La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA TERAPIA DEL DOLORE NEL BAMBINO LA FORMAZIONE DEI FORMATORI CAPRI 4-7 aprile 2013 con il patrocinio di:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA TERAPIA DEL DOLORE NEL BAMBINO LA FORMAZIONE DEI FORMATORI CAPRI 4-7 aprile 2013 con il patrocinio di:"— Transcript della presentazione:

1 LA TERAPIA DEL DOLORE NEL BAMBINO LA FORMAZIONE DEI FORMATORI CAPRI 4-7 aprile 2013 con il patrocinio di:

2 PRINCIPI di ANATOMIA e FISIOLOGIA …come dalla fisiologia si arriva alla terapia…

3 NOCICEZIONE

4 … a livello del recettore una forma di energia viene convertita in impulso nervoso elettrochimico nellafferente primario. Non è un fenomeno ON-OFF Sensibilizzazione periferica TRASDUZIONE

5 limitata e inibita la sensibilizzazione periferica Se viene limitata e inibita la sensibilizzazione periferica, riduce il dolore percepito si riduce il dolore percepito Trauma: lapplicazione di ghiaccio previene la sensibilizzazione periferica: la vasocostrizione determinata dal freddo riduce la flogosi e la liberazione di mediatori, limitando così il fenomeno della sensibilizzazione periferica. da un PUNTO di VISTA PRATICO …

6 ... processo attraverso il quale, linformazione in codice viene trasmessa a quelle strutture del SN centrale deputate alla elaborazione della sensazione dolorosa primo neurone fibre C fibre C dolore sordo terminano in lamina I e II corno posteriore Midollo Spinale fibre A fibre A dolore pungente terminano in lamina V corno posteriore Midollo Spinale corno posteriore Midollo Spinale centralina di elaborazione SENSIBILIZZAZIONE CENTRALE TRASMISSIONE

7 pre-emptive E il razionale della una terapia preventiva (pre-emptive), che usata prima che lo stimolo nocicettivo arrivi a livello midollare, riduce lentità del dolore e la necessita di farmaci. Ricadute pratiche Ricadute pratiche : luso di piccole dosi di farmaco oppioide prima di iniziare un intervento chirurgico; luso dellanestesia locale in una sede prima di procedere a incisione e/o procedure diagnostiche terapeutiche in quella stessa sede; la somministrazione ad orario… da un PUNTO di VISTA PRATICO …

8 Secondoneurone vie efferenti motorie sinapsi con le vie efferenti motorie - il riflesso di fuga e sottrazione riflessi simpatici Attivazione dei riflessi simpatici SENSIBILIZZAZIONE CENTRALE SENSIBILIZZAZIONE CENTRALE (pre emptive)... processo attraverso il quale, linformazione in codice viene trasmessa a quelle strutture del SN centrale deputate alla elaborazione della sensazione dolorosa TRASMISSIONE

9 Fascio spinotalamico Per la maggior parte fibre che ascendono alle strutture nervose superiori dopo essere passate controlateralmente a livello del midollo spinale. 3° neurone A livello talamico, le fibre prendono sinapsi con fibre che trasmettono linformazione alla corteccia somatosensoriale.... processo attraverso il quale, linformazione in codice viene trasmessa a quelle strutture del SN centrale deputate alla elaborazione della sensazione dolorosa Via proprio spinale polisinaptica (fascio Dorso-laterale) Omolaterale, polisinaptica con connessioni a livello ascendente e discendente con la sostanza gelatinosa di Rolando. Trasmissione delle afferenze a livello della sostanza reticolare del midollo allungato e da qui su tutta la corteccia cerebrale. TRASMISSIONE

10 ... processo attraverso il quale, linformazione in codice viene trasmessa a quelle strutture del SN centrale deputate alla elaborazione della sensazione dolorosa Le connessioni con i centri superiori (sede delle capacità emotive e cognitive) e della sostanza reticolare condizionano e modulano il percepito. EFFETTO DEL RICORDO NEGATIVO EFFETTO DELLO STRESS TRASMISSIONE

11 La ricaduta clinica La ricaduta clinica : annullare un ricordo negativo elimitare lo stress limitano la percezione del dolore modificanola sofferenza emotiva annullare un ricordo negativo (controllando sempre ed in ogni occasione il dolore) e limitare lo stress (con adeguata terapia farmacologica e non farmacologica) limitano la percezione del dolore in ogni situazione e modificano in maniera importante la sofferenza emotiva che laccompagna. da un PUNTO di VISTA PRATICO …

12 …Attività neurologica di controllo dei neuroni di trasmissione del dolore… - Centrale - Midollare – Periferica … aumentano Le tecniche non farmacologiche aumentano la modulazione inibitoria 2º neurone n. Rafe Magno Bulbo fibra C Corteccia nocicettore mesencefalo grigioperiacqueduttale MODULAZIONE

13 tecniche non farmacologicheaumentano modulazione inibitoria Le tecniche non farmacologiche aumentano a diversi livelli lattività di modulazione inibitoria: quindi il loro uso, non disgiunto dalla terapia farmacologica, permette un più efficace controllo del dolore da un PUNTO di VISTA PRATICO …

14 … Processo attraverso il quale lattività dei neuroni nocicettivi di trasmissione produce un fenomeno soggettivo Produzione del fenomeno soggettivo DOVE ? PERCEZIONE

15 approccio globale ed individualizzato Il risvolto clinico che ne deriva è che una terapia antalgica corretta, non può prescindere da un approccio globale ed individualizzato da un PUNTO di VISTA PRATICO …

16 … il dolore NON è riducibile alla semplice conduzione dello stimolo, ma è il risultato di una complessa interazione fra strutture e fenomeni diversi che continuamente modulano ampiezza e qualità della percezione: ESPERIENZA è una ESPERIENZA SOMATO – PSICHICA SOGGETTIVA

17 MEMENTO 1. Il neonato ed il bambino percepiscono il dolore 2. A parità di stimolo, il neonato percepisce più dolore 3. Stimoli dolorosi ripetuti, senza copertura analgesica, determinano modificazioni strutturali e funzionali persistenti del sistema nocicettivo 4.A tutte le età, uno stimolo doloroso lascia traccia nella memoria

18 5.A tutte le età è possibile la cronicizzazione del dolore 6.Gli effetti negativi del dolore sulla prognosi attuale e futura, sono maggiori in età neonatale-pediatrica rispetto le età successive 7.Una adeguata terapia antalgica, annulla tutti gli effetti negativi del dolore (attuali ed a distanza) MEMENTO

19 LA TERAPIA DEL DOLORE NEL BAMBINO LA FORMAZIONE DEI FORMATORI CAPRI 4-7 aprile 2013 con il patrocinio di:


Scaricare ppt "LA TERAPIA DEL DOLORE NEL BAMBINO LA FORMAZIONE DEI FORMATORI CAPRI 4-7 aprile 2013 con il patrocinio di:"

Presentazioni simili


Annunci Google