La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da:"— Transcript della presentazione:

1 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia IL SOCIOGRAMMA DI MORENO uno strumento rivolto alle insegnanti di scuola primaria per permettere loro di analizzare le relazioni sociali allinterno di un gruppo classe

2 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Il Sociogramma di Moreno è: Una tecnica che conduce ad una rappresentazione grafica delle relazioni interpersonali allinterno di un gruppo. Può essere utile per evidenziare la posizione di ognuno nel gruppo e, quindi, comprendere più facilmente quale debba essere lazione dellinsegnante per sviluppare un maggior equilibrio interno e per aiutare alcuni bambini a risolvere i loro problemi di socializzazione.

3 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Ciao! Io vi accompagnerò in questo percorso che vi permetterà di acquisire le competenze necessarie per utilizzare questa tecnica! Buon viaggio!

4 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Partiamo analizzando i casi in cui si utilizza questa tecnica … Si utilizza principalmente nei contesti scolastici, in particolare quando si verificano queste specifiche situazioni: relazioni conflittuali; presenza di sottogruppi; soggetti esclusi; mancanza di collaborazione nei gruppi di lavoro

5 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Anna, insegnante di scuola primaria, percepisce che la sua classe, composta di dieci bambini tra i sei e i sette anni, non è coesa a livello relazionale. Eccovi lesempio della maestra Anna che ci accompagnerà lungo tutto il nostro viaggio, aiutandoci così a capire meglio come il Sociogramma si applica ad una situazione reale: Il video vi aiuterà a capire meglio questa situazione problematica Clicca su questa immagine per vedere il video

6 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia … voi allora vi domanderete a cosa serve la tecnica del Sociogramma se Anna ha già percepito il problema! Ve lo spiego subito … La conoscenza che hanno gli insegnanti dei componenti di un gruppo classe si limita spesso alle sole manifestazioni esterne, tali da non essere sufficienti a cogliere leffettiva struttura psicosociale del gruppo e le relazioni esistenti tra le persone.

7 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Linsegnante per utilizzare il sociogramma deve sviluppare le seguenti fasi: 1.Costruzione del questionarioCostruzione del questionario 2.Somministrazione del questionarioSomministrazione del questionario 3.Lettura dei risultatiLettura dei risultati 4.Uso dei risultatiUso dei risultati

8 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Non deve contenere più di 3-4 domande che poi verranno somministrate agli alunni. COSTRUZIONE DEL QUESTIONARIO Il questionario deve essere costruito dallinsegnante in collaborazione con il consiglio di classe.

9 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia È importante che i bambini si trovino di fronte a domande che fanno parte della loro esperienza quotidiana. In questo modo lo svolgimento del questionario non risulterà unattività prettamente scolastica.

10 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Ora mettetevi alla prova! Provate a scegliere la maestra che ha formulato la domanda più corretta … Chi sono per te i due o tre bambini più simpatici della classe? Se dovessi fare un gioco, quali sono i due o tre compagni che vorresti in squadra con te? Tra i tuoi compagni di classe chi è il tuo migliore amico?

11 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia NON È LA RISPOSTA ESATTA! La domanda, essendo formulata in modo astratto, non fa riferimento ad una situazione di vita quotidiana. Questo crea loro difficoltà nel rispondere spontaneamente, in quanto non riescono ad immedesimarsi in una situazione astratta. Nonostante la domanda comporti la scelta di tre compagni e questo permetta una miglior lettura ed analisi dei dati.

12 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia ESATTO! Questa è la risposta più giusta, perché la domanda è formulata in modo specifico e concreto, infatti riguarda una situazione di vita quotidiana. La domanda comporta la scelta di tre compagni e questo permette una miglior lettura ed analisi dei dati.

13 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia SBAGLIATO! La domanda, essendo formulata in modo astratto, non fa riferimento ad una situazione di vita quotidiana. Questo crea loro difficoltà nel rispondere spontaneamente, in quanto non riescono ad immedesimarsi in una situazione astratta. La domanda comporta la scelta di un solo compagno, limitando la risposta del bambino ad ununica preferenza. Inoltre induce ad una rappresentazione parziale e non veritiera della realtà.

14 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Caratteristiche essenziali delle domande: specificità e concretezza; domande a risposta aperta con 2 o 3 scelte; alcune domande devono fare riferimento ad un criterio affettivo (situazione di gioco, tempo libero), altre ad un criterio funzionale (attività scolastiche); ad ogni domanda deve seguirne una di uguale contenuto, ma in forma negativa. La forma negativa permette di distinguere, in fase di analisi, i soggetti indifferenti da quelli esclusi.

15 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Criterio funzionale Criterio affettivo Un esempio…

16 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia SOMMINISTRAZIONE DEL QUESTIONARIO ATTENZIONE! È importante che la fase di somministrazione del questionario sia eseguita correttamente allo scopo di evitare condizionamenti di varia natura che possono invalidare il risultato finale.

17 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Ecco le poche e semplici regole che linsegnante Anna dovrà seguire … 1.Somministrare il questionario quando tutti gli alunni del gruppo-classe sono presenti; 2.illustrare con chiarezza e semplicità le finalità e le modalità del test; 3.precisare che la sua esecuzione è facile e che i risultati non saranno soggetti a valutazione; 4.comunicare che le domande andranno a toccare aspetti personali e per questo sarà garantita la riservatezza delle risposte. Quindi sollecitare gli alunni a tenere soltanto per sé le risposte fornite, una volta terminato il test;

18 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia 4. invitare gli alunni a non fare confusione durante lo svolgimento del questionario; 5. separare i banchi al fine di contenere la curiosità ed evitare che i bambini sbircino nel foglio del compagno.

19 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia LETTURA DEI RISULTATI Ora che abbiamo raccolto tutti i questionari non resta che organizzare ed analizzare le risposte nel modo più chiaro e funzionale costruendo: -LA MATRICE SOCIOMETRICA; - IL SOCIOGRAMMA A BERSAGLIO.

20 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia La matrice sociometrica La matrice sociometrica rappresenta il modo più chiaro di sintetizzare graficamente la situazione di relazioni esistenti in una classe in base alle scelte del questionario sociometrico. Ora torniamo allesempio della maestra Anna e proviamo a costruire una matrice con le risposte ai questionari dei bambini.

21 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Ecco, questa è la matrice della maestra Anna. Nel nostro caso la classe è composta da 10 bambini i cui nomi sono elencati, nella matrice, sia orizzontalmente che verticalmente. Ciascun bambino ha scelto o rifiutato 2 o 3 bambini per unattività di gioco. Le scelte compiute si segnano nelle righe: in tal modo leggeremo sulle colonne tutte le scelte e i rifiuti ricevuti da ogni singolo bambino. Ovviamente le celle in diagonale rimarranno vuote perché nessun bambino può scegliere o rifiutare se stesso.

22 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia La matrice sociometrica contiene tutti i dati che consentono di costruire la situazione della classe: può però essere utile raffigurare visivamente il raggruppamento delle scelte compiute, con il Sociogramma. Quindi non è finita!

23 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Linsegnante Anna ha costruito questo Sociogramma …

24 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia ATTENZIONE! La matrice ed il Sociogramma vanno costruiti per entrambi i criteri, affettivo e funzionale, e successivamente comparati tra loro per giungere ad una visione dinsieme del gruppo-classe.

25 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia USO DEI RISULTATI Adesso è arrivato il momento di capire quali sono le posizioni che ogni bambino ricopre allinterno del gruppo classe ed i rapporti interpersonali che li legano Le insegnanti sono riunite in consiglio di classe e stanno analizzando le posizioni rilevate dal Sociogramma. Clicca su questa immagine per vedere il video

26 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Generalmente emergono 5 diverse posizioni: ISOLATO: Soggetto privo di qualsiasi riconoscimento dai compagni e quindi non nelle condizioni di instaurare alcun tipo di legame allinterno della classe. MARGINALE: La cui presenza allinterno della classe non è fondamentale. La sua posizione non è centrale nella rete delle relazioni. EMARGINATO: Non è considerato positivamente dai suoi compagni. POPOLARE: Viene riconosciuto da molti compagni, ma non ha necessariamente legami. LEADER: È il più riconosciuto dal gruppo ed ha molti legami con i compagni.

27 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Generalmente emergono 5 diverse posizioni: ISOLATO: Soggetto privo di qualsiasi riconoscimento dai compagni e quindi non nelle condizioni di instaurare alcun tipo di legame allinterno della classe. MARGINALE: La cui presenza allinterno della classe non è fondamentale. La sua posizione non è centrale nella rete delle relazioni. EMARGINATO: Non è considerato positivamente dai suoi compagni. POPOLARE: Viene riconosciuto da molti compagni, ma non ha necessariamente legami. LEADER: È il più riconosciuto dal gruppo ed ha molti legami con i compagni.

28 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Torniamo al Sociogramma che ha costruito linsegnante Anna … Provate ora a capire che posizione ricopre Luigi, avendo ricevuto 5 preferenze di cui 3 da lui ricambiate e, nessun rifiuto. LEADERPOPOLARE

29 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia BRAVO, è la risposta esatta! Infatti il leader oltre ad essere il soggetto più scelto, spesso contraccambia le scelte ricevute. Il popolare, pur essendo anche lui molto scelto dai componenti del gruppo, non contraccambia le stesse preferenze.

30 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia PECCATO! Hai sbagliato! Il popolare, pur essendo molto scelto, non ricambia le stesse preferenze ricevute.

31 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia … un altro piccolo test … Se Francesca non ha ricevuto nessuna scelta e nessun rifiuto, mentre Andrea non ha ricevuto nessuna scelta e ha ricevuto 5 rifiuti, chi dei due è lemarginato e chi è lisolato? Andrea emarginato e Francesca isolata Andrea isolato e Francesca emarginata

32 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia GIUSTO! Francesca risulta isolata dal gruppo in quanto non viene in alcun modo considerata (né per le scelte né per i rifiuti). Andrea risulta emarginato dal gruppo in quanto ha ricevuto molti rifiuti e nessuna scelta.

33 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia SBAGLIATO! Andrea non può essere un isolato in quanto, pur non venendo scelto, viene comunque considerato anche se solo negativamente. Infatti riceve molti rifiuti. Francesca non può essere considerata unemarginata in quanto non viene proprio presa in considerazione, né in positivo né in negativo.

34 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Ora linsegnante Anna può tirare le somme per delineare le diverse posizioni dei bambini allinterno del gruppo – classe: Luigi è il leader perché ha ricevuto molte scelte, la maggior parte delle quali sono ricambiate;leader Martina e Viola sono popolari perché hanno ricevuto molto scelte anche se non ricambiate;popolari Francesca è isolata perché non ha ricevuto né scelte né rifiuti;isolata Marco e Federica sono marginali perché hanno ricevuto un numero di scelte sensibilmente inferiore alla media;marginali Andrea è emarginato perché ha ricevuto il maggior numero di rifiuti.emarginato

35 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia … il mio lavoro è terminato! Adesso tocca a voi insegnanti, partendo da questa analisi, progettare unefficace strategia dintervento … FINE Clicca su questa immagine per vedere il video

36 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Bibliografia: R. DI NUBILA, Dal gruppo al gruppo di lavoro, Tecom Project, Ferrara, 2005; (con CD allegato) R. DI NUBILA, Saper fare formazione. Manuale di metodologia per giovani formatori, Pensa MultiMedia, (con CD allegato) Sitografia: it.wikipedia.org/wiki/Sociogramma_di_Moreno

37 Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da: Bortolot Isabella, Faccin Claudia, Simonato Silvia Isabella Bortolot Claudia Faccin Silvia Simonato


Scaricare ppt "Facoltà di Scienze della Formazione Corso di Tecnologie della Formazione Prof. Corrado Petrucco Learning Object: Il Sociogramma di Moreno. Realizzato da:"

Presentazioni simili


Annunci Google