La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il rischio stress da lavoro correlato – Il sondaggio Gli spunti di riflessione Gli spunti di riflessione Il campione analizzato Il campione analizzato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il rischio stress da lavoro correlato – Il sondaggio Gli spunti di riflessione Gli spunti di riflessione Il campione analizzato Il campione analizzato."— Transcript della presentazione:

1 Il rischio stress da lavoro correlato – Il sondaggio Gli spunti di riflessione Gli spunti di riflessione Il campione analizzato Il campione analizzato Welfare e percezione della crisi Welfare e percezione della crisi I focus I focus

2 2 È stato analizzato un campione rappresentativo di 4008 lavoratori; si tratta per il 65,1% di uomini e per il 34,9% di donne. Nel 50% dei casi si tratta di persone con una età compresa fra i 35 e i 50 anni; in circa il 60% dei casi, lanzianità di servizio è superiore ai 10 anni Il rischio stress da lavoro-correlato Il campione

3 3 Oltre il 50% degli intervistati è in possesso di un diploma di scuola superiore; i laureati sono quasi il 20%, più di coloro in possesso del solo titolo di studio della scuola dellobbligo. La qualifica professionale ha un impatto maggiore nel nord, mentre al sud ci sono più laureati La distinzione per comparto produttivo premia il settore Terziario-Commercio- Servizi, compresi quelli finanziari (34,7%); a seguire Industria-Trasporti- Edilizia (33%), il Pubblico impiego, compresa la Scuola, la Sanità e il Comparto Sicurezza (28,1%), lAgricoltura (4,3%) Il rischio stress da lavoro-correlato

4 4 Il 40% degli intervistati conosce poco o per nulla la questione dello stress correlato al lavoro, anche se poi il 92,8% del campione risponde correttamente alla domanda su cosa sia lo stress da lavoro correlato. In generale, però, il problema resta sconosciuto nei luoghi di lavoro (poco o per nulla all83,4%), cosa che si riflette nella ridotta consapevolezza della questione (59,1% di no) Gli spunti di riflessione Il rischio stress da lavoro-correlato

5 5 I lavoratori sono comunque interessati ai possibili accorgimenti per ridurre il rischio stress da lavoro correlato, come anche agli aspetti connessi alla tutela della salute. Un quarto degli intervistati denuncia una carenza di informazione. È soprattutto lambiente di lavoro ad alimentare la condizione di disagio, ma lo stress da lavoro correlato aumenta laddove non cè coinvolgimento e partecipazione dei lavoratori, cosa che provoca un aumento della conflittualità e uno scarso interesse per il lavoro Gli spunti di riflessione Il rischio stress da lavoro-correlato

6 6 Gli intervistati sono netti: poco o nulla è stato fatto sui luoghi di lavoro in materia di stress lavoro correlato (89,5%). Il giudizio molto positivo è ridotto ad appena il 3%. Oltretutto, anche quando si avviano dei programmi di intervento, questi non trovano un riscontro positivo nella stragrande maggioranza dei lavoratori (86%) Gli spunti di riflessione Il rischio stress da lavoro-correlato Emerge un ritardo nella contrattazione collettiva nellaffrontare il rischio stress lavoro correlato; quanto fatto finora si concentra sullorganizzazione del lavoro, sulla applicazione della normativa e sullergonomia

7 7 Vi è un gap evidente in fatto di responsabilità sociale di impresa. Soltanto l11% degli intervistati è occupato in unazienda responsabile socialmente; la metà di queste aziende attua buone pratiche in materia di stress da lavoro correlato Gli spunti di riflessione Il rischio stress da lavoro-correlato Poco però è stato fatto anche a livello istituzionale (per il 94,7% del totale); gli intervistati chiedono più formazione (21,9%), una più incisiva campagna informativa (21%), più welfare aziendale (20,4%), migliori strumenti di conciliazione dei tempi di vita (16,9%), un aumento dei controlli ispettivi (15,9%)

8 8 Non sembrano esserci differenze di sesso, in quanto la disorganizzazione penalizza tutti anche se poi alcune categorie soffrono più di altri, ad iniziare dai precari e dai lavoratori genitori Il welfare e la gestione della crisi Il rischio stress da lavoro-correlato LItalia sconta ancora un ritardo nella predisposizione di politiche per la famiglia. Meno di un quarto delle aziende attua iniziative pro-family; la percentuale sale a circa il 35% se si guarda al territorio di riferimento

9 9 Il welfare e la gestione della crisi Il rischio stress da lavoro-correlato La crisi economica che ha investito il Paese sta avendo un impatto assolutamente significativo in termini di stress lavoro correlato; soltanto il 13% degli intervistati non è daccordo con ciò e parla di impatto debole o assente Gli effetti più pesanti si sono fatti sentire sulle donne (52,3%), su chi ha meno di 35 anni (57,9%), sugli operai (59,2%), su chi non ha titolo di studio (52,8%), su chi è occupato da meno di 10 anni.

10 10 Il focus: gli RLS Il rischio stress da lavoro-correlato Il 20% dei Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza intervistati nellambito della ricerca denuncia la difficoltà di accedere al fondamentale documento di valutazione dei rischi. Fra coloro che hanno la possibilità di accedere, si evidenzia lassenza di misure specifiche a tutela di particolari categorie: lavoratori maturi, donne, disabili (47,1% dei casi) Nel DVR non emerge il rischio da flessibilità che investe direttamente i lavoratori in somministrazione

11 11 Il focus: gli RLS Il rischio stress da lavoro-correlato Emerge un problema di comunicazione allinterno degli ambienti di lavoro. Gli RLS lamentano (63%) il poco o assente confronto con il Medico competente e il Responsabile del servizio di prevenzione e protezione, mentre migliore è il rapporto con i lavoratori e la rappresentanza sindacale in azienda

12 12 Il focus: il territorio Il rischio stress da lavoro-correlato La percezione dei fattori di malessere connessi allo stress lavoro correlato cambia per territorio: lassenteismo incide più al sud (21,1%), mentre la conflittualità con i superiori al nord (31,3%); al centro spicca il ridotto interesse per il lavoro e la mansione svolti (31,3%). La conflittualità con i colleghi colpisce quasi un quarto del totale degli intervistati Sul cosa fare, il territorio diverge: al nord si chiedono welfare aziendale (22,4%) e più controlli ispettivi (17,2%); al centro maggiore formazione (22,5%) e più strumenti di conciliazione dei tempi di vita (19,5%); al sud soprattutto una corretta campagna informativa (25%)

13 13 Il focus: il territorio Il rischio stress da lavoro-correlato Il profilo della crisi cambia scendendo il Paese: Al nord, sono più colpite le giovani operaie senza titolo di studio ed occupate da meno di 10 anni; Al centro, non cè distinzione di sesso, di possesso di titolo di studio o di anzianità di servizio, pesa, però, letà anagrafica con i giovani più penalizzati; Al sud, penalizzati i giovani con diploma

14 14 Il focus: le donne Il rischio stress da lavoro-correlato Le donne manifestano uno spiccato interesse per ladozione di strumenti di conciliazione dei tempi di vita (+ 6% rispetto al totale degli intervistati); minore invece linteresse verso un eventuale aumento dei controlli ispettivi. Più in linea con il dato complessivo quelli relativi al welfare aziendale e alla formazione Circa il 90% del campione femminile lamenta lassenza di buone pratiche in azienda o sul territorio per ridurre i rischi da stress lavoro correlato. Quanto già fatto si concentra principalmente sul welfare aziendale (in particolare asili nido in azienda) e sulla applicazione della normativa su pause e ritmi di lavoro

15 15 Il focus: le donne Il rischio stress da lavoro-correlato Sono poche (il 16,4%) le aziende che adottano politiche organizzative volte a venire incontro alle esigenze e alle necessità familiari. Migliore la situazione (26,2%) delle aziende che comunque cercano di favorire più nello specifico la genitorialità Per le donne, è proprio il genere femminile a pagare maggiormente la crisi. Il titolo di studio e lanzianità di servizio non sembrano incidere così tanto come immaginato dal totale del campione, mentre la percentuale relativa ai dirigenti, pur restando ad una cifra, è quasi il doppio rispetto al dato generale. Sostanzialmente stabile la distanza fra operai ed impiegati (poco sopra i 22 punti percentuali)

16 16 Il focus: lavoratori giovani e lavoratori maturi Il rischio stress da lavoro-correlato I lavoratori maturi dimostrano una maggiore consapevolezza dei rischi connessi allo stress da lavoro correlato. La differenza è di circa 6 punti percentuali. Fra i fattori di rischio, per i giovani pesa maggiormente la turnazione, mentre lambiente di lavoro penalizza i lavoratori maturi. Per entrambi, il mancato coinvolgimento è forte fattore di rischio. La conflittualità con i superiori è il sintomo più evidente di uno stato di stress lavoro correlato

17 17 Il focus: lavoratori giovani e lavoratori maturi Il rischio stress da lavoro-correlato Le azioni proposte per limitare i rischi da stress lavoro correlato differiscono in ragione delletà. Per i giovani, pesano in maniera sensibile gli strumenti per la conciliazione dei tempi di vita e il welfare aziendale, mentre i lavoratori autonomi si focalizzano sulla formazione e linformazione. Simile invece lattenzione verso maggiori controlli ispettivi Lavoratori giovani e lavoratori maturi divergono, per quanto riguarda limpatto della disorganizzazione nella azienda, sui lavoratori precari: secondo i giovani, essi sono molto penalizzati, mentre i lavoratori maturi ritengono di essere loro quelli che più pagano gli effetti della mancata organizzazione. Simile invece la percezione relativamente ai lavoratori genitori.

18 18 Il focus: la pubblica amministrazione Il rischio stress da lavoro-correlato Il mancato coinvolgimento nelle decisioni strategiche della pubblica amministrazione e lambiente di lavoro poco confortevole rappresentano i due maggiori fattori di rischio per i dipendenti pubblici. Cresce la conflittualità con i superiori e si riduce linteresse per il lavoro, anche in ragione dellassenza di politiche che premiano il merito e limpegno Lo Stato promotore, garante e controllore del sistema di sicurezza è in ritardo per quanto riguarda lintroduzione di buone pratiche – presenti in solo il 10% delle amministrazioni - per ridurre il rischio da stress lavoro correlato

19 19 Il focus: la pubblica amministrazione Il rischio stress da lavoro-correlato Quasi il 48% degli intervistati punta decisamente sulla informazione e la formazione del personale dipendente della pubblica amministrazione, a conferma del ritardo con il quale la normativa si sta applicando nei diversi settori - si pensi, ad esempio, al comparto sicurezza - alcuni dei quali richiedono specifici accorgimenti applicativi. Forte anche linteresse sul welfare aziendale. La pubblica amministrazione appare in ritardo anche per quanto attiene alle misure a sostegno delle famiglie (attive soltanto nel 25% delle amministrazioni) e più, nello specifico, per quelle volte a favorire la genitorialità (assenti nel 90% delle amministrazioni)


Scaricare ppt "Il rischio stress da lavoro correlato – Il sondaggio Gli spunti di riflessione Gli spunti di riflessione Il campione analizzato Il campione analizzato."

Presentazioni simili


Annunci Google