La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I criteri di aggiudicazione nei lavori ANAS:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I criteri di aggiudicazione nei lavori ANAS:"— Transcript della presentazione:

1 I criteri di aggiudicazione nei lavori ANAS:
l’offerta economicamente più vantaggiosa

2 Determinazione dei criteri di valutazione
Tempo di esecuzione Valutazioni di natura quantitativa Rendimento Prezzo Durata della concessione Livello delle tariffe Valutazioni di natura qualitativa Valore tecnico delle opere Cantierizzazione e fasi di lavoro Caratteristiche ambientali Modalità di gestione e di manutenzione dell’opera 2

3 Determinazione dei criteri di valutazione ANAS
SUB-CRITERI pregio tecnico: adozione di tecnologie, metodologie e materiali tali da ….. minimizzare le interferenze rischio di ritardi interventi di manutenzione sicurezza dei lavoratori attività di cantiere impatti delle lavorazioni caratteristiche ambientali: adozione di tecnologie, metodologie e materiali tali da ….. organizzazione del cantiere minimizzazione/mitigazione impatti bilancio terre risorse rinnovabili cantierizzazione e fasi di lavoro organizzazione del cantiere presidio dei nodi critici fasizzazione dei lavori cronoprogramma dettagliato 3

4 Determinazione dei punteggi - ANAS
Le indicazioni di ANAS sulla determinazione dei punteggi per i vari criteri di valutazione possono/devono essere modulate in modo da rappresentare al meglio le caratteristiche del progetto e le volontà della s.a. per il singolo appalto : prezzo – pregio tecnico – caratteristiche ambientali – 20 cantierizzazione e fasi di lavoro – 10 Tempo di esecuzione dei lavori Anche l’attribuzione dei punteggi relativi ai sub-criteri sarà articolata in modo da valorizzare quegli aspetti che maggiormente caratterizzano il singolo appalto. 4

5 Metodi di calcolo Art. 83, c. 5, d.lgs 163/2006 … le S.A. debbono utilizzare “metodologie tali da consentire di individuare con un unico parametro numerico finale l’offerta più vantaggiosa”. DPR 207/ Allegato “G” … per indicare tali metodologie fa riferimento alle tecniche economiche e scientifiche definite "analisi multicriteri e multiobiettivi“ studiate per individuare, sul piano il più possibile oggettivo, quale sia la migliore entità (materiale e immateriale) fra una molteplicità di entità in possesso di diverse caratteristiche qualitative (per esempio: aspetti estetici, funzionali, requisiti dei materiali, efficacia della manutenzione nel tempo, ecc.) e di caratteristiche quantitative (per esempio: tempo di costruzione e costo di realizzazione).

6 Metodi di calcolo Nella determinazione 4 del 2009 dell’A.V.C.P., si è chiarito che la procedura di aggiudicazione è suddivisibile in due fasi: Fase 1: trasformazione delle offerte presentate dai concorrenti in relazione ai diversi criteri o sub criteri di valutazione in coefficienti numerici variabili; Fase 2: determinazione della graduatoria delle offerte con l'applicazione di una delle metodologie previste dal regolamento (Allegato “G” DPR 207/2010) o altro metodo che si rinviene nella letteratura scientifica. ANAS adotta il “metodo aggregativo-compensatore” in grado di utilizzare differenti modalità di calcolo - sia per gli elementi qualitativi che per quello quantitativi - in funzione delle specificità del singolo appalto 6

7 ELEMENTI QUANTITATIVI
Metodi di calcolo – Appalti ANAS ELEMENTI QUANTITATIVI Negli appalti ANAS, gli elementi quantitativo fanno riferimento a prezzo ed al tempo di esecuzione dei lavori. In caso di riparametrazione dei coefficienti degli elementi qualitativi, elemento prezzo: interpolazione lineare tra il coefficiente pari a uno attribuito all’offerta più conveniente, e coefficiente pari a zero per l’offerta pari a quella posta a base di gara. elemento tempo: idem come sopra Qualora non sia prevista la riparametrazione di coefficienti qualitativi: elemento prezzo: interpolazione con linea “spezzata” funzione del Pmed (minore incremento di punteggio per le offerte superiori alla media) elemento tempo: interpolazione lineare

8 Metodi di calcolo – Appalti ANAS
ELEMENTI QUANTITATIVI - elemento prezzo interpolazione con linea “spezzata” Il punteggio viene calcolato attraverso il prodotto del coefficiente V(a)i per il punteggio massimo attribuibile all’elemento stesso: V(a)i x 35 ….. (al max). Il coefficiente V(a)i - variabile da zero a uno – è relativo all’ i-esimo offerente: per Pi <= Pmed V(a)i = (5/35) x ((Pi - Pmin) / (Pmin - Pmed))+1 per Pi > Pmed V(a)i = (30/35) x ((Pi - Pba)/(Pmed - Pba)) Pi è il prezzo i-mo, Pmed è il prezzo medio, Pmin è il prezzo minimo, Pba è il prezzo a base d’asta. in questo modo viene evitato che un eccessivo ribasso annulli le valutazioni sull’offerta tecnica. 8

9 Metodi di calcolo ELEMENTI QUALITATIVI C(a) = Σn [Wi x V(a)i]
C(a) - indice di valutazione dell’offerta (a) n – numero totale dei criteri Wi – punteggio del criterio (i) V(a)i – coefficiente della prestazione dell’offerta (a) rispetto al criterio (i) variabile da 0 a 1 Per la determinazione del coefficiente V(a)i, si fa riferimento a due possibilità: Confronto a coppie Attribuzione dei coefficienti 9

10 Metodi di calcolo - riparametrazione
Qualunque sia il sistema scelto per la definizione dei coefficienti, nei documenti di appalto si può prevedere una successiva fase tesa a “trasformare la media dei coefficienti attribuiti ad ogni offerta da parte di tutti i commissari in coefficienti definitivi, riportando ad uno la media più alta e proporzionando a tale media massima le medie provvisorie prima calcolate “ In questo modo viene garantita l’attribuzione del massimo punteggio alla migliore offerta. Considerata la complessità degli appalti di ANAS e la conseguente articolazione in sub-criteri ai quali sono assegnati sotto-punteggi differenziati in grado di valorizzare le differenti problematiche del singolo appalto, la riparametrazione verrà articolata per i sub-criteri 10

11 Concludendo La stazione appaltante, quando sceglie il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, è tenuta a: indicare gli elementi di valutazione dell’offerta (il Codice parla anche di “criteri” di valutazione) che devono essere attinenti all’oggetto – esecuzione del contratto – e non ai soggetti – capacità degli offerenti; precisare il punteggio massimo che intende attribuire a ciascun elemento; ove necessario specificare i sub- criteri e i sub punteggi 11

12 Il PDM Nell’ottica di una sempre maggiore informatizzazione delle attività della s.a. al fine di migliorare la tempistica e la qualità dei processi, ANAS ha in essere un sistema di gestione documentale PDM - Project Document Management (https://pdm.stradeanas.it) in grado di accompagnare tutto lo sviluppo della procedura di appalto e della gestione della progettazione esterna. In particolare per le attività di appalto, il sistema garantisce lo scambio di documenti ed informazioni tra ANAS (Unità Gare e Contratti-UGC) e il concorrente attraverso il lavoro della propria Direzione Sistemi Informativi-SI. 12

13 Il PDM 13 PDM UGC - bando 1 pubblica il bando
ed i relativi moduli per l’accettazione del sistema PDM 3 inoltra i moduli di accettazione CONCORRENTE 2 invia domanda di partecipazione allegando i moduli di accettazione UGC SI 4 crea l’utenza (password e ID) e la comunica al concorrente FASI BANDO DI GARA CONCORRENTE PREQUALIFICA UGC - prequalifica 5 per i soli concorrenti prequalificati abilita l’accesso al PDM LETTERA DI INVITO 6 Invia Lettera di Invito e comunicazione abilitazione all’accesso al PDM CONCORRENTE Documenti di gara Progetto definitivo a base di appalto Richieste e risposte ai chiarimenti Comunicazioni della s.a. Consegna del progetto esecutivo Istruttorie sul progetto esecutivo PDM 13


Scaricare ppt "I criteri di aggiudicazione nei lavori ANAS:"

Presentazioni simili


Annunci Google