULLA FORMA, IN BILANCIO LOPERAZIONE DEVE ESSERE RAPPRESENTATA COME UN INVESTIMENTO DI LIQUIDITA E NON UNA TRANSAZIONE IN TITOLI. PER CUI ALLATTO DELLACQUISTO DEI TITOLI DALLA BANCA LA SOCIETA HA UN CREDITO (PARI ALLESBORSO). AL 31/12 CONTABILIZZA IL RATEO DI INTERESSI ATTIVI. ALLA SCADENZA CHIUDE IL CREDITO VERSO LA BANCA, IL RATEO ATTIVO E REGISTRA IL RESTANTE INTERESSE ATTIVO, INCASSANDO IL CORRISPETTIVO PATTUITO.

15 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 15 MANIPOLAZIONE DI BILANCIO LEHMAN BROTHERS: FINO A PRIMA DEL CRACK OGNI TRE MESI VENDEVA TITOLI TOSSICI A UN SOGGETTO COMPIACENTE. OTTENEVA 100 IN CAMBIO DI UN VALORE NOMINALE DI TITOLI DI 105. DOPO LE TRIMESTRALI RIACQUISTAVA GLI STESSI TITOLI RESTITUENDO LA LIQUIDITA. LULTIMA OPERAZIONE DI QUESTO TIPO, PRIMA DEL FALLIMENTO, FU DI OLRE 50 MILIARDI DI DOLLARI!

16 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 16 SOCIETA QUOTATA HA AZIONI PROPRIE IN PORTAFOGLIO. LA QUOTAZIONE AL 31/12 E BASSA. SI DOVREBBERO SVALUTARE. ESISTE RISERVA SOVRAPPREZZO AZIONI. VIENE DISTRIBUITA AI SOCI DANDO AZIONI PROPRIE. IL PATRIMONIO VIENE DEPAUPERATO. POSSESSO DI AZIONI PROPRIE

17 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 17 CARTOLARIZZAZIONE DEI CREDITI TECNICA FINANZIARIA CHE PREVEDE LA CESSIONE IN BLOCCO A TITOLO ONEROSO – DA PARTE DI BANCHE, INTERMEDIARI FINANZIARI O ALTRE IMPRESE (ORIGINATOR) – DI CREDITI ESISTENTI O FUTURI, A FAVORE IN UN INTERMEDIARIO FINANZIARIO (SPECIAL VEHICLE PURPOSE) CHE PROVVEDERA DIRETTAMENTE O TRAMITE UNA TERZA SOCIETA (SPECIAL VEHICLE COMPANY) AD EMETTERE TITOLI INCORPORANTI I CREDITI CEDUTI E AD IMMETTERLI SUL MERCATO AL FINE DI RENDERE POSSIBILE IL PAGAMENTO DEL CORRISPETTIVO DELLA CESSIONE.

18 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 18 LA LEGGE N. 130 DEL 30/04/99 HA DISCIPLINATO TALE ISTITUTO, RIMUOVENDO LOSTACOLO DI CUI ALLART C.C. CHE, PREVEDENDO PER LE SOCIETA UN LIMITE ALLEMISSIONE DI PROPRIE OBBLIGAZIONI (IL DOPPIO DEL CAPITALE SOCIALE, RISERVA LEGALE E RISERVE DISPONIBILI RISULTANTI DALLULTIMO BILANCIO APPROVATO) CONSENTIVA LOPERAZIONE DI CARTOLARIZZAZIONE ALLE SOLE SOCIETA FORTEMENTE CAPITALIZZATE LA CARTOLARIZZAZIONE E UNA CESSIONE DI CREDITI PRO-SOLUTO.

19 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 19 VANTAGGI DELLA CARTOLARIZZAZIONE AUMENTO DELLA LIQUIDITA MIGLIORAMENTO DELLINDEBITAMENTO FINANZIARIO NETTO ( TOTALE DEBITI FINANZIARI ONEROSI VERSO BANCHE E ALTRI FINANZIATORI AL NETTO DELLE LIQUIDITA IMMEDIATAMENTE DISPONIBILI MAGGIORE POSSIBILITA DI ADATTAMENTO DELLE ATTIVITA ALLE SCADENZE DI FONTI DI FINANZIAMENTO GESTIONE PIU EFFICIENTE DEL RISCHIO DI CREDITO ATTRAVERSO CESSIONI SELEZIONATE RIDUZIONE DEL RISCHIO DI VALUTA.

20 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 20 COLLEGAMENTI CON LEGGE FALLIMENTARE L. 130/99 ART. 4 co.3: AI PAGAMENTI EFFETTUATI DAI DEBITORI CEDUTI ALLA SOCIETA CESSIONARIA NON SI APPLICA LART. 67 L.F. QUINDI I PAGAMENTI DEI DEBITORI CEDUTI SONO VINCOLATI AL SODDISFACIMENTO DEI SOTTOSCRITTORI DEI TITOLI. L. 130/99 ART. 4 co.4: NEL CASO DI FALLIMENTO DEL CEDENTE O DEL CESSIONARIO I TERMINI DI CUI ALLART. 67 L.F. SONO RIDOTTI A 6 E 3 MESI.

21 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 21 AMBIENTE E PERSONALE IL D.LGS. 02/02/07 N. 32 HA PREVISTO LINSERIMENTO NELLA RELAZIONE SULLA GESTIONE DI INDICATORI DI RISULTATO FINANZIARI E, SE DEL CASO, DI QUELLI NON FINANZIARI PERTINENTI ALLATTIVITA SPECIFICA DELLA SOCIETA, COMPRESE LE INFORMAZIONI ATTINENTI ALLAMBIENTE E AL PERSONALE ( A PARTIRE DAL BILANCIO DELLESERCIZIO 2008). IL CNDEC NEL MARZO 2009 HA REDATTO UN DOCUMENTO VOLTO A FORNIRE LE LINEE GUIDA PER LA REDAZIONE DELLA RELAZIONE SULLA GESTIONE IN ORDINE A TALE ADEMPIMENTO.

22 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 22 INFORMATIVA OBBLIGATORIA E VOLONTARIA SU AMBIENTE E PERSONALE SECONDO CNDCEC MORTI SUL LAVORO INFORTUNI GRAVI SUL LAVORO ADDEBITO A CARICO DELLIMPRESA PER MALATTIE PROFESSIONALI ACCERTATE SU DIPENDENTI O EX DIPENDENTI DELLIMPRESA PASSIVITA POTENZIALI PER LIMPRESA PER MALATTIE PROFESSIONALI ACCERTATE SU DIPENDENTI O EX DIPENDENTI O PER CAUSE DI MOBBING E RELATIVI GRADI DI GIUDIZIO DANNI CAUSATI ALLAMBIENTE (EVENTI ACCERTATI O RISCHI POTENZIALI) CAUSE RISARCIMENTO PER DANNI CAUSATI ALLAMBIENTE SANZIONI O PENE INFLITTE ALLIMPRESA PER REATI O DANNI AMBIENTALI EMISSIONI SEZIONE I) INFORMATIVA OBBLIGATORIA SUL PERSONALE SEZIONE II) INFORMATIVA OBBLIGATORIA SULLAMBIENTE

23 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 23 INVESTIMENTI IN PERSONALE (SICUREZZA) E RELATIVI COSTI DI ESERCIZIO INIZIATIVE VOLTE TRASFORMARE PRECEDENTI FORME DI LAVORO PRECARIO IN CONTRATTI DI LAVORO A TEMPO INDETERMINATO INVESTIMENTI AMBIENTALI E COSTI AMBIENTALI (AI SENSI DELLA RACC 453/2001), OVVERO INVESTIMENTI CHE MIGLIORANO LIMPATTO AMBIENTALE, DISTINGUENDOLI DA QUELLI INVECE NECESSARI PER RISPETTARE I PARAMETRI FISSATI DALLA LEGGE POLITICHE DI SMALTIMENTO E RICICLAGGIO DEI RIFIUTI, SE RILEVANTI CERTIFICAZIONI (SA 8000: EMAS; ISO 14000; DM SAS) EMISSIONE ED EVENTUALI CERTIFICAZIONI VERDI SEZIONE III) INFORMATIVA VOLONTARIA SUL PERSONALE SEZIONE IV) INFORMATIVA VOLONTARIA SULLAMBIENTE

24 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 24 STRATEGIE E PROGRAMMI DI PROTEZIONE AMBIENTALE (CON PARTICOLARE RIGUARDO ALLA PREVENZIONE DELLINQUINAMENTO) MIGLIORAMENTI APPORTATI NEI SETTORI CHIAVE DELLA PROTEZIONE DELLAMBIENTE GRADO DI ATTUAZIONE DELLE MISURE DI PROTEZIONE AMBIENTALE GIA ADOTTATE O CHE STANNO PER ESSERE ADOTTATE AL FINE DI CONFORMARSI ALLA VIGENTE LEGISLAZIONE O PER ANTICIPARE FUTURI REQUISITI DI LEGGE INFORMAZIONI SUL GRADO DI EFFICIENZA AMBIENTALE DELLIMPRESA, PER ESEMPIO IN TERMINI DI UTILIZZO DELLENERGIA, DEI MATERIALI E DELLACQUA, DI EMISSIONI E DI SMALTIMENTO DEI RIFIUTI (SE OPPORTUNE E PERTINENTI ALLA LUCE DELLA NATURA E DEL VOLUME DELLE ATTIVITA DELLIMPRESA E DELLA NATURA DELLA SUA INCIDENZA AMBIENTALE) RICHIAMO ALLEVENTUALE RELAZIONE AMBIENTALE SEPARATA CONTENENTE INFORMAZIONI AMBIENTALI QUANTITATIVE O QUALITATIVE, SUPPLEMENTARI O PIU DETTAGLIATE SEZIONE V) INFORMATIVA SULLAMBIENTE EX RACC 2001/453/CE

25 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 25 RISCHI DI SICUREZZA SUL LAVORO: RISCHI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA AI QUALI SONO ESPOSTI I LAVORATORI, SECONDO QUANTO PREVEDE LART. 28 DEL D.LGS. 81/2008 RISCHI DERIVANTI DA CAUSE DI RISARCIMENTO PER DANNI AMBIENTALI NONCHE LEVENTUALE ESISTENZA DI COPERTURE ASSICURATIVE RISCHI SPECIFICI DELLATTIVITA AZIENDALE: RISCHI COSIDETTI INTERNI, DETERMINATI DALLA TIPOLOGIA DELLA PRODUZIONE E DAGLI SPECIFICI IMPATTI AMBIENTALI SEZIONE VI) RISCHI POTENZIALI DA INSERIRE SE SIGNIFICATIVI

26 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 26 DALLESAME DI 50 RELAZIONI SULLA GESTIONE RELATIVE AL BILANCIO CONSOLIDATO 2009 DI SOCIETA QUOTATE SI RILEVA CHE: INFORMATIVA OBBLIGATORIA SUL PERSONALE: BASSISSIMO LIVELLO DI COMPLIANCE (MEDIA 10%). MORTI SUL LAVORO: SOLO 4 AZIENDE SU 50 FANNO RIFERIMENTO A TALE FATTISPECIE; INFORTUNI GRAVI SUL LAVORO: 15 SU 50; ADDEBITI PER MALATTIE PROFESSIONALI: SOLO 1 SU 50; PASSIVITA POTENZIALI PER MALATTIE: NESSUNA. IN PARTICOLARE:

27 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 27 INFORMATIVA OBBLIGATORIA SULL AMBIENTE: MODESTISSIMA INFORMATIVA (11% DEL CAMPIONE). DANNI CAUSATI ALLAMBIENTE: 4 SU 50; CAUSE PER RISARCIMENTO DANNI ALLAMBIENTE: 5 SU 50; SANZIONI PER DANNI AMBIENTALI: 4 SU 50; EMISSIONI: 9 SU 50. IN PARTICOLARE: LA SENSAZIONE E CHE MOLTE AZIENDE NON ABBIANO VALUTATO ANCORA LA POSSIBILITA DI COMUNICARE PRO-ATTIVAMENTE IN ORDINE A PERSONALE E AMBIENTE.

28 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 28 MANIPOLAZIONE DEI DATI DI BILANCIO PRINCIPIO OIC 19 FONDI PER RISCHI ED ONERI. PUNTO C.V.g.: NEL CASO IN CUI UNIMPRESA PER EFFETTO DI PROPRIA ATTIVITA CAUSA DANNI ALLAMBIENTE E AL TERRITORIO, E IN TAL SENSO DEBBA SOSTENERE ONERI PER IL DISINQUINAMENTO OD IL RIPRISTINO, DOVRA ACCANTONARE TALI ONERI IN UN APPOSITO FONDO DEL PASSIVO DI STATO PATRIMONIALE.

29 Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 29 PATOLOGIA CONTABILE ACCORDO RISTRUTTURAZIONE DEBITO EX ART. 182 BIS L.F. RISANAMENTO S.P.A.: COSTI BONIFICA AREA SANTA GIULIA ACCORDO RISTRUTTURAZIONE DEBITO EX ART. 182 BIS L.F. SNIA S.P.A.: RIGETTO DEL TRIBUNALE DI MILANO CAUSA COSTO DANNI AMBIENTALI CONTROLLATA CAFFARO OMICIDIO COLPOSO E DISASTRO AMBIENTALE: MARLANE S.P.A. DI PRAIA A MARE (GRUPPO MARZOTTO)


Scaricare ppt "Brescia 8 ottobre 2010 Dott. Uberto Noro 1 MANIPOLAZIONI DEI DATI DI BILANCIO E PATOLOGIE CONTABILI CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA in collaborazione."

Presentazioni simili


Annunci Google