La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Esperto: Testa Immacolata Tina Diana Tutor: Rosato Maria Gruppo di lavoro: Petitto Giuseppina – Petitto Maria.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Esperto: Testa Immacolata Tina Diana Tutor: Rosato Maria Gruppo di lavoro: Petitto Giuseppina – Petitto Maria."— Transcript della presentazione:

1

2 Esperto: Testa Immacolata Tina Diana Tutor: Rosato Maria Gruppo di lavoro: Petitto Giuseppina – Petitto Maria

3

4 Ciao a tutti! Sono Anna la talpa e vi condurrò nel mondo della vendemmia. Io sono Rosa la mosca.

5 Mi chiamo Paolo il cane. E io Ugo il bruco e tutti noi saremo con voi in questa avventura.

6

7 La pianta delluva si chiama VITE. Ha il tronco corto e la corteccia ruvida che si stacca facilmente.

8 Dal tronco partono i rami lunghi e sottili, detti TRALCI. Per tenerli su i contadini li legano a dei pali con dei fili.

9 La foglia della vite si chiama PAMPINO. La parte superiore è scura, mentre quella inferiore è più chiara.

10 Dai tralci della vite pendono i GRAPPOLI. Il ramo che porta luva si chiama RASPO. Sul raspo ci sono gli ACINI che hanno la BUCCIA liscia e sottile.

11 Allinterno cè la POLPA e in mezzo ad essa ci sono due o quattro semi, chiamati VINACCIOLI.

12

13 Nel passato, i contadini lungo i filari di viti, staccavano dai tralci i grappoli e li gettavano nei canestri.

14 Di tanto in tanto un carro tirato dai buoi portava i canestri alla TINAIA.

15 Oggi, i contadini trasportano i grappoli duva con le macchine nel magazzino.

16

17 1. Vendemmia Si separano gli acini dal raspo

18 2. Pigiatura Si schiacciano gli acini

19 E si versa il succo in un contenitore di legno o di acciaio (tino) insieme alle bucce e ai vinaccioli per una settimana.

20 3. Fermentazione Nel contenitore si forma il MOSTO

21 Il prodotto fermenta, si formano le bollicine, le bucce galleggiano e lo zucchero si trasforma lentamente in alcool. Il mosto deve essere spesso mescolato per cinque giorni.

22 5. Vino Finita la fermentazione, si spilla il vino,si travasa nelle botti o nelle bottiglie.

23

24 La vite viene attaccata da un piccolo insetto,la Filossera, che punge le radici e fa morire la pianta.

25 Un altro parassita della vite è la Peronospora che il contadino combatte con lo zolfo.

26

27 La vite preferisce colline piene di sole, ma vive bene anche in pianura e in montagna, non oltre i 1000 metri di altezza.

28 In Italia ci sono molte varietà di uva. Quelle dellItalia meridionale è molto zuccherina. Invece, quelle dellItalia settentrionale è più acida.

29 La vendemmia avviene tra settembre e ottobre e il suo raccolto in Italia è uno dei più ricchi. Infatti,i vini italiani sono famosi in tutto il mondo.

30

31 Labitudine di bere un bicchiere di vino per festeggiare qualcuno o qualcosa è molto antica.

32 I viaggiatori che partivano da Roma e arrivavano alla fine della via Appia, si mettevano al centro delle due colonne che ne indicavano la fine ed insieme con gli amici, bevevano del buon vino come augurio per il viaggio verso la Grecia.

33 Quindi, da allora, bere alla salute di qualcuno viene detto fare un brindisi.

34


Scaricare ppt "Esperto: Testa Immacolata Tina Diana Tutor: Rosato Maria Gruppo di lavoro: Petitto Giuseppina – Petitto Maria."

Presentazioni simili


Annunci Google