La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Istituto di Istruzione Superiore I.T.C.CRESCENZI - I.T.G.PACINOTTI Via Saragozza n.9 - 40123 BOLOGNA CICLO PROGETTUALE: "HERARTEA.S. 2006-07 Titolo del.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Istituto di Istruzione Superiore I.T.C.CRESCENZI - I.T.G.PACINOTTI Via Saragozza n.9 - 40123 BOLOGNA CICLO PROGETTUALE: "HERARTEA.S. 2006-07 Titolo del."— Transcript della presentazione:

1 Istituto di Istruzione Superiore I.T.C.CRESCENZI - I.T.G.PACINOTTI Via Saragozza n BOLOGNA CICLO PROGETTUALE: "HERARTEA.S Titolo del percorso:"Scuola in Arte... e Rifiuti" Un progetto finanziato da Hera-Bologna, progettato dalla Sezione Didattica dellArea Museale di Ca la Ghironda in collaborazione con il Centro Agricoltura Ambiente "G. Nicoli", con la partecipazione straordinaria del Prof. Giorgio Celli e degli artisti di "…Arte e Natura" Ha partecipato al progetto: LA CLASSE III BS (GEOMETRI) seguita dal prof. Giuseppe Falivene Contenuto/obiettivi: Il progetto ha affrontato il tema delleducazione ecologica trasmessa attraverso larte, la sua metodologia e i suoi protagonisti, focalizzando lattenzione sul tema della gestione dei rifiuti e della raccolta differenziata. Qui larte si rivela la chiave didattica per una necessaria presa di coscienza delle attuali e necessarie esigenze ambientali. Usare i materiali di scarto prodotti dalluomo per creare nuove soluzioni, forme, espressioni e sentimenti, pone gli allievi necessariamente di fronte alla vera problematica ecologica. "Linutile", quindi, diviene il pretesto per la comprensione e lideazione di nuove e più responsabili soluzioni di vita. Arte, Ambiente e Scienza si integrano con lobiettivo più ampio di formare cittadini "responsabilmente ecologici".

2 GLI ARTISTI COINVOLTI: Antonella de Nisco, Claudio Bonfiglioli, Gianluca Perticoni, Gianni Sevini, Simone Bellotti. DOVE: I luoghi destinati alle attività sono stati laula scolastica e il territorio (stazione ecologica attrezzata Hera di via Tolmino a Bologna e il Parco-Museo di Ca la Ghironda). PERIODO: Da marzo a maggio con mostra aperta al pubblico dei progetti creativi il 27 maggio In generale il percorso si è estrinsecato in n° 4 appuntamenti: 1° INCONTRO in classe per lapprendimento del pensiero ecologico, riflessioni sulle modalità di riciclo e acquisizione di alcune conoscenze sulla storia dellarte del rifiuto. Alcune opere esaminate: Marcel Duchamp, Fountain, 1917 Piero Manzoni, Merda dartista, 1961 Picasso, Testa di toro, 1943 Michelangelo Pistoletto, Venere degli Stracci, 1967 Daniel Spoerri, Assemblage, 1992 Chris Jordan, Composizioni fotografiche, 2004/07 HA Schult, Uomini in spazzatura, 2004 Maurizio Maniero, Alberi di ferro, 2006 Marina Zaffalon, Il valore della fragilità, 2006

3 2° INCONTRO presso la stazione ecologica attrezzata Hera di via Tolmino con visita e attività ludico-educativa con gli operatori e tecnici Hera;

4 3° INCONTRO presso lArea Museale di Ca la Ghironda. Qui in primis sono state esaminate alcune opere lungo il percorso espositivo del parco e successivamente si è dato luogo ad una attività artistico espressiva di progettazione partecipata unitamente ad alcuni artisti del ciclo espositivo "Arte e Natura" e successiva realizzazione di sculture ispirate al tema uomo/rifiuti/ambiente. Alcuni artisti e opere osservate durante il percorso : César, Compression, 1980, Area Museale di Ca la Ghironda Arman, Le viole,1972, Area Museale di Ca la Ghironda Enrico Baj, Pam Pam,1924, Area Museale di Ca la Ghironda Simone Bellotti, Lalba delluomo, 2001, Area Museale di Ca la Ghironda Gianni Sevini, Volo di farfalle, 2005, Area Museale di Ca la Ghironda Gianni Sevini, Formazione di una colonia, 2005 Gianni Sevini, Bosco e funghi Gianluca Perticoni, Masai, 2004 Gianluca Perticoni, Fenicottero, 2004 Gianluca Perticoni, Vipera, 2004 Charles Morgan, Albero solare, 1995, Area Museale di Ca la Ghironda Francesco Martani, Consumismo, Area Museale di Ca la Ghironda Francesco Martani, Lamiere sagomate, Area Museale di Ca la Ghironda Giovanni Battaglia, Totem, 1989, Area Museale di Ca la Ghironda Josè Carlos Balanza, La casa solare, 1995, Area Museale di Ca la Ghironda Niki de Saint-Phalle, Quercia eterna Leonardo Santoli, Bagnante, 1997

5 IL 4° APPUNTAMENTO si è svolto presso lArea Museale di Ca la Ghironda con la f esta di fine percorso. Insieme ad una collettiva di artisti sensibili al tema uomo/rifiuti/ ambiente, allinterno dellormai noto ciclo espositivo Arte e Natura curato dal Prof. Giorgio Celli, è stata affiancata LA MOSTRA DEI PRODOTTI CREATIVI REALIZZATI DALLE CLASSI, CON LAGGIUNTA DI UNA MOSTRA DIDATTICA SUI PRODOTTI DI CONSUMO CREATI DAL RECUPERO DEI MATERIALI RICICLATI. Tutto il pubblico presente (famiglie, alunni, docenti, assessori, personalità pubbliche del mondo artistico, universitario, imprenditoriale e istituzionale), hanno assistito al resoconto filmato e illustrato del vissuto esperienziale girato durante i tre appuntamenti dalle classi. In tale occasione il Prof. Giorgio Celli ha risposto alle domande degli alunni in materia ambientale e scientifica. Il pomeriggio ha avuto inizio con due inaugurazioni mostra di artisti- scienziati di fama internazionale: il Prof. Enzo Tiezzi (fisico ambientale - Università di Siena) e il Prof. Eshel Ben-Jacob (fisico dei sistemi complessi - Università di Tel Aviv).

6 CLASSE III BS (GEOMETRI): ISTITUTO CRESCENZI-PACINOTTI BOLOGNA DOCENTE: prof. Giuseppe Falivene TITOLO OPERA: Campioni con poco AUTORI: Davide Cella, Luca Cenacchi Attraverso luso di materiali semplici e di riciclo abbiamo voluto sottolineare la necessità di uno sport pulito, senza doping e meno interessi economici, esaltando, come dovrebbe fare lo sport, valori importanti come lamicizia. LE OPERE REALIZZATE:

7 CLASSE III BS (GEOMETRI):ISTITUTO CRESCENZI-PACINOTTI BOLOGNA DOCENTE: prof. Giuseppe Falivene TITOLO OPERA: Il campo da biliardo (la fatica) AUTORI:Luca Deodori, Gianluca G. Pistone Perché un campo da biliardo? Molte erano le idee, che alla vista del materiale a nostra disposizione ci sono venute in mente. Durante la costruzione della nostra opera ci siamo accorti che non è molto semplice creare qualcosa che è presente nella mente solo come idea. Alcuni nostri compagni avevano scelto di affrontare il tema della calcio da molto tempo sotto inchiesta. Noi abbiamo voluto richiamare il gioco del biliardo, uno sport non molto diffuso, sano e divertente. E stata proprio una bella faticacreare questopera utilizzando materiali semplici e di riciclo, presi in un calderone di beni inutili: una tavola di compensato, assi di legno ricavate da panche, bicchieri di plastica,ecc…

8 CLASSE III BS (GEOMETRI): ISTITUTO CRESCENZI-PACINOTTI BOLOGNA DOCENTE: prof. Giuseppe Falivene TITOLO OPERA: Lalbero AUTRICI: Sara Rimondi, Tedla Sewit, Martina Tilocca Lalbero sommerso dai rifiuti simboleggia il soffocamento della natura provocato dallinquinamento del nostro consumismo.

9 CLASSE III BS (GEOMETRI):ISTITUTO CRESCENZI-PACINOTTI BOLOGNA DOCENTE: prof. Giuseppe Falivene TITOLO OPERA: La vita AUTRICE:Jessica Bigini Luomo al centro della terra, parte fondamentale della vita. Un omino che ruota perché ha la possibilità di vedere le cose da tanti punti di vista. In alto, a destra, un occhio stilizzato rappresenta la vista, a sinistra il sole illumina linsieme. Due cuffie auricolari a simboleggiare ludito. Nella parte bassa tante parole, le parole che ogni giorno sentiamo, infangate dai problemi simboleggiati dai chiodi di ferro. Le rifiniture sono tutte colorate: in alto i colori accesi e caldi e andando verso le difficoltà i colori freddi. Una rappresentazione della vita di tutti i giorni

10 CLASSE III BS (GEOMETRI):ISTITUTO CRESCENZI-PACINOTTI BOLOGNA DOCENTE:prof. Giuseppe Falivene TITOLO OPERA: I due mondi AUTRICI: Beatrice Bovinelli, Greta Pasi, Jole Tripicchio Lopera è stata creata e pensata con lintenzione di evidenziare il contrasto tra le due facce che al giorno doggi ha il mondo ai nostri occhi. Una incontaminata, pulita, quasi splendida, è caratterizzata da colori chiari e luminosi, piena di elementi realizzati per infondere una sensazione di pace e salute, laltra aggressiva, inquinata, sporca, confusionale, con colori prevalentemente scuri, freddi e cupi con oggetti che rappresentano lo sviluppo delluomo e i danni causati al nostro pianeta Terra. Contrasto fortemente voluto per suscitare nellosservatore riflessioni sul rapporto uomo-ambiente.


Scaricare ppt "Istituto di Istruzione Superiore I.T.C.CRESCENZI - I.T.G.PACINOTTI Via Saragozza n.9 - 40123 BOLOGNA CICLO PROGETTUALE: "HERARTEA.S. 2006-07 Titolo del."

Presentazioni simili


Annunci Google