La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le tossine batteriche Prof. Vincenzo Cuteri UNICAM.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le tossine batteriche Prof. Vincenzo Cuteri UNICAM."— Transcript della presentazione:

1 Le tossine batteriche Prof. Vincenzo Cuteri UNICAM

2 Introduzione Lattività patogena dei batteri si esplica attraverso le tossine. Lattività patogena dei batteri si esplica attraverso le tossine. Due categorie Due categorie EsotossineEsotossine EndotossineEndotossine

3 Esotossine Rappresentano un prodotto del metabolismo batterico Rappresentano un prodotto del metabolismo batterico Vengono liberate nel mezzo in cui il germe è posto a sviluppare Vengono liberate nel mezzo in cui il germe è posto a sviluppare I determinanti dellesotossina sono perfettamente complementari ai recettori dellorgano bersaglio I determinanti dellesotossina sono perfettamente complementari ai recettori dellorgano bersaglio Gangliosidi del SNC – tossina tetanicaGangliosidi del SNC – tossina tetanica

4 Esotossine Chimicamente Chimicamente GlicoproteineGlicoproteine Funzionalmente Funzionalmente Pro-enzimiPro-enzimi Antigenicità Antigenicità OttimaOttima Termolabili Termolabili 56°C x 30 min56°C x 30 min

5 Esotossine Struttura generica di una esotossina Struttura generica di una esotossina 1 dimero – 2 funzioni1 dimero – 2 funzioni 1. costituisce il veicolo, ossia quella parte della tossina che possiede i determinanti complementari ai recettori dellorgano bersaglio. Veicola quindi la frazione enzimatica. Quando avviene il legame si attiva il secondo monomero 1. costituisce il veicolo, ossia quella parte della tossina che possiede i determinanti complementari ai recettori dellorgano bersaglio. Veicola quindi la frazione enzimatica. Quando avviene il legame si attiva il secondo monomero 2. depositario dellattività tossica. Si identifica con lenzima. Non ha attività immunogena 2. depositario dellattività tossica. Si identifica con lenzima. Non ha attività immunogena

6 Esotossine Trattate con Trattate con formolo o beta-propiolattoneformolo o beta-propiolattone inattivazione del monomero tossicoinattivazione del monomero tossico Non si altera la frazione immunogenaNon si altera la frazione immunogena Anatossina o tossoideAnatossina o tossoide

7 Esotossine Agiscono a dosi molto basse Agiscono a dosi molto basse InfinitesimaliInfinitesimali 30 gr. di tossina difterica potrebbero uccidere 10 milioni di persone 30 gr. di tossina difterica potrebbero uccidere 10 milioni di persone Inducono la formazione di Inducono la formazione di Anticorpi neutralizzantiAnticorpi neutralizzanti Sono TITOLABILI Sono TITOLABILI Formula di Reed and MuenchFormula di Reed and Muench


Scaricare ppt "Le tossine batteriche Prof. Vincenzo Cuteri UNICAM."

Presentazioni simili


Annunci Google